Pausa Caffè

Pausa Caffè

Prenditi una pausa ed entra qua! 5 minuti di chiacchiere in libertà.

MauricioBabilonia MauricioBabilonia 04/01/2017 ore 16.41.37
segnala

(Nessuno)Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

un estratto:

Il corpo di spedizione inviato per reprimere in qualsiasi modo tale protesta era comandato dal generale Quintini. Uno dei più feroci comandanti militari di stanza in Sicilia. Inziarono subito i rastrellamenti e in contrada Falconiera arrestarono il parroco del paese più altre cinque persone che si erano rifugiate lì per ripararsi dal clima di generale violenza in cui era precipitata Castellammare del Golfo. Era il 3 gennaio del 1862. I cittadini tratti in arresto furono immediatamente fucilati. Tuttavia, i bersaglieri si accorserò della presenza di Angelina Romano per via del suo pianto.

Cosa fecero i bersaglieri? Prelevarono la bambina e la posero di fronte al plotone di esecuzione. Aveva il volto bagnato dalle sue lacrime. Il generale Quintini in maniera fredda e brutale comandò d’imperio al plotone di esecuzione "puntate, sparate, fuoco!". Così finiva la giovanissima vita di Angelina Romano rea soltanto di essere stata una scomoda testimone della cieca violenza di uno Stato che avrebbe dovuto portare progresso alla nostra isola, ma che in realtà si è dimostrato non solo avaro bensì violento e privo di umanità.

Chissà se la bambina aveva contezza di accingersi a vivere gli ultimi istanti di vita. Quali teneri ricordi di una vita misera affollassero la sua testa. Non lo sparemo mai. Ma quello che sappiamo é il fatto - incontrovertibile dal punto di vista storico - che l’Unità d’Italia è sorta da atti di bestiale violenza e non da un naturale processo di unione spontanea fra gente che fino ad allora non aveva mai avuto l’occasione di vivere in un paese unito e unificato.

Gli altri sette fucilati furono:

Mariana Crociata cieca, analfabeta, di anni 30;

Marco Randisi di anni 45, storpio, bracciante agricolo, analfabeta;

Benedetto Palermo di anni 46, sacerdote;

Angela Catalano contadina, zoppa, analfabeta, di anni 50;

Angela Calamia di anni 70, handicappata, analfabeta;

Antonino Corona, handicappato di anni 70.

A ricordo dell’estremo sacrificio di Angelina Romano qualche città italiana ha intitolato una strada ad ella. Mi riferisco alle città di Gaeta e di Castellammare del Golfo. Proprio a Castellammare del Golfo si tenne una cerimonia particolarmente significativa per ricordare Angelina Romano. L’initolazione di una strada occorse nel comune trapanese il 24 maggio del 2013 allorquando fu presentato un saggio sulla rivolta dei "cutrara" a cura di Michele Antonio Crociata. Il suo esatto titolo è “La rivolta contro i “cutrara” a Castellammare del Golfo, 1-3 Gennaio 1862. Prima insorgenza antisabauda dopo la proclamazione del Regno d’Italia”.


Chi ha stomaco per leggere legga, chi ha l'indecenza di sostenere ancora lo schifo perpetrato da uno stato economicamente fallito ed aiutato dalla massoneria inglese lo faccia pure, si classificherà per il misero personaggio che è.
raul.carosini raul.carosini 04/01/2017 ore 16.47.25
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@MauricioBabilonia scrive:
corpo di spedizione inviato per reprimere in qualsiasi modo tale protesta era comandato dal generale Quintini. Uno dei più feroci comandanti militari di stanza in Sicilia. Inziarono subito i rastrellamenti e in contrada Falconiera arrestarono il parroco del paese più altre cinque persone che si erano rifugiate lì per ripararsi dal clima di generale violenza in cui era precipitata Castellammare del Golfo. Era il 3 gennaio del 1862. I cittadini tratti in arresto furono immediatamente fucilati. Tuttavia, i bersaglieri si accorserò della presenza di Angelina Romano per via del suo pianto.Cosa fecero i bersaglieri? Prelevarono la bambina e la posero di fronte al plotone di esecuzione. Aveva il volto bagnato dalle sue lacrime. Il generale Quintini in maniera fredda e brutale comandò d’imperio al plotone di esecuzione "puntate, sparate, fuoco!". Così finiva la giovanissima vita di Angelina Romano rea soltanto di essere stata una scomoda testimone della cieca violenza di uno Stato che avrebbe dovuto portare progresso alla nostra isola, ma che in realtà si è dimostrato non solo avaro bensì violento e privo di umanità.Chissà se la bambina aveva contezza di accingersi a vivere gli ultimi istanti di vita. Quali teneri ricordi di una vita misera affollassero la sua testa. Non lo sparemo mai. Ma quello che sappiamo é il fatto - incontrovertibile dal punto di vista storico - che l’Unità d’Italia è sorta da atti di bestiale violenza e non da un naturale processo di unione spontanea fra gente che fino ad allora non aveva mai avuto l’occasione di vivere in un paese unito e unificato.Gli altri sette fucilati furono:Mariana Crociata cieca, analfabeta, di anni 30;Marco Randisi di anni 45, storpio, bracciante agricolo, analfabeta;Benedetto Palermo di anni 46, sacerdote;Angela Catalano contadina, zoppa, analfabeta, di anni 50;Angela Calamia di anni 70, handicappata, analfabeta;Antonino Corona, handicappato di anni 70.A ricordo dell’estremo sacrificio di Angelina Romano qualche città italiana ha intitolato una strada ad ella. Mi riferisco alle città di Gaeta e di Castellammare del Golfo. Proprio a Castellammare del Golfo si tenne una cerimonia particolarmente significativa per ricordare Angelina Romano. L’initolazione di una strada occorse nel comune trapanese il 24 maggio del 2013 allorquando fu presentato un saggio sulla rivolta dei "cutrara" a cura di Michele Antonio Crociata. Il suo esatto titolo è “La rivolta contro i “cutrara” a Castellammare del Golfo, 1-3 Gennaio 1862. Prima insorgenza antisabauda dopo la proclamazione del Regno d’Italia”.Chi ha stomaco per leggere legga, chi ha l'indecenza di sostenere ancora lo schifo perpetrato da uno stato economicamente fallito ed aiutato dalla massoneria inglese lo faccia pure, si classificherà per il misero personaggio che è.



