Politica

Politica

di destra, di centro o di sinistra... non importa. Discutiamo "civilmente" dell'operato dei nostri politici.

asgv74 asgv74 05/11/2019 ore 11.58.26
segnala

(Nessuno)RE: Domenica mattina

@nera1965 : Oggi subiamo questo lavaggio del cervello per cui assumiamo che sia normale chiudere le proprie fabbriche e importare dalla Cina, invece è assurdo e irrazionale che dei paesi importino molto di più quello che esportano da un altro paese anno dopo anno, il “libero scambio” dovrebbe essere uno SCAMBIO appunto, in cui tu produci ed esporti lana e l’altro esporta vino, tu produci macchine e l’altro carbone e le due cose si bilanciano. Adam Smith o Ricardo e tutti i pensatori classici non si sono mai sognati che il libero scambio fosse tra dei paesi che producevano di tutto e altri che importavano di tutti rinunciando a produrrre e indebitandosi. Per 200 anni circa il commercio tra paesi ha funzionato IN MODO BILANCIATO,
si esportava quanto si importava, è una novità emersa dopo il 1971-1973 che alcuni paesi esportino il triplo di quello che importano come fanno i paesi asiatici ai nostri danni, prima NON E’ MAI STATO POSSIBILE. Per due motivi che spiego velocemente.


1) Fino al 1973 esisteva in Europa la “Preferenza Comunitaria”, una legge della UE in vigore per tutti gli anni ’50 e ’60 che imponeva di comprare l’80% dei prodotti all’interno della Comunità Europea. Il grande economista Maurice Allais ha scritto libri su libri e articoli su articoli invano per mostrare che è dal 1973 in poi che la disoccupazione in Europa è raddoppiata , fino ad allora era stata sul 5% per 20 anni, ma una volta aperto il mercato europeo ad importazioni a basso costo l’occupazione e i salari europei ovviamente hanno sofferto

Dal 1994 il World Trade Organization spinto dagli USA e UK ha iniziato a spingere per l’abolizione di ogni dazio e vincolo verso le importazioni di Sudamerica Giappone, Turchia, Corea, Taiwan, Singapore, Thailandia, India, Cina, Malesia, Indonesia ecc…

Ma per quanto riguarda la Cina è stato nel dicembre 2001, mentre tutti erano distratti dall’11 settembre e dall’invasione dell’Afganistan e seguivano o marines a Bora Bora alla caccia a Bin Ladin, che gli Stati Uniti e il resto dei paesi occidentali hanno firmato abolizione di tutti i dazi e vincoli verso i prodotti cinesi

Nessuno li obbligava, non c’era nessun movimento di opinione che spingeva “dai dai…. vogliamo i prodotti cinesi…!”, non era nemmeno nelle piattaforme elettorali dei partiti, non è mai stato discusso praticamente, ma hanno firmato nel dicembre 2001 l’abolizione di ogni restrizione e dazio per le merci cinesi. I quali cinesi hanno anche svalutato il cambio, rimborsato l’IVA agli esportatori e ricambiano facendo ostruzionismo con mezzi amministrativi agli stranieri. Risultato: efino al 2001 le esportazioni cinesi erano sotto i 100 miliardi l’anno, dal 2001 sono esplose fino a 1400 miliardi di dollari l’anno. Se non abolivano i dazi nel 2001 stavano freschi, nm l’elita mondialista è cosmopolita, non si preoccupa dei meschini interessi dei connazionali

2) In secondo luogo fino al 1971 anche senza dazi e restrizioni il commercio con l’estero di tutti i paesi era automaticamente in equilibrio perchè c’era l’oro agganciato al Dollaro e così anche prima della guerra e ancora di più nell’800 perchè fino al 1914 c’era la convertibilità piena in oro di tutte le valute

Una volta se importavi troppo ed esportavi troppo poco e avevi un deficit cronico di bilancia dei pagamenti, ad esempio come ora verso la Cina, succedeva che poi dovevi alla fine saldare il deficit in dollari o sterline o lira o franco o altra valuta agganciata all’Oro, cioè convertibili in oro. Cioè ti potevano chiedere di pagare in oro. Per cui non potevi stare in deficit cronico, altrimenti si asciugavano le tue riserve d’oro e poi non avevi di che pagare le importazioni. Il sistema delle valute convertibili in Oro garantiva cioè automaticamente che il commercio con l’estero fosse bilanciato. La Cina non avrebbe mai potuto avere dei surplus enormi verso altri paesi perchè questi avrebbero finito l’oro e poi la loro valuta si sarebbe svalutata drasticamente e quella cinese rivalutata invece

Nell’agosto 1971 la Francia chiese agli Stati Uniti che stavano accumulando un deficit estero a causa della guerra del Vietnam e altro di pagare in oro. E gli Stati Uniti risposero sganciando il Dollaro dall’oro per cui da quel momento si poteva pagare ogni importazione in Dollari che erano solo carta e quindi non ci sono stati più vincoli valutari ad accumulare deficit cronici di bilancia dei pagamenti.


caprona studia.... invece di fare la renziana deficiente quale sei
sportyfive sportyfive 05/11/2019 ore 13.16.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domenica mattina

..volevo ricordare ,che se lo dicono a Greta che siete a favore della globalizzazione,che oltretutto è tra le principali cause del furto della sua giovinezza vi fa appassire con un solo sguardo...e con le sue "amicizie" può farlo
20179176
..volevo ricordare ,che se lo dicono a Greta che siete a favore della globalizzazione,che oltretutto è tra le principali cause...
Risposta
05/11/2019 13.16.52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
asgv74 asgv74 05/11/2019 ore 14.16.16
segnala

(Nessuno)RE: Domenica mattina

@sportyfive : poveri imbecilli

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.