Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 11.02.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.


MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 11.14.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Nel 1943, dopo tre anni di guerra, le cose si erano messe male per l'Italia. Il regime fascista di Mussolini aveva decretato il proprio fallimento con la storica riunione del Gran Consiglio del Fascismo del 25 luglio 1943. Ne erano seguiti lo scioglimento del Partito fascista, la resa dell’8 settembre, lo sfaldamento delle nostre Forze Armate.

Nei Balcani, e particolarmente in Croazia e Slovenia, le due regioni balcaniche confinanti con l’Italia, il crollo dell’esercito italiano aveva fatalmente coinvolto le due capitali, Zagabria (Croazia) e Lubiana (Slovenia). Qui avevano avuto il sopravvento le forze politiche comuniste guidate da Josip Broz, nome di battaglia «Tito», allorché la Slovenia era stata incorporata nell’Italia divenendone una provincia autonoma.

La prima ondata di violenza esplose proprio dopo la firma dell’armistizio, l’8 settembre 1943: in Istria e in Dalmazia i partigiani jugoslavi di Tito si vendicarono contro i fascisti che, nell'intervallo tra le due guerre, avevano amministrato questi territori con durezza, imponendo un'italianizzazione forzata e reprimendo e osteggiando le popolazioni slave locali.

Con il crollo del regime i fascisti e tutti gli italiani non comunisti vennero considerati nemici del popolo, prima torturati e poi gettati nelle foibe. Morirono, si stima, circa un migliaio di persone.

Tito e i suoi uomini, fedelissimi di Mosca, infatti, iniziarono la loro battaglia di (ri)conquista di Slovenia e Croazia - di fatto annesse al Terzo Reich - senza fare mistero di volersi impadronire non solo della Dalmazia e della penisola d’Istria, ma di tutto il Veneto, fino all’Isonzo.

Fino alla fine di aprile del 1945 i partigiani jugoslavi erano stati tenuti a freno dai tedeschi che avevano dominato Serbia, Croazia e Slovenia con il pugno di ferro dei loro ben noti sistemi (stragi, rappresaglie dieci a uno, paesi incendiati e distrutti). Ma con il crollo del Terzo Reich nulla ormai poteva più fermare gli uomini di Tito. L’obiettivo era l’occupazione dei territori italiani.

Nella primavera del 1945 l’esercito jugoslavo occupò l’Istria e puntò verso Trieste, per riconquistare i territori che, alla fine della prima guerra mondiale, erano stati negati alla Jugoslavia. Gli jugoslavi si impadronirono di Fiume e di tutta l’Istria interna, dando subito inizio a feroci esecuzioni contro gli italiani. La rabbia degli uomini di Tito si scatenò allora contro persone inermi in una saga di sangue degna degli orrori rivoluzionari della Russia del periodo 1917-1919.

Tra il maggio e il giugno del 1945 migliaia di italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia furono obbligati a lasciare la loro terra. Altri furono uccisi dai partigiani di Tito, gettati nelle foibe o deportati nei campi sloveni e croati. Secondo alcune fonti le vittime di quei pochi mesi furono tra le quattromila e le seimila, per altre diecimila.

Fin dal dicembre 1945 il premier italiano Alcide De Gasperi presentò agli Alleati «una lista di nomi di 2.500 deportati dalle truppe jugoslave nella Venezia Giulia» ed indicò «in almeno 7.500 il numero degli scomparsi». In realtà, il numero degli infoibati e dei massacrati nei lager di Tito fu ben superiore a quello temuto da De Gasperi. Le uccisioni di italiani furono almeno 20mila; gli esuli italiani costretti a lasciare le loro case almeno 250mila.

(Fonte)
19762125
Nel 1943, dopo tre anni di guerra, le cose si erano messe male per l'Italia. Il regime fascista di Mussolini aveva decretato il...
Risposta
10/02/2018 11.14.47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
marianute marianute 10/02/2018 ore 11.22.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

L'odio e la cattiveria umana non conoscono davvero confini. :rosa :rosa :rosa
ritornandoacamelot ritornandoacamelot 10/02/2018 ore 11.24.49
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU :

pensa come sono morti.......e la guerra era finita.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 11.28.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

I primi a finire in foiba nel 1945 furono carabinieri, poliziotti e guardie di finanza, nonché i pochi militari fascisti della RSI e i collaborazionisti che non erano riusciti a scappare per tempo.

