Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

Peppe.Nappa Peppe.Nappa 14/04/2016 ore 07.22.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

...che poi mi sembra che assomigli molto alla mamma di Loris,
a sinistra la mamma di Loris a destra Vanessa



Rivalutiamo Lombroso
busadute busadute 14/04/2016 ore 09.38.30
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@MattolnDueMosse : Certo che se strafottono. Non fanno in tempo ad entrare (carcere) che già gli avvocati calcolano quanti anni vengono tolti. E appena escono hanno subito lavoro e servizi sulle riviste e interviste alla tv, soldi insomma. E poi a me sta facoltà di non rispondere me le fa girare di brutto.
AmberRose60 AmberRose60 14/04/2016 ore 12.22.39
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@gh.r scrive:
lo Stato di Diritto


Proprio in virtù di questo stato di diritto mi sento in diritto di protestare di fronte a una giustizia così fragile
La semilibertà è prevista ma non obbligatoria credo...sono i giudici che l'accordano o meno sulla base di loro valutazioni
Un’omicida non può farla franca solo dopo 8 anni di carcere, metà solo della sua condanna. Chi le ha concesso la semilibertà? Quale pool di persone ha pensato di mettere in libertà (parziale) una donna che ha tolto per sempre a una famiglia la propria figlia prima che scontasse l’intera pena? Una pena addirittura ridotta del 50 per cento! Non se ne può più di una giustizia per pochi e non uguale per tutti. E’ necessario un ripensamento delle politiche carcerarie perché è il carcere il solo luogo di rieducazione, non fuori di esso. Le sbarre devono punire soprattutto, non alleggerire l’animo di chi è andato contro le norme della società. Senza punizione non esiste la riabilitazione. Perché se così non fosse, se non ci fosse più la certezza della pena potremmo diventare consapevoli che non esiste più lo stato di diritto. E tutti ne trarrebbero le conseguenze.
Non sto a sindacare sulla sua libertà di sorridere e non sono nemmeno moralista al punto di giudicare in base alle mie idee è solo uno sdegno istintivo che verrebbe a chiunque...ateo o meno
gh.r gh.r 14/04/2016 ore 14.03.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@AmberRose60 scrive:
non sono nemmeno moralista al punto di giudicare in base alle mie idee è solo uno sdegno istintivo che verrebbe a chiunque

Sdegno comprensibile ma che, volente o nolente, implica un giudizio morale. Se vogliamo parlare dello stato pietoso della giustizia italiana, possiamo farlo per ore e, probabilmente, saremmo d'accordo. Il problema è che qui è stata modificato un provvedimento legittimo sulla base di un giudizio morale mediatico. È questa la cosa inaccettabile per uno stato che si definisce di Diritto.
P.S.Non so come tu possa solo lontanamente pensare che le sbarre alleggeriscano un animo, sia esso colpevole o innocente!
AmberRose60 AmberRose60 14/04/2016 ore 15.40.52
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@gh.r scrive:
Non so come tu possa solo lontanamente pensare che le sbarre alleggeriscano un animo, sia esso colpevole o innocente!


Lo penso e lo ribadisco ma penso anche a un carcere ''costruttivo'' non certo alla mera cella 4x4 con servizi...ma penso a servizi di pubblica utilità, fosse anche in ambito del carcere stesso.
Penso a un sostegno psicologico che aiuti a capire perchè ho commesso quel crimine e che mi aiuti a non ripeterlo tutto qui...ma tutto questo in un luogo protetto e non fuori.
Io invece ti faccio una domanda banale ma non poi tanto....se fosse tua figlia quella ragazza di 23 anni uccisa per futili motivi da una sconosciuta scriveresti le stesse cose? Parleresti ancora di stato di diritto o ti sentiresti umiliato e offeso?
Puoi anche non rispondere...è solo una domanda provocatoria lo so
MattolnDueMosse MattolnDueMosse 14/04/2016 ore 15.48.00
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@gh.r scrive:
Sdegno comprensibile ma che, volente o nolente, implica un giudizio morale. Se vogliamo parlare dello stato pietoso della giustizia italiana, possiamo farlo per ore e, probabilmente, saremmo d'accordo. Il problema è che qui è stata modificato un provvedimento legittimo sulla base di un giudizio morale mediatico. È questa la cosa inaccettabile per uno stato che si definisce di Diritto.
P.S.Non so come tu possa solo lontanamente pensare che le sbarre alleggeriscano un animo, sia esso colpevole o innocente!


La modifica del provvedimento non è che uno dei tanti rivoli dello stato pietoso della giustizia...
Però momento, non vorrei che certi provvedimenti un giudice li possa modificare a propria discrezione, come e quando vuole. Dopotutto non si è modificata la sentenza/condanna ma soltanto una delle tante forme con la quale essa va scontata. In altre parole: dettagli.
i4lui i4lui 14/04/2016 ore 16.56.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

Si, i genitori della vittima, cosa possono pensare dell'assassina della loro figlia vedendo quella foto? Hanno fatto bene a revocarle la liberta' provvisoria, che in ogni caso deve essere una vita di disciplina; cavolo, ma quella, ha infilato un ombrello in un occhio della vittima fino ad arrivare al cervello! Che facciamo, vogliamo darci un premio perché ha un bel corpo?
benhanscom benhanscom 14/04/2016 ore 17.36.28
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

@gh.r scrive:
Il problema è che qui è stata modificato un provvedimento legittimo sulla base di un giudizio morale

volenti o nolenti bisogna fare i conti anche con il giudizio morale...se invece delle foto al mare sorridente avremmo visto una ragazza che aiuta un anziano ad attraversare la strada forse la percezione sarebbe diversa...e cmq credo che semilibertà sconti di pena rito abbraviato siano da evitare in casi come l'omicidio...
busadute busadute 14/04/2016 ore 18.19.46
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

Magari non ha pesato solo la foto, francamente più che fuoriposto, forse non ha rispettato altre limitazioni per esempio uso telefono, orari imposti ecc... per cui il menefreghismo non ha consentito la prosecuzione del trattamento "di favore" che lo Stato ( che deve comportarsi per legge come buon padre di famiglia ) le aveva concesso. Io comunque la penso come Rambo in certi casi.
rambo.56 rambo.56 14/04/2016 ore 18.36.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: vanessa russo...

Caso Onofri, permesso premio per Mario Alessi





Mario Alessi potrebbe uscire dal carcere con un permesso lavoro. L'assassiono di Tommaso Onofri dunque potrebbe presto riassaporare la liberta. Il bambino aveva solo 18 mesi quando venne ucciso, dopo essere sequestrato, da Mario Alessi, un muratore che aveva lavorato nella casa degli Onofri a Casalbaroncolo in provincia di Parma

E di questo cosa ne pensate? Non fa vomitare il fatto che ad uno che ha fatto una cosa del genere venga concesso un PREMIO??? Sarebbe una bellissima cosa se lo aspettassero in 10-12 persone armate di badili, vanghe e zappe, e lo massacrassero.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.