Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Alessia.83 Alessia.83 12/11/2013 ore 14.06.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Arli.Na scrive:
il problema è che se poi te li pappi tutti il governo non può lasciarti morire quandi si troverebbe a pagarti una pensione per la quale non hai mai versato un soldo come è già ora con le pensioni sociali ma fortunatamente in numero circoscritto.

se dessero quella possibilità sarebbero ben pochi quelli che si metterebbero via i soldi.
siamo italiani, siamo fatti così.

rossella o'hara ci fa una pippa

Beh in effetti dopo averlo scritto l'ho pensato anche io :ok Allora diciamo che tu stato versi i miei contributi su un conto corrente a mio nome che potrò utilizzare quando andrò in pensione o in caso di mia morte, anche non avendo raggiunto il tot minimo di anni, potrà utilizzare il mio coniuge o chi voglia io. E nel caso i soldi versati finiscano perchè vivo di + degli anni che ho versato, o finiscano perchè gli anni versati erano pochi, si può decidere di dare in autamatico la pensione minima per sostituire la precedente, ovviamente con vari vincoli e requisiti da decidere.
17775150
Arli.Na scrive: il problema è che se poi te li pappi tutti il governo non può lasciarti morire quandi si troverebbe a pagarti una...
Risposta
12/11/2013 14.06.52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Arli.Na Arli.Na 12/11/2013 ore 14.17.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Alessia.83 scrive:
Allora diciamo che tu stato versi i miei contributi su un conto corrente a mio nome che potrò utilizzare quando andrò in pensione o in caso di mia morte, anche non avendo raggiunto il tot minimo di anni, potrà utilizzare il mio coniuge o chi voglia io. E nel caso i soldi versati finiscano perchè vivo di + degli anni che ho versato, o finiscano perchè gli anni versati erano pochi, si può decidere di dare in autamatico la pensione minima per sostituire la precedente, ovviamente con vari vincoli e requisiti da decidere.


sarebbe una rivoluzione.

scendiamo in politica con questa proposta e mandiamo a casa renzi :haha
Alessia.83 Alessia.83 12/11/2013 ore 14.23.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Arli.Na scrive:
sarebbe una rivoluzione.

scendiamo in politica con questa proposta e mandiamo a casa renzi smile

Peccato che nessuno abbia seriamente affrontato il problema o meglio non voglia affrontarlo, una discussione simile porterebbe un bel pò di consensi, ma mi rendo conto che poi lo stato perderebbe miliardi di euro che attualmente "ruba" a chi và in pensione e muore poco dopo e non è sposato, a chi non ha raggiunto un tot minimo di anni, e via dicendo.
Facciamo finta che non abbiamo detto niente..tanto un'idea simile è pura utopia..in fondo viviamo in italia :ok
Maria.Teresa Maria.Teresa 12/11/2013 ore 16.36.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

@ King.Paperone:

se vuoi chiamo Vespa e il suo plastico..... :-))) :-)))
Maria.Teresa Maria.Teresa 12/11/2013 ore 16.40.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Alessia.83 scrive:
Beh in effetti dopo averlo scritto l'ho pensato anche io Allora diciamo che tu stato versi i miei contributi su un conto corrente a mio nome che potrò utilizzare quando andrò in pensione o in caso di mia morte, anche non avendo raggiunto il tot minimo di anni, potrà utilizzare il mio coniuge o chi voglia io. E nel caso i soldi versati finiscano perchè vivo di + degli anni che ho versato, o finiscano perchè gli anni versati erano pochi, si può decidere di dare in autamatico la pensione minima per sostituire la precedente, ovviamente con vari vincoli e requisiti da decidere.


Poi arriva la crisi e il fallimento pianificato delle banche e si pappano il tuo cc e tu dici addio alla pensioncina. :-))) :-)))

Piuttosto io mi chiedo perchè non lascino il tfr in mano alla gente e che ne disponga a suo piacimento. Trovo non costituzionale che lo si debba lasciare nelle casse inps oppure ai sindacati o assicurazioni.
17775489
Alessia.83 scrive: Beh in effetti dopo averlo scritto l'ho pensato anche io Allora diciamo che tu stato versi i miei contributi...
Risposta
12/11/2013 16.40.30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
King.Paperone King.Paperone 12/11/2013 ore 16.50.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Maria.Teresa scrive:
se vuoi chiamo Vespa e il suo plastico


:sbong :sbong :sbong

pensa che so` piu vegio io...tucio natural!
eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
'na fronda che la sembra la piasa del dom! :sbong
nu pe niende so` sinistro e sicome lavoro...facio anca l'amur
che le` tucia salude sia de sota che de sura! :sbong
llong llong 12/11/2013 ore 22.13.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Maria.Teresa scrive:
Io non ho storie da proporti..... ma incontrovertibilmente QUELL'EVENTO prodiano ha deviato il corso del flusso degli eventi e quindi necessita di una valutazione.
Tu valuti positivamente il fatto che il potere d'acquisto dei nostri soldi si sia dimezzato, oppure che lentamente i risparmi della gente si siano erosi, oppure ancora che i prezzi di alcuni generi di consumo e di possesso siano raddoppiati (come le case), io no.