Le uccisioni avvenivano in maniera spaventosamente crudele. I condannati venivano legati l’un l’altro con un lungo fil di ferro stretto ai polsi, e schierati sugli argini delle foibe. Quindi si apriva il fuoco trapassando, a raffiche di mitra, non tutto il gruppo, ma soltanto i primi tre o quattro della catena, i quali, precipitando nell’abisso, morti o gravemente feriti, trascinavano con sé gli altri sventurati, condannati così a sopravvivere per giorni sui fondali delle voragini, sui cadaveri dei loro compagni, tra sofferenze inimmaginabili.

(Fonte)
19762136
I primi a finire in foiba nel 1945 furono carabinieri, poliziotti e guardie di finanza, nonché i pochi militari fascisti della...
Risposta
10/02/2018 11.28.31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
excristian1977 excristian1977 10/02/2018 ore 11.50.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

"Non riusciremo mai a considerare aventi diritto ad asilo coloro che si sono riversati nelle nostre grandi città ..... non meritano davvero la nostra solidarietà né hanno diritto a rubarci pane e spazio che sono già così scarsi" (L'UNITA'" 30/11/1946)

l’Unità, organo del Pci, del 30 novembre 1946 a proposito dei profughi istriani, dalmati, giuliani. Italiani doc, che secondo i comunisti fuggivano non da un nemico “ma impauriti dall’alito di libertà che precedeva o coincideva con l’avanzata degli eserciti liberatori”.

Capito? I comunisti infoibatori erano “alito di libertà”, “eserciti liberatori”. E i profughi, cacciati dalle loro case, sopravvissuti alle foibe, erano abusivi da respingere…

Le foibe e l’esodo furono il frutto di un triplice odio: odio etnico, verso gli italiani; odio ideologico dei comunisti verso i fascisti o presunti tali; odio di classe verso i borghesi giuliani. Per questo furono una concentrazione speciale di orrore e crudeltà.

La giornata del ricordo è l’ultima commemorazione dedicata all’amor patrio istituita in Italia. Resta lì, orfana spaesata nel calendario dell’oblio, destinata a sopravvivere in un’indecorosa semi-clandestinità che volge alla rimozione graduale, fino alla sua definitiva estinzione.

Le altre ricorrenze nazionali, superstiti di vecchia data, galleggiano semi-sommerse: il 4 novembre vivacchia, rifugiata nella domenica più vicina e celebra le forze armate, il 24 maggio è sparita, il 17 marzo fu una breve meteora che apparve per i 150anni dell’unità d’Italia e poi sparì, dopo un’indecente manfrina di chi non la voleva istituire per micragnosi calcoli economici.

Sono artificialmente tenute in vita il 2 giugno e soprattutto il 25 aprile che è poi l’unica giornata rimasta davvero festiva nel calendario. Ma quelle date dicono poco al cuore della gente, suscitano residui risentimenti ma sempre più vaghi sentimenti.

Non c’è una giornata dedicata all’amor patrio, una festa dell’Italia, una celebrazione della comunità nazionale sentita e condivisa che ci colleghi alla storia e in positivo alla nascita dell’Italia e non alla guerra civile e mondiale.

Le foibe finirono nell’omertà sin da quando furono perpetrate. Perché tiravano in ballo le responsabilità del Pci e di un’ala cospicua della lotta partigiana nei massacri, perché incrinavano il rapporto con la vicina Yugoslavia di Tito, perché c’era il tabù della cortina di ferro che spartiva i due mondi, l’occidente filoamericano e l’est filosovietico.

Ancora oggi è proibito dire che gli infoibatori erano comunisti e che anche il Pci italiano aveva contribuito a sostenere l’operazione foibe. Nei documenti il Pci sosteneva che non si dovesse rinunciare a quella che veniva definita “la tattica delle foibe” (ovvero lo sterminio).

I rapporti e gli incontri tra Togliatti e i capi dell’operazione sterminio erano continui: da Mosca a Bari. Perché non parlare anche in questo caso di collaborazionismo e poi di negazionismo o dimenticazionismo?

Le foibe furono per decenni il ricordo atroce di una minoranza di profughi e il ricordo polemico di una minoranza di “patrioti”, in prevalenza legati al vecchio Movimento Sociale Italiano.

