Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Permalosotto Permalosotto 14/01/2018 ore 11.04.55
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@zorro.2014 scrive:
Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...


Globalmente mi riconosco più in idee di sinistra, in modo pacato cmq, senza capi popolo per intenderci, senza sottostare ad eventuali "soviet".
Tuttavia sono amareggiato parecchio e annoiato della scissione pd e i vari d'alema bersani boldrini.
Stufo proprio.
E voterò 5stelle credo.
Voi di cdx credo dovevate sostenere salvini, e far capire letteralmente a berlusconi che si deve togliere di mezzo, che il suo tempo è arcifinito.
L'aveste sostenuto fortemente a suo tempo ora credo sarebbe il partito per eccellenza, fortissimo del cdx. Ne sono convinto.
giorgio60 14/01/2018 ore 14.09.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@CAVAJO scrive:


i sui interessi? boh




perche'...avrebbe fatto i nostri?

e' cambiato qualcosa per cui dovremmo dire grazie a berlusconi per avere ridotto i privilegi dei politici rispetto a quelli dei cittadini?

oppure ha ridotto le spese della struttura dello stato o il numero dei parlamentri oppure semplicemente dovrei ringraziarlo perche' sarebbe intervenuto con maggiore presenza nei territori del paese dove amministrano le mafie?

ha fatto qualcosa di eclatante per fermare il fenomeno dell'immigrazione senza controllo?
fa fatto qualcosa per guardare ai nostri anziani,ai nostri ragazzi senza lavoro,alla delinquenza per le strade italiane...

dimmi...cosa avrebbe fatto per fare i nostri interessi...

quale e' la grandissima immensa differenza tra lui e un leader del centrosinistra...

puoi vedere la stessa differenza tipo mussolini e gramsci ad esempio?


pensi forse che potresti paragonare anche lontanamente berlusconi a mussolini?
avrebbe fatto una che sia una riforma nell'interesse degli italiani che possono farti dire che berlusconi ti ricorda mussolini?
CAVAJO CAVAJO 14/01/2018 ore 14.51.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@giorgio60 scrive:
puoi vedere la stessa differenza tipo mussolini e gramsci ad esempio?

GIORGIO PER QUANTO MI RIGUARDA AL LIVELLO DI MUSSOLINI DOPO GIULIO CESARE NON C'E' STATO MAI NESSUNO, NON CI SONO PERSONAGGI DA PARAGONARE. STOP
DI TUTTI QUESTI COSIDDETTI LEADER BERLUSCONI E' L'UNICO A CUI FACEVA PIACERE SAPERE CHE IL POPOLO STAVA BENE. E DIRE ANCORA CHE CON BERLUSCONI A SINGHIOZZO SI STAVA COME SI STA ADESSO E CMQ DOPO IL 2011 E' UN FALSO INTELLETTUALE. RICORDA CHE DA QUANDO SCESE IN CAMPO C'E' STATO UN FUOCO INCROCIATO TRA AMICI E NEMICI. E NON E' FACILE ANZI IMPOSSIBILE REALIZZARE QUALCOSA. E CMQ A PARTE TUTTO RITIENI CHE ADESSO I M5S RIESCA A FARE QUALCOSA DI DIVERSO?? DIVERSO DAI PRECEDENTI??
giorgio60 14/01/2018 ore 14.58.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@CAVAJO scrive:
E CMQ A PARTE TUTTO RITIENI CHE ADESSO I M5S RIESCA A FARE QUALCOSA DI DIVERSO?? DIVERSO DAI PRECEDENTI??




certamente si per due motivi almeno.

il primo motivo e' che per una volta possiamo scegliere gente che non ha mai governato.
pagheremo in termini di capacita' ma avranno tutto l'interesse a non fallire se vogliono continuare ad essere competitivi.
il fatto di avere la possibilita' di scegliere tra chi ha responsabilita' di governo precedenti e chi non ne ha e' una occasione piu' unica che rara e non posso farla passare come se nulla fosse.



il secondo motivo e' che secondo me se vince il m5s ci sara' una pulizia generale nei partiti tradizionali e poi dipendera' da noi che la sinistra sia espressione di sinistra e la destra ritorni ad essere la destra tradizionale italiana.

in altre parole ci vuole una bella spolverata per rimettere le cose a posto perche' se disgraziatamente si ritorna al governo berlusconi,renzi,fornero,monti amico mio...non abbiamo speranza...
CAVAJO CAVAJO 14/01/2018 ore 14.58.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@giorgio60 : INTERESSANTE RIFLESSIONE CREDO:

voglio postare un articolo di Roberto Ragone de L'osservatore d'Italia: leggetelo e commentate

