Salute e Benessere

Salute e Benessere

Sei in forma o hai qualche chilo di troppo? Scambiamoci qualche idea su come mantenere la linea!

centurione77 27/04/2007 ore 14:19:32 Ultimi messaggi

DomandaQUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

C'è qualcuno che sa dirmi quando si devono prendere nell'arco della giornata le proteine in polvere?Adesso le prendo a colazione e dopo mi alleno,ma ho letto che altri le prendono dopo aver fatto palestra.Qual'è la verità?
7492881
C'è qualcuno che sa dirmi quando si devono prendere nell'arco della giornata le proteine in polvere?Adesso le prendo a colazione...
Discussione
27/04/2007 14:19:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Tigerman87 Tigerman87 27/04/2007 ore 20:53:38

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Bisognerebbe valutare il contesto in cui le vai ad inserire
MarymadeinBrasil MarymadeinBrasil 28/04/2007 ore 11:13:36 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

io lo prendo come post allenamento così l'organismo le assorbe subito
centurione77 centurione77 28/04/2007 ore 13:42:38 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Tigerman87 ha scritto:
Bisognerebbe valutare il contesto in cui le vai ad inserire
Cioè?
Tigerman87 Tigerman87 28/04/2007 ore 17:24:56

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Cioè hai proprio bisogno di prendere queste proteine? Non riesci ad assimilare un sufficiente quantitativo di proteine dall'alimentazione? Cmq dipende da che tipo di proteine vuoi prendere. Ci sono quelle a ad assorbimento lento e quelle ad assorbimento veloce...ovviamente se le prendi dopo l'allenamento sono consigliate quelle ad assorbimento veloce....se le prendi prima di andare a dormire ad esempio sono indicate le caseine che sono proteine a lento rilascio...ci sono tante variabili..sta a te decidere. Piuttosto dopo l'allenamento non mi preoccuperei tanto delle proteine ma di ricaricare le scorte di glicogeno con carboidrati ad alto indice glicemico in modo da massimizzare i recuperi.
centurione77 centurione77 29/04/2007 ore 13:48:26 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Sto prendendo delle proteine a rilascio graduale al 90% a 4 fonti proteiche:Siero proteine a scambio ionico-proteine totali del latte delattosate-Albume d'uovo-Caseinato di calcio.Comunque insieme alle proteine sto assumendo anche amminoacidi.Faccio cicli di 6 settimane alternando un mese di pausa.Calcola che non faccio una grande colazione, a pranzo un piatto di pasta con un frutto ogni tanto nel pomeriggio mangio un frutto e a cena carne o pesce.Il mio problema è che non mangio verdure!
7840599
Sto prendendo delle proteine a rilascio graduale al 90% a 4 fonti proteiche:Siero proteine a scambio ionico-proteine totali del...
Risposta
29/04/2007 13:48:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
tosa tosa 29/04/2007 ore 14:20:37

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

le verdure non le mangio neanche io..abbiamo litigato quando ero piccolo e non abbiamo mai + fatto pace  :hihi
Tigerman87 Tigerman87 29/04/2007 ore 15:24:02

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Tutto dipende dai tuoi obiettivi...per i miei scopi ad esempio la tua dieta è decisamente di proteine...se tu non hai qualche obiettivo in particolare e ti alleni giusto per stare in forma allora credo che stai apposto...le pro a rilascio graduale forse vanno bene a colazione,ti forniscono un corretto apporto di protidi al muscolo durante l'allenamente ma non vorrei dire baggianate eh :-)
centurione77 centurione77 30/04/2007 ore 12:42:27 Ultimi messaggi
fabityson fabityson 30/04/2007 ore 18:49:04 Ultimi messaggi

SerenoRE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE


le proteine a rilascio graduale vanno prese al mattino!!!

almeno... io le prendo al mattino!!!

per il post allenamento invece ti consiglio le whey!!

sono piu veloci e di facile assorbimento!!!

prova e vedrai!!!