Solo mezzo secolo dopo cominciarono lentamente a risalire dal buio e ad affacciarsi timidamente nei libri di testo e nelle commemorazioni ufficiali, strappare messaggi ai Capi dello Stato e infine vedersi in tv in sceneggiati assai edulcorati in cui mai si parlava di partigiani comunisti ma solo vagamente di titini e dove non si capiva cosa fosse realmente accaduto; sembravano storie private, locali e famigliari, vicende avulse dalla storia.

Infine avvenne l’ufficializzazione del ricordo con l’istituzione della giornata.

Ma è durata poco l’attenzione, legata alla destra al governo, a volte alimentata dall’assurda pretesa di bilanciare l’enfasi via via crescente negli anni alla Shoah.

Per ogni ricordo delle foibe ci sono cento ricordi istituzionali e mediatici della Shoah. Ma l’olocausto, come impropriamente si definisce, riguarda più popoli e più paesi. I numeri delle vittime, si dice, sono imparagonabili.

Però la storia delle foibe assume grande rilievo, più rilevante della stessa shoah, se le foibe diventano il capitolo nostrano del più terribile ciclo di vittime del comunismo nel mondo, che si contano – come si sa – in decine di milioni. Uccisi in tempo di guerra e di pace.

Ma le comparazioni sono odiose e insensate.

Di solito le giornate dedicate a ricordare nascono quando i ricordi appassiscono. Un po’ come quando un anziano comincia ad annotare sul diario quando deve prendere la pasticca e quando è il compleanno della moglie: la memoria sta per andarsene, il ricordo si appanna, e allora nasce la necessità di farsi un nodo al fazzoletto della mente.

Più che dall’amore e dalla premura, la necessità di fissare il ricordo nasce dall’arteriosclerosi galoppante, dalla mente che si fa più labile e incerta e dallo svanire di quell’evento nel nostro cuore. Quando il ricordo è forte e vivo non c’è bisogno di dedicarvi una giornata ufficiale e rituale per ricordare.

L’Italia, ricca di storia millenaria, converte la sua bulimia di eventi in anoressia; la sua memoria antica, sovraccarica, si rovescia in amnesia e rimozione. “Scurdammoce o’ passato” resta alla fine l’unico inno nazionale. Ci unisce il patto dell’oblio.

MARCELLO VENEZIANI
19762159
"Non riusciremo mai a considerare aventi diritto ad asilo coloro che si sono riversati nelle nostre grandi città ..... non...
Risposta
10/02/2018 11.50.54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
ASGV7 ASGV7 10/02/2018 ore 11.51.34
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

bravo mirko
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 11.52.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Il rispetto per i morti viene prima di ogni altra lotta politica. RICORDARE E' UN DOVERE.
FreeAsACat FreeAsACat 10/02/2018 ore 12.51.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU : Stima per te, chiaramente sono d´accordo su ogni parola! Sarebbe carino ci fosse un simile comportamento anche dall´altra parte, ma é pretendere troppo mi sa!
19762244
@MIRKO.CUOREROSSOBLU : Stima per te, chiaramente sono d´accordo su ogni parola! Sarebbe carino ci fosse un simile comportamento...
Risposta
10/02/2018 12.51.57
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 12.56.01 Ultimi messaggi
CAVAJO CAVAJO 10/02/2018 ore 12.58.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

e per 70anni tenuto nascosto questo orrore.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 13.02.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@CAVAJO : ormai è emerso ed è un inizio positivo, in vista del traguardo (che mi auspico). :-)
ritornandoacamelot ritornandoacamelot 10/02/2018 ore 13.03.48
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@excristian1977 :

TU PENSI CHE RIUSCIRANNO A CAPIRE, TRADURRE, COSA HA SCRITTO L'UNITà, ORGANO DEL PCI, DI QUEL TEMPO?


naturalmente con l'avallo del migliore, ilpalmirone togliatti, quello della jotti nella topaia delle botteghe oscure.

"nomen omen!"


thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 13.20.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Il rispetto per i morti viene prima di ogni altra lotta politica. RICORDARE E' UN DOVERE.


