Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

TE.SDRUM0 TE.SDRUM0 21/09/2019 ore 19.37.12
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@agos.62 scrive:
E la banca non deve nulla allo Stato?

cazzo c'entra? sei rimasto senza argomenti BUFFONE?

se una banca incassa 100 e solo 50 li gira allo stato, chi ci guadagna e chi ci perde?

ci guadagnano la banca e lo stato; e ci perdono i consumatori, somarus

quindi 50 sono di guadagno per i banchieri e gli altri 50 sono tasse occulte pagate dai cittadini....

siete disarmanti per quanto siete idioti ahahahah
Valchiria03 Valchiria03 21/09/2019 ore 19.38.09
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@sovranistitalico scrive:
@Valchiria03 :

Ma perché, tu sai anche usare un POS? Mi meraviglierei assai...

Eh si ci vuole adesso , uno scienziato :haha per sapere come si usa,caso mai me lo spieghi tu :many :many %-)
agos.62 agos.62 21/09/2019 ore 19.41.46 Ultimi messaggi
sovranistitalico sovranistitalico 21/09/2019 ore 19.42.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@agos.62 :

Posta bene e tutto, ridicolo, NON solo quello che ti aggrada...
Valchiria03 Valchiria03 21/09/2019 ore 19.43.20
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@diego.katyCp scrive:
1) questo governo vuole abilire i contanti , xcio addio contanti
2) i divorzi diverranno un problema del governo xche ci saranno migliaio di mariti senza tetto ridotti a chiedere il RDC o altre forme di sostentamento
3) gia capitato che sono entrati nei supermercati e hanno manomesso i pos

una delle tante
gominata la banda delle carte di credito
REGGIO. Un anno di lavoro e la scoperta di una maxi truffa informatica che ha coinvolto mezza Europa, gli Stati Uniti, la Corea e il Giappone. La procura e i carabinieri di Reggio sono riusciti a sgominare una banda - composta da cittadini rumeni e italiani - che aveva perfezionato un sistema che permetteva loro di clonare centinaia di carte di credito. Le indagini erano iniziate all'inizio dell'agosto del 2005 dopo diverse segnalazioni di clienti del supermercato «L'affare». Dopo aver passato nei «pos» carte di credito e bancomat, all'arrivo dell'estratto conto, i clienti si erano accorti di notevoli ammanchi. Il lavoro degli investigatori, condotto con la collaborazione della polizia postale e della procura di Roma, è stato capillare, tanto da riuscire a risalire in modo completo alle tecniche utilizzate dalla banda di clonatori. A carico di 39 persone indagate è stato ravvisato il reato di associazione a delinquere finalizzata alla frode informatica e clonazione di carte di credito.
Noto che tieni una certa paura nel pagare con le carte di credito , . fai esempi cosi scemi ., i divorzi , il clonare , vedi che pure adesso ci sono i divorzi , ed chi sofistica le carte di credito, ,ragione in più per farle sempre più complicate per che i ladri non arrivano più per poterli clonare , d'altronde i falsari sò sempre esistiti,
%-)
agos.62 agos.62 21/09/2019 ore 19.44.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@TE.SDRUM0 scrive:
gli altri 50 sono tasse occulte pagate dai cittadini....

Ma non erano i 50 che la banca paga allo Stato?
Valchiria03 Valchiria03 21/09/2019 ore 19.47.32
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

@sovranistitalico : Ma vi rendete conto quanto siete ridicoli, sembra che volete difendere i ladri ed i malfattori di questo paese,, in un paese con una cosi alta evasione fiscale, sopratutto sul campo dell' iva, , mi sembra giusto fare questa legge sul togliere il contante dalla circolazione ,, %-)
Valchiria03 Valchiria03 21/09/2019 ore 19.51.53
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