dopo l'allenamento ti senti una bestia!!!!!
7849926
le proteine a rilascio graduale vanno prese al mattino!!! almeno... io le prendo al mattino!!! per il post allenamento invece ti...
Risposta
30/04/2007 18:49:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
centurione77 centurione77 30/04/2007 ore 22:18:03 Ultimi messaggi

StorditoRE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

fabityson ha scritto:

le proteine a rilascio graduale vanno prese al mattino!!!

almeno... io le prendo al mattino!!!

per il post allenamento invece ti consiglio le whey!!

sono piu veloci e di facile assorbimento!!!

prova e vedrai!!!

dopo l'allenamento ti senti una bestia!!!!!
Io infatti prendo 30 g. ogni mattina esclusa la domenica di proteine a rilascio graduale.Ma tu non ne assume troppe?Quante ne prendi?
Tigerman87 Tigerman87 01/05/2007 ore 19:41:02

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Dipende da che allenamento segue e da quanto pesa...generalmente l'apporto proteico giornalier per chi pratica body building è di 2gr per chilo di peso corporeo
TexasMad TexasMad 08/05/2007 ore 13:20:02 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

le proteine , le barrette proteiche pre-workout sono una castronerie inventata da ogni gestore di palestra per vendertele.Le proteine vanno prese
dopo l'allenamento che dev'essere il più intenso possibile e per il dopo allenamento devono essere proteine veloci abbinate ad amminoacidi ramificati( questi o pre-o post vanno bene ).Le proteine ad assorbimento lento , molto lento , come quelle dei caseinati vanno prese prima di andare a dormire così che il muscolo diciamo così , non venga "mangiato" durante la fase notturna.
Se vuoi aumentare i tuoi volumi ( legalmente ) devi usare insieme alle proteine , un apporto calorico adeguato CREATINA e GLUTAMMINA.frazionata durante la giornata e con un carico più grande post-workout.da associare assolutamente con Carboidrati .20 gr di carico prima settimana , 12 seconda 3 per 2 sett.Altrimenti il senso delle proteine
per volumizzare non ha senso , a meno che tu non ti stia definendo.detto questo se devi definirti ci sono proteine e proteine.Quelle che sto prendendo ora io sono le migliori in circolazione.90%pr.1.6carb 0.6 fat.più di questo non trovi.
TexasMad TexasMad 08/05/2007 ore 13:22:25 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

ah.un carico proteico molto elevato da un affaticamento renale non indifferente.bevi almeno 2/3 litri di acqua al giorno.
PICCOLA.SEXI PICCOLA.SEXI 08/05/2007 ore 14:56:20

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE


prima di assumere proteine o viatmine cercate di vedere se ne avete realmente bisogno....

il nostro corpo ha bisogno di un tot di proteine ed ecc al giorno..la parte superflua fa lavorare reni e soprattutto il fegato e infine eliminata...cio vuol dire che se te vai ad ingerire qst proteine anche se nn ne hai bisogno è come se nn le prendessi perche poi viene eliminata sottoforma di urina....vedi te se magari puoi risparmiare un po' di soldini:ok
TexasMad TexasMad 08/05/2007 ore 17:10:43 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

naturalmente se uno per esercizio intende il sollevamento della forchetta è naturale che un surplus proteico non fa altro che male ed è senza senso.
Se uno "spacca" il muscolo con allenamenti intensi un apporto proteico alto serve.
PICCOLA.SEXI PICCOLA.SEXI 09/05/2007 ore 13:41:31

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

mah...il nostro organismo ha pure una produzione ndogena di proteine a livello del fegato mi sembra...mah
ipnosi89 ipnosi89 02/04/2009 ore 00:52:04

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

io mi alleno gia da molto e il mio preparatore fisico mi dice semrpe che le proteine vanno prese 2 ore prima dell'allenamento o dopo aver fatto allenamento. io sono circa qualch anno che le prendo cosi e fidati che funzionano.... spero di esserti stato utile ciao
gohanina gohanina 02/04/2009 ore 12:34:56 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

noi ai vecchietti novantenni con problemi di nutrizione le diamo a colazione...
non vedo perchè una persona sana dovrebbe prenderle...
Sweet.Birillo Sweet.Birillo 02/04/2009 ore 13:07:16 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

gohanina scrive:
non vedo perchè una persona sana dovrebbe prenderle...