Quindi tu hai mancato a tale dovere.
Hai dolosamente omesso le repressioni fasciste, le spedizioni punitive repubblichine,i villaggi di contadini disarmati messi a ferro e fuoco, le esecuzioni sommarie, le donne stuprate e trucidate, i bambini soppressi, le donne incinte sventrate ...
Chiediti cosa ha generato le foibe prima di condannarle.
Oppure prima di condannare gli autori delle stesse condanna coloro che li hanno spinti a tale barbarie con altrettanta barbarie.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 13.26.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 : non ho mai mancato a condannare gli orrori nazifascisti, per cui... ;-) ciò che è accaduto prima è orrendo ma non per questo mi sento di giustificare la mattanza delle foibe. La violenza non è mai una soluzione. Per quanto mi riguarda.
thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 13.55.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
La violenza non è mai una soluzione. Per quanto mi riguarda.


Riparliamone quando anche tu subirai quanto hanno subito migliaia di sloveni e croati.
Se dopo aver subito soprusi e deportazioni, se dopo aver visto i tuoi genitori, i fratelli e tutti i tuoi amici messi al muro e mitragliati, se dopo aver visto tua sorella prima stuprata e dopo freddata, se dopo aver visto tua moglie incinta sventrata ed il feto esibito in cima ad una baionetta, se dopo esserti aggirato tra le rovine del villaggio che chiamavi casa, tra l'acre odore degli incendi e quello ancora più acre dei corpi n decomposizione, se dopo aver visto altrettanto in altri villaggi ad ore o giorni di cammino, se dopo esserti reso conto che gli invasori italiani (perché gli italiani erano gli aggressori, non gli aggrediti, particolare che hai omesso insieme a tutti gli altri) hanno ridotto la tua terra ad un cimitero a cielo aperto ...
Se dopo aver vissuto tutto questo continuerai a non coltivare bisogno di vendetta ed a ritenere la violenza cattiva consigliera, allora e solo allora ti darò ragione.

P.S.: Facile sentenziare sulle tragedie altrui.
19762299
@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive: La violenza non è mai una soluzione. Per quanto mi riguarda. Riparliamone quando anche tu subirai...
Risposta
10/02/2018 13.55.25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
excristian1977 excristian1977 10/02/2018 ore 13.56.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@ritornandoacamelot scrive:
@excristian1977 :

TU PENSI CHE RIUSCIRANNO A CAPIRE, TRADURRE, COSA HA SCRITTO L'UNITà, ORGANO DEL PCI, DI QUEL TEMPO?



no
19762301
@ritornandoacamelot scrive: @excristian1977 : TU PENSI CHE RIUSCIRANNO A CAPIRE, TRADURRE, COSA HA SCRITTO L'UNITà, ORGANO DEL...
Risposta
10/02/2018 13.56.33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
CAVAJO CAVAJO 10/02/2018 ore 14.08.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
@CAVAJO : ormai è emerso ed è un inizio positivo, in vista del traguardo (che mi auspico).

cmq sono tutte cose ormai risapute vangare e rinvangare non serve a niente. a me interessa oggi e guardando il domani questo mi interessa. oggi fanno le manifestazioni antifasciste ma fasciste de che? del centro macelleria , quale sta diventando, la casa del nigeriano, nessuno si indigna e ne parla. ma si manifesta in piazza con il fascismo. manifestazioni antifasciste sono armi di distrazione di massa per coprire lo scempio di questo paese.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 14.10.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 scrive:
Riparliamone quando anche tu subirai quanto hanno subito migliaia di sloveni e croati.


Non commino sentenze, esprimo il mio parere, è ben diverso. Non ti sto contestando né giudicando la tua vita, rispetto qualsiasi dolore abbia subito la tua famiglia ma non per questo tu puoi giudicare me o impormi di pensare quel che tu, per tua esperienza, hai maturato nelle tue idee. Ogni individuo matura le sue esperienze ma mai queste devono imporsi ad altri, per quanto sia giusto tenerle vive e vegete.
paolowill paolowill 10/02/2018 ore 16.04.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

