Programmi TV

Programmi TV

Telefilm, Fiction, Realty Show, Programmi di approfondimento, tutto quello che passa in televisione.

Xenia888 Xenia888 22/12/2015 ore 16.28.17
segnala

ArrabbiatoSpot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Sono una assidua spettatrice dei canali tematici Rai, come Rai5, RaiSoria, Raimovie e Premium etc. Bene, queste stazioni usano sempre più frequentemente mandare spot agghiaccianti sulle condizioni di salute e di vita particolarmente di bambini africani e del terzo momdo in modo da impietosire gli utenti e spingerli a donare denaro. A volte si tratta di adozioni a distanza o qualcosa di simile che impegnano il donatore e mandare un po' di denaro ogni mese, a volte invece sono le donazioni di più piccola entità di denaro che si effettuano tramite telefono fisso messaggino da cellulare. Queste immagini che ci costringono a vedere ad ogni momento della giornata, sono atroci, bimbi scheletriti, deformità del volto, cecità imminenti per il tracoma, bambini costretti a lavori faticosissimi, bimbe date in matrimonio a uomini adulti. etc. etc. e piacevolezze del genere. Sono certamente situazioni vere, ma stufa di queste scene che mi vangono imposte sempre più spesso e mi indispone talmente questo modo di rastrellare soldi per presunta beneficenza che mai e poi mai farò una donazione a queste organizzazioni.Il messaggio che deve passare è estrememente condizionante e scorretto: se non daremo anche noi quacosa a queste organizzazioni avremo sulla coscienza la morte per fame o altre cause, di questi piccoli innocenti. Colpevolizzare la brava gente è un ottimo sistema per indurla a foraggiare organizzazioni messe in piedi più per far fare denaro a chi organizza queste campagne che per sollevare dal bisogno e dalla povertà gli indigenti,i malati ed i derelitti della terra.

Infatti per tenere in piedi queste organizzazioni, ovviamente c'è una lunga filiera di persone che ne traggono denaro per la loro prestazione lavorativa, che non è certo gratuita e per csarità non deve esserelo... Ma c'è che lucra assai di più da tutto questo e sono le grandi multinazionali delle compagnie telefoniche. Perciò solo una davvero minima parte dei soldi che la gente manda vanno davvero a segno. Per esempio su una donazione telefonica di 2 euro solo 20 centesimi vanno dove dovrebbero, il resto se lo divorano altre situazioni: chi gira gli spot e gli spazi nelle varie tv e tutti quelli che a vario titolo se ne occupano più o meno direttamente. Insomma la beneficenza la facciamo più a moltissima gente e poco arriva a quelle povere creature le cui infermità dovrebbero indurci a mettere le dita sui numeri telefonici.

Ognmi volta che vedo questi scempi massmediastici cambio camìnale, mi rifiuto di foraggiare simili porcherie. La gente non si rende conto diu qyuanto poco se e quandoi arrivera a destinazione sarà davvero impoegato per cure sanitarie cibo, ricerca dell'acqua etc... ma nel dubbio a scarico di coscienza abbocca.

Conosco alcuni missionati in varie parti dell'Africa e anche in Sudamerica che sono gli unici religiosi che rispetto veramente, perché sono i soli a farsi carico del'aiuto concreto ai più poveri e so per certo che spesso i soldi delle nostre donazioni non arrivano affatto... Molti anni fa usavo mandare a Natake un discreta cifra all'Unicef che mi manadava un calendario in cambio. Ad un certo momento venni a sapere che un dirigente filippino dell'organizzazione si intascava i proventi delle donazioni italiane. Ci rimasi malissimo e sospesi ogni contributo ed poi scopersi anche che nonera questo l'unico caso di appropriazione da parte di funzionari disonesti di questa o quella organizzazione... lontana da noi.

Questa cosa mi da particolarmente arrabbiare, perché inganna chi vede gli spot ed arricchisce chi non ne ha nessun bisogno. Per anni ho mandato volentieri denaro ad una bimba in India, una VERA adozione a distanza, tramite un convento di Assisi ed è stata una bellissima cosa. La ragazzina ha studiato, si è laureata ed quando ha sposato un funzionario del governo locale, è passata per Roma per andare dal papa e ci siamo incontrate. E' stata per entrambe una grande emozione. Abbiamo passato una bellisssima giornata insieme a Roma. Con mio figlio si scrivono ancora e so che ha tre figli. ai quali non manchiamo mai di mandare un regalo ciascuno a Natale, come abbiamo fatto in questi giorni.

