Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

rjjgormortjjs rjjgormortjjs 29/06/2018 ore 22.52.26
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

..

anche la paghetta....aaahahhhhhhhhhhahhah giornaliera.

mi pare du euo e cinquanta.......

c.hicca44 c.hicca44 30/06/2018 ore 18.36.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@Gio.1947 : ma cosa c'entra il sesso col fare figli a decine!!!! si fa l'amore , termine tra l'altro più bello, con anticoncezionali! non mi pare sia difficile arrivarci eh
Gio.1947 Gio.1947 30/06/2018 ore 18.41.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@c.hicca44 scrive:
ma cosa c'entra il sesso col fare figli a decine!!!! si fa l'amore , termine tra l'altro più bello, con anticoncezionali! non mi pare sia difficile arrivarci eh

in tutte le generazioni la classe più prolifera è sempre stata la più ignorante e quella più povera
c.hicca44 c.hicca44 30/06/2018 ore 18.43.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@Gio.1947 : ok appunto ci rinuncio. giochiamo a non capire e questo problema non è un gioco
Gio.1947 Gio.1947 30/06/2018 ore 18.45.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@c.hicca44 scrive:
ok appunto ci rinuncio. giochiamo a non capire e questo problema non è un gioco

Semplice da capire invece in africa sono ignoranti e poveri
c.hicca44 c.hicca44 30/06/2018 ore 18.49.11 Ultimi messaggi
amicotuo913 amicotuo913 01/07/2018 ore 01.18.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@diego.katyCp :
Bella domanda (non è un th “scherzo”, vero?) …..Comunque sarebbe bello avere una riposta, ma l'unica che io posso darti è che non c'è nessuna risposta esaustiva .
Si possono però fare alcune cose:
1) Risalire a quando è iniziato tutto questo.
2) Individuare quali sono i problemi tecnici che vedono la permanenza da noi di una massa così elevata di migranti
3) Cercare di capire perchè "succede" questo esodo
4) Cercare di intervenire sulle cause e contemporaneamente cercare di limitarlo
Detto questo, consentimi alcune considerazioni
Per i punti 1 e 2) Sembra che tutto sia originato dal trattato di Dublino, che però riguarda specificatamente i richiedenti asilo. Nel 1990 la selezione tra i richiedenti asilo e quelli "semplici" sembrava cosa possibile e fattibile in breve tempo. Il successivo passaggio al "Regolamento di Dublino" forniva ulteriori specifiche operative, ma in linea di massima confermava le procedure in essere. Avere stabilito ed accettato che fosse il primo paese di accoglienza a dover selezionare e registrare il profugo è anche cosa ragionevole...solo che la mole degli arrivi e le problematiche della selezione hanno portato i tre mesi previsti iniziali a periodi di anche due anni....ed oltre; inoltre c'è un continuo notevole stillicidio di profughi che spariscono e vengono magari ritrovati in altri stati e questo innesca l'obbligo di riportarli nel paese di prima accoglienza, nel rispetto del suddetto Regolamento. Il fatto è che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio esodo, sia dall'africa sia dal medio oriente, il che mette in crisi tutta la faccenda e tutti i regolamenti, previsti per altre cose ed altre quantità di persone; in effetti ci troviamo un problema a strati sovrapposti di vario tipo. (v.nota 1)
3) ci sono stati parecchi TH e parecchie discussioni sulle origini di questa migrazione; per le persone fuggite dalle guerre del medio oriente è chiaro che la causa è quella; per gli africani, a mio avviso la causa prima è la condizione di invivibilità in quei luoghi, indotta da tutta una serie di sfruttamenti secolari avvenuti da parte nostra (paesi "ricchi"); a questo si aggiungono fattori di degrado ambientale e climatico, che peggiorano la loro situazione. Comunque sia i veri poveri restano là, quelli che arrivano da noi sono, oltre a quelli scacciati dalle loro terre da catastrofi, siccità, piccole guerre etc etc., coloro che vivevano nei suburbi, nelle bidonville, nelle periferie delle città, attratti in quei luoghi da infiniti motivi ma impossibilitati a viverci decentemente....quindi, con i risparmi o i pochi soldi guadagnati...si mettono in viaggio verso un mondo che presumono migliore.