nella mia vita fortunatamente ci sono stato una sola volta in slovenia e 2 in croazia...quest'ultima in barca a vela con bandiera slovena ...appena ci riconoscevano che eravamo italiani hanno dimostrato tutto l'odio che hanno ancora oggi verso gli italiani ....e' un popolo cattivo ...un popolo che vive di odio verso noi italiani ....adesso non mi dite che gli italiani vanno in vacanza in croazia e vengono trattati beni...e' solo una figura apparente ...dietro alla loro gentilezza c'e solo la necessita di guadagnare dei soldi per vivere ...scusate ma e' solo una mia oppinione e spero che chiunque mi dica che mi sbaglio ...lo spero proprio ....per me ' non e' cambiato nulla dal 45 '
mery1981 mery1981 10/02/2018 ore 16.06.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU : si ma i partigiani italiani aiutarono per le foibe
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 16.16.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@mery1981 : certuni aiutarono, questo non lo nego... ci finirono dentro anche loro, in compenso.
King.Paperone King.Paperone 10/02/2018 ore 16.38.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 : Egregio,
la cognizione e' un patrimonio raro
Un tesoro riservato solo a Chi possiede anche
una buona dose di empatia

Cordialita' per cosa scrivi e come lo scrivi
intermezzo intermezzo 10/02/2018 ore 16.48.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@paolowill scrive:
...scusate ma e' solo una mia oppinione e spero che chiunque mi dica che mi sbaglio ...lo spero proprio ....


Sembra si tratti di speranze vane.


thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 16.52.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Non commino sentenze, esprimo il mio parere, è ben diverso.


Su quali fattori, sia oggettivi che soggettivi, si basa il parere che esprimi?
Tu come reagiresti a quattro anni di brutalità, efferatezze e violenze indiscriminate?
E come avrebbero dovuto agire sloveni, croati e montenegrini?
Come desideri tu o come sentivano di reagire loro?

N.B.:Per favore, non dire che tu non avresti reagito con analoga ferocia,non ci credo.
intermezzo intermezzo 10/02/2018 ore 17.05.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

E' penoso. Preferisco starne fuori perché c'è gente che impazzisce per un like o perché ha l'anima inaridita, non capisco per quale ragione.

Dico solo: per non dimenticare. E mi appello a coloro che essendo di parte riconoscono ciò che è vero, come molti comunisti che laggiù vivono e non considerano l'odio che brucia e consuma chi in fondo sostiene tale ignominia per squallido interesse.



19762505
E' penoso. Preferisco starne fuori perché c'è gente che impazzisce per un like o perché ha l'anima inaridita, non capisco per...
Risposta
10/02/2018 17.05.52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
intermezzo intermezzo 10/02/2018 ore 17.08.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Non commino sentenze


Del resto quei vigliacchi assassini spesso furono giustiziati dagli stessi sloveni. Comunisti che uccisero comunisti, perché schifati dalla loro ferocia. Oggi sentiamo qualche folle dire che quegli animali hanno fatto bene. Mi fa provare nausea sapere che se fosse per loro io non sarei mai dovuto nascere.
19762510
@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive: Non commino sentenze Del resto quei vigliacchi assassini spesso furono giustiziati dagli stessi...
Risposta
10/02/2018 17.08.31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 17.12.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo scrive:
chi in fondo sostiene tale ignominia per squallido interesse.


Esattamente quale è l'ignominia?
thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 17.19.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

A Lubiana nel solo mese del marzo '42 gli italiani fucilarono 102 ostaggi. Un soldato italiano in una lettera inviata a casa il 1º luglio 1942 scrisse:


« Abbiamo distrutto tutto da cima a fondo senza risparmiare gli innocenti. Uccidiamo intere famiglie ogni sera, picchiandoli a morte o sparando contro di loro. Se cercano soltanto di muoversi tiriamo senza pietà e chi muore muore.»


Un altro scrisse:


« Noi abbiamo l'ordine di uccidere tutti e di incendiare tutto quel che incontriamo sul nostro cammino, di modo che contiamo di finirla rapidamente. »

Questa non è una ignominia.
thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 17.27.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

In nove mesi, da fine aprile 1942 a fine gennaio 1943, nella sola città di Lubiana, oltre ai «regolarmente processati», furono liquidati senza processo 21 gruppi di ostaggi per un assieme di 145 uomini (di cui 121 fucilati presso la cava abbandonata Gramozna jama, presso Lubiana). Furono assassinati col solo proposito di intimidire la popolazione, senza processo formale, senza prove di colpevolezza, vittime innocenti, arrestate dalle pattuglie militari nelle vie cittadine e passate per le armi con la pretestuosa motivazione che trattavasi «sicuramente di attivisti comunisti, e quindi coinvolti in azioni di sabotaggio, di cui nel termine prescritto di 48 ore non erano stati individuati i colpevoli». Gli ostaggi venivano scelti sia tra i detenuti delle carceri militari, sia tra individui in capo ai quali il Tribunale Militare non era riuscito a scoprire alcun indizio di accusa.