LA SOLA IVA EVASA IN QUESTO PAESE, SI POTREBBE FARE UNA FINANZIARIA ,Evasa Iva per 35 miliardi, l’Italia al top tra i Paesi della Ue :many :many :many :many
motosegaro motosegaro 21/09/2019 ore 19.55.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

Ma imporre l'uso dei pagamenti elettronici non è una violazione della propria libertà,un cittadino che a regolamene pagato le tasse a dei soldi in banca quei soldi sono suoi.Ma sarà mai possibile che se preleva dopo una certa somma deve dichiarare cosa ci fa, è possibile che un cittadino onesto si deve preoccupare di come spendere i suoi soldi,ma secondo queste sono leggi po fasciste Se vogliamo cominciare veramente a combattere l'evasione cominciamo a ad andare al pra e guardiamo le macchine dei nuclei familiari sai che sorpresone,diciottenni o moglie con supercar del babbo intestate e poi ci spiegano come fa a mantenerla.Non ci andranno mai perché è un giochetto che usano anche l'oro
Valchiria03 Valchiria03 21/09/2019 ore 19.57.14
segnala

(Nessuno)RE: Tempi duri per gli evasori.

BRUXELLES – Continua a rimanere elevata in Italia la frode ai danni dell'imposta sul valore aggiunto. Secondo gli ultimi dati pubblicati nella notte dalla Commissione europea qui a Bruxelles, nel 2015 la differenza tra l'Iva raccolta e l'Iva stimata è ammontata a 35,093 miliardi di euro, in calo rispetto all'anno precedente, ma sempre in termini assoluti il livello più elevato tra i 28 paesi dell'Unione. Le statistiche giungono mentre Bruxelles sta lavorando a una riforma della raccolta dell'imposta.

Secondo la Commissione europea, nel 2015 la perdita di IVA a livello europeo è stata di 152 miliardi di euro. «I paesi membri non dovrebbero accettare perdite così scioccanti di gettito fiscale derivanti dall'Iva – ha detto il commissario agli affari monetari Pierre Moscovici –. La Commissione europea sostiene gli sforzi nazionali per migliorare la raccolta dell'IVA. Le regole tuttavia risalgono al 1993. Proporremo presto una revisione delle regole relative alle vendite transnazionali».

Lo scarto tra IVA stimata e IVA effettivamente raccolta è più elevato in Romania (37,2%), in Slovacchia (29,4%) e in Grecia (28,3%). In Italia la percentuale è pari al 26%. Come detto, in valore assoluto il dat italiano rimane il più elevato: oltre 35 miliardi di euro di IVA persa. A titolo di confronto, nel 2015 la Germania ha perso gettito per 22,3 miliardi (10%), la Francia per 20,1 miliardi (12%). Tra i paesi nei quali lo scarto è più basso troviamo la Spagna (3,5%) e la Croazia (3,9%).
La situazione italiana sta lentamente migliorando. Il dato in percentuale è sceso di tre punti tra il 2011 e il 2015, dal 29 al 26%. Nel 2015, per combattere la frode, il governo italiano ha introdotto un sistema detto split payment in inglese: con questo regime derogatorio, lo Stato versa l'Iva all'erario ogni qualvolta effettua un pagamento in cambio di un bene o di un servizio, anziché consentire alla controparte di effettuare il versamento e di compensare nel caso le somme a debito e a credito. %-)


Lotta all'evasione fiscale, ecco cosa cambia con la fattura elettronica tra privati
Come detto, Bruxelles presenterà in ottobre nuove regole sulla raccolta dell'Iva nelle transazioni transnazionali, che secondo la Commissione pesano per un terzo dello scarto tra Iva stimata e Iva raccolta (vale a dire circa 50 miliardi di euro all'anno). A grandi linee, la riforma prevede che a incassare l'IVA sarà il paese venditore sulla base dell'aliquota del paese acquirente. Il denaro verrà poi trasferito dal primo al secondo paese. Oggi la raccolta avviene nel paese di destinazione, e ciò è spesso fonte %-)

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.