Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

linx linx 21/01/2009 ore 21.04.06
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

@ kenny1977:
CRISTIAN DICE ESATATMENTE IL CONTRARIO DI QUANTO DICONO TUTTI I MEZZI DI INFORMAZIONE.
ROBE DA MATTI.
linx linx 21/01/2009 ore 21.07.54
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

I campi di papavero in Afghanistan ed i campi di granturco in Ohio

Da Jason Straziuso, di Associated Press - 10 maggio 2008
I marines della Bravo Company del First Platoon dormono accanto ad un campicello di papaveri. Le truppe del Second Platoon si scambiano per gioco i bulbi pieni di oppio, mentre vanno a piedi attraverso i campi. E salutano con sorrisi e gesti gli agricoltori afghani che prelevano la preziosa resina. Questo il racconto di Jason Straziuso della Associated Press. Dal Notiziario Aduc.

La settimana scorsa, la 24ma unita’ di spedizione dei Marines si e’ spostata nella provincia meridionale di Helmand, la maggiore produttrice di oppio al mondo, e ora si trova circondata da illegali distese verdi di piante che producono l'ingrediente principale dell'eroina.

I talebani, contro i quali vi sono attacchi militari ogni giorno, incassano fino a 100 milioni di dollari all’anno grazie ai raccolti di papavero, tassando gli agricoltori e i trasportatori. Tutto denaro che serve poi ad acquistare armi da utilizzare proprio contro i militari degli Stati Uniti, della NATO e dello stesso Afghanistan.

Ma i Marines non hanno ancora cominciato a distruggere le piantagioni. Anzi, assicurano agli abitanti del villaggio: nessuno vuole mettere in pericolo le loro coltivazioni. Per i comandanti americani, una politica di distruzione produrrebbe solo maggiore ostilita’ della popolazione locale, eliminandone l’unica fonte di reddito.

"E' un po’ strano. Siamo venuti qui per combattere contro i talebani. Vediamo tutto questo e sappiamo che non va bene. Ma allo stesso tempo sappiamo che e’ l'unico modo in cui gli abitanti del luogo riescono a sopravvivere", dice il tenente Adam Lynch, 27 anni, del Massachusetts.

Il comandante del battaglione dei Marines, il tenente colonnello Anthony Henderson, ha detto all’Associated Press che la coltura del papavero "va e viene" e che le sue truppe non possono certo mettersi a combatterla, quando i combattenti talebani sono vicini a Garmser e ‘terrorizzano la gente’.

"Credo che concentrandosi sui talebani, il papavero diminuira’", ha dichiarato Henderson, un 41enne di Washington DC. Una volta che i talebani sono sconfitti, il governo afgano potra’ intervenire e offrire alternative.

Un esperto sul traffico di droga in Afghanistan, Barnett Rubin, ha lamentato il fatto che i Marines sono stati messi in una situazione di questo tipo grazie ad una politica militare "unidimensionale" che non riesce a integrare considerazioni politiche ed economiche di lungo termine.

"Ci sentiamo solo dire che non ci sono abbastanza truppe, bisogna inviare piu’ truppe", ha detto Rubin, docente presso la New York University. "Poi si inviano truppe senza alcuna capacita’ di assistenza, di sviluppo, nessuna capacita’ di aiutare o di governare."

L’Afghanistan produce circa il 93 per cento dell’oppio mondiale usato per fare eroina, secondo le stime delle Nazioni Unite. Il valore delle esportazioni di questo raccolto e’ di circa 4 miliardi di dollari, piu’ di un terzo del prodotto interno lordo del Paese.

Intanto i talebani hanno detto agli abitanti di Garmser che i Marines sono arrivati per sradicare il papavero, sperando cosi' di stimolarli perche' si uniscano a loro contro gli americani -spiega il tenente Brandon Barrett, 25 anni, dell’Indiana e comandante del primo plotone.

Khan Mohammad, un afgano nato a Helmand e che viveva in Pakistan, tornato nel proprio Paese a lavorare i campi, ha detto di guadagnare circa due dollari al giorno: il lavoro e’ diventato piu’ pericoloso ora che i soldati Usa e i militanti talebani sono in conflitto fra loro.

‘Siamo bloccati nel mezzo’, dice un altro agricoltore.