ormai è di buon uso, e per moda lo si fa .-(
anche alla pubblicità nn vedi altro che promozioni di intregratori ecc.........
gohanina gohanina 02/04/2009 ore 14:55:35 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

pubblicità? quale pubblicità?
non guardo la tv da tipo 7 anni...

comunque una persona sana e senza disturbi alimentari non ha nessun bisogno di integratori
ma76 ma76 02/04/2009 ore 17:01:12 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

non lo so di preciso ti conviene chiedere al tuo istruttore,io non prenderei niente comunque,mi aiuterei solo con l'alimentazione,non diventare troppo grosso mi raccomando
ipnosi89 ipnosi89 02/04/2009 ore 17:57:18

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

sentite va che le proteine vanno presi per aumentare massa muscolare e poi che centra che possono prenderli solo i 90tenni e un aiuto in + e poi nn fanno male
MArco85TV MArco85TV 03/04/2009 ore 17:59:55 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

se vuoi un consiglio..prenderle alla mattina sono soldi buttati poichè per me delle uova oppure la bresaola funzionano molto meglio come proteine(calcola che sono naturali e costano molto meno)..secondo me quando prendi 30 gr due ore prima dell'allenamento e dopo una oretta dell'allenamento 20 gr è più che suff,anzi bilanci molto meglio le proteine..
gik25 gik25 05/04/2009 ore 02:14:51 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

gohanina scrive:
comunque una persona sana e senza disturbi alimentari non ha nessun bisogno di integratori


Inizio a esserne convinto anch'io. Le sostanze che funzionano davvero spesso hanno anche effetti collaterali. E per integratori come proteine... beh forse un bodybuilder può averne bisogno, ma per un'attività fisica non agonistica non le vedo assolutamente come indispensabili.

Anche le ricerche e i test sono in contrasto. Per alcuni integratori si parla di un efficacia del 4% è meno che ridicola. è nulla.
gianni10.8 gianni10.8 06/04/2009 ore 10:54:31 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Le proteine in polvere ?????
M A I !!!!!!!!!!!!
Ma vi siete bevuti il cervello o cosa????
Sembrate uno spot pubblicitario !!!!!
Fra qualche anno, quando sarete rovinati per queste "proteine" che prendete,cosa farete ?
Conoscete qualche animale che in natura vada a cercarsi le proteine in polvere ????
Ma è veramente incredibile le tonnelate di stupidaggini che si leggono qui !!!!!
Sarebbe meglio impedirvi di scrivere certe idiozie !!!!
12927452
Le proteine in polvere ????? M A I !!!!!!!!!!!! Ma vi siete bevuti il cervello o cosa???? Sembrate uno spot pubblicitario !!!!!...
Risposta
06/04/2009 10:54:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
gohanina gohanina 06/04/2009 ore 15:04:49 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

oh...almeno qualcuno che ragiona ancora c'è...
dangerzone2 dangerzone2 12/04/2009 ore 01:07:03

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

certo prendere le proteine (30-40 gm)dopo l'allenamento va + ke bene ma prese anke a colazione e a merenda e prima di andare a dormire....ok,ma le assimili tutte? ho dei dubbi a - ke nn butti giu altre cose.e tu sai quali.io + di 100gm a giorno nn le prendo.anke xke mi gonfia lo stomaco.ciao e buon allenamento
dangerzone2 dangerzone2 12/04/2009 ore 01:15:49

