Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

intermezzo intermezzo 02/10/2019 ore 18.14.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@nera1965 scrive:
Perché? Non è forse un obbligo oggi avere uno smartphone? Non è forse un obbligo oggi avere un’automobile? Non è forse un obbligo mangiare tutti giorni?


Questi non sono obblighi sanciti per legge. Punire chi usa il contante e obbligare ad usare la carta di credito è qualcosa di forzatamente indotto. Su questo si può speculare facilmente. Queste forme di pagamento esistevano già, ma erano meno richieste, e quindi il costo si abbassava. Nel momento in cui tutti sono obbligati ad usare questi sistemi, la domanda si satura, e il mercato non può che far aumentare i prezzi. Dimmi se è vero o no. Conosci l'economia, giusto? Bassa domanda, bassi prezzi, forte domanda, prezzi alle stelle. Anche nel mercato dell'oro c'è concorrenza.
intermezzo intermezzo 02/10/2019 ore 18.15.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@66lauretta scrive:
Se le banche non fanno cartello sono costrette a farsi concorrenzae pur di tenere una fetta della torta ridurre i prezzi


Leggi sopra.

nera1965 nera1965 02/10/2019 ore 19.16.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@intermezzo :
No non sono d’accordo. La domanda non si satura, si stabilizza, che è cosa diversa perché ci sono sempre nuove generazioni da soddisfare, ma prima di arrivare a stabilizzarsi occorre un processo che porta a chi si fa concorrenza di cercare di accaparrarsi più clienti possibili e questo porta a una riduzione dei costi. Questo è un po’ quello che è avvenuto anche nella telefonia. Mi parli di obbligo, ma l’obbligo sta anche nei fatti, oggi se non hai una macchina o uno smartphone sei socialmente estromesso dalla vita che conta. Il progresso crea obblighi più delle leggi. Il futuro sarà sempre più a favore della sparizione del soldi contanti, basta guardare quello che già succede in paesi come gli Stati Uniti.
Blader.0 Blader.0 02/10/2019 ore 19.41.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@nera1965 :

Non c'e' una commissione quella foto forse si riferiva a qualche altra cosa. Lo stato vorrebbe togliere i contanti per molti altri vantaggi sempre a loro favore come la rintracciabilita' per gli evasori e l' accumulo degli stipendi che restano sui vari conti correnti che invece di svuotarsi rimangono li a disposizione delle banche affiliate allo stato stesso.
RW2602 RW2602 02/10/2019 ore 19.43.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@nera1965 scrive:
No non sono d’accordo. La domanda non si satura, si stabilizza, che è cosa diversa perché ci sono sempre nuove generazioni da soddisfare, ma prima di arrivare a stabilizzarsi occorre un processo che porta a chi si fa concorrenza di cercare di accaparrarsi più clienti possibili e questo porta a una riduzione dei costi. Questo è un po’ quello che è avvenuto anche nella telefonia.

non c'è nessuna concorrenza e nessuna riduzione dei costi.
non c'è concorrenza in quanto la concorrenza si fa tra le varie carte di credito e non su come le usiamo.
non c'è riduzione di costi in quanto l'operazione bancaria si deve comunque fare e ha comunque un costo. nei paesi dove quasi interamente si fa uso di questi mezzi di pagamento i costi sono praticamente equivalenti a quelli italiani.
RW2602 RW2602 02/10/2019 ore 20.06.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@nera1965 : per maggiori informazioni
https://www.bitmat.it/blog/news/66958/pos-quali-costi-gli-esercenti
naturalmente qualche genio potrà sostenere che i costi sono interamente a carico dell'esercente....
come dice il proverbio, "la madre dei cretini è sempre incinta"
nera1965 nera1965 02/10/2019 ore 20.09.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@RW2602 scrive:
nei paesi dove quasi interamente si fa uso di questi mezzi di pagamento i costi sono praticamente equivalenti a quelli italiani.

Negli USA
Ogni conto corrente ha costi differenti, ma normalmente si propongono conti a giacenza media a costo zero. Questo significa che mantenendo una determinata giacenza, normalmente non molto elevata, il conto è a costo zero per un uso ordinario. Restano esclusi i bonifici extra Usa ed altre operazioni che rientrano in un impiego più “straordinario”.

Nella maggioranza dei casi all’atto dell’apertura viene richiesto un contributo di circa 5 euro che potrà essere giustificato come quota associativa o con dicitura simile (sui conti correnti italiani queste voci di costo spesso vengono indicate come “spese di emissione”).
nera1965 nera1965 02/10/2019 ore 20.10.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@RW2602 scrive:
non c'è nessuna concorrenza e nessuna riduzione dei costi.

Questo lo dici tu o hai dei dati a conforto?
nera1965 nera1965 02/10/2019 ore 20.12.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@RW2602 scrive:
non c'è concorrenza in quanto la concorrenza si fa tra le varie carte di credito e non su come le usiamo.

Non capisco il paragone. Infatti la concorrenza si fa tra istituti bancari, come usiamo le carte di credito c'entra zero.
nera1965 nera1965 02/10/2019 ore 20.15.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Chiedo consiglio a voi...

@RW2602 scrive:
non c'è riduzione di costi in quanto l'operazione bancaria si deve comunque fare e ha comunque un costo.

Permettimi... l'operazione bancaria è certo che la devi fare, ma tra gli istituti cambia molto con chi la fai. Non credo che Intesa San Paolo sia contenta se la fai con unicredit.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.