Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 30/08/2019 ore 15.11.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@intermezzo scrive:
Ricordi male.... Ma non vi ricordate salvini al quirinale che elencava i punti del centrodestra e dietro Berlusconi che gesticolava con le dita?



1..2..3 ..
e ricordo bene le grasse risate e le tirate per il c.... dei sinistricoli, sinistrati e sinistronzi.
GABRY7T7 GABRY7T7 30/08/2019 ore 15.15.06 Ultimi messaggi
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/08/2019 ore 15.17.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@66lauretta scrive:
Quindi la pubblicazione di foto o immagini di una persona per scopi di propaganda o economici darebbe luogo a un contenzioso?
A me risulterebbe che se sul mio profilo Fb pubblico la foto della capitana, (un me passa pe la capa) con magari la scritta "grande capitana", ( se fa sempre x di) non incorro in nessun guaio.
Diverso se faccio pagare per vederla.


Vero ciò che affermi.
Però la foto della Karola, quale comandante di una unità navale al centro di un contenzioso, è di dominio pubblico.
Diverso il caso se utilizzo una foto di un marinaio della sua nave o di un volontario a bordo della stessa che distribuisce cibo e bevante ai naufraghi per dimostrare che questi ultimi ricevevano ogni tipo di assistenza.
In quel caso non posso appoggiare il contenuto della mia affermazione con tale foto senza il permesso di chi vi è effigiato.

Lo so, è una cosa un pochino complessa, come è complessa la normativa sul diritto d'autore.
E infatti mentre me la spiegava mi stava venendo il mal di testa. ;-)
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 30/08/2019 ore 15.42.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@giorgio60 scrive:
La costituzione è presa in considerazione a convenienza o sempre?



Ma è ovvio, c'è sempre chi si appende alla nostra Costituzione per convenienza. :-)))
Che se conosciuta a menadito, si trovano pure alcuni art. pure contraddittori.
Come la sovranità che appartiene al popolo, ma che la esercita nelle forme e nei limiti del "Trattato di
Maastricht" e poi da una Europa che l'ha comprata.

L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, ma non ha lavoro per tutti. Anzi, accoglie non sappiamo chi, pur non avendo un lavoro dignitoso da offrire, né abbastanza denaro per mantenere l'ospite.

Perdonami Gio, ma sono leggermente OT.

Inoltre, a coloro si riempiono sempre la bocca citando la nostra Carta quando conviene... vorrei rammentare loro le volte che è stata violata violentemente dai nostri politicanti che, nonostante la loro veneranda età, rientrano ogni volta dal lucernario per suggerire ai nuovi arrivati, cosa è meglio fare
per il paese.

In quel tempo, (ancora la Lega Nord non esisteva) il Trattato di Maastricht, ci ha fottuti.
Costituendo il SEBC, ovvero il sistema europeo delle banche centrali, violò palesemente i principi di cui agli artt. 1, 11 e 47 della nostra Costituzione.
Nel frattempo, molto si è lucrato e rubacchiato. Mano a mano che gli anni passavano, "esseri superiori", laureati, hanno premuto dei semplici tasti senza però produrre alcun beneficio per l’economia reale e, tuttavia, violentando la Costituzione non solo in merito alla sovranità ma anche con riferimento agli art. 41, 42 e 43 che giustamente antepongono l’interesse pubblico all’iniziativa economica privata.

Poi, i nostri futuri "eroi", non discutono mai sul renzi e il suo PD che sono riusciti a collezionare una serie di bocciature in diritto pubblico da ambire al record nella specialità.
Ne cito una a caso: l'Italicum, la legge elettorale di cui Renzi da premier cantava le lodi e che sarebbe stata copiata da tutta l'Europa :hoho
zi zi... non solo non si hanno notizie di copiature, ma l'Italicum concepito dall'esecutivo Renzi, nessuno qui ha scritto che è morto e sepolto, bocciato dalla Consulta che ne ha dichiarata l'incostituzionalità in due punti chiave.

E finisco qui.