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

ki dice ke le proteine fanno male, dice una fesseria .sono 15 anni ke ne fo uso e sono in buona salute + di te .si vede ke nn hai una buona cera.e il cervello te lo 6 bevuto te
gohanina gohanina 12/04/2009 ore 13:47:52 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

io ho frequentato tanti forum in questi 10 anni..
ma mai ho visto un forum con così tanta gente ignorante in campo alimentare
12952465
io ho frequentato tanti forum in questi 10 anni.. ma mai ho visto un forum con così tanta gente ignorante in campo alimentare
Risposta
12/04/2009 13:47:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MArco85TV MArco85TV 14/04/2009 ore 12:51:52 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

sinceramente io da quando ho 8 anni e adesso ne ho 24 le prendo sempre..mai avuto problemi,anzi devo essere sincero sia durante gli allenamenti che negli sport a livello agonistico che ho fatto mi sono sempre trovato molto bene..cmq la mattina non ti conviene,mangia uova o bresaola(sono lo stesso proteine naturali),2 ore prima dell'allenamento 30 gr e 1o 2 orette dopo l'allenamento 20 gr..buon allenamento
stefano.it79 stefano.it79 14/04/2009 ore 13:32:14 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

TexasMad scrive:
assorbimento lento , molto lento , come quelle dei caseinati vanno prese prima di andare a dormire così che il muscolo diciamo così , non venga "mangiato" durante la fase notturna.



ovvero che non si cada in catabolismo.

Preferisco un pezzo di formagggio prima di andare a dormire
cinao88 cinao88 14/04/2009 ore 17:25:06

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

io generalmente preferisco proteine naturali ovvero carne magra , specialmente assumo bresaola....sia al mattino per i muscoli che dopo allenamento perchè aiutano le fibre muscolari..
marte730 marte730 17/04/2009 ore 22:14:34 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Il momento piu importante per assumere le proteine in polvere è entro un'ora dopo l'allenamento e vanno assunte con un carboidrato ad alto indice glicemico tipo il destrosio.
gianni10.8 gianni10.8 19/04/2009 ore 23:36:11 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

X DANGERZONE :
Visto le stupidaggini che dici, potresti essere un ottimo spot circa gli effetti collaterali delle porcherie che prendi !
Ne riparliamo fra qualche anno..... non te lo auguro naturalmente, ma mi dispiace per te !!!
X TUTTI :
Invece che seguire queste stupidaggini, usate la testa !!! In natura esiste tutto quello di cui abbiamo bisogno, altro che proteine in polvere !!! E poi,se qualcuno me lo spiega : un cavallo...un elefante....un gorilla... da dove prende le proteine di cui ha bisogno ??? Da una bistecca ??? Cercate di ragionare !!!! :-)
X GOHANINA :
Ma questi che scrivono qua sono veri secondo te ? O siamo su "scherzi a parte" ??
Ma roba da matti !!! :-))
Ciao ciao
Gianni
12983064
X DANGERZONE : Visto le stupidaggini che dici, potresti essere un ottimo spot circa gli effetti collaterali delle porcherie che...
Risposta
19/04/2009 23:36:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
marte730 marte730 20/04/2009 ore 18:08:34 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Le proteine in polvere non fanno niente è un po come il latte in polvere che si danno ai neonati,certo che come tutti gli integratori vanno ciclitizzate e non bisogna abusarne.

gohanina gohanina 23/04/2009 ore 14:00:07 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

gianni10.8 scrive:
Ma questi che scrivono qua sono veri secondo te ?


sono solo ignoranti...purtroppo è così...l'importante è non lasciarsi condizionare e trascinare...
ultimatefighter ultimatefighter 24/04/2009 ore 14:42:48 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

dipende da quello che ci devi fare.....in teoria comunque dopo l'allenamento dovresti assumerle....anche la mattina dopo le 8 ora o piu di sonno....poi ci sono vari discorsi ....dipende dal tipo dal lento rilascio o veloce ....quelle a lento alcuni le assumono prima di andare a dormire dato che servono perche il corpo non disgreghi tessuto muscolare durante la notte......ripeto dipende da quelllo che devi fare
devid.92 devid.92 02/06/2010 ore 13:02:46 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

le proteine vanno assunte solo quando nn si riesce ad integralle cn l'alimentazzione oppure se avete un'alto fabisogno ke il muscolo nn si ritiri ed inoltre se qualcuno sta facendo il programma di massa muscolare li consiglio di dormire intorno alle 10 11 ore perke e durante la notte ke il muscolo cresce penso di essere stato kiaro ciao
NightEternal NightEternal 03/06/2010 ore 11:05:19

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Risposta rapida - MAI.