Io non so se il prode Prodi ci fosse o ci facesse all'epoca della sua scelta, ma di sicuro le conseguenze citate hanno avuto origine da ciò. Se l'esito della nostra buona europa sarà positivo allora il soggetto in questione potrebbe diventare un giorno un eroe nazionale che ricorderemo sui libri di storia. Ma se l'esito sarà quello che già nelle trasmissioni di ieri hanno iniziato a ventilare, allora .....

al momento dell'entrata in vigore dell'euro al governo non c'era prodi ma il silvietto che ben si guardò dal istituire controlli sui prezzi molti dei quali passati da 10.000 lire a 10 euro.......
ma a quanto pare adesso la colpa è di prodi..........
governo prodi 1 dal 18 maggio 1996 al 21 ottobre 1998
governo prodi 2 dal 17 maggio 2006 al 7 maggio 2008
entrata in vigore dell'euro dal 1 gennaio 2002 al 28 febbraio 2002 in parallelo con la lira poi da solo.......
e il primo ministro era il caro vecchio silvio berlusconi
llong llong 12/11/2013 ore 22.33.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

aqwmaschio scrive:
i diritti dovrebbero andare alla pari dei doveri. se uno versa per 15 anni dovrebbe avere una percentuale in base ai 15 anni versati e non averci i soldi in base a 44 anni di lavoro MAI fatti.

mettiamola così conosco degli agenti penitenziari donna che lavoravano in turni di 24 ore e quando la collega era di riposo di 48 ore (erano in 2 in un piccolo istituto penitenziario) ma ha fine mese lo stipendio era più basso di quello base di un operaio....
ora mi domando tutte quelle ore non pagate (per equipararle al privato)chi gliele riconosce.....
e le notti........
e le festività.........
e le ferie non godute.......
qui si continua a fare di tutta l'erba un fascio.....
un pò come nel privato che mettono l'età pensionabile uguale per tutti di immagini un muratore a 66 anni arrampicarsi su per dei ponteggi?
llong llong 12/11/2013 ore 22.39.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

steve.m87 scrive:
non a caso si stanno fortemente favorendo le pensioni integrative private, offrendogli vantaggi fiscali molto molto elevati.

certo che un operaio con 1000 euro di stipendio avanza un casino di soldi per la pensione integrativa............
17776155
steve.m87 scrive: non a caso si stanno fortemente favorendo le pensioni integrative private, offrendogli vantaggi fiscali molto...
Risposta
12/11/2013 22.39.24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
aqwmaschio aqwmaschio 13/11/2013 ore 09.18.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Iniziamo col cancellare i “regali acquisiti”

Arli.Na scrive:
ora la pensione non è più retributiva ma contributiva eppure gli italiani si lamentano lo stess come fai tu.

-------------i miei diritti acquisiti sono stati cambiati dopo quasi mezzo secolo di lavoro;se volevano cambiare le cose dovevano dirmelo quando ero giovane e io sarei fuggito all'estero a lavorare. adesso continuano a distanziare la pensione e puniscono i lavoratori precoci i quali potrebbero andasene in pensione con 32 anni e mezzo di lavoro ma la politica dice che sono troppo giovani;se si và prima in pensione guardano l'età anagrafica e il pensionato piglia un 2 per cento in meno all'anno , dunque se uno và in pensione a 57 anni piglia venti per cento in meno.Comunque è inutile spiegarti tutte queste cose di numeri se poi non riesci a comprendere il 2 più 2 del logico ragionamento di NeraPerla.Dunque diciamocelo , tu ragioni per partito preso. insomma ti viene così difficile riconoscere che il giusto sarebbe che, chi ha versato 100 pigli per cento e chi ha versato 50 pigli per 50 e chi non ha versato quasi nulla piglia il quasi nulla che ha versato? Insomma se dessero la possibilità di versare tutti i soldi per la pensione in un fondo assicurativo o in banca , chi ha versato avrebbe pensioni migliori e, chi non ha versato avrebbe in conto a zero,insomma, 2 più 2, 4.
17776479
Arli.Na scrive: ora la pensione non è più retributiva ma contributiva eppure gli italiani si lamentano lo stess come fai tu....
Risposta
13/11/2013 9.18.46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.