Per il sergente Jeremy Stover, in forza in un plotone che dorme vicino a una delle piantagioni di papavero, la missione dei Marines e' sbarazzarsi dei "cattivi" e non della gente del luogo.

"I campi di papavero in Afghanistan sono come i campi di granturco in Ohio", ha detto Stover, 28 anni, di Marion, Ohio. "Quando siamo arrivati qui ci hanno subito chiesto se potevano continuare a coltivare il papavero e noi abbiamo risposto: Si', basta che non usiate i fucili.'
"

http://www.fuoriluogo.it/home/mappamondo/asia/afghanistan/rassegna_stampa/i_campi_di_papavero_in_afghanistan_ed_i
kenny1977 kenny1977 21/01/2009 ore 21.10.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

@ linx: ocio... non tutti i mezzi di informazione.. soprattutto in Italia c'è la tendenza a romanzare le cifre, sviandone il significato. Resta il fatto che i talebani vietarono la coltivazione dell'oppio, con buoni risultati... la guerra ha invertito questa tendenza.... ognuno tragga le proprie conclusioni.
linx linx 21/01/2009 ore 21.15.48
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

I Talebani si finanziano con il narcotraffico? Diciamo grazie alla politica internazionale sulle droghe

Da Notiziario Aduc, di Pietro Yates Moretti - 3 ottobre 2008

Dopo anni di guerra, la Nato ha ammesso l'innegabile ed il risaputo: i Talebani si finanziano grazie al narcotraffico (1). E' dal 2001 che lo diciamo (2), non perche' preveggenti o particolarmente informati, ma perche' era inevitabile che cosi' non fosse: la guerra alla droga, il proibizionismo, rafforza e sostiene le organizzazioni criminali e terroristiche. Lo dimostrano i fatti recenti in Messico, dove un inasprimento della guerra alla droga lanciato dal presidente Calderon, con tanto di invio di migliaia di soldati in zone calde, ha gia' prodotto quasi 5mila morti. (3) Per non parlare della Colombia, che come il Messico riceve denaro e mezzi militari dagli Usa, dove le Farc continuano a destabilizzare le istituzioni finanziandosi con il narcotraffico.
Se invece di opporci alla coltivazione dell'oppio, spingendo cosi' le popolazioni contadine nelle braccia dei Talebani, l'avessimo acquistato per produrne morfina (un farmaco che scarseggia) o anche solo per soddisfare il nostro bisogno di falo' della vanita', oggi non ci troveremmo in una situazione cosi' difficile e tragica. Inasprire i programmi di eradicazione del papavero non solo ora rischia di regalare nuovi alleati ai Talebani, ma e' impossibile senza una presenza massiccia di soldati Nato, con costi in termini economici e di vite umane infinitamente superiori a quelli che avremmo affrontato acquistando l'oppio dall'origine.
L'attuale politica internazionale sulle droghe non solo produce inutile sofferenza e morte, ma nel XXI secolo diventa la base con cui i nostri nemici, dai Talebani ad Al Qaeda, ma anche organizzazioni criminali nostrane come la 'Ndrangheta, si finanziano.
Ai sostenitori di queste politiche ora chiediamo di riflettere (anche se la salute dei tossicodipendenti non fosse di loro primario interesse, lasciando che questi malati finiscano in carcere o rischino la morte con sostanze non controllate e il contagio di malattie infettive): vale ancora la pena, nel nome del messaggio etico-proibizionista, perdere la guerra contro il terrore e la criminalita' organizzata?


http://www.fuoriluogo.it/home/mappamondo/asia/afghanistan/rassegna_stampa/i_talebani_si_finanziano_con_il
linx linx 21/01/2009 ore 21.19.15
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