Risposta meno rapida - cazzo, guarda i bronzi di Riace. Ti pare che prendessero proteine??

Se non vuoi diventare un cazzo di mostriciattolo tipo i body builders professionisti, evita quella merda. Ho un amico che si è fottuto fegato e reni in quel modo. Se proprio ti devi gonfiare (e lo sconsiglio, perchè il muscolo pesa sull'osso, specie sulle ginocchia), legumi e un pò di carne e pesce.
devid.92 devid.92 06/06/2010 ore 11:12:30 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

io nn ho bisogno di prendere le proteine dato ke mi segue una nutrizioniista!!
bodfitbuild bodfitbuild 25/12/2010 ore 21:18:51 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Guardate sono imbestialito dalle risposte senza educazione di gohanina e le risposte inutili di enzo.

Gohanina maleducata ignorante
Tu frequenti forum da 10 anni , beh ti consiglio di frequentare un po di più i libri e un buon insegnante perchè il pc ti ha mandato in pappa il cervello oppure gia ce l'avevi in pappa,
perchè l'ignorante ci sei e il tuo amico enzo che non ha una bella cera ,gli integratori aiutano le fibre rosse e le fibre blu del muscolo riparandole dopo l'allenamento molto più velocemente ,poi durante l'allenamento evitano di far venire un infarto al ragazzo perchè le proteine nella carne non sono ai livelli delle proteine in polvere e allora tutti i vegetariani esistenti al mondo dovrebbero essere gia morti perchè tutti ma dico tutti fanno uso di proteine in polvere.

Guarda Frank Zane lui ha 64 anni e fa uso di proteine vai a vedere il suo fisico natural a 64 e sperisci,ovviamente quando era giovane usava testosterone ma ha smesso e guarda la sua cera a 64 anni
Burian87 Burian87 26/12/2010 ore 10:38:40 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Le proteine del siero del latte sono abbastanza inutili. Cioè sono efficaci è vero dopo l'allenamento, ma possono essere sostiuite con un pasto proteico normale se vi allenate prima di cena. C'è gente che prende 30g di whey e poi cena proteico...inutile dire che gran parte di quelle proteine non saranno assorbite affatto perchè in eccesso. Le whey andrebbero usate d'emergenza quando non abbiamo a disposizione alimenti proteici alternativi. Invece le caseine sono molto più utili, e poi a me piacciono i fiocchi di latte per cui le assumo così. 13g di proteine a lento rilascio x 100g. Dunque con 200g di fiocchi di latte si ottengono 26g di proteine a lento rilascio, ottime se assunte di sere o prenanna per coprire la carenza notturna. Per un periodo ho usato amonoacidi ramificati comprati in farmacia.

Erano in polvere solubili, con l'aggiunta di uno zucchero avevano un effetto molto più efficace delle compresse scadenti che vedono i negozi di integratori. Solo andavano prese 2 bustine ad allenamento e il pacco da 24 costa oltre 20 euro. Insomma bisogna sempre vedere se ne vale la pena.
Burian87 Burian87 26/12/2010 ore 10:48:31 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

AH. Per gli ignoranti che si stracciano le vesti a sentir parlare di proteine in polvere...beh, siccome leggo sempre le etichette dei prodotti alimentari, ho scoperto che in alcuni alimenti tra i vari componenti compare: proteine del siero del latte. Le ho trovate nella cioccolata alle nocciole e in un latticino tipo stracchino. Cioè i produttori di generi alimentari possono (è legale) aggiungere proteine del siero del latte al loro alimento contenente latte per vari scopi (alcuni lo fanno per aumentare l'apporto proteico sull'etichetta del cibo).

