Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

ilputeolano ilputeolano 20/04/2018 ore 12.18.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@excristian1977 scrive:
sospensione con l'obbligo da qui a fine anno scolastico di prestare lavori socialmente umili
bocciatura

E quello che ha proposto la ministra. Speriamo bene...
19808136
@excristian1977 scrive: sospensione con l'obbligo da qui a fine anno scolastico di prestare lavori socialmente umili bocciatura E...
Risposta
20/04/2018 12.18.18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
VomitoSpontaneo VomitoSpontaneo 20/04/2018 ore 12.27.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@ilputeolano :

Non è una nazione di m, è solo che han tolto il potere educativo alla scuola.
Se ci pensi si è passati dalle bacchettate sulle mani o in ginocchio sui ceci per alunni molesti di 70anni fa e oltre all'iperprotezionismo attuale dei ragazzi.
Un buffetto dato ad un ragazzo oggi è vista come violenza e da condannare.
Niente di più sbagliato.
La scuola e i docenti devono tornare ad essere i vice-educatori dei ragazzi, laddove dei genitori o una famiglia disagiata o disturbata non riesce o non vuole educare.
Perchè dicamolo papale papale: i ragazzi che si comportano così, che bullano e minacciano o menano i maestri vengono da situazioni familiari/genitoriali inesistenti, problematiche.
Bisogna tirare nuovamente la cinghia e dare più potere alla scuola.
19808142
@ilputeolano : Non è una nazione di m, è solo che han tolto il potere educativo alla scuola. Se ci pensi si è passati dalle...
Risposta
20/04/2018 12.27.11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
ilputeolano ilputeolano 20/04/2018 ore 12.29.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@VomitoSpontaneo scrive:
La scuola e i docenti devono tornare ad essere
Protetti... :ok
ilputeolano ilputeolano 20/04/2018 ore 14.42.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@ILPULITO : Tutto questo è vero, ma se ne esce solo punendo in modo esemplare chi si comporta così.
cajo.021079 cajo.021079 20/04/2018 ore 15.07.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@Momo.55 scrive:
Molto più comuni invece i casi di insegnanti che abusano di alunni.

Che stronzata.
Riguardati tutta la filmografia anni 70 di Alvaro Vitali e Edwige Fenech e scoprirai cha magari adesso rispetto ad una volta i casi sono rarissimi.
Una volta semplicemente le cose succedevano e non se ne parlava.
Il tuo professore ,in quegli anni, non ti ha mai guardato le tette oppure eri gelosa perchè guardava quelle della tua compagna di banco ?
19808254
@Momo.55 scrive: Molto più comuni invece i casi di insegnanti che abusano di alunni. Che stronzata. Riguardati tutta la...
Risposta
20/04/2018 15.07.35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Momo.55 Momo.55 20/04/2018 ore 15.41.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@Gio.1947 scrive:
Giustificare dei bulli che umiliano un essere umano per di più anche più grande è da schizofrenici. Evidentemente non conosci ha fondo il problema, quindi sarebbe opportuno che qualcuno ti umiliasse



Nessuno ha giustificato niente. Forse devi imparare a leggere.

Di capre qui ne abbiamo a iosa. Piccoli eroi da tastiera che ripetono cazzate televisive e che pensano pure a fare i bulli..
Momo.55 Momo.55 20/04/2018 ore 15.42.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@ilputeolano scrive:
Bullismo, Fedeli: “Non ammettere gli studenti agli scrutini. Finalmente una con le palle, ma...non credo che la spunterà



Perchè? Perchè lo hanno detto in tv? E' una sanzione che esiste. E non certo perchè la Fedeli la megafona in tv.

Dai su gente, un filo di indipendenza dai media.
Momo.55 Momo.55 20/04/2018 ore 15.52.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@VomitoSpontaneo scrive:
Non è una nazione di m, è solo che han tolto il potere educativo alla scuola.
Se ci pensi si è passati dalle bacchettate sulle mani o in ginocchio sui ceci per alunni molesti di 70anni fa e oltre all'iperprotezionismo attuale dei ragazzi.
Un buffetto dato ad un ragazzo oggi è vista come violenza e da condannare.
Niente di più sbagliato.
La scuola e i docenti devono tornare ad essere i vice-educatori dei ragazzi, laddove dei genitori o una famiglia disagiata o disturbata non riesce o non vuole educare.
Perchè dicamolo papale papale: i ragazzi che si comportano così, che bullano e minacciano o menano i maestri vengono da situazioni familiari/genitoriali inesistenti, problematiche.
Bisogna tirare nuovamente la cinghia e dare più potere alla scuola.



