Roma

Roma

Forum città di Roma

cricchio78 cricchio78 28/07/2008 ore 15.47.52
segnala

(Nessuno)RE: la vita


Che bella domanda che hai fatto.

Si potrebbero scrivere libri e trattati su questo tema,difficile in poche parole esprimere un pensiero sul "vivere la vita".

Quel che mi viene da pensare che della vita va vissuta ogni piccola parte.

Anche le cose o situazioni che possono risultare insignificanti al momento,assumono un'importanza straordinaria nel corso degli anni.

La vita fatta nello stesso tempo di amore ed odio,gioia e dolore,nascita e morte,inizio e fine.

Bisogna capirla, godere dei momenti positivi,accettando ed affrontando cn carattere quelli negativi.

Nn c riescono tutti a fare questo,forse nemmeno io,l'importante provarci.
blackwolf1987 blackwolf1987 29/07/2008 ore 02.19.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita

A BloodDaemon che il 25/07/2008 11.03.39 ha scritto:
ma che v'hanno fatto, scusa? e non mi venite a dire che rubano il lavoro et similia, o qualche altra sparata generalista..

Rispondo: sparate generaliste un parolone, un dato di fatto che l'immigrato in quanto non richiede o non conosce una tutela sindacale si accontenta di paghe minime rispetto a un italiano facendo cosi il gioco dell'imprenditore che li assume (spesso a nero) levando posti di lavoro a ragazzi Italici.

poi ti posso direche ci sono anche motivi di integrazione, popoli troppo diversi sono impossibilitati dall'integrarsi in quanto hanno radici e tradizioni troppo diverse che alla lunga portano a una specie di " o io o tu " nel senso che per aiutare l'integrazione di altre popoli ( cito l'esempio degli islamici) ci viene richiesto e a volte hanno ottenuto l'eliminazione dei crocefissi dalle aule scolastiche nonostante l'Italia un paese dalle tradizioni cattoliche, facendo cosi nascere scontri tra i due popoli che possono ( giustamente o meno) sfociare nella violenza!


BloodDaemon BloodDaemon 29/07/2008 ore 05.31.08
segnala

(Nessuno)RE: la vita

aspetta, fammi capire..la colpa dei disperati che vengono qua e pur di lavorare sputano sangue senza protezione sindacale, sanitaria o altro invece che dell'imprenditore (rigorosamente italiano) che li schiavizza per risparmiare? perdonami, ma se mi dici che cos decisamente mi innervosisco. Ricordo inoltre che la pressione per evitare il crocefisso in classe partita anche e soprattutto dai laici italiani, che hanno difeso il loro diritto di non avere ingerenze religiose nell'istruzione. E puoi parlare di tradizione quanto vuoi, ma la costituzione parla chiaro, siamo uno stato laico, e per quanto il cristianesimo faccia parte del nostro retaggio culturale, non significa che vada imposto a tutti indiscriminatamente, la religione un fatto privato e come tale va trattato. A quelli che salutano con grida di giubilo le ingerenze papali o del cei nella politica italiana, spero che si rendano conto di quanto siano distanti dall'amore cristiano, ogni volta che incitano all'odio verso i gay, al biasimo e all'esclusione sociale verso adulteri e persone che scelgono di abortire, e al favore verso l'accanimento terapeutico su persone la cui unica salvezza sarebbe una fine misericordiosa. Se il cristianesimo una religione d'amore, dov' ora questo amore? dov' il rispetto per l'altro? e il perdono?
VeryAngelll VeryAngelll 29/07/2008 ore 09.19.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita


scusami blood ma di cosa stiamo parlando??? in merito alla religione ritengo tu abbia ragione, ma qst credo sia un punto di vista mooooooolto personale...come dici tu il credo qualkosa di privato ed ognuno di noi libero di praticare come meglio crede...io x es credo ke esista un'entit, ma ke si kiamo cristo allah o buddah o odino x me irrilevante...ma qst dio nn cos infinatamente buono e misericordioso come vogliono farci credere...

x qnt riguarda il discorso lavoro mi permetto di dissentire! (maddona come parlo serio stamattina!!! :vomitino )

noi skiavizziamo loro??? proprio xk esistono qll realt ke mia madre si spezza la skiena e guadagna meno di mille euro al mese facendo un lavoro ke seppur dignitosissimo le ha fatto venire l'ernia del disco! e mio padre ke guadagna ankora meno ke cosa dovrebbe dire??? qll skiavizzati sono gli onesti ke si svegliano la mattina all'alba x poter pagare l'affitto la luce il gas e le tasse ke loro lavorando in nero nn pagano!!! mi dispiace ma ritengo ke se in alcuni paesi dell'est (polonia tanto x dirne una...) sono stabilmente operanti le nostre fabbriche fiat SENZA OPERAI E MANODOPERA xk stanno tutti qua c' sicuramente qualkosa ke nn va!!! come si pu preferire venire in italia a fare la puttana o il lavavetri anzik restare vicini alla propria famiglia e lavorare onestamente???? tu ti innervosisci a sentirne parlare??? io mi innervosisco a sapere ke io pago tasse su tasse sul mio stipendio misero con tanto di conguaglio fine anno...mi innervosisco xk io le multe le prendo e le pago xk se no vengono a sequestrarmi pure il gatto...e loro hanno le case popolari!! lascia stare...ma qst il nostro paese fatto di politicanti e ben parlanti...

ciao blood :bye e benvenuto...
VeryAngelll VeryAngelll 29/07/2008 ore 09.25.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita


x rispondere invece al post...

