Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

CityOfGod CityOfGod 09/09/2008 ore 12.34.28
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri


la realtà è per coloro che non sanno affrontare la droga :ok
Sgrusa Sgrusa 09/09/2008 ore 12.35.52
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A CityOfGod che il 09/09/2008 12.34.28 ha scritto:

la realtà è per coloro che non sanno affrontare la droga :ok

non ho capito neppure questa....



mi sa che oggi sono deficiente
FIKUS FIKUS 09/09/2008 ore 12.41.53
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A FalsoStorico che il 09/09/2008 11.55.05 ha scritto:



Qualcuno scrisse che "non sono le persone ubriache ad essere strane, sono quelle sobrie ad esserlo".

La citazione mi piace, mi piace molto... la trovo assolutamente applicabile in toto all'intelligenza ed alla stupidità.





Rispondo: perché questa autoflagellazione gratuita? :nono
FalsoStorico FalsoStorico 09/09/2008 ore 12.58.30
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri




Molte volte gli intelligenti si ritengono strani, o diversi. Invece sono gli stupidi ad essere strani. E diversi.

E' una doppia riflessione: sia sulla "normalità" delle cose, sia sulla "presupponenza" degli intelligenti. Ed è doppiamente negativa: sia per gli intelligenti, sia per gli stupidi.
FIKUS FIKUS 09/09/2008 ore 13.04.43
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A FalsoStorico che il 09/09/2008 12.58.30 ha scritto:



Molte volte gli intelligenti si ritengono strani, o diversi. Invece sono gli stupidi ad essere strani. E diversi.

E' una doppia riflessione: sia sulla "normalità" delle cose, sia sulla "presupponenza" degli intelligenti. Ed è doppiamente negativa: sia per gli intelligenti, sia per gli stupidi.

Rispondo: ma quelle sobrie o quelle ubriache? :nono1
FalsoStorico FalsoStorico 09/09/2008 ore 13.06.43
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A FIKUS che il 09/09/2008 13.04.43 ha scritto:
A FalsoStorico che il 09/09/2008 12.58.30 ha scritto:



Molte volte gli intelligenti si ritengono strani, o diversi. Invece sono gli stupidi ad essere strani. E diversi.

E' una doppia riflessione: sia sulla "normalità" delle cose, sia sulla "presupponenza" degli intelligenti. Ed è doppiamente negativa: sia per gli intelligenti, sia per gli stupidi.

Rispondo: ma quelle sobrie o quelle ubriache? :nono1

Rispondo:

Dove?
Sgrusa Sgrusa 09/09/2008 ore 13.21.45
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A FIKUS che il 09/09/2008 13.04.43 ha scritto:
A FalsoStorico che il 09/09/2008 12.58.30 ha scritto:



Molte volte gli intelligenti si ritengono strani, o diversi. Invece sono gli stupidi ad essere strani. E diversi.

E' una doppia riflessione: sia sulla "normalità" delle cose, sia sulla "presupponenza" degli intelligenti. Ed è doppiamente negativa: sia per gli intelligenti, sia per gli stupidi.

Rispondo: ma quelle sobrie o quelle ubriache? :nono1

:many :many meno male che arriva la mia seconda testa a porre le stesse domande :bacio
FIKUS FIKUS 09/09/2008 ore 13.32.17
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A FalsoStorico che il 09/09/2008 13.06.43 ha scritto:
A FIKUS che il 09/09/2008 13.04.43 ha scritto:
A FalsoStorico che il 09/09/2008 12.58.30 ha scritto:



Molte volte gli intelligenti si ritengono strani, o diversi. Invece sono gli stupidi ad essere strani. E diversi.

E' una doppia riflessione: sia sulla "normalità" delle cose, sia sulla "presupponenza" degli intelligenti. Ed è doppiamente negativa: sia per gli intelligenti, sia per gli stupidi.

Rispondo: ma quelle sobrie o quelle ubriache? :nono1

Rispondo:

Dove?

Rispondo: dietro di te...
Rred80 Rred80 09/09/2008 ore 14.06.33
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

L'intelligente è l'ubriaco. Lo stupido è il sobrio. Si.

E' pieno di sobri, ovvero, di stupidi. In minoranza ci stanno gli ubriachi, ossia gli intelligenti.

Sobrio è chi vive morto, statico in un ambiente asettico ed asfittico, come soliti sono gli stupidi. Come tali però, appunto per la loro condizione, non lottando contro alcuna cosa stanno sempre bene, spensierati ed in salute; d'altronde, non avendo particolari pensieri sono praticamente inattaccabili da ulcere e malattie psicosomatiche, in generale.

Ubriaco è chi, inebriato dai fumi dell'alcol, a volte tentenna, annaspa, rigurgita ciò di cui si abbevera per l'abuso fatto. Come l'intelligente. Sempre insicuro sebbene sappia tutto. Sempre propenso a mettersi in gioco nonostante il gioco l'abbia già vinto in partenza. E sempre inebriato e zuppo di domande e sentimenti contrastanti che servono ad accrescere se stesso facendosi però del male mentale, e fisico come un alcolista fa.
Sgrusa Sgrusa 09/09/2008 ore 14.14.03
segnala

(Nessuno)RE: Ubriachi e sobri

A Rred80 che il 09/09/2008 14.06.33 ha scritto:
L'intelligente è l'ubriaco. Lo stupido è il sobrio. Si.

E' pieno di sobri, ovvero, di stupidi. In minoranza ci stanno gli ubriachi, ossia gli intelligenti.

Sobrio è chi vive morto, statico in un ambiente asettico ed asfittico, come soliti sono gli stupidi. Come tali però, appunto per la loro condizione, non lottando contro alcuna cosa stanno sempre bene, spensierati ed in salute; d'altronde, non avendo particolari pensieri sono praticamente inattaccabili da ulcere e malattie psicosomatiche, in generale.

Ubriaco è chi, inebriato dai fumi dell'alcol, a volte tentenna, annaspa, rigurgita ciò di cui si abbevera per l'abuso fatto. Come l'intelligente. Sempre insicuro sebbene sappia tutto. Sempre propenso a mettersi in gioco nonostante il gioco l'abbia già vinto in partenza. E sempre inebriato e zuppo di domande e sentimenti contrastanti che servono ad accrescere se stesso facendosi però del male mentale, e fisico come un alcolista fa.

Rred mi perplimi :mmm



Cmq non son d'accordo sulla definizione di ubriaco... è più forte di me... il gioco non l'ha già vinto in partenza...



Cmq grazie :inchino bellissima spiegazione :-*

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.