Mmmm ni.
Non è vero che siano sempre di famiglie disagiate. Quindi capitano genitori che hanno a casa ragazzi normalissimi ed educati e cascano dal pero per fatti simili.

Inoltre gli insegnanti non sono affatto innocenti. La scuola italiana è stata ridotta da loro e dalle loro pretese ad uno stipendificio. Aggiungiamo che abbiamo gli insegnanti che in assoluto lavorano meno di tutti i loro pari in Europa arrivando addirittura ad una differenza di oltre 10 ore settimanali con altri paesi.
Ci sarebbe poi da aprire un capitolo grande come una casa sulle loro capacità di insegnamento. Chiaramente non sono stati selezionati per merito, che nessuno si è mai aspettato dagli insegnanti italiani. E le conseguenze di questo si vedono.
Capitolo a parte poi è quello sulle loro capacità di tenere una classe. Cosa che non entra in alcuna valutazione. E' in grado? Bene. Non lo è? Non importa a nessuno. Le stesse risposte si ricevono sulle loro capacità di insegnare.

Detto ciò, che la scuola italiana vada rivista è fuor di dubbio. Ma certo mi sono rotta le scatole di paragoni con la scuola delle bacchettate sulle mani. Sarebbe ora di piantarla con ste sciocchezze di 1000 anni fa.
Momo.55 Momo.55 20/04/2018 ore 15.55.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@ILPULITO scrive:
questa generazione e cresciuta dinanzi alla tv

lasciati dalle loro mamme x ore intere a guardare

cartoni animati ... poi non dobbiamo dimenticare che gia da + di un ventennio

i divorzi sono divenuti la normalità

se volessimo fare un sondaggio
ci accorgeremmo che la stragrande maggioranza

vive con un solo genitore ,soprattutto le mamme



A parte che non è vero che la stragrande maggioranza vive con un solo genitore, ma ti ricordo che tutto quello che hai scritto avviene in tutto il mondo moderno.
Trovare in questo le cause di situazioni di disagio è ridicolo e induce a domandarti: e allora che accade negli altri paesi? Dove magari i divorzi sono maggiori che qui?

Ma che cappero di cose si devono sentire....
Momo.55 Momo.55 20/04/2018 ore 16.00.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Che nazione di m...

@cajo.021079 scrive:
Che stronzata.
Riguardati tutta la filmografia anni 70 di Alvaro Vitali e Edwige Fenech e scoprirai cha magari adesso rispetto ad una volta i casi sono rarissimi.
Una volta semplicemente le cose succedevano e non se ne parlava.
Il tuo professore ,in quegli anni, non ti ha mai guardato le tette oppure eri gelosa perchè guardava quelle della tua compagna di banco ?



Anche il bullismo. E il mancare di rispetto a dei professori. Solo che internet non c'era a diffonderli e a farne casi come oggi.
Ma io non è questo che dico, ma la generalizzazione.
Questo fatto increscioso porta a generalizzazioni assurde con interviste agli insegnanti che 'ADESSO HANNO PAURA'.
C'è da morire dalle risate. Lo stile scandalistico dei media, dei mostri in prima pagina che funziona alla grande e qui abbiamo quelli che abboccano subito.
Per questo ti ho fatto il paragone con fatti più incresciosi che tu, guarda un pò, ritieni normali.

P.S.: Anche i bulli stavano nei film degli anni 70. Fortunatamente le cose sono cambiate. Ma come io non mi sognerei mai di dire, per qualche insegnante pedofilo o qualche maestra manesca, che tutti sono pedofili e maneschi e i genitori hanno paura a portare i bambini all'asilo, allora non capisco perche tu invece lo abbia fatto a proposito dei genitori. Puoi spiegarmelo se vuoi.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.