D'ora in poi osservate i cibi in cui si fa uso di latte: spesso nell'etichetta compare: siero del latte o proprio proteine del siero del latte.
shanti75 shanti75 30/12/2010 ore 18:19:51

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Penso che la verità sia nel mezzo,in caso di un reale aumentato fabbisogno le suggerirei e di origine vegetale per la spasmodica ricerca di ipertrofia muscolare pressoche inutile è chiaro che no,perchè una volta aumentata la massa va ovviamente ipernutrita ciò a discapito degli organi interni..Forse meglio essere un pò più sgonfi ma con organi interni ben funzionanti e disintossicati..Detto ciò buonallenamento..
Burian87 Burian87 31/12/2010 ore 00:49:50 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ shanti75: il problema è che molti nel bodybuilding si fanno prendere troppo la mano. Siccome richiede grande impegno in allenamento e alimentazione, una volta raggiunto un primo obiettivo, molti in virtù della fatica fatta non si accontentano e continuano a perseguire all'infinito, in casi estremi arrivando a doping o a rimpinzarsi inutilmente di integratori fino a produrre danni a organi. I campioni di bodybuilding delle riviste sono una cosa che non si può guardare, non oso immaginare che fatica portarsi appresso quella montagna di muscoli
Promethian Promethian 03/01/2011 ore 00:50:35

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Le proteine in polvere non sono una grande idea.
Chiedetevi se il vostro corpo ha mai visto, nel suo processo evolutivo, qualcosa di simile.

Non sto dicendo che tutto quanto è moderno sia malvagio. Sto dicendo che ci sono sistemi decisamente migliori per assumere proteine, e che portano con sé almeno acqua, vitamine del gruppo B, e calorie "utili". Non che poi ci sia un grandissimo bisogno di proteine, specie quelle animali. A meno che non vogliate fare massa pesantemente, e/o gonfiarvi di creatina e di materia morta, vi faccio presente che i fisici migliori sono quelli della grecia classica - splendidamente modellati, coi muscoli delle dimensioni giuste. Non prendevano certo proteine in polvere.
Alex.xx83 Alex.xx83 18/01/2011 ore 00:55:57 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

PROTEINE

2 misurini in 200ml di latte la mattina a colazione
2 misurini a metà mattina ( in alternativa uno spuntino del tipo un panino con la bresaola)
2 misurini a metà pomeriggio (in alternativa uno spuntino del tipo yogurt o un frutto)
2 misurini prima di coricarsi

CREATINA

Nei giorni di on

3 misurini 30 min prima del work out
3 misurini subito dopo il work out

Nei giorni of

3 misurini la mattina a stomaco vuoto diluito preferibilmente con succo di frutta

AMINO ACIDI RAMIFICATI BCAA

1 capsula per ogni 10KG di peso

ES. 70kg

3 capsule prima dell'allenameto
4 capsule subito dopo

Burian87 Burian87 18/01/2011 ore 09:30:51 Ultimi messaggi
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 01:16:29

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Mai a meno che non ci sia carenza, si cresce bene riposando non fornzando la mano con un metabolismo che se non è supportato a livello ormonale danneggia reni e fegato.

Le proteine del latte sono fatte per lattanti non per persone adulte e dopo una forte deplezione di glicogeno ci vogliono i carboidrati non le proteine.

Se si riesce a non raggiungere mai i limiti catabolici o di poco, nemmeno i ramificati sono necessari.

Il body building non è nemmeno una disciplina, solo a livello aerobico il corpo si forgia per resistere al catabolismo quindi solo in quel frangente può decidere di aumentare le riserve glicidiche e lipidiche intorno ai muscoli.

Inoltre le proteine del siero hanno forte impatto insulinico, che è un bene se si deve ricostruire le riserve glicidiche ma è un male se non si assumono carboidrati (forzereste il vostro corpo a bruciare proteine quando comodamente potete dargli i carboidrati?)

Quanti luoghi comuni che circolano nelle palestre.

Ah per aumentare la sintesi degli steroidi anabolizzanti come il testosterone, basta mangiare grassi saturi o in generale grassi animali, ma se esagerati con i glucidi ad alto indice glicemico rischiate di aumentare troppo il testosterone libero nel plasma, con il risultato che più che aumentare il calibro dei muscoli, perdete capelli ed avete sempre voglia di trombare, logicamente sarete più forti.