Elezioni 4 marzo 2018, andiamo a votare con buona memoria senza ascoltare il pifferaio dell’ultimo momento: ecco un riepilogo. Assistiamo al solito balletto di cifre e sondaggi propinati tramite il piccolo schermo ai più sprovveduti. Cioè a coloro che andranno a votare – se ci andranno – il 4 marzo con nelle orecchie le ultime fandonie politiche ammanniteci con grandi sorrisi da pubblicità odontoiatrica dai vari capi e capetti del partito al governo. Il quale partito al governo, ricordiamocelo, è in ‘modalità campagna elettorale’, come ebbe a dire don Matteo Renzi ai suoi in occasione di uno dei tanti convegni da lui voluti, indetti e presieduti; nei quali convegni, come nei film di Woody Allen – di cui tutto il bene si può dire, ma non che sia bellissimo – il protagonista è l’eroe, quello di cui tutte si innamorano e vogliono portarselo a letto, nonostante gli occhiali spessi due dita, il fisico deficitario, le manie al limite della sanità mentale e magari (perché no?) l’alito pesante. E mentre nel Veronese due ragazzi, 13 e 17 anni, danno fuoco ad un senzatetto marocchino per ‘divertirsi’, assistiamo al solito balletto di cifre e sondaggi propinati tramite il piccolo schermo ai più sprovveduti. Cioè a coloro che andranno a votare – se ci andranno – il 4 marzo con nelle orecchie le ultime fandonie politiche ammanniteci con grandi sorrisi da pubblicità odontoiatrica dai vari capi e capetti del partito al governo. Il quale partito al governo, ricordiamocelo, è in ‘modalità campagna elettorale’, come ebbe a dire don Matteo Renzi ai suoi in occasione di uno dei tanti convegni da lui voluti, indetti e presieduti; nei quali convegni, come nei film di Woody Allen – di cui tutto il bene si può dire, ma non che sia bellissimo – il protagonista è l’eroe, quello di cui tutte si innamorano e vogliono portarselo a letto, nonostante gli occhiali spessi due dita, il fisico deficitario, le manie al limite della sanità mentale e magari (perché no?) l’alito pesante.Così il nostro don Matteo gira e rigira mescolandosi al pubblico prono, distribuendo manate sulle spalle, concedendosi per infiniti selfies, magari firmando autografi
Mentre le sue guardie personali badano a che l’immancabile contestazione venga messa fuori della portata delle telecamere, delegate unicamente a mostrarci i lucidi incisivi superiori del ‘loro’ eroe, oltre che il suo profilo migliore, quello con meno nei, e che i microfoni non registrino i soliti ‘buffone buffone’. Un detto recita: “Vox Populi, Vox Dei”. A nulla serve che i social continuino a postare don Matteo che dichiara dal vivo che ‘la sua esperienza politica terminerà con il fallimento del referendum’, abbondantemente perso per 60 a 40. A nulla vale riascoltare Marco Travaglio che gli da’ del bugiardo nel programma di Lilli Gruber. A nulla vale, a proposito del Jobs Act, che perfino l’ISTAT faccia passare la notizia che i posti di lavoro sono per una parte preponderante posti a tempo determinato, o addirittura lavori occasionali, che gli ‘okkupati’ non siano cresciuti, almeno quelli seri, quelli a tempo indeterminato. A nulla serve che voci autorevoli si sgolino a dire che sono a rischio settecentomila posti di lavoro nel momento in cui gli incentivi del Jobs Act dovessero terminare. Anzi, il novello Don Quijote avanza contro i mulini a vento nonostante tutto, dichiarando che i ‘posti di lavoro’, grazie al suo governo, sono aumentati, negli ultimi giorni, di ancora un milione, portando così la somma finale a circa due milioni. Come diceva Totò ‘E’ la somma che fa il totale.
L’altro miracolo economico ce lo rappresenta il prode Gentiloni, l’uomo che sussurrava alle urne (elettorali)Da pochi mesi, infatti, nonostante qualche tempo prima le risposte alla richiesta di riforme serie trovassero sempre lo stesso ostacolo – mancanza di fondi – non appena quella entità impalpabile che è il Genio del Parlamento ha stabilito la data delle elezioni – il 4 di marzo 2018 – inspiegabilmente e miracolosamente, gli indici di ripresa economica hanno incominciato a galoppare. Mentre con Padoan lo 0,01% era una conquista, d’un tratto Standard & Poors – e magari altre società di rating – hanno incominciato a registrare incrementi percentuali ad horas. Allora, pensa l’ingenuo cittadino comune, allora è vero ciò che dice Renzi, è vero ciò che dice Padoan, è altrettanto vero ciò che dichiara Gentiloni, nientepopodimeno che il Presidente del Consiglio. Allora tutti quelli che parlano male del PD sono avversari politici che vogliono screditare una giusta e saggia amministrazione del Paese. Infatti, pensa l’ingenuo, anche la televisione di Stato, cioè la Rai, servizio pubblico, dice le stesse cose. E poi basta leggere la maggioranza dei giornali per convincersene; tranne quei tre o quattro che sono portavoce dei populisti, sovranisti, qualunquisti e anche fascisti, tutti parlano bene del PD.Non è al corrente, l’ingenuo, del fatto che quasi tutti i giornali ricevono ogni anno contributi da parte dello Stato, e che pochi sono quelli che vanno avanti, per scelta, senza finanziamenti pubblici

