Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

Valchiria03 11/10/2018 ore 11.55.39 Ultimi messaggi
segnala

SarcasmoInutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

Ormai non cè occasione che questo boeri non attacchi questo governo ed specialmente la sua manovra, sta diventando un continuo attacco ma questo cosa s'aspettava che questo governo non metteva le mani per migliorare quella disastrosa legge della Fornero ma cosa si augurava che le persone per andare in pensione dovevano andare da morte, , visto che con la legge fornero solo in punto di orte si poteva percepire poi..la sospirata PENSIONE , MA COSA ASPETTA QUESTO GOVERNO NEL CACCIARE A PEDATE QUESTO BOERI :hehe Pensioni, Boeri su quota 100: “Il debito salirà di 100 miliardi. E andrà a vantaggio degli uomini, donne beffate”.,................................................................................................... PURE GUFA,,MA COSè QUESTI PERSONAGGI SI AUGURANO CHE QUESTO PAESE POSSA AFFONDARE VISTO COME SON O ENTUSIASTI QUANDO VEDONO SALIRE LO SPREAD %-) :many :many
8565466
Ormai non cè occasione che questo boeri non attacchi questo governo ed specialmente la sua manovra, sta diventando un continuo...
Discussione
11/10/2018 11.55.39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
Valchiria03 Valchiria03 11/10/2018 ore 11.56.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Inutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

Il presidente Inps in audizione alla Commissione Lavoro della Camera: "Uscite consentite con un minimo di 38 anni di contributi e 62 di età portano ad un incremento del debito pensionistico destinato a gravare sulle generazioni future. Le donne le più penalizzate". E sulle pensioni d'oro: "Risparmio sarebbe inferiore a 150 milioni". La misura rischia slittamento a inizio 2019Introdurre la quota 100 farà crescere il debito pensionistico “nell’ordine di 100 miliardi“. Il “campanello d’allarme”, come lo ha definito lui stesso, arriva dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, in una audizione alla Commissione Lavoro della Camera. Un incremento del debito “destinato a gravare sulle generazioni future“, aggiunge parlando ai deputati. Boeri si dice preoccupato anche per l’ipotesi di condono contributivo: “Il rischio – avverte – è quello di minare alle basi la solidità del nostro sistema pensionistico”. Mentre a suo parere il risparmio che potrebbe arrivare dal disegno di legge sulle pensioni d’oro sarebbe inferiore a 150 milioni e riguarderebbe una platea di circa 30mila persone.

Introdurre nel sistema previdenziale la “quota 100”, con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi, insieme allo stop all’indicizzazione alla speranza di vita per i requisiti contributivi nella pensione anticipata, porta a un aumento del debito di circa 100 miliardi e, “già nel 2021, a un incremento ulteriore di circa un punto di pil della spesa pensionistica”. Così il presidente dell’Inps analizza la scelta del governo di superare la legge Fornero e consentire l’uscita dal lavoro con “quota 100” come somma di età e anni di contribuzione. I sondaggi dicono che è il tema più atteso della manovra: la possibilità di andare in pensione anticipatamente riguarderà almeno 400mila persone e – secondo i partiti di maggioranza – si tradurrà in altrettanti posti di lavoro per i giovani.

Ma la riforma del sistema pensionistico è una delle più contestate, anche dal Quirinale, da Commissione, Bce e Bankitalia. E, scrivono alcuni quotidiani tra cui Repubblica e Sole 24 Ore, i 7 miliardi stanziati non sarebbero sufficienti: mancano 600 milioni. Per questo si starebbe facendo strada di far slittare il superamento della Fornero all’inizio del 2019, tra febbraio e marzo. Un compromesso per evitare di rivedere l’età anagrafica e gli anni di contribuzione, auspicio del Colle ma punto fermo per Matteo Salvini e Lega. Possibile, allora, una partenza ritardata delle due misure bandiera del contratto di governo: oltre a “quota 100”, anche il reddito di cittadinanza.

Secondo Boeri, la riforma della Fornero così com’è ora avvantaggerà “soprattutto gli uomini, con redditi medio alti e i lavoratori del settore pubblico”, mentre saranno “penalizzate invece le donne tradite da requisiti contributivi elevati e dall’aver dovuto subire sin qui, con l’opzione donna, riduzioni molto consistenti dei trattamenti pensionistici, quando ora per lo più gli uomini potranno andare in pensione prima senza alcuna penalizzazione“. “Sono beffate”, ha aggiunto l’economista, spiegando che la platea per quota 100 riguarda per il 90% uomini che potrebbero senza alcuna decurtazione.