Questa non è una ignominia.
intermezzo intermezzo 10/02/2018 ore 17.28.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

E così, tanti distinguo e tante giustificazioni portano a simili risultati: «Ma che belle son le foibe da Trieste in giù»
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 10/02/2018 ore 17.43.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 :

In parte, condivido ciò che hai scritto, ma, i perseguitati dai fascisti in modo feroce, fecero le analoghe azioni a civili e innocenti.
Norma ... un nome femminile tra tanti altri nomi femminili appartenuti ad altre vittime, prima di essere gettata nella foiba con le mani legate da un filo di ferro, fu violentata, seviziata, torturata, per un giorno e una notte dai partigiani di Tito.
Ora, si giustifica questo ignobile atto perchè "una manega" (come soliamo dire noi bresciani) di menteccatti assassini italiani, violentarono e uccisero croate e slovene?

Davanti alla corte, penso che nessuno esca innocente sia dal giudizio di una giuria, sia dal giudizio divino.
19762534
@thanos1961 : In parte, condivido ciò che hai scritto, ma, i perseguitati dai fascisti in modo feroce, fecero le analoghe azioni...
Risposta
10/02/2018 17.43.45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 10/02/2018 ore 17.44.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Guarda che ho citato un caso ... ma non fu certamente l'unico.
thanos1961 thanos1961 10/02/2018 ore 17.53.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@c.ioccolatino111 scrive:
In parte, condivido ciò che hai scritto, ma, i perseguitati dai fascisti in modo feroce, fecero le analoghe azioni a civili e innocenti.
Norma ... un nome femminile tra tanti altri nomi femminili appartenuti ad altre vittime, prima di essere gettata nella foiba con le mani legate da un filo di ferro, fu violentata, seviziata, torturata, per un giorno e una notte dai partigiani di Tito.
Ora, si giustifica questo ignobile atto perchè "una manega" (come soliamo dire noi bresciani) di menteccatti assassini italiani, violentarono e uccisero croate e slovene?

Davanti alla corte, penso che nessuno esca innocente sia dal giudizio di una giuria, sia dal giudizio divino.


Io non sto giustificando nessuno.
Ma quando decidi di ballare con il diavolo non puoi lamentarti se poi questo ti pesta i piedi.
Potevi rifiutare l'invito e restare a far da tapezzeria.
King.Paperone King.Paperone 10/02/2018 ore 18.09.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Tutto questo nella posizione da Aggressor...
Figurarsi se fossero stati loro le vittime
cosa avrebbero scritto o "fatto!!!
A questo punto che altro dire.... minchia!!!
intermezzo intermezzo 10/02/2018 ore 20.30.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@c.ioccolatino111 scrive:
Norma ... un nome femminile tra tanti altri nomi femminili appartenuti ad altre vittime, prima di essere gettata nella foiba con le mani legate da un filo di ferro, fu violentata, seviziata, torturata, per un giorno e una notte dai partigiani di Tito.


Figurati che ad un convegno ho sentito un tale giustificare queste mostruosità con l'argomento che in Istria c'era l'obbligo di parlare italiano.

Per altro io so cose che non posso dire. Lascio alla gente che non capisce la rabbia e i like cui tiene tanto.
King.Paperone King.Paperone 10/02/2018 ore 22.11.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Effettivamente...
Tito con la sua inconseguenza...
ci avrebbe risparmiato molte insufficienze umane
Pedofoli e venali fraudolenti dispensatori
di etica familiäre e Commercials
Pezzenti privi di qualsiasi cognizione esistenziale
Famiglia con Moglie e figli
Una Casa da mantenere e
una indipendenza professionale e economica
C'e chi nasce...e chi la camicia bianca
da incapace, la sporca tutti i giorni
Bone Not!
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 10/02/2018 ore 23.53.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 scrive:
Su quali fattori, sia oggettivi che soggettivi, si basa il parere che esprimi?
Tu come reagiresti a quattro anni di brutalità, efferatezze e violenze indiscriminate?
E come avrebbero dovuto agire sloveni, croati e montenegrini?
Come desideri tu o come sentivano di reagire loro?


