Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

gattolica gattolica 09/01/2011 ore 17.44.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
Cosa li distingue e nel caso in cui "toccasse a voi" cosa scegliereste e perchè?


Non intendendomene dico la mia:

quello religioso ha valore solo per chi crede, ma noto che tanti lo fanno comunque in chiesa per la scenografia e far contenti i genitori.

quello civile è un contratto.

Entrambi posso esser fatti da persone che si amano.

Non credo mi sposerò mai, ma sicura al 100% non in chiesa (sono atea).
MrsF.Benjamin MrsF.Benjamin 09/01/2011 ore 18.42.59
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
Matrimonio civile: sistemazione economica-giuridica della coppia. Utile nel caso di figli, e per eventuali divisioni in caso di separazione. Matrimonio più blando in quanto permette (nella testa della sottoscritta) di separarsi e divorziare più di una volta potendo comunque permettere in un futuro un eventuale matrimonio in chiesa. A mio avviso rimane una puro riconoscimento sociale della coppia come famiglia, non c'è vincolo sentimentale nè tanto meno di sento.

Matrimonio religioso: scelta di creare un nuovo nucleo composto da due persone che sicuri di quello che sentono decidono di fare la loro promessa davanti a Dio e di crescere una famiglia in Suo nome. E' qualcosa che a livello interiore supera il discorso civile in quanto per me è più significativo e vincolante. Con il matrimonio religioso si decide di dire SI per tutta la vita, in salute e in malattia, nella buona e nella cattiva sorte, finchè la morte non ci riavvicini.


Il matrimonio ha una valenza SOCIALE. Il matrimonio civile sancisce un unione che stabilisce anche diritti e doveri dei membri della coppia da un punto di vista legale. Non sono d'accordo sul fatto che non ci sia vincolo sentimentale anche se credo (spero) tu intendessi che l'atto in sé non contempla vincoli di tipo sentimentale. Il che cmq non è vero perché ti fanno firmare gli articoli che dicono che i coniugi sono tenuti alla FEDELTA' per esempio, il che qualcosa con il campo sentimentale c'entra qualcosa, almeno per me. Anche nel matrimonio civile mi pare che ci sia la questione dell'assistenza al partner, ma dovrei chiedere a chi di dovere (e ora è in bagno..)

Per quanto riguarda il religioso, teoricamente è più o meno quello che hai detto tu, sorvolando sull'automatica relazione religioso=cattolico/cristiano. Uscendo da questo vincolo in teoria una promessa, un rito di fronte a qualsivoglia divinità serve a chiedere protezione/ringraziare/formalizzare il tutto da un pdv più intimo.
FIKUS FIKUS 09/01/2011 ore 19.19.24
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
MATRIMONIO
Mi dite quale differenza c'è per voi tra:

- matrimonio civile

- matrimonio religioso (specificando quale)

Cosa li distingue e nel caso in cui "toccasse a voi" cosa scegliereste e perchè?



Il Matrimonio è SEMPRE E COMUNQUE il riconoscimento in una società dell'unione di una coppia e quindi della creazione di una famiglia all'interno della stessa

L'unica differenza fra civile e religioso è che nella prima il riconoscimento è della società, mentre nel secondo ci si illude che abbia più valore perché di fronte ad un fantomatico dio...
Ovviamente nelle religioni in cui si predica amore, rispetto e uguaglianza questo è l'ennesimo esempio di malafede e pregiudizio... eppure qualcuno aveva detto "perché cercare la pagliuzza nell'occhio del tuo prossimo senza vedere la trave nel tuo?" o simile... chissà a che pro... :haha
bobbinamarley bobbinamarley 09/01/2011 ore 19.22.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
Mi dite quale differenza c'è per voi tra:

- matrimonio civile

- matrimonio religioso (specificando quale)

Cosa li distingue e nel caso in cui "toccasse a voi" cosa scegliereste e perchè?



per me cio' che distingue i due tipi di matrimonio è puramente la fede
se uno non ne ha, non dovrebbe scegliere di sposarsi "davanti " a Dio.

Se toccasse a me sceglierei quello civile, sebbene credo nella convivenza, ma per fini tutelanti verso i miei eventuali figli, mi sposerei in municipio (anche se, preciso, un giorno decidessi di avere figli è perchè riuscirei a sostentarli anche da sola).
non metto però limiti alla "provvidenza" e se trovassi un uomo totalmente "credente" non avrei problema alcuno ad andare incontro alla sua fede.
Alla festa bucolica non rinuncerei. Prenderei lo spunto da una data importante e porterei tutti (coloro che amo e che mi amano) al lago in mezzo a tanto verde, a festeggiare il mio sodalizio amoroso (sarebbe così "un fatto eclatante" che probabilmente metterebbero una nuova festa in rosso sul calendario :shy)
FIKUS FIKUS 09/01/2011 ore 19.23.11
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Red.80 scrive:
ma quello che dice il prete è parola di Dio.... che cazzo dici sgrusa???? obietti il prete???



:inchino

adoVo l'ipocrisia dei cattolici :shy
Sgrusa Sgrusa 09/01/2011 ore 19.26.41
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

FIKUS scrive:
adoVo l'ipocrisia dei cattolic



grazie dell'ipocrita :inchino
FIKUS FIKUS 09/01/2011 ore 19.33.04
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
(Nessuno)RE: MATRIMONIO

FIKUS scrive:
adoVo l'ipocrisia dei cattolic




grazie dell'ipocrita smile


Dovere :ok
FIKUS FIKUS 09/01/2011 ore 19.37.14
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgru, ti invito a dimostrarmi il contrario :-)
Sgrusa Sgrusa 09/01/2011 ore 19.39.43
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

FIKUS scrive:
Sgru, ti invito a dimostrarmi il contrario



cosa vuoi sapere?
FIKUS FIKUS 09/01/2011 ore 19.41.28
segnala

(Nessuno)RE: MATRIMONIO

Sgrusa scrive:
FIKUS scrive:
Sgru, ti invito a dimostrarmi il contrario




cosa vuoi sapere?



Io nulla, ti ho invitata a dimostrare che in quanto cattolica non sei ipocrita!
quindi che ami il prossimo tuo come te stesso, che sei tollerante, che porgi l'altra guancia, che ami Dio sopra ogni cosa, che non giudichi, che la Chiesa ha l'unica verità etc etc etc.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.