Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

mery1981 16/05/2018 ore 18.07.45 Ultimi messaggi
segnala

PerplessoNEL CERVELLO QUESTI DELL'UE CHE TENGONO SEGATURA? ME SA DE SI

Migranti, ora l'Ue rimprovera l'Italia perché rimpatria troppo poco MA ASSOLUTAMENTE RIMPATRIATELI VOI MA DIRETTAMENTE DAL MARE NO CHE L'ITALIA SELI PJA E POI LI RIMPATRIA FATEVOLO VOI SCERVELLATTI EHEHEHE
Avramopoulos ammonisce il prossimo governo di non cambiare linea sull'accoglienza. Ma dalla Commissione rimproverano l'Italia perché rimpatria troppo poco
La Commissione europea, si sa, non perde occasione per dire la propria sulle politiche dei singoli Stati membri, intervenendo con regolarità sui programmi dei governi nazionali e a volte anche solo sulle campagne elettorali. E' il caso del monito sull'accoglienza dei migranti lanciato ieri dal commissario agli Affari Interni Dimitris Avramopoulos, che ha auspicato che l'Italia "non cambi" linea in tema di immigrazione, quale che sia il prossimo governo.

Un intervento a gamba tesa che ha fatto alzare più di un sopracciglio a Roma, soprattutto alla luce del fatto che il nostro Paese ha dovuto sopportare, in tema di accoglienza, un peso sproporzionato rispetto agli altri Ventisette proprio a causa della deficienza della legislazione europea in materia, decisamente iniqua.


"L'Italia rimpatria troppo poco"

Peccato che proprio nelle stesse ore in cui Avramopoulos lanciava l'altolà a un cambio di linea politica da parte delle autorità italiane, il direttore alla Migrazione e protezione alla stessa Commissione Ue Laurent Muschel rimproverava l'Italia per lo scarso numero di rimpatri. "Tutti gli Stati membri - ha affermato ieri Muschel parlando con l'Ansa - rimpatriano verso il Bangladesh. I rimpatri dall'Italia verso Bangladesh, Pakistan o Afghanistan invece sono nulli perché mancano i centri di detenzione".E la riforma di Dublino langue

Al tempo stesso, infine, prende atto con imbarazzo delle difficoltà del processo di riforma del regolamento di Dublino, alla base della legislazione europea sull'asilo. Un insieme di norme che prevede essenzialmente che chiunque intenda presentare domanda di protezione internazionale in un Paese Ue, debba farlo nel territorio del primo Stato membro in cui mette piede.

Una vera e propria trappola per i Paesi di primo arrivo come Italia e Grecia, all'origine di molti dei nostri problemi nel gestire l'accoglienza. Che ora l'Europa da un lato ci rimproveri per i mancati rimpatri e dall'altro ammonisca il prossimo esecutivo a proseguire con le politiche dei governi precedenti è quantomeno paradossale.
Questi sono dei pazzi furiosi: vanno tenuti a freno. Certo non lo farà né mattarella nè un governo che segua la rotta ben tracciata dai precedenti.

si-amo dei burattini in mano a una banda di massoni altro che unione europea,l'italia a solo da perdere con quei buffoni europei,ognuno fa i propri interessi ma noi sempre piu giu,ammiro inghilterra che si e ripresa il proprio destino a le palle la may e sta facendo gli interessi del suo popolo,noi i soliti affaristi che ci hanno venduti x 30 denari.

I MATTI DELLE VIGENTI DITTATURE EUROPEE NON VANNO ASCOLTATI MA CURATI. :many
:many Mandiamo subito tutti i clandestini che sono sul nostro territorio a Bruxelles presso la sede dell'UE, visto che loro sono così bravi, sanno sicuramente come fare e li rimpatrieranno loro. Grazie

Sul tema MIGRANTI CLANDESTINI la posizione della UE è quanto di più AMBIGUO ci possa mai essere. Purtroppo a farne le spese in fatto di conseguenze dirette siamo noi Italiani. La UE chiede ai 27 Paesi membri di accogliere, ma acconsente a Francia ed Austria di chiudere le proprie frontiere con l'Italia; non solo : permette a Paesi quali Ungheria e Polonia (entrambi inseriti a pieno titolo nel contesto dell'area Europea, tanto che entrambi percepiscono annualmente i FONDI EUROPEI a loro assegnati) di dire NO alla distribuzione dei migranti sul proprio territorio, ed impone all'Italia di far fronte al problema. Mi chiedo come, di fronte a dati di fatto del genere, un cittadino ed elettore Italiano possa essere "pro UE"...
8538033
Migranti, ora l'Ue rimprovera l'Italia perché rimpatria troppo poco MA ASSOLUTAMENTE RIMPATRIATELI VOI MA DIRETTAMENTE DAL MARE...
Discussione
16/05/2018 18.07.45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
CAVAJO CAVAJO 16/05/2018 ore 18.12.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: NEL CERVELLO QUESTI DELL'UE CHE TENGONO SEGATURA? ME SA DE SI

e i sapientoni itagliani rimproverano salvini, adombrando fosche previsioni, per lui ha posizioni antieuropeiste. ma andate a quel paese.
asgv10 asgv10 16/05/2018 ore 19.09.23
segnala

(Nessuno)RE: NEL CERVELLO QUESTI DELL'UE CHE TENGONO SEGATURA? ME SA DE SI

ma chi è pro ue come chi vota od , ormai credo sia lobotomizzato completamente

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.