Non fidatevi di spot televisivi e organizzazioni con nomi sonori e famosi, cercate di indagare bene prima di intraprendere una adozione a distanza. La carità non deve andare dispersa, ma giungere dove è necessaria.
Xenia888 Xenia888 26/12/2015 ore 01.42.31
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Evidentemente è un argomento impopolare, probabilmente perché fare beneficienza anche se poi ai destinatari arriva poco o nulla, o a volte anche niente, non importa... fa comunque sentire un certo tipo di persone con la coscienza a posto. Brutto sintomo di superficialità. Fare del bene, non della beneficenza, sarebbe assai meglio e soprattutto anche meno comodo!
Xenia888 Xenia888 31/12/2015 ore 17.36.16
segnala

PerplessoRE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Tutto tace... Anche le coscienze non hanno più nulla da dire, tqcitate da una donazioncina tramite telefonino! Bene, bene... come prevedevo!
od.ino od.ino 05/01/2016 ore 21.53.55 Ultimi messaggi
segnala

AngelicoRE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Il fatto che ci siano gli spot in tv non annulla il fatto che i bambini scheletrici esistono.
Molti di questi poveri bambini spesso sono figli di persone povere e di religione diversa da quella (Cristiana).
Ora se le religioni Cristiane insegnano a stare lontano dal male es.(LIBERACI DAL MALE)del Padre nostro, e la poverta e lo sposarsi(procreando)nella poverta(magari facendo un sacco di figli) è Male!
Figuriamoci cosa insegnano religioni inperfette ai latenti padri e madri di questi bambini.
Sperando che queste poche righe aprano gli occhi di chi si occupa di queste cose ed è in prima linea nell'occuparsi di queste cose, ti Saluto e spero che si avveri cio che diceva Gesù(Le Messi sono tante, Pregate che il Padre mandi Operai che si occupino di queste Messi.)
Xenia888 Xenia888 06/01/2016 ore 12.10.33
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

@od.ino scrive:
Il fatto che ci siano gli spot in tv non annulla il fatto che i bambini scheletrici esistono.
Molti di questi poveri bambini spesso sono figli di persone povere e di religione diversa da quella (Cristiana).
Ora se le religioni Cristiane insegnano a stare lontano dal male es.(LIBERACI DAL MALE)del Padre nostro, e la poverta e lo sposarsi(procreando)nella poverta(magari facendo un sacco di figli) è Male!
Figuriamoci cosa insegnano religioni inperfette ai latenti padri e madri di questi bambini.
Sperando che queste poche righe aprano gli occhi di chi si occupa di queste cose ed è in prima linea nell'occuparsi di queste cose, ti Saluto e spero che si avveri cio che diceva Gesù(Le Messi sono tante, Pregate che il Padre mandi Operai che si occupino di queste Messi.)


Invece di fare figli a grappolo ed aumentare a dismisura la popolazionem e con essa la povertà, i missionari potrebbero insegnare ai nativi ad usare i mezzi anticoncezionali più semplici quale il preservativo... ma di questo non se ne parla neanche!

Certo che i poveri ed i diseredsati esistono purtroppo, ma non verranno certo salvati da queste organizzazioni finte benefiche che ci campano sopra cercando di colpire le coscienza dell'occidente con raccapriccianti immagini sbattute in faccia ogni momento alle gente che vede la tv. Purtroppo c'è una grande ipocrisia e mistificazione su troppo temi scottanti che riguardanoi la povertà... Ricordo che negli anni 60/70, a causa delle carestie, della desertificazione, siccità etc.etc. in Africa,la mancanza di cibo, da sempre, oggi come allora endemica, molti stati europei mandavano in auto navi cariche di grano, di derrate alimentari e medicinali per la òollazione, ma... appena le navi giungevano a destinazione le autorità politiche se ne impadronìvano, rivendendo quei carichi per comperare armamenti ed arricchire i loro patrimoni personali, ben protetti nelle banche svizzere. Ecco come e dove finivano gli aiuti umanitari!

Per contro ricordo un piccolo impreditore del nord, non so se lombardo o veneto, un uomo alto e molto grosso, dalla faccia simpatica,sempre allegra, che due o tre volte all'anno raccoglieva vestiti, medicine e cibo non deperibile, e poi a carico completo di un aereo privato da lui noleggito, partiva dall'Italia carico di ogni ben di Dio che, arrivato in non so più quale paese africano, distribuiva personalmente alla gente affamata. Credo che ormai questo straordinario personaggio, sia morto perché sono passati tanti anni da allora, e ci vorrebbero altre perone che la pensino cone lui, che aveva capito che chi vuole essere davvero utile al suo prossino deve farlo in prima persona saltando tutti gli intermediari per non disperdere, nel migliore dei casi, in mille inutili rivoli la beneficenza o addirittura rischiando di arricchire i potenti...

Vorrei anche correggere una cosa: nel Padre Nostro è scritto in latino "libera nos a a malo" dove "malo" è ablativo singola di malum, aggettivo che significa semplicemente cattivo) non va inteso quindi come male, ma come il maligno, cioè il diavolo. La traduzione impropria ne ha diffuso una cattiva interpretazione, dato che se si riferisse al male,e se tutto ciò che accade nel mondo accade per volontà divina, sarebbe un controsenso chiedere a Dio di liberarci dal male. che anch'esso derivare dalla volontà è considerato una prova per raggiungere il paradiso.