“Pesanti i sacrifici imposti anche ai giovani su cui pesa in prospettiva anche il forte aumento del debito pensionistico”, continua Boeri ribadendo un concetto già espresso qualche settimana fa. Non possiamo esimerci dal lanciare un campanello d’allarme riguardo alla scelta di incoraggiare più di 400mila pensionamenti aggiuntivi proprio mentre si avviano al pensionamento le generazioni dei baby boomers e il numero di contribuenti tende ad assottigliarsi”. “E’ un’operazione che fa aumentare la spesa pensionistica, mentre riduce in modo consistente i contributi previdenziali anche nel caso in cui ci fosse davvero, come auspicato dal governo, una sostituzione uno a uno tra chi esce e chi entra nel mercato del lavoro“, aggiunge il presidente Inps.

“Se lo spirito che anima le proposte qui presentate – conclude – è quello di correggere per quanto possibile le iniquità più stridenti ereditate da chi in passato ha costruito il consenso concedendo privilegi a categorie di elettori, questo stesso principio deve essere applicato anche in avanti, pensando alle generazioni future. Oggi si è parlato di privilegi. Non vorremmo che un domani qualcuno dovesse considerare il fatto stesso di percepire una pensione come un privilegio”.

Nella sua audizione alla Commissione Lavoro della Camera, Boeri ha parlato anche del risparmio che deriverebbe dal disegno di legge sulle pensioni d’oro. Secondo il presidente Inps, sarebbe inferiore a 150 milioni e riguarderebbe una platea di circa 30mila persone. Boeri sottolinea che si raggiungerebbe questa riduzione della spesa pensionistica solo se il taglio sulle pensioni superiori a 90mila euro annui facesse riferimento all’intero reddito pensionistico e non alle singole pensioni. La riduzione massima sarebbe del 23% mentre quella media sarebbe dell’8 per cento..... %-)
Settembre Settembre 11/10/2018 ore 14.27.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Inutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

@Eracle1985 :

un vecchio provervio dice:da niente non arriva niente.

scusa l'ho tradotto ma spero di rendere l'idea.

noi popolo abbiamo dormito troppo,

io non intendo difendere def o non def,

è chiaro però che chi(ovvero i furbi)

ha guadagnato troppo...sulla pelle dei deboli

è giusto venga ridimensionato e paghi in base alla capienza

delle sue tasche (politici in primis)

ergo poichè cogito ergo sum...

è chiaro che qualcosa s'ha da fare.

(conosco un ragazzo che si guadagnava la borsa di studio
in astrofisica,segnalato e contattato dal centro in svizzera..
ha dovuto abbandonare poichè madre sola con 500 euro al mese
non sopravvivevaviveva.. è andato a lavorare e tutto
questo perchè non abbiamo uno straccio di wellfare)

Settembre Settembre 11/10/2018 ore 14.34.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Inutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

@Eracle1985 :

che se vogliamo recuperare l'Italia e lo dico per voi giovani...

ci vogliono safrifici i veri poveri ormai li hanno fatti e sono allo stremo.

ora avanti gli altri :-)
Valchiria03 Valchiria03 11/10/2018 ore 18.59.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Inutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

@Settembre scrive:
ci vogliono safrifici

Mica questa manovra sta dicendo hai futuri giovani di non fare piu sacrifici che tutto gliè dovuto per forza anzi questa manovra , li vuole fare svegliare visto che gli vuole dare un aiuto nel non farli sentire dei morti viventi %-)
Valchiria03 Valchiria03 11/10/2018 ore 19.03.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Inutile ormai Boeri fa politica invece di pensare di fare bene il suo lavoro

Boeri visto ormai dove vuol parare , essendo che og i sua uscita non fa altro che fare politica , a QUESTO PUNTO LO SI DOVREBBE SOSTITUIRE , , DICE GIUSTO SALVIN I SE VUOLE CHE RIMANGA LA LEGGE FORNERO , SI CANDITI. CHE SCENDA IN POLITICA PURE LUI . IL POPOLO ITALIANO HANNO VOTATO PER CHE LA LEGGE FORNERO VENGA CAMBIATA.ED QUESTO GOVERNO STA TROVANDO LA MIGLIOR SOLUZIONE CHE QUESTO POSSA AVVENIRE. . BOERI. Sè NON Sè LA SENTE PIU DI FARE IL PRESIDENTE DELL'INPS DIA LE SUE BELLE DIMISSIONI ED TANTI SALUTI .. %-) :many :many

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.