In merito al punto 4: Mi sà che i nostri governi abbiano brillato per la lentezza e l'incapacità dimostrata di gestire le masse di persone in arrivo in Italia; dal 1990 ad oggi sono passati 27 anni...vi sembra che non ci sia stato il tempo materiale per predisporre, organizzare, creare dei centri di accoglienza decenti e funzionali? Invece ancora oggi abbiamo solamente qualche struttura operativa, strutture che peraltro funzionano come funzionano. A parte questo, i migranti sono troppi, bisognerebbe provvedere con dei centri di raccolta in africa...ma anche qui, i centri di raccolta decenti non si improvvisano..ma in 20 anni ci si poteva pensare, organizzarsi in merito (individuazione dei luoghi, realizzazione di condotte fognarie, rete idrica, servizio di vigilanza, servizio approvvigionamenti per le forniture alimentari e quanto altro...perchè centri di accoglienza delle necessarie dimensioni sono semplicemente delle città)...ammesso poi che si fossero trovati paesi che avessero accettato di organizzare delle vere e proprie città nei loro territori.
In pari, sussiste il problema generale dell'Africa...che è un continente, con infiniti stati e staterelli, tutti più o meno allo sfascio economico, se non in preda a guerre interne e di potere. E' dal 1943 che nascono organizzazioni internazionali fondate per aiutare questi stati...e nessuna è riuscita a fare qualcosa, perchè o sono rimaste iniziative "intellettuali ed accademiche", o perchè sono stati erogati soldi od aiuti materiali come abiti, medicinali, derrate alimentari...che magari hanno salvato molte vite, ma non hanno certamente risolto il problema, ammesso che non siano finiti nelle mani di pochi.
Per trasformare l'Africa in un continente vivibile ci vorranno generazioni intere, ma prima bisogna smettere di sfruttarla, direttamente od indirettamente. Bisogna portare là scuole, insegnanti, fabbriche, tecnici, attrezzature (v.nota 2) in modo che loro possano crearsi il loro benessere, ma per questo ci sarà bisogno non solo dell'Europa, ma anche della Russia, della Cina, degli USA....
Nota 1: Non comprendo perchè si continui a prendere in esame e discutere sul trattato di Dublino, che è stato organizzato nel rispetto del diritto di asilo e risponde con precisione a tali necessità; a mio avviso bisognerebbe invece creare un “nuovo accordo” mirato al problema migrazioni, gestito nell'ottica di tali flussi, della presente realtà e della capacità di assorbimento dell'intera Europa, .
Nota 2) Sento sovente parlare del piano Marshall per l'Africa.......vorrei ricordare che quello era un programma “di ricostruzione” ed ha funzionato (per quanto possibile) perchè era volto a paesi che erano da decenni ben avviati industriamente, socialmente e culturalmente, quindi la “ricostruzione” era facilmente attuabile. In africa non c'è niente da ricostruire, od almeno molto poco; bisogna creare tutto ex novo ( il che è tutt'altra cosa), ad iniziare dalla consapevolezza che il sesso è una cosa e la procreazione un'altra; difficile imporre il controllo delle nascite, se la popolazione non è in grado di comprendere il problema..
amicotuo913 amicotuo913 01/07/2018 ore 22.29.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda all' opposizione

@diego.katyCp scrive:
nel senso che si eliminano tutti i problemi e discussioni varie e che siano contenti tutti .....un po come nelle favole

....Bè, onestamente, anche rileggendole con attenzione, non sò interpretare queste righe...forse era davvero un th "scherzoso".

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.