Over 40

Over 40

Popolo degli "anta" fate sentire la vostra voce!

g.cluny 31/12/2012 ore 13.46.12 Ultimi messaggi
segnala

Ammiccantecrix e mariellonzola...........

volete interagire con me??? :shy avrei una piccola storiella da raccontarvi..... :-p
8220266
volete interagire con me??? :shy avrei una piccola storiella da raccontarvi..... :-p
Discussione
31/12/2012 13.46.12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 31/12/2012 ore 13.55.20 Ultimi messaggi
GEORGECLOONY GEORGECLOONY 31/12/2012 ore 13.58.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

@ MARIELLONZOLA: scusa per il ritardo... sono andato a mettermi in costume...... per te fa lo stesso???? 0:-)
MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 31/12/2012 ore 13.59.57 Ultimi messaggi
GEORGECLOONY GEORGECLOONY 31/12/2012 ore 14.00.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

@ MARIELLONZOLA: ho dovuto spogliarmi per poterla raccontare........ tra un pò qui farà molto caldo :hehe
MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 31/12/2012 ore 14.00.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

@ GEORGECLOONY:

Comunque grazie, ho capito che ci vuoi distogliere dall'imbecille di turno,
lo apprezzo molto e ti ascolto :-) :bacio
GEORGECLOONY GEORGECLOONY 31/12/2012 ore 14.05.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

assieme alla favola ci aggiungo una metafora............ :bacio




“Un giorno un uomo, attraversando la foresta, trovò un aquilotto, lo portò a casa e lo mise nel pollaio dove imparò presto a beccare il mangime delle galline e a comportarsi come loro. Un giorno un naturalista, che si trovò a passare di là, chiese come mai un’aquila, la regina degli uccelli, si fosse ridotta nel pollaio a vivere con le galline.
“Perché l’ho nutrita con mangime di gallina e le ho insegnato a essere una gallina, e non ha mai imparato a volare”, replicò il proprietario. “Si comporta come una gallina e dunque non è più un’aquila”.
Tuttavia, insistette il naturalista, possiede ancora il cuore di un’aquila e può certamente imparare a volare.
Dopo averne parlato a lungo, i due si trovarono d’accordo nel voler scoprire se ciò era possibile. Il naturalista prese con delicatezza l’aquila fra le braccia e le disse “tu appartieni al cielo, non alla terra. Spiega le ali e vola”.
Ma l’aquila si sentiva piuttosto confusa. Non sapeva bene chi era e, vedendo le galline che beccavano il mangime, saltò giù e si unì a loro.
Per niente scoraggiato, il naturalista tornò il giorno dopo a riprendere l’aquila, la portò sul tetto della casa e la incitò di nuovo dicendo “tu sei un’aquila. Apri le ali e vola”. Ma l’aquila aveva paura di questo nuovo se stesso che non conosceva il mondo; ancora una volta saltò giù e andò a beccare il mangime.
Il terzo giorno il naturalista si alzò di buon’ora, andò a prendere l’aquila e la portò sulla cima di una montagna. Lì sollevò in alto la regina degli uccelli e cercò di incoraggiarla dicendo: “sei un’aquila, appartieni al cielo e alla terra, apri ora le tue ali e vola”.
L’aquila si guardò intorno, guardò giù verso il pollaio, guardò in su verso il cielo. Ma non volò ancora. Allora il naturalista la sollevò verso il sole e l’aquila cominciò a tremare e piano piano aprì le ali. Infine con un grido trionfante di eccitazione e di paura insieme, spiccò il volo verso il cielo.
Può darsi che l’aquila ricordi ancora le galline con nostalgia; può darsi che di tanto in tanto torni a fare visita nel pollaio. Ma per quanto si sa non è più tornata a vivere come una gallina.
Era un’aquila, sebbene fosse stata nutrita e allevata come una gallina.
Proprio come l’aquila, chi ha imparato a considerarsi come in realtà non è, può prendere una nuova decisione e vivere secondo le proprie reali potenzialità di vincente.” (M. James – D. Jongeward, Nati per vincere, Ed. San Paolo, Torino, 2005).

Ritrovare una buona autostima è l’ingrediente fondamentale per un percorso di crescita. Cosa fare? Fare. Confrontarci e sperimentarci in cose nuove anche se ci fanno paura ci permetterà di crescere. È normale avere paura di quello che non si conosce, ma a poco a poco, passo dopo passo, prendendo coraggio e confidenza con quello che ci è ignoto, riusciremo a farlo nostro e ci farà meno paura. Superare ostacoli ci permetterà di crescere ed avere più fiducia in noi stessi e, di conseguenza, una buona autostima.
Tutto questo ci renderà autentici e ci permetterà di relazionarci al meglio con gli altri, ma soprattutto con noi stessi. Bisogna volersi bene per poi amare gli altri.
Esiste quindi una capacità fondamentale per il nostro benessere mentale che bisogna acquisire ed è quella di sapere stare da soli, sentendoci in armonia sia con noi stessi e con gli altri. È la capacità di vivere la solitudine come buona e non come abbandonica, di sentirsi interi invece che divisi, soli ma non da soli.


MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 31/12/2012 ore 14.11.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

GEORGECLOONY scrive:
Esiste quindi una capacità fondamentale per il nostro benessere mentale che bisogna acquisire ed è quella di sapere stare da soli, sentendoci in armonia sia con noi stessi e con gli altri. È la capacità di vivere la solitudine come buona e non come abbandonica, di sentirsi interi invece che divisi, soli ma non da soli.


Questo lo prendo e lo faccio mio, grazie :-)
17242162
GEORGECLOONY scrive: Esiste quindi una capacità fondamentale per il nostro benessere mentale che bisogna acquisire ed è quella di...
Risposta
31/12/2012 14.11.12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
GEORGECLOONY GEORGECLOONY 31/12/2012 ore 14.14.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

@ beat.nik: caro fratellone...... della verità bisogna prendere quello che ci serve.....non esiste la verità in assoluto..... tant'è vero che mariellonzola prende una parte del discorso e lo fa suo.....

se tu non hai nulla da prendere prendi me :shy
MARIELLONZOLA MARIELLONZOLA 31/12/2012 ore 14.18.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: crix e mariellonzola...........

beat.nik scrive:
per me i predicatori sono come quelli che vanno vendendo i numeri al lotto...

se io sapessi i numeri che usciranno li giocherei io


Ci sono predicatori che predicano la via per raggiungere i risultati che loro stessi
hanno già ottenuto :-)
17242174
beat.nik scrive: per me i predicatori sono come quelli che vanno vendendo i numeri al lotto... se io sapessi i numeri che...
Risposta
31/12/2012 14.18.41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.