Io che non sono, cattolica in queste cose non ci credo, ma avendo frequentato anni di catechismo fino all'adolescenza queste cose le so e so che sono basate sulla fede piuttosto cieca del volgo, abituato a pregare con la bocca senza usare il cervello...
od.ino od.ino 06/01/2016 ore 17.17.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Hai ragione su molti punti !
La parola Male è scritta il originale greco (ponerou)anche se non te la posso mandare con i simboli alfabetici originali.
Anchio mi perdo spesso sul significato biblico originale delle parole, e so che i latini hanno fatto molti errori, una fra queste è quella di aver adottato dal greco e dall'ebraico una T sola percio mentre la T nostra è usata per indicare la negativita della crocifissione, l'altra T ebraica e greca rappresenta il bene , per esempio la parola Teos (DIO)in greco è scritto con la t buona che non è la lettera tau ma la theta.
Io chiedo spesso a Dio di aiutarmi non perchè quello che succede avviene per volonta Divina ma perchè credo che le azioni dell'Uomo non sono pienamente ispirate da lui.
io penso che il pensiero umano non è pienamente consapevole della volonta Divina.
Insomma il cervello Umano è come uno specchio sporco che tenta di riflettere la luce di Dio.
Xenia888 Xenia888 06/01/2016 ore 18.55.14
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

Purtroppo l'esegesi dei testi che uomini hanno dichiarato essere ispirati da Dio sono stati volontariamente o involontariamente manomessi o male interpretati , ma il punto è un altro chi garantisce per la parola di Dio trasmessa da comuni uomini? Quale è l'attendibilità di tutti coloro che vantano testi sacri come parola di Dio (o di Allah)? Nessuna. in non credo in Dio come ce lo rappresentano i cristiani, credo nella ruota karmica che non siaffida che alla libertà di ciacuno per suo libnero arbitrio e respnsabilità, per il benme o per il male. Dio, se esiste qualcosa del genere, è lontano dalla volontà di imporci alcunché, ci lascia liberi di agire su nostra precisa responsabilità.

Non credo in nessuna delle leggende cristiane che la chiesa ha avallato e diffuso,per duemila anni, scegliendo fra le tante versioni dei vangeli, quella o quell'altra che le fosse più comoda e favorevole al mantemimento del suo potere sulle coscienze dei fedeli. Non credo che Gesù sia esitito storicamente Forse la sia figura è un coacervo di personaggi vissuti nello stesso periodo in Palestina e che vennero riunite in uno solo da una tradizione orale che si consolidò nei vangeli classici scelti dalla chiesa, i cui autori non conobbero di persona i protagonosti delle "favole " che riportavano. La chiesa dà per verità assolute una serie di leggende, dove per colpire la fantasia della credulità popolare i miracoli sono la parte più importante per avvalorare fatti impossibili, esattamente come la magie nelle favole.

Non credo nella bibbia ebraica, né nei dogmi del cattolicesimo, irrazionali affermazioni senza spiegazioni logiche che il cattolico deve accettare per fede senza averne spiegazione, oggi come ieri, quando l'ignoranza della maggior parte dell'umanoità brancolava nel buio dell'ignoranza più fitta e pendeva dalle labbra degli uominidi chiesa, sotto la minaccia della dannazione eterna... Su qusto la gerarchia ecclesiastica ha fondato per secoli il suo potere spirituale e per secoli purtroppo anche temporale, ma che comunque contiuna con mezzi diversi da quelli di un tempo, a perpetuare per sopravvivere a se stessa.

Non ho nessuna fiducia negli uomini della chiesa né in ciò che fanno o dicono.
rogercbs rogercbs 11/03/2016 ore 15.05.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

si sa che dietro tutte queste associazioni si nasconde la truffa.. adotta a distanza, aiuta la ricerca, dona un euro per quello, manda l'sms qua..sostieni ciccio e tiziano..ormai non si sente altro in tv..tipo la telethon, abeh ha raggiunto bei soldini,circa 30 milioni di euro se non erro.... e con questi soldi non riescono a fare nulla? io ho inviato tramite tel qualcosa, ma ho sempre quel dubbio che dietro ci mangiano i miserabili.... ok aiutiamo tanti, ma a noi italiani disgraziati e disoccupati chi ci aiuta? NESSUNO.... tra poco dovremmo rubare per vivere....
Xenia888 Xenia888 11/03/2016 ore 15.43.18
segnala

(Nessuno)RE: Spot tv sulla povertà per istigare alla beneficenza.

@rogercbs : Il punto non è quello che dici tu, ovvero "a noi chi ci aiuta". Non siamo allo stesso livello di povertà, per fortuna. Il punto è che quando non c'è trasparenza, quando bisogna mandare soldi a sempre diverse organizzazioni che vengono su come i funghi alla prima pioggoa d'agosto, sono comunque soldi mal spesi e dati a chi dei poveri se ne frega e intasca i profitti delle donazioni, truffando.

Comunque c'è gia un sacco di gente che ruba e non per vivere, ma per avere una vita di lusso e questi non li sgama nessuno o meglio solo in qualche caso, e dopo anni di malversazioni. Fino a che la giustizia sarà quello che è oggi, per l'Italia e per gli italiani che non vogliono delinquere non ci sarà speranza.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.