Comunque se potete state lontani dalle proteine in polvere e specialmente dalle caseine (il catabolismo non lo si combatte mangiando qualcosa che è duro da digerire, ma evitando con accorgimenti intelligenti di finire in uno stato catabolico, coprirsi bene al freddo, andare a dormire presto, rilassarsi quando possibile, non allenarsi continuamente specialmente se non si ha voglia)...

By-passare uno stato catabolico semplicemente mangiando di più, è possibile ma dispendioso in termini di mantenimento della giovinezza, quindi regolatevi di conseguenza.
Burian87 Burian87 24/01/2011 ore 13:53:37 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ slimmer:

Non concordo su alcune cose. Perchè le caseine farebbero male? Io adoro i fiocchi di latte che sono ricchi di caseine. Inoltre essendo a lento rilascio lasciano sempre un livello aminoacidico nel sangue abbastanza alto. Per quanto riguarda le proteine del siero, andrebbero usate solo in casi di carenza momentanea di alimenti proteici a disposizione. per quanto riguarda i carboidrati, sono essenziali ma non sono così essenziali quelli ad alto indice glicemico come pane pasta e pizza. Gran parte dei bodybuilder mangia molta frutta e verdura e quasi nessuno si sogna di azzerare i carboidrati, che tralaltro è cosa abbastanza rischiosa per i corpi chetonici che si formano
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 14:19:52

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Secomdo te, milioni di anni di evoluzione e non sapremmo nemmeno evitare la perdita di amminoacidi? Avremmo bisogno di usare un alimento che per giunta non è stato creato per gli adulti, ma per i bambini?

E poi è arcistranoto che in pochi digeriscono bene la caseina, quindi se permetti, nel dubbio uno ne fa volentieri a meno.

La perdita di amminoacidi si massimizza portando il metabolismo e lo stato ormonale sul bruciare grassi tramite l'utilizzo di ormoni atti a questo come l'ormone della crescita che stimola al massimo la lipolisi, ed evitando le abbuffate di carboidrati; lo sanno pure le pietre che l'insulina aumenta il metabolismo e questo aumento può essere supportato solo dai carboidrati e in assenza di questi, perchè in deplezione di glicogeno, dagli amminoacidi tramite la gluconeogenesi. Quandi uno deve allenare il metabolismo aerbico altrimenti il catabolismo è inevitabile.

Te ripeto, non si limita il catbolismo cercando di mangiare di continuo, ma evitando di consumare quando non è necessario. Secondo te perchè si cresce quando ci si riposa dopo un forte stress fisico? Perchè il corpo in tutta calma si prepara per un eventuale nuovo stress migliorando le prestazioni, ovvero aumentando la capacità contrattile e aumentando le riserve di grassi e carboidrati intorno ai muscoli, e logicamente creando altri muscoli.

La chetosi è rischiosa solo se si è conmsumatori abituali di carboidrati, visto che si traduce in chetoacidosi; bada bene la chetosi e la chetoacidosi sono due cose diverse. Se c'è troppa insulina e la glicemia scende, il fegato non rilascia glicogeno, ilc he porta alla chetoacidosi, mentre in caso contrario il fegato inizia a produrre rilascio il glicogeno, fino a che non parte la chetosi. Mettini nei panni del fegato, tu sai che in stato ipoglicemico dovresti tramite azione del glucagone rilasciare glicogeno, ma controllando il flusso sanguigno ci trovi l'insulina hc eti ordina di non rilasciare glicogeno, anzi semmai di levare altro glucosio dal circolo epatico, e quindi di non rilasciare chetoni, cosa fai? Si arriva a un punto che poi il sistema va in crisi e deve appena i livelli di insulina decrementano rilasciare chetoni a tutta forza, pena il catabolismo proteico.

In genere la cosa funziona molto linearmente.