Il fatto che nelle foibe ci siano finiti anche Partigiani Italiani penso sia abbastanza eloquente, sul fatto che non furono solo Fascisti i destinatari dl massacro. Come me li spieghi, quelli?

Come reagirei, non so. di sicuro non me la prenderei con chi non c'entra nulla (civili inermi e Partigiani erano alleati, o almeno, dovevano esserlo, dei comunisti titini).

Non so, magari prendendosela coi loro diretti nemici e responsabili, e non con chiunque capitasse. Non so proprio cosa ci guadagni, ad attribuirmi volontà che non ho espresso, io non ho mai detto come dovessero reagire, ho espresso un mio pensiero su come hanno agito.

Se ti riesce difficile rispettare le opinioni altrui e se non riesci proprio, ad accettare che non tutti siano d'accordo con te, non so che farci. Ho spiegato, educatamente, ora basta. Per me, puoi anche continuare per conto tuo. Io non vado oltre.
ma.nnaggia ma.nnaggia 11/02/2018 ore 08.56.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

Per thanatos, va bene, lasciamo stare gli infoibati, è stata colpa loro.
Parliamo dei massacri partigiani in Emilia nell'immediato dopoguerra?
Anche i bambini, le donne, i vecchi e i preti messi al muro e trucidati perchè il PCI rubasse le loro ricchezze è colpa loro.
PCI=odio.
Allora come adesso!
19762993
Per thanatos, va bene, lasciamo stare gli infoibati, è stata colpa loro. Parliamo dei massacri partigiani in Emilia...
Risposta
11/02/2018 8.56.03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 09.50.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@ma.nnaggia : coi massacri Partigiani nel periodo del Dopoguerra, purtroppo abbiamo dovuto fare i conti giusto di recente... nel senso, che è in epoca recente che si p aperto maggiormente il libro di storia e si è iniziato a parlarne senza remore... non penso però, si debba generalizzare e considerare il PC come il Male, per quanto molti esponenti siano stati qualcosa di infido, e se lo dico io, che sono figlio di ex tesserati PC, non è tanto per dire... non è che da un estremo si debba passare all'altro, diciamo.
thanos1961 thanos1961 11/02/2018 ore 10.30.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Il fatto che nelle foibe ci siano finiti anche Partigiani Italiani penso sia abbastanza eloquente, sul fatto che non furono solo Fascisti i destinatari dl massacro. Come me li spieghi, quelli?

Come reagirei, non so. di sicuro non me la prenderei con chi non c'entra nulla (civili inermi e Partigiani erano alleati, o almeno, dovevano esserlo, dei comunisti titini).

Non so, magari prendendosela coi loro diretti nemici e responsabili, e non con chiunque capitasse. Non so proprio cosa ci guadagni, ad attribuirmi volontà che non ho espresso, io non ho mai detto come dovessero reagire, ho espresso un mio pensiero su come hanno agito.

Se ti riesce difficile rispettare le opinioni altrui e se non riesci proprio, ad accettare che non tutti siano d'accordo con te, non so che farci. Ho spiegato, educatamente, ora basta. Per me, puoi anche continuare per conto tuo. Io non vado oltre.


Quando liberi la bestia che dorme dentro l'animo di ciascuno di noi non puoi lamentarti delle conseguenze.
Le tue opinioni nascono dal non aver subito analoga brutalità, orrore, massacri.
Io ho avuto l'infanzia e l'adolescenza distrutti da un uomo del quale mi fidavo ciecamente e nelle cui vene scorreva il mio stesso sangue.
Ed anni di vita rovinati ed il mio amico più fraterno deceduto per le falsità e le perversioni di un mercante di anime e di un pubblico ufficiale corrotto.
E non esiterei a scalpare personalmente tutti e tre godendomi la loro agonia mentre mi fumo una Marlboro, se ne avessi la possibilità.
Sono un mostro?
Forse, ma chi è il Dr. Frankenstein che mi ha creato?
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 10.35.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
... non è che da un estremo si debba passare all'altro, diciamo.