Senza contare le pubblicità delle aziende i cui titolari sono coinvolti nella politica a vario titolo, che cesserebbero immediatamente nel caso il quotidiano o il periodico pubblicassero qualcosa di sgradito alla linea politica degli amici del padrone. Siamo in modalità campagna elettorale. Gentiloni ha detto, in pubblico, che l’Italia è ripartita, e che ‘sarebbe un peccato sprecare ciò che è stato fatto in questi ultimi anni’ – di governo PD, aggiungiamo noi. Anche perché Standard & Poors’ avalla queste notizie, subdolamente insinuando che la situazione potrebbe cambiare dopo le elezioni.

In pratica: oggi le cose vanno bene perché c’è un partito al governo che adotta la politica europea che piace a qualcuno – che fa capo all’UE, che a sua volta fa capo ai ‘poteri forti’ di oltreoceano. Ma se al potere dovesse andare qualcuno che non è gradito a quanto sopra, le cose potrebbero cambiare, il rating precipitare, e l’Italia ricadere nello spread senza fine.
Tipo quando Berlusconi – e questa non è una difesa d’ufficio, ma fatti reali – fu costretto alle dimissioni da uno spread oltre i 500 punti causato da quattro banche tedesche che avevano riversato sul mercato circa 400 miliardi di titoli di Stato italiani. Perché Berlusca, e lui stesso non ne ha fatto mistero, poteva essere la pietra d’inciampo sulla pista per l’Unione Europea in Italia che qualcuno aveva preparato. Prodi stesso ha ammesso che affinchè si favorisse l’ingresso della Germania nell’euro, la lira fu svalutata del 600%.
Oggi la Germania sta bene grazie all’euro, ma senza l’euro, dice qualcuno che ne sa, potrebbe andare in coda alla classifica

Oltre al fatto che se in Italia ritornasse la lira, la Germania sarebbe messa in soggezione – economica. Dopo il disastro Prodi, ecco il disastro Monti, il ‘governo tecnico’, primo governo non eletto. L’ammazza economia, il distruggi-mercato immobiliare. Il bocconiano. Con il governo Letta, forse sarebbero andate un po’ meglio, le cose, ma è durato troppo poco. Secondo governo non eletto. Dopo l’Enrico stai sereno’ di Matteo Renzi, ecco il terzo governo inventato da king Napolitano, quello di Renzi. Arriva il disastro Fornero, che, invece di allungare la coperta previdenziale troppo corta, decide di eliminare i pensionati – fisicamente. Invece di reperire maggiori risorse per coloro che sacrosantamente avrebbero avuto il diritto di riposare dopo una vita di lavoro, decide che i conti dello Stato hanno la precedenza, creando una nuovissima e disgraziata categoria, gli ‘esodati’; che non si sa ancora quanti fossero o quanti siano. Creando nel Paese un terremoto di povertà e di disagio sociale ed economico senza precedenti.


