Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

vensolo vensolo 30/10/2019 ore 11.55.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@Te.Sdrumo1 : ti e' gia' venuto il mal di testa ?
66lauretta 30/10/2019 ore 11.57.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@asgv74 scrive:
se io stato investo 100 e per farlo devo cercare 100 di coperture anzi 105 perchè ho il 5% di interessi... sai cosa significa? a che mi indebito a vita perchè io 105 non le ho , secondo che i tuoi risparmi andranno a farsi friggere...

Scusami ma c'è una cosa che mi lascia perplessa, perdona l'ignoranza.
.
Se io investirice compro dieci euro di titoli dello stato, perché lo faccio? (dieci si fa x di)
Beh, io lo farei per mettere il mio capitale al riparo dall'inflazione.
Ergo con gli interessi accumulo una quota capitale che accresce la mia "ricchezza" nomericamente ma nche sul piano della valuta.
Ma se io investendo, presto, di fatto dieci euro allo stato e tra interessi e ritorno del capitale vado sotto il livello dell'inflazione mi sono impoverita.
Chi me lo fa fare di prestyare soldi allo stato?
vensolo vensolo 30/10/2019 ore 11.59.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@asgv74 : avanzo primario non basta a pagare gli interessi del debito
asgv74 asgv74 30/10/2019 ore 12.07.01
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@vensolo : MA VA? E QUINDI LA SOLUZIONE SAREBBE?
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/10/2019 ore 12.07.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@asgv74 scrive:
ma cosa cenrano i titoli di stato con le coperture... ma santo dio... siamo davvero all'asinara qui dentro.
ma perchè il giappone non emette titoli?
e secondo te cerca coperture?
ma torna alle elementari


Visto che tu hai studiato tanto non avrai difficoltà ad esporre le tue cognizioni spiegando a chi non giunge ai tuoi livelli per quale motivo uno stato emette titoli di debito pubblico se non per ottenere copertura finanziaria inerente le sue attività e/o iniziative.

P.S.: Naturalmente sempre citando i riferimenti ad avallo evitando di basarsi su convinzioni personali.
asgv74 asgv74 30/10/2019 ore 12.13.08
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@66lauretta : VEDI IL PROBLEMA è QUESTO... E TU SENZA VOLERLO LO HAI TOCCATO...
L' INFLAZIONE ERODE UN PRESTITO VERO.... MA DIPENDE DAL TEMPO .
PRIMA DEL 1980... ANZI DEL 1990... LO STATO PRESTAVA SOSTANZIALMENTE AGLI ITALIANI... DOPO AD INVESTITORI STRANIERI...
L' ITALIANO MAGARI INVESTIVA PER POCO TEMPO O PER 10 ANNI... RICEVEVA IN CAMBIO UNA PICCOLA SOMMA... CHE POI RISPENDEVA NELL ECONOMIA REALE...ANCHE A FRUTTO DI 1% DI INTERESSE... NON MOLTO MA UELLO FACEVA SI CHE IL DELLO STATO FOSSE LA REDDITIVITà E IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI.

NEL 1980 OGNI ITALIANO RISPARMIAVA IL 25% DEL SUO CAPITALE.
OGGI SIAMO AL 2% E QUESTO PERCHè I SOLDI DELLA COLLETTIVITà... VAìENGONO SCIENTEMENTE DEFLUITI VERSO IL PAGAMENTO DEI GROSSI CREDITORI... E QUESTOI IMPLICA CHE L' INFLAZIONE RIMANGA BASSA PERCHè SI SOTTRAE MONETA DALL'E CONMIA REALE, I SALARI SI RIDUCONO... E LA MASSA MONETARIA VIENEN PORTATA ALL' ESTERO E NON PIù INVESTITA IN ITALIA, UNA SORTA DI ROBIN HOOD AL CONTRARIO.
TORNANDO ALL' INNFLAZIONE... VERO COME DICI TU SUL CREDITO... MA UN AUMENTO DELL' INFLAZIONE SI RIPERCUOTE SU UN AUMENTO SALARIALE E DELL' OCCUPAZIONE...
VUOI METTERE CON LA SITUAZIONE DI DEFLAZIONE DI OGGI CHE PORTA AD UNA DISOCCUPAZIONE STRUTTURALE?
Dasein1960 Dasein1960 30/10/2019 ore 12.16.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@vensolo scrive:
SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE[/quote
Mi parrebbe giusto!
La finanziaria di salvini è la stampante di draghi
o se preferisci un clik a bannkitalia ,pper fare la flat tax
E i casi diventano 2
Se il cavallo beve ,l'economia si rilancia ripagando il debito
Se il cavallo nn beve ,tutto il malloppone finisce sul groppone assieme all'altro malloppone
Degli italiani
asgv74 asgv74 30/10/2019 ore 12.18.24
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@fiume.sandcreek : UNO STATO EMETTE TITOLI PER IMMETTERE LIQUIDITà NEL SISTEMA ... A SECONDA DELLA SUA ECONOMIA... MA SE EMETTO TITOLI CON LA MIA BANCA CHE COMPRA QUELLI IN ECCESSO NON AVRO' ALCUN PROBLEMA DI SOSTENIBILITà...PERCHè IL MIO DEFICIT è IL SURPLUS DEL PRIVATO.
OVVIAMENTE LA MASSA MONETARIA DEVE ESSERE IN FUNZIONE DI SERVIZI E INVESTIMENTI... E NON IN ECCESSO PER NON CREARE UNA IPERINFLAZIONE... COME è SUCCESSO ALL' ARGENTINA.
IL NOSTRO DEBITO FINO AL 1980 ERA DEL 56% SUL PIL... L' ITALIA ERA NEL PIENO DEL BOOM ECONOMICO...
QUINDI VISTO CHE L' ARGOMENTO NON LO CONOSCI, PRIMA INFORMATI... E POI FORSE POTRAI FARE UNA DOMANDA SENSATA....
IL PUNTO SONO I TASSI DI INTERESSE... CHE CON UNO STATO SOVRANO... AVRANNO UN RENDIMENTO REALE SOTTO IL LIVELLO INFLATTIVO... CHE ERODERà IL DEBITO MA CHE SI RIFLETTEREBBE SULLA REDDITIVIà DEI SALARI... COSA INVERSA A QUELLO CHE AVVIENE OGGI DOVE I SALARI DI DEPRIMO E I SOLDI VENGONO POMPATI ESCLUSIVAMENTE SUL MERCATO FINANZIARIO... E DOVE LA AMGGIOR PARTE DEI SOLDI è FINTO E CREATO CON UN CLICK
asgv74 asgv74 30/10/2019 ore 12.21.31
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@66lauretta :Si noti come fino al 1983, ancora due anni dopo il “divorzio” tra Tesoro e Banca d’Italia, il contributo alla variazione del rapporto debito / PIL legato al rendimento reale dei titoli pubblici (inteso come sopra specificato) risulti addirittura negativo: ossia, la remunerazione corrisposta agli investitori rimaneva inferiore all’inflazione (o meglio, al deflattore del PIL). Successivamente, il dispiegarsi dell’effetto del “divorzio” legato alla sostituzione dei vecchi titoli in scadenza, l’impennata dei tassi di interesse derivante dalla crisi della lira nel 1992 e la progressiva riduzione della dinamica inflazionistica hanno fatto sì che il rendimento reale sia diventato il fattore più propulsivo dell’incremento del rapporto tra debito e PIL (nel 1992 e 1993 sono stati toccati i massimi, con crescite intorno all’8 per cento annuo). Negli ultimi anni, l’incremento del rapporto debito / PIL attribuibile al rendimento reale pare essersi stabilizzato nell’intorno del 3% annuo.

