Roma

Roma

Forum città di Roma

lulu.86 lulu.86 28/01/2009 ore 10.48.46
segnala

ImportanteX NN DIMENTICARE...

LA SHOAH

Il 27 gennaio di 55 anni fa l'Armata Rossa, i valorosi soldati sovietici entravano in Auschwitz - Oswieçim / Brzezinka - Birkenau e liberavano i prigionieri superstiti sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Le truppe liberatrici entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore della storia dell'umanità.

A distanza di 55 anni ricordiamo quell'immane tragedia, ricordiamo per non dimenticare, per non permettere alla teppaglia revisionista e fascista di cancellare la storia; per non permettere che venga seppellita la memoria di quegli avvenimenti e di chi ha permesso e dato il suo consenso alla politica genocida del regime hitleriano e di quello fascista di mussolini.

In un tempo in cui si sollevano sconcertanti dubbi sulla reale consistenza di quella tragedia; in un tempo in cui la destra europea ed italiana erede del fascismo è in preoccupante ascesa e mentre la "sinistra democratica" attua una politica di destra e abiura l'ideale Comunista, sollecitando la revisione della Costituzione repubblicana nata grazie al sacrificio dei patrioti e dei combattenti partigiani; in un tempo dove si anela al ritorno degli eredi della monarchia sabauda, di quella dinastia che accettò il fascismo, rendendosi quindi complice di quegli orrori, mentre si parla di riappacificazione delle parti, accomunando i caduti della libertà e le vittime agli aguzzini criminali delle brigate nere, di coloro che permisero la deportazione dei nostri compagni, delle nostre sorelle e dei nostri fratelli, di coloro che gettarono nei carri piombati, peggio del bestiame, migliaia di uomini, donne, vecchi e bambini, noi affermiamo questo: I morti, le vittime, i caduti per la libertà e la Democrazia, per il Socialismo, non sono uguali ai morti di chi ha servito il tirranno nazifascista e non possono essere perdonati!


--------------------------------------------------------------------------------

I Comunisti marxisti-leninisti, alzano in alto, come ieri, il loro pugno sinistro, e abbrunando in queste giorno le nostre rosse bandiere, rendiamo omaggio alla memoria dei caduti per la libertà e di tutte le vittime dei campi di sterminio nazista.

NON VI DIMENTICHEREMO! :rosa

NON DOBBIAMO, NON POSSIAMO, NON VOGLIAMO DIMENTICARE!

Leviamo alta la nostra voce! Rivendichiamo l'intero patrimonio di lotte, per la libertà e la Democrazia, per il Socialismo. Continuiamo la lotta, affinchè gli ideali di chi ci ha preceduto, lottando contro l'impari nemico, sacrificando la propria vita, non sia stato vano sacrificio. Non rinunciamo e ancor oggi lavoriamo per costruire un vero mondo che sia libero dallo sfruttamento e dalla schiavitù salariale del capitalismo affamatore, un mondo dove l'uomo non sfrutti e sottometta il suo simile!

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

MoR3tTiN4 MoR3tTiN4 28/01/2009 ore 12.45.35 Ultimi messaggi
romanosimpatico romanosimpatico 28/01/2009 ore 14.14.37 Ultimi messaggi
blackwolf1987 blackwolf1987 28/01/2009 ore 20.28.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: X NN DIMENTICARE...

ahuhauhauhauhaauh

I VALOROSI SOLDATI SOVIETICI ahauhuahuahuaha

perchè però nessuno ricorda le vittime dei campi di concentramento russi ( i gulag) ?
che erano in funzione dal 1917 in siberia dove morirono milioni di persone, tra cui molti italiani?
perchè non si ricordano le vittime dei campi di concentramento cambogiani e cinesi?
perchè non si ricordano le vittime dei campi di concentramento inglesi e americani in africa?
perchè non si ricordano le vittime dei campi di concentramento inglesi e americani in italia( in toscana c'era quello americano e a rimini quello inglese)?
lulu.86 lulu.86 28/01/2009 ore 22.43.30
segnala

(Nessuno)RE: X NN DIMENTICARE...

nello rispetta il mio post io nel tuo delle foibe nn m xmetto xciò x una volta comportati da xsona matura ed evita grazie
blackwolf1987 blackwolf1987 29/01/2009 ore 23.07.17 Ultimi messaggi

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.