Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Valchiria03 14/09/2018 ore 19.43.06 Ultimi messaggi
segnala

SarcasmoGiusto metro di giudizio , finalmente ci voleva

Editoria, il governo avverte Berlusconi: “La pacchia è finita, arrivano tetti a pubblicità in tv”

Il governo avverte Silvio Berlusconi in tema di editoria e televisione: “Per lui la pacchia è finita, occorre redistribuire la pubblicità tra tv e carta stampata”, afferma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Vito Crimi. L’idea è quella di introdurre un tetto alla pubblicità per le tv. ECCO IL MOTIVO DEL COME MAI I BRUNETTA LE GELMINI IL TAJANI ED TUTTA LA SPORCIZIA DI FORZA ITALIA Sè MESSA SUL SENTIERO DI GUERRA NEL ATTACCARE QUESTO GOVERNO ED SOPRATUTTO IL M 5 STELLE... %-)
:many :many :many :many :many
8564338
Editoria, il governo avverte Berlusconi: “La pacchia è finita, arrivano tetti a pubblicità in tv” Il governo avverte Silvio...
Discussione
14/09/2018 19.43.06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Valchiria03 Valchiria03 14/09/2018 ore 19.49.46 Ultimi messaggi
Valchiria03 Valchiria03 14/09/2018 ore 19.53.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Giusto metro di giudizio , finalmente ci voleva

governo lancia un avvertimento a Silvio Berlusconi e alle reti Mediaset. E lo fa attraverso le parole del sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Vito Crimi. In un’intervista al Fatto Quotidiano, Crimi afferma che “per Berlusconi la pacchia è finita: occorre redistribuire la pubblicità tra tv e carta stampata”, introducendo dei “tetti” per la pubblicità. Il sottosegretario conferma anche la volontà del governo e in particolare della componente dei Cinque Stelle di eliminare “i fondi pubblici” a tutti gli organi di informazione, partendo dal modello del decreto Lotti sul Fondo per il pluralismo dell’editoria.IL BELLO CHE QUA DENTRO CI STAVA CHI INSINUAVA CHE IL M 5 STELLE ERA SOTTO SOTTO UN ALLEATO DI BERLUSCONI :haha

In quel fondo si prevedeva “un contributo di solidarietà dello 0,1% sui redditi delle concessionarie di pubblicità compresi i Centri Media. Il decreto che avrebbe dovuto fissare i criteri per questo contributo non è stato mai varato. Di fatto, un regalo alle grandi concessionarie, a Berlusconi in primis”. E proprio su questo contributo vorrebbe intervenire il governo formato da M5s e Lega per poter tagliare i finanziamenti pubblici, “verificando che l’extra-gettito derivante dal canone Rai sia davvero confluito nel Fondo”. “Noi non siamo contro i giornali per partito preso – prosegue Crimi – vogliamo solo togliere i fondi pubblici all'editoria, non eliminare il Fondo per il pluralismo. Gli editori hanno ricevuto tantissimi soldi in questi anni, dal 2003 oltre 3 miliardi di euro. A fronte di questo ci saremmo aspettati investimenti per reggersi sul mercato che non ci sono stati. Ci sono modi per affrontare le ricadute occupazionali”.

Il governo vorrebbe introdurre dei tetti pubblicitari, un sistema che secondo Crimi potrebbe “aiutare dal lato degli introiti i giornali”. Oltre a questo, si studia l’ipotesi di “prevedere incentivi pubblici alla domanda, ad esempio, sostenendo gli abbonamenti oppure nuove idee innovative. Sto proponendo agli editori – aggiunge – una piattaforma tecnologica che, ad esempio, permetta al costo di un abbonamento la lettura di tutti i giornali. Sarebbe una Netflix dell'editoria”. Crimi parla inoltre del ruolo che avranno le edicole nel caso in cui avvenga questa rivoluzione del mondo dell’editoria: “Penso vadano aiutate a trasformarsi in una rete di servizi, remunerati, e non essere più schiacciate tra la distribuzione e le norme imposte dagli enti locali”.

Altro punto è quello dei fondi diretti all’editoria: “Sono stanziati circa 200 milioni tra contributi diretti, alle radio e alle tv, senza contare l'agevolazione delle tariffe telefoniche che può essere stimata in 60 milioni. Vanno aggiustate le distorsioni, visto che circa il 30% dei fondi va a 4-5 testate”. Si tratta di interventi che Crimi paragona a ciò che è stato fatto “con l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti”..

continua su: https://www.fanpage.it/editoria-il-governo-avverte-berlusconi-la-pacchia-e-finita-arrivano-tetti-a-pubblicita-in-tv/
http://www.fanpage.it/ :clap :clap :clap :clap :ok %-)
Valchiria03 Valchiria03 14/09/2018 ore 19.57.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Giusto metro di giudizio , finalmente ci voleva

ADESSO DITEMI COME MAI IL PINOCCHIO RENZOCCHIO ,NON AVEVA MAI PENSATO DI FARE UNA COSA COSI , DI FARE UN TETTO SU LA PUBBLICITà SULL'EDITORIA ..SOLO UNA FORZA POLITICA LIBERA DA OGNI SPORCIZIA POTEVA PERMETTERSI NEL METTERE MANI SU QUESTA FACCENDA SPINOSA PER LA VECCHIA MONNEZZA POLITICA... %-) :many :many :many
Valchiria03 Valchiria03 14/09/2018 ore 20.00.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Giusto metro di giudizio , finalmente ci voleva

QUESTA NON SI CHIAMA VENDETTA :hehe MA UN GIUSTO METRO DI VEDERE LE COSE VISTO CHè NON è GIUSTO CHE IL DELINQUENTE D'ARCORE SI PAPPAVA TUTTO LUI , ED ALTRI LASCIAVA SOLO LE BRICIOLE , ,, :clap :clap :clap :clap :clap BRAVO CRIMI FINALMENTE UN GOVERNO CHE FA LE COSE GIUSTE :kissy :kissy :kissy :clap :clap :clap :many :many :ok %-)

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.