A volte non è necessario essere delle bestie per giustificare le foibe. Basta semplicemente essere dei segaioli che passano tutta la giornata nei forum di internet a caccia di mi piace.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 10.35.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@thanos1961 : ribadisco, non contesto e non giudico i tuoi trascorsi. Non è per questo mi devo uniformare al tuo giudizio, però. Lo rispetto, poco ma sicuro. Io so anche che significhi avere un Fascista in casa. In mezzo a Partigiani e Comunisti... ;-)
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 10.39.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Io so anche che significhi avere un Fascista in casa. In mezzo a Partigiani e Comunisti...


Deve essere uno spasso... :-)))

MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 10.40.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo : questo dovrei chiederlo a mio nonno, visto che si trattava di suo fratello. Ma ormai non credo di fare in tempo, essendo tutt'e due morti e sepolti :-)))
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 10.43.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
questo dovrei chiederlo a mio nonno, visto che si trattava di suo fratello.


Allora se si tratta di nonni, non è uno spasso. Mio nonno ha dovuto nascondere suo fratello grazie all'interessamento di un partigiano amico suo che lo avvertiva che stavano arrivando per ammazzarlo. L'umanità alle volte si riscopre solo nelle vere amicizie.

19763043
@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive: questo dovrei chiederlo a mio nonno, visto che si trattava di suo fratello. Allora se si tratta di...
Risposta
11/02/2018 10.43.07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 10.55.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo : bellissima cosa :-) mio nonno era rosso, il padre combattente partigiano e si sono ritrovati un repubblichino fascista in casa... che tra l'altro si è fatto anche 6 mesi di galera... però lo hanno sempre ben voluto e accettato in famiglia, hanno sempre avuto un buon rapporto eccetto per le idee politiche. Per fortuna, non sono stati contaminati dall'odio e della frenesia del dopoguerra. :-)
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 11.00.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
Per fortuna, non sono stati contaminati dall'odio e della frenesia del dopoguerra.


L'Italia era schizofrenica. Orrori del genere non si verificarono dopo la prima guerra mondiale, perché si era tutti d'accordo sul fine ultimo, la vittoria. Eppure in guerra ne sono morti milioni. Mentre nella seconda guerra mondiale ne morirono poche centinaia di migliaia, e buona parte per vendetta o per frustrazione.
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 11.02.06 Ultimi messaggi
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 11.04.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
ne morirono fin troppi


Hai presente il Pippo? Una roba impressionante. Una volta qui a Trento un tizio ebbe la malaugurata idea di accendersi una sigaretta durante il coprifuoco: gli volò via la testa.

MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 11.06.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo : auguri... una cosa che mai capirò sono anche queste regole di guerra...
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 11.11.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
auguri... una cosa che mai capirò sono anche queste regole di guerra...


Anche gli alleati accoppavano civili inermi a caso: ma lo facevano da lontano, senza guardarli in faccia.

MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 11.32.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo : alleati, nemici, tutti hanno ammazzato a sangue freddo, per un motivo o per l'altro. Non ne salo nessuno.
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 11.34.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
alleati, nemici, tutti hanno ammazzato a sangue freddo, per un motivo o per l'altro. Non ne salo nessuno.


Caro Mirko, durante la guerra tutti possono dover uccidere prima o poi. E' dopo la guerra che l'umanità ha occasione di dare a se stessa un senso.
19763072
@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive: alleati, nemici, tutti hanno ammazzato a sangue freddo, per un motivo o per l'altro. Non ne salo...
Risposta
11/02/2018 11.34.33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 11.36.28 Ultimi messaggi
intermezzo intermezzo 11/02/2018 ore 11.38.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@MIRKO.CUOREROSSOBLU scrive:
e non è successo, almeno in parte.


Ci vollero anni, purtroppo.

MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 11/02/2018 ore 12.05.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: 10-02 LE FOiBE: iO NON DiMENTiCO.

@intermezzo : dico sempre "meglio tardi che mai" :-))) si, indubbiamente ci sono eventi che si è stati restii a riconoscere per intero, non so in che misura di tempo, ma è giusto che oggi siano ricordati per le generazioni a venire, almeno. La mia "fortuna", diciamo così, è che queste ose le so da tempo, perché ho una famiglia che non si è mai negata agli eventi storici di qualsiasi natura essi fossero...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.