Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

Queen.Vee Queen.Vee 13/09/2016 ore 16.13.27 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

Minestra con l'uovo sbattuto.. madonna solo a pensarci :bataboing
rambo.56 rambo.56 13/09/2016 ore 16.13.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

Tappe di preparazione


Tappa 1

Portare ad ebollizione il brodo e regolarlo di sale.
Buttare la pastina e cuocerla secondo il tempo indicato sulla confezione.


Tappa 2
Minestrina con formaggino - Tappa 2
Un minuto prima della fine della cottura unire il formaggino e stemperarlo.
Servire con il Parmigiano Reggiano grattugiato.
rambo.56 rambo.56 13/09/2016 ore 16.14.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@Queen.Vee [/bPerchè, cosa c' è di così disgustoso? Nella carbonara l' uovo ci va, per esempio.
Queen.Vee Queen.Vee 13/09/2016 ore 16.18.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@rambo.56 : Il problema non sono le uova in sé e neppure la minestra.. mi fa schifo immaginarli insieme, boh.. :bataboing
rollandbeat rollandbeat 13/09/2016 ore 16.23.46
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@rambo.56 scrive:
per prima cosa portare il brodo a ebollizione ,


brodo di che? di dado?
La.dyinBlack La.dyinBlack 13/09/2016 ore 16.26.29
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

Tappa 3

passa l'infermiera e ritira il piatto :haha

pare na roba da ospedale....o meglio, casa di riposo

rambo.56 rambo.56 13/09/2016 ore 16.26.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@Queen.Vee : Immagino ti faccia schifo anche solo il pensiero di mettere il vino nel brodo, eppure da noi è una tradizione antichissima, regione che vai usanza che trovi, voi vi mangiate i frutti di mare crudi (e poi vi beccate il colera), da noi si mangiano rane e lumache..............leggi un po':

Bevr'in vin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vai a: navigazione, ricerca



Bevr'in vin

Bevr'in vin

Origini


Luogo d'origine
Italia Italia

Regione
Lombardia

Zona di produzione
provincia di Mantova

Dettagli


Categoria
primo piatto


Il bevr'in vin (dal dialetto mantovano bevr'in ven = bere nel vino) è una minestra che costituisce l'aperitivo e l'antipasto tipico della cucina mantovana.

Secondo la tradizione della terra gonzaghesca, i pasti invernali debbono essere preceduti dal bevr'in vin, sempre servito in scodella preriscaldata, che viene preparato in tre differenti modi, in funzione del successivo primo piatto.
Nel caso il primo piatto sia costituito da agnolini o da cappelletti, in brodo o asciutti, il bevr'in vin viene composto da un mestolo di brodo bollente, contenente alcuni agnoli o cappelletti. La temperatura verrà diminuita dal commensale aggiungendo a piacere vino rosso di forte corpo. Tale operazione viene anche definita «negàr i caplét in d'l'acqua scura», ovvero «annegare i cappelletti nell'acqua scura». Nei ristoranti, per favorire la comprensibilità dei menu ai turisti, questa versione del bevr'in vin viene spesso denominata sorbir d'agnoli.
Nel caso il primo piatto sia costituito da tortelli di zucca, il bevr'in vin viene composto da cinque o sei tortelli appena cotti, ai quali vengono aggiunti un goccio d'acqua di cottura e mezzo bicchiere di vino. Questa versione del bevr'in vin viene anche definita turtèi sguasaròcc, ovvero «tortelli sguazzanti», sottolineando la stranezza dei tortelli di zucca in minestra, differentemente sempre serviti asciutti.
Per tutti gli altri primi piatti, il bevr'in vin è semplicemente preparato con brodo di carne e mezzo bicchiere di vino.

Le varianti a queste tre versioni consistono esclusivamente nelle diverse tipologie e quantità di vino utilizzate, solitamente Lambrusco, Ancellotta, Clinto o Merlot, e nell'aggiunta (facoltativa) di formaggio grana grattugiato.

È antica credenza popolare che questo tipo di aperitivo-antipasto costituisca una sorta d'elisir di lunga vita e, a tale riguardo, un antichissimo proverbio mantovano, tuttora molto in uso, recita: «Al bevr'in vin l'è la salut ad l'omm», ovvero «il bere nel vino è la salute dell'uomo.

P. S. Ti dirò di più, la tradizione vuole che "al bevr' in vin" venga consumato stando in piedi con le spalle rivolte al focolare domestico (va bene anche la stufa a Pellet).
rambo.56 rambo.56 13/09/2016 ore 16.30.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@rollandbeat scrive:
brodo di che? di dado?

Anche, perché no? Mica tutti sanno fare il brodo, o hanno voglia di farlo. Io ci riesco e anche bene.
rollandbeat rollandbeat 13/09/2016 ore 16.32.03
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@rambo.56 : maledizione!

di cosa è fatto sto brodo?
rambo.56 rambo.56 13/09/2016 ore 16.35.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Oggi minestrina in brodo............

@rambo.56 scrive:
Clinto

Per i meno addetti, è il vino fatto con l' UVA FRAGOLA, ed è proibito, tempo fa c' era un bar di VALEGGIO SUL MINCIO che lo serviva sottobanco, è un vino scurissimo, viola carico carico che macchia il bicchiere, ed ha un sapore particolare, è proibito produrlo per il suo altissimo contenuto di metanolo. L' uva fragola è un' uva da tavola molto apprezzata e comune da noi (ne ha una vite anche mia sorella. Da noi questo vino prende il nome di FRAMBUL.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.