Siamo alla ragion di Stato, e la democrazia va a farsi benedire

Oggi ancora non si vuole riparare al danno, ristrutturando l’INPS e le pensioni, perché i pensionati che avrebbero diritto ad un miglior trattamento sono il 60%, sotto i mille euro, sono troppi. O, come dice Christine Lagarde, Direttore Operativo del Fondo Monetario Internazionale, ‘i pensionati italiani vivono troppo a lungo’, per cui si cerca di provvedere a che l’età media degli Italiani, in incremento, possa scendere, ripianando i conti pubblici. Lo si fa rendendo inaccessibili le cure mediche, allungando i tempi per gli esami clinici, chiudendo i piccoli e preziosi presidi medici, colpendo la Sanità con tagli orizzontali indiscriminati. Tanti anziani non si curano più, non si controllano più, ed in effetti pare che l’età media in Italia stia ritornando ai livelli di qualche anno fa. Sembra che Sanità e pensioni siano gli unici serbatoi da cui attingere denaro: evidentemente fanno capo a chi non si può difendere.
L’Italia è malata, e non bastano i pannicelli caldi
Purtroppo chi la vuol condurre non lo farà, come non lo ha fatto finora, per il bene della nazione, ma piuttosto del suo partito, della sua ragnatela di clientele, di una Unione Europea senza cuore né anima, trascurando il bene del Paese e dei cittadini comuni: il che poi sarebbe lo scopo principe dell’andare al potere. Un potere di servizio, non autoreferenziale. Non cercato per conquistare una posizione politica fine a se stessa, per favorire gli amici e gli amici degli amici, come i petrolieri in Adriatico, che poi verseranno cospicue donazioni sulle fondazioni dei vari politici. Oggi abbiamo al potere forse la peggior classe politica di sempre, dicono i commentatori. Ricordiamocene quando andremo a votare, e non disertiamo le urne: chi non vota non ha poi il diritto di lamentarsi quando le sue cose non vanno bene. Andiamo a votare, ma abbiamo buona memoria, senza ascoltare il pifferaio dell’ultimo momento.
....AGGIUNGO CHE TROVARE IL NON PIFFERIA E' COSA MOLTO ARDUA.
CAVAJO CAVAJO 14/01/2018 ore 15.00.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@giorgio60 scrive:
il secondo motivo e' che secondo me se vince il m5s ci sara' una pulizia generale nei partiti tradizionali e poi dipendera' da noi che la sinistra sia espressione di sinistra e la destra ritorni ad essere la destra tradizionale italiana.

TE LO AUGURO GIORGIO.
CAVAJO CAVAJO 14/01/2018 ore 15.02.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@giorgio60 scrive:
perche'...avrebbe fatto i nostri?

e' cambiato qualcosa per cui dovremmo dire grazie a berlusconi per avere ridotto i privilegi dei politici rispetto a quelli dei cittadini?

oppure ha ridotto le spese della struttura dello stato o il numero dei parlamentri oppure semplicemente dovrei ringraziarlo perche' sarebbe intervenuto con maggiore presenza nei territori del paese dove amministrano le mafie?

RICORDA CHE IN ITALIA L'AGENDA VIENE DETTATA DA DUE POTERI INVINCIBILI. MAGISTRATURA E BUROCRAZIA.
giorgio60 14/01/2018 ore 15.02.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@CAVAJO scrive:
TE LO AUGURO GIORGIO.



io lo auguro a tutti gli italiani perche' sinceramente non meritiamo di essere rappresentati da questa gente...e' ora di cambiare e non ci sono molti altri strumenti per farlo.
CAVAJO CAVAJO 14/01/2018 ore 15.07.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@giorgio60 scrive:
io lo auguro a tutti gli italiani perche' sinceramente non meritiamo di essere rappresentati da questa gente...e' ora di cambiare e non ci sono molti altri strumenti per farlo.

LA STRADA E' UNA SOLA CATEGORICA E MOlTO IMPEGNATIVA (per riprendere.......)GIORGIO. ESTREMA RATIO. TABULA RASA.
giorgio60 14/01/2018 ore 15.09.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Allora, noi del CDX, per chi dovremo votare?...

@CAVAJO scrive:
RICORDA CHE IN ITALIA L'AGENDA VIENE DETTATA DA DUE POTERI INVINCIBILI. MAGISTRATURA E BUROCRAZIA.



perche' non siamo coscienti della nostra forza e ci vogliono abituare a restare in questo stato...

come adesso?...abbiamo una scelta? cogliamola al volo perche' non puo' passare l'idea che i partiti tradizionali non facciano mea culpa per i disastri che hanno permesso...

come puo' presentarsi renzi dopo il casino che ha combinato...
come puo' presentarsi berlusconi dopo avere dimostrato che e' ricattabile al punto di dimettersi...
come possono presentarsi nella sinistra dopo avere svenduto l'italia all'immigrazione illegale e forsennata al grido della solidarieta' a tutti i costi anche al costo di non avere i fondi per le pensioni minime dei nostri anziani...

e il centrodestra?...come puo' presentarsi se fa differenze nel territorio e non si presenta come unita' nazionale...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.