66lauretta 66lauretta 30/08/2019 ore 15.47.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@fiume.sandcreek : Quello che non so è se è possibile utilizzare una immagine di na persona per fare pubblicità e mi parrebbe di no, quale che sia la pubblicità

Facendo un esempio: se io avessi un'azienda che produce e confeziona patate, non credo di poter usare l'immagine di un attore, un politico o qualsiasi altro personaggio pubblico per pubblicizzare le mie patate.

Se Salvini ha commesso questo tipo di illecito lo ha fatto nel farsi propaganda a spese della Carola.

Sappiamo di quella schifezza che lo vedeva ritratto tra poliziotte con sotto l'immagine della carola e i dovuti commenti.
Li io vedo la diffamazione, ma mi sembrerebbe forzato provare ad addebitargli anche l'uso dell'immagine
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/08/2019 ore 15.48.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@c.ioccolatino111 scrive:
Come la sovranità che appartiene al popolo, ma che la esercita nelle forme e nei limiti del "Trattato di
Maastricht" e poi da una Europa che l'ha comprata.


Prima di replicare ho bisogno di una conferma:

Sei seria o stai cazzeggiando per amore di polemica?
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/08/2019 ore 15.56.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@66lauretta scrive:
Quello che non so è se è possibile utilizzare una immagine di na persona per fare pubblicità e mi parrebbe di no, quale che sia la pubblicità

Facendo un esempio: se io avessi un'azienda che produce e confeziona patate, non credo di poter usare l'immagine di un attore, un politico o qualsiasi altro personaggio pubblico per pubblicizzare le mie patate.

Se Salvini ha commesso questo tipo di illecito lo ha fatto nel farsi propaganda a spese della Carola.

Sappiamo di quella schifezza che lo vedeva ritratto tra poliziotte con sotto l'immagine della carola e i dovuti commenti.
Li io vedo la diffamazione, ma mi sembrerebbe forzato provare ad addebitargli anche l'uso dell'immagine


Personalmente non sono un legale, e la normativa inerente il copyright di immagini o la privacy sono uno degli argomenti più complessi e persino contraddittori esistenti nei nostri codici.
Reputo però che se i legali ai quali la Karola si è appoggiata hanno deciso di far partire una azione legale deve indubbiamente esistere una normativa che non è stata rispettata o che genera una ipotesi di reato, amministrativo o penale che questo sia.

O.T.

Non sottovalutare mai un legale, ne conosco alcuni e sotto la giacca e la cravatta sono in genere più stronzi, cinici e privi di scrupoli di qualsiasi pusher o politico (non per nulla buona parte dei politici dell'ultimo mezzo secolo hanno svolto attività di legale).
Non è escluso il mio amico avvocato naturalmente, so fino a quanto posso fidarmi di lui, ed è solo fin quando i suoi interessi non cozzano con i miei.

A buon intenditore ...
66lauretta 66lauretta 30/08/2019 ore 16.06.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

Io non mi permetto di discute le parole del tuo legale, ci mancherebbe
Era solo che volevo capirci qualcosa.

Stavo leggendo la querela della Carola a Salvini e ne riporto un breve tratto, ma esemplificativo:

L’attualità e l’ampiezza della diffusione – non solo a livello nazionale – «e la centralità dei temi sociali e politici sottostanti alla vicenda che mi riguarda rendono il contesto in cui s’innestano le frasi di Matteo Salvini, a dir poco “rovente”», si legge nel testo della querela. Un quadro che «misura in termini di maggiore gravità il discorso dell’odio di un soggetto che riveste un ruolo esecutivo apicale nel Governo italiano. Anche sul versante della qualità dei destinatari del messaggio, inoltre, va sottolineato il connotato politico-ideologico che ben può animare il seguito alle parole del leader di un partito politico nazionale: un seguito, quello di elettori e simpatizzanti del partito, che – come tale – si caratterizza per un più tenue livello di resistenza alla portata criminogena del messaggio».

Un seguito che produce commenti del seguente tenore: «Quella puttana tedesca» ; «quella donna vacca, più che portarli in salvo se li scopava uno per uno» ; «se una nasce vacca muore vacca»; «non si capisce se è un uomo o una donna, non è decorosa, sciattona, borderline della società, puzzolente, fa schifo»; «delinquente» ; «complici dei trafficanti di esseri umani».
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/08/2019 ore 16.26.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@66lauretta scrive:
Io non mi permetto di discute le parole del tuo legale, ci mancherebbe
Era solo che volevo capirci qualcosa.