È dal 1992 che la riduzione del peso del debito sul PIL viene perseguita attraverso gli avanzi primari. Alla luce dei risultati, si tratta di un percorso inefficace che, in ogni caso, richiede tempi lunghi, anche a causa delle ricadute di tale scelta sulla dinamica economica e sui prezzi (tempi, in ogni caso, incompatibili con le regole del fiscal compact). In alternativa, il contenimento del rapporto tra debito pubblico e PIL si potrebbe realizzare mediante la riduzione del rendimento reale corrisposto sui titoli pubblici, ma questa sua compressione richiede un intervento di indirizzo politico di non semplice articolazione che non è possibile trattare in questa la sede, sebbene, alla luce dell’emergenza, esso risulti ormai indispensabile. Infatti, questa strada appare come l’unica via per riportare, in un arco temporale ragionevole, l’incidenza del debito su valori meno patologici e, in tal modo, tornare a conferire ai governi italiani uno spazio di manovra fiscale e di politica economica degni di un Paese sovrano. Ma, fattore ancora più rilevante, il dispiegamento di maggiori risorse pubbliche rappresenta altresì la condizione necessaria per mantenere quell’indispensabile coesione sociale senza la quale l’esistenza stessa di una nazione appare pericolosamente messa in discussione.
fiume.sandcreek fiume.sandcreek 30/10/2019 ore 12.24.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: SALVINI SCRIVA LA SUA FINANZIARIA CON LE COPERTURE

@asgv74 scrive:
i titoli di stato si sono sempre emessi... ma il problema è la banca centrale... che garantisce tali titoli sottraendoli alla speculazione di mercato... questo è il punto..
fintanto staremo in questa gabbia... tutte le manovre sarano recessive... e puoi anche metterci topolino e paperino al governo... ma nulla potrà cambiare...
quello che deve scendere sono i tassi reali sul debito che devono essere inferiori al tyasso inflattivo... solo cosi il debito si contiene.. ma per farlo devi essere sovrano e avere la sovranità monetaria che non significa stampare a piacimento come pensa la nera della leopolda... che di economia capisce come io io di termodinamica


Le tue interessanti considerazioni di cui sopra generano un certo numero di lecite domande:

- Affermi che i titoli di debito pubblico si sono sempre emessi, però in precedenza hai affermato che uno stato dotato di sovranità monetaria non deve cercare coperture finanziarie, hai inoltre aggiunto che i titoli di debito pubblico non vengono emessi per ottenere coperture finanziarie. Ma allora per quale motivo vengono emessi nel presente come venivano emessi in passato quando non esisteva la valuta unica?

- In quali occasioni una banca centrale nazionale ha sottratto i titoli di debito pubblico alla speculazione finanziaria? Con quali metodi? Quali risultati? In base a quali presupposti concreti e dimostrabili è possibile ipotizzare una analoga funzione in ambito del mercato globale?

- I tassi reali sul debito dipendono dall'affidabilità sul mercato del'emittente dello stesso, non da provvedimenti legislativi. Se presti 100 Euro ad Haiti o al Mozambico pretenderai un tasso di interesse maggiore rispetto ad analogo prestito fornito alla Francia o all'Olanda.

- Negli anni in cui l'Italia godeva di sovranità valutaria non sempre i tassi di interesse sul debito pubblico erano superiori al tasso di inflazione, tale situazione non si è modificata grazie ad interventi della Banca centrale.

- Dovresti specificare cosa intendi con il termine "SOVRANITA' MONETARIA" poiché può prestarsi a varie interpretazioni.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.