Giuro solennemente che ogni volta che mi inculo a sangue una nordica e ogni volta che mi inchiappetto metaforicamente un padano, penso al ratto sabaudo e spingo più forte.
MattoInSetteMosse MattoInSetteMosse 04/01/2017 ore 21.28.56
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare


Dopo l'ennesima sparatoria odierna in quel di Napoli, dove rimane ferita una bimba di 10 anni e tre extracomunitari, ecco il grido di dolore del sindaco, Luigi De Magistris, con un fermo proposito per il 2017: "..basta pallottole vaganti, basta, è ora di finirla, si colpisca con più accuratezza, i proiettili costano...."


MauricioBabilonia MauricioBabilonia 04/01/2017 ore 21.43.54
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

che miseri...e quell'altro vecchiaccio che glie mette il mi piace :hoho
raul.carosini raul.carosini 04/01/2017 ore 21.55.54
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@MauricioBabilonia :

questo qui quando si tratta di bimbe è iper informato.....
MattoInSetteMosse MattoInSetteMosse 04/01/2017 ore 21.59.23
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare


Come malcelano gli ignavi l'inculata senza lubrificante...

Yup..
MauricioBabilonia MauricioBabilonia 04/01/2017 ore 22.05.30
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

questo nn tiene cazzo nè palle e incula la gente, meraviglie dell'internette...
Babs.72 Babs.72 04/01/2017 ore 22.05.32
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

Mah, veramente fate ancora la guerra nord/sud sui cadaveri?? Triste...............molto triste
MauricioBabilonia MauricioBabilonia 04/01/2017 ore 22.06.34
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@Babs.72 : ma chi? io volevo fare una riflessione sulle verità storiche...
Babs.72 Babs.72 04/01/2017 ore 22.17.10
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@MauricioBabilonia scrive:
ma chi? io volevo fare una riflessione sulle verità storiche...

Mi riferisco a chi vuole inculare e a chi tira fuori le pallottole vaganti
Bullshit.Detector Bullshit.Detector 05/01/2017 ore 05.29.23 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

Ci vuole ORDINE...

Ordine e disciplina!!!

Cameratiii!!!
Bullshit.Detector Bullshit.Detector 05/01/2017 ore 05.31.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@MattoInSetteMosse scrive:
e tre extracomunitari, ecco il grido di dolore del sindaco, Luigi De Magistris, con un fermo proposito per il 2017: "..basta pallottole vaganti, basta, è ora di finirla, si colpisca con più accuratezza, i proiettili costano...."



E comprategli i visori di precisione, a sti dilettanti..

eccheccakkio....
MattoInSetteMosse MattoInSetteMosse 05/01/2017 ore 07.09.02
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@Babs.72 scrive:
Mi riferisco a chi vuole inculare e a chi tira fuori le pallottole vaganti


Ma ti pare che possa accettare di essere preso per il culo dal solito piagnisteo sudista che la colpa è dello stato che manca, dei savoia a suo tempo, delle lobby varie in giro per il mondo..?
Suvvia,
fatti prendere per il culo tu da queste storielle, io se permetti rispondo.
c.hicca44 c.hicca44 05/01/2017 ore 15.34.03
segnala

(Nessuno)RE: Ieri cadeva l'anniversario della strage di Castellammare

@Babs.72 : peccato che le pallottole vaganti ci siano un pò spesso....

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.