la vita solo l'espiazione dei nostri peccati...voglio credere ke ci sia qualkosa di meglio ke ci aspetta dopo qst...xk vero qll ke dice vasco..la vita un brivido ke vola via...dovremmo vivere ogni istante...dovremmo affrontare a muso duro le difficolt...blablablabla....in realt siamo trascinati nel vortice degli eventi...e crediamo ke esista il libero arbitrio....mera illusione...

x il resto vero..le sensazioni da provare sono innumerevoli..l'amore..la rabbia...le passioni...il dolore...l'estasi...forse vale la pena di vivere qst...x sentirsi veramente vivi...

e poi una domanda x tutti.... davvero ogni attimo vale la pena di essere vissuto?? sono certa ke c' qualke momento della vs vita ke avreste evitato accuratamente se aveste saputo ke sarebbe arrivato....

dite..dite...
blackwolf1987 blackwolf1987 29/07/2008 ore 11.43.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita


io non ho dato nessuna colpa, ho solo esposto un dato di fatto! poi lo s bene che la colpa non del clandestino ma del politico amico degli imprenditori che per 50 anni non ha mai fatto una legge anti-immigrazione seria facendo entrare nel nostro paese orde di schiavi che fanno comodo alla classe dirigente! infatti la prima cosa che deve cambiare in italia la classe dirigente, ma visto che quella a causa di lobby giudaico-massoniche o forze atlantiche che noi nemmeno conosciamo non cambier mai, quindi anche se ingiustamente chi ci rimette il povero negretto o giallo o a pois! chiudiamo le frontiere agli extracomunitari e annulliamo il trattato che permette la libera circolazione delle persone all'interno della comunit europea ( in questo momento non ricordo il nome del trattato ) cosi niente pi immigrati, loro non vengono schiavizzati e l'Italiano riacquista il diritto al lavoro garantito di cui avrebbe bisogno!

per quanto riguarda la religione ti assicuro che stai parlando con una persona che Odia il Clero, io mi dichiaro pagano quindi non mi mettero certo a difendere la chiesa cristiana ( anche se condivido con loro il disprezzo per l'omosessuale e per chi pratica l'aborto)! si ok l'italia un paese laico secondo la costituzione, ma anche un paese basato sul lavoro., eppure per colpa dei negri tanti italiani a volte con famiglie da mantenere si ritrovano senza un lavoro a causa dell'immigrazione! quindi se dobbiamo essere coerenti con la costituzione bisogna esserlo fino in fondo no solo per i temi che convengono alle sinistre!

cmq non furono i laici italiani a richiedere l'eliminazione del crocefisso in quanto solo un simbolo dell'identit storica cristiana del nostro paese, che non crea nessuna pressione religiosa su chi lo osserva! chi fu a richiedere l'eliminazione del crocefisso e lo ottenne fu un islamico, adel smith, per chi non ricorda fu quello che venne pestato in diretta televisiva da dei ragazzi di forza nuova qualche anno f!
VeryAngelll VeryAngelll 29/07/2008 ore 15.23.55 Ultimi messaggi
MoR3tTiN4 MoR3tTiN4 01/08/2008 ore 01.12.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita


se posso di la mia, tanti ma tanti italiani certi lavori "umili" neanche li vogliono fare ;-) Allora fateme cap na cosa..il negro il giallo l ebreo ke ruba va cacciato via, mentre quello ke lavora 1 cattivone xk ruba a noi lo il lavoro.. :hoho



Senza parole :-)


VeryAngelll VeryAngelll 01/08/2008 ore 09.54.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita

A MoR3tTiN4 che il 01/08/2008 1.12.32 ha scritto:

se posso di la mia, tanti ma tanti italiani certi lavori "umili" neanche li vogliono fare ;-) Allora fateme cap na cosa..il negro il giallo l ebreo ke ruba va cacciato via, mentre quello ke lavora 1 cattivone xk ruba a noi lo il lavoro. . :hoho



Senza parole :-)



Rispondo: nn ho detto qst...ma hai detto bene qnd dici ke sono "tanti" gli italiani che nn vogliono fare lavori umili...io nn faccio parte della categoria n la mia famiglia n le persone ke abitualmente frequento...e x qnt mi riguarda...(ma qst un mio libero pensiero...) ql tipo di persone potrebbero essere espatriate esattamente come gli altri....il ns era un bel paese..e adesso in decadimento...x i motivi ke tutti sappiamo...inutile foderarsi gli okki col prosciutto...a roma ci vivete anke voi..
MoR3tTiN4 MoR3tTiN4 01/08/2008 ore 19.37.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la vita

Ma infatti il vero problema nn il negretto che sta al semaforo a pulire i vetri,  i pizaioli egiziani, le badanti (la maggior parte romene e filippine xk noi nn ci abbasseremo mai a pulire i culi dei vecchi) ma bens i nostri cari politici, il fatto che come premier abbiamo 1 mafioso, un omino basso e coi capelli trapiantati ke si tenuto un mafioso ( un certo Mangano) x pi di un anno dentro casa sua, un uomo che ha il potere su tutto a partire dalle televisioni..se volete scrivo qua tutto il suo curriculum.Purtroppo noi italiani siamo 1 popolo di pecore xk tanto x  qualsiasi cosa finisce sempre  a tarallucci e vino.x cui senti di ke i veri problemi  so li zingari e altro me fanno solo ride.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio necessario accedere al sito.