Roma. Presentazione rapporto Onu sull'oppio afghano

Da Notiziario Aduc, - 12 novembre 2008

Dopo il boom del 2007, il 2008 ha marcato una decisiva diminuzione dell'economia dell'oppio in Afghanistan: e' uno dei dati piu' eclatanti del nuovo Rapporto sull'oppio afghano 2008 dell'Ufficio dell'Onu contro la Droga e il Crimine (Unodc), che il suo direttore esecutivo, Antonio Maria Costa, presentera' venerdi' prossimo a Roma. Nel documento si rileva che, se nel 2007 gli introiti ai contadini derivati dall'oppio furono tra i piu' alti mai registrati - all'incirca 1 miliardo di dollari - nel 2008 il valore e' calato di un quarto, a 730 milioni. Nel 2007, inoltre, il valore dell'esportazione di oppio, morfina ed eroina e' stato di 4 miliardi, mentre quest'anno e' valutato in 3.4 miliardi di dollari. Nell'agosto scorso, Costa aveva gia' dato notizia di un calo della produzione di oppio in Afghanistan, quest'anno, rispetto al 2007. Costa, che venerdi' terra' una conferenza stampa alle 13 presso la sede della Sioi (Societa' Italiana per le Organizzazioni Internazionali) a Roma, durante l'incontro dara' anche indicazioni sull'andamento dei prezzi e illustrera' le prospettive per il 2009, specialmente in relazione alla situazione attuale


http://www.fuoriluogo.it/home/mappamondo/asia/afghanistan/rassegna_stampa/roma_presentazione_rapporto_onu
arabafenicia.y arabafenicia.y 21/01/2009 ore 21.35.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

rispondo QUOTO IN TOTO CRSTINAN OGNI TANTO DATE A CESARE QUELLO KE è DI CESARE
circe73 circe73 21/01/2009 ore 21.38.11
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

cristian... come al solito parla di cose che non conosce.....
Non ti è mai venuto in mente che proprio questo proibizionismo aumenta l'uso delle droghe????
Non ti è mai venuto in mente che continuando cosi' i soldi del narcotraffico vanno nelle tasche delle mafie??????
E sta solita stronzata che dalle canne si passerebbe a droghe piu' pesanti... Mamma mia.... ce l'ha mia nonna questa mentalità!
ma informati....
Io fumo cannabis da quando avevo 17 anni... e mai e poi mai mi è venuto in mente di usare cocaina , e men che meno eroina... ne acidi.... ecstasy nemmeno morta!
E sai perchè? Perchè mi informo... e non equiparo gli effetti delle droghe leggere come la maria o come l'hashish a gli effetti della coca o dell'eroina.... con tutto quello che comportano....
Non mi stanco mai di dirlo... visitate il sito degli antiproibizionisti... leggete quello che scrive il Dott. Gessa sulla cannabis ( il maggior esperto di sostanze psicotrope)
Tu sei vecchio Cristian... sei indietro mille anni....
Il proibizionismo non ha mai ottenuto risultati positivi... lo sappiamo, l'abbiamo visto.....
ma tu lo sai perchè la cannabis è stata resa illegale?????? Una pianta... illegale... da sbellicarsi dalle risate....
E tu sei ancora qui che apri thread, e ti atteggi pure a sapientone....
Parla di armi... li forse qualche conoscenza ce l'hai.
Per il resto mi sento proprio di quotare Heroin e Brigante....
brigante76 brigante76 21/01/2009 ore 21.48.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

già ho postato questo video nel 3d relativo alla sentenza della cassazione; lo rimetto per chi se l'è perso
mickele63 mickele63 21/01/2009 ore 22.57.41
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

NON HO MAI FUMATO ANCHE SE MIO FRATELLO LO COLTVAVA QUESTO E SUCCESSO TRENT ANNI FA
ANCHE IMIEI AMICI FUMAVANO DUE DOPO ALCUNI ANNI SONO PASSATI ALL EROINA
ANCHE SE ADESSO CON L AIUTO DI ALCUNE COMUNITA SI SONO SALVATI MA A DURO
PREZZO LA LORO VITA E FINITA A TRENTANNI
OGGI NON VORREI CHE MIO FIGLIO INCOMINCIASSE CON IL BENEPLACITO DELLO STATO
SARO ANCHE IGNORANTE MA NON TUTTI HANNO LA VOLONTA O LA FORZA
DI FERMARSI IN TEMPO
circe73 circe73 21/01/2009 ore 23.15.40
segnala

(Nessuno)RE: ALLARME DROGA (complimenti a chi vuole legalizzare le droghe leggere)

penso mikele... che se con tuo figlio ci parli , e gli illustri con coscienza e competenza
i vari effetti, delle varie droghe, non andrebbe di sicuro a cercarsi il buco, o la tirata di coca...
Le canne non uccidono... e non danno assuefazione....

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.