Stavo leggendo la querela della Carola a Salvini e ne riporto un breve tratto, ma esemplificativo:

L’attualità e l’ampiezza della diffusione – non solo a livello nazionale – «e la centralità dei temi sociali e politici sottostanti alla vicenda che mi riguarda rendono il contesto in cui s’innestano le frasi di Matteo Salvini, a dir poco “rovente”», si legge nel testo della querela. Un quadro che «misura in termini di maggiore gravità il discorso dell’odio di un soggetto che riveste un ruolo esecutivo apicale nel Governo italiano. Anche sul versante della qualità dei destinatari del messaggio, inoltre, va sottolineato il connotato politico-ideologico che ben può animare il seguito alle parole del leader di un partito politico nazionale: un seguito, quello di elettori e simpatizzanti del partito, che – come tale – si caratterizza per un più tenue livello di resistenza alla portata criminogena del messaggio».

Un seguito che produce commenti del seguente tenore: «Quella puttana tedesca» ; «quella donna vacca, più che portarli in salvo se li scopava uno per uno» ; «se una nasce vacca muore vacca»; «non si capisce se è un uomo o una donna, non è decorosa, sciattona, borderline della società, puzzolente, fa schifo»; «delinquente» ; «complici dei trafficanti di esseri umani».


In base a ciò che hai esposto ed alle mie misere cognizioni in tema legale trovo lecito ipotizzare che l'utilizzo misto di immagini "rubate" (cioè utilizzate senza il permesso dell'individuo che vi è ritratto) e lessico indubbiamente non consono ad un rappresentante di pubbliche istituzioni abbia generato l'ipotesi di reato di diffamazione a mezzo stampa, cn l'aggravante dell'utilizzo delle immagini di cui sopra e della mancata precisazione che in tale contesto l'individuo si esprimeva in nome proprio e non come latore di nuovi indirizzi istituzionali da parte dell'Italia.
Ora, se da una parte il selfini ha esposto quanto sopra come singolo individuo egli ha abusato della propria carica utilizzandola come latore di un messaggio che non era stato precedentemente ratificato in sede parlamentare, se invece lo ha esposto come rappresentante di pubbliche istituzioni la questione è ancora più grave, perché l'avallo parlamentare a quanto da egli esposto corrisponderebbe all'approvazione di reato nei confronti di ufficiale della marina mercantile tedesca, sempre con l'aggravante dell'utilizzo delle effigi fotografiche di cui sopra.
Resta quindi da stabilire, in sede di confronto giudiziario extraparlamentare, se:

- Un rappresentante delle pubbliche istituzioni italiane possiede la competenza atta all'inosservanza del diritto d'autore e del copyright.

- Un rappresentante delle pubbliche istituzioni italiane possiede l'autorità e la competenza per inoltrare all'indirizzo di un ufficiale della marina mercantile di altro stato epiteti conformi all'ipotesi di reato di cui all'art. 595 del Codice Penale Italiano.

- Se l'immunità parlamentare propria ad un ministro nei confronti di un reato commesso all'interno dei confini nazionali è valida anche nei confronti di reato commesso nei confronti di individuo di altro stato o se va oltre la scadenza del proprio mandato parlamentare, naturale o anticipata che questa sia.

- Se a giudicare l'ipotesi di reato di cui sopra debba essere un foro italiano, tedesco o comunitario.

- Se l'ex ministro dell'interno presunto autore di tale reato possieda o meno il diritto di esimersi dal presentarsi in sede giudiziaria per rispondere di quanto imputatogli.

Si tratta naturalmente di domande delle quali non posseggo la risposta.
Però personalmente avrei cercato di approfondire l'argomento e di partire con idee più chiare prima di impelagarmi in una questione che potrebbe provocarmi più di un problema.
c.ioccolatino111 c.ioccolatino111 30/08/2019 ore 16.28.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: il giornale ha fatto notare una cosina o meglio una cosuccia...

@fiume.sandcreek scrive:
Sei seria o stai cazzeggiando per amore di polemica?


Sono tra il serio e il faceto. :-)))

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.