Il sistema con le riserve tutte piene inziia a bruciare carboidrati, ma già dopo poco tempo, massimizza il risaprmio di glucosio tanto da ridurne il consumo al 6% dei consumi metabolici, favorendo i grassi. Ma se qualcosa implica un loro uso, come uno stress psicofisico (una corsa improvvisa o uscire in un ambiente freddo) che implica un aumento di potenza (cosa in cui i grassi so inadatti, a meno che non ci sia chetosi), alla lunga ci sarà deplezione e il corpo tende se necessario tenere alti i livelli di potenza (leggi di metabolismo, e nella fatispecie di catabolismo, per chi non lo sapesse il catabolismo non è una cosa negativa è il solo bruciare supporti energetici) il sistema tende a bruciare proteine, se non regge il metabolismo stalla.

In queste fasi dal post pasto dove abbonda l'insulina, che non è il male puro, anzi è un ormone deputato alla crescita del metabolismo al fine di ripristinare le riserve glicediche, lipidiche ed amminoacidiche, si passa pian piano all'ormone della crescita, che insieme al glucagone che corregge i livelli gliecmici, spinge il corpo a bruciare i grassi (per usare il ciclo di krebbs un po' di glucosio ci vuole per far si che la miscel adi garsso e glucosio brucino al massimo rendimento). quando i supporti sono esausti, il corpo effettua una regolazione decide se nei periodi rpecedenti c'è stato un rifornimento continuo o meno e inizia ad abbassare il metabolismo o lo tiene costante. Se il metabolismo continua a dover bruciare molti supporti perchè è necessario, il corpo aumenta il cortisolo, ch enon è il male, è il male se uno non si rende conto di essere stanco e insiste nell'allenarsi; in quetso frangente il corpo cerca continuamente di tenere la glciemia elevata (se devi combattere uno stress la devi tenere elevata perchè hai bisogno di moneta velocemente spendibile a livello psicofisico) a suon di proteine.

Se invece uno si rende conto di essere stanco e si ferma non ha bisogno di alcun caseinato per evitare il catabolismo, ma solo di riposo.

Usare il caseinato durante uno stato catabolico severo è voler cercare di impedire di affondare una nave buttando fuori l'acqua che entra, se non si tappano le falle è inutile.

Ah, i carboidrati complessi se si arriva al catabolismo, sono NECESSARI!!! Ecco perchè chi sbaglia e non ascolta il suo corpo ha delel crisi di craving da carboidrati, finendo in mega abbuffate di questi.

Purtroppo chi raggiunge il catabolismo perchè si allena è in condizione migliore di chi raggiunge il catbolismo perchè abituato a non afr niente e a riempirsi di carboidrati continuamente. Sai meglio di me che se uno si fa un piato di pasta , la glicemia sale, si produce grasso e scende veloce, quando scende se non si è forgiati a shiftare verso la chetosi(che non è chetoacidosi ma che inq uesti casi può diventarso, perchè il fegato se c'è troppa insulian non rilascia glucosio) si può raggiungere una severa ipoglicemia reattiva, che prima fa addormentare e/o dopo fa sentire una fame bestiale di carboidrati.

I culturisti fanno poca attività fisica ecco perchè so incapaci di impedire a riposo il catbolismo, cosa che fanno egregiamente i ballerini, e la differenza del fisico è evidente.

L'abilità a bruciare grasso si acquisice con esercizio aerobico e se si sta lontano dagli stati catabolici, si cresce lo stesso.

Trucchetti come gli integratori sono epr chi non sa fare le cose per bene.
Burian87 Burian87 24/01/2011 ore 14:38:09 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ slimmer:

Pensa solo a una cosa. L'agricoltura è nata molto recentemente rispetto alla comparsa dell'uomo sapiens sulla terra. I nostri geni sono ancora quelli dell'uomo che prima di 10000anni orsono si nutriva prevalentemente di frutti spontanei (semi oleosi e poi frutta fresca selvatica), e di caccia/pesca. Solo con l'agricoltura avanzata è iniziata l'era dei cereali via via più raffinati fino ad avere negli ultimissimi secoli pane e pasta e pizza, derivanti da una tecnologia di raffinazione delle farine avanzate. Dunque l'uomo dovrebbe vedere a una alimentazione diversa dalla ricca di carboidrati ad alto indice glicemico. Non per niente l'america degli obesi e le malattie di obesità sono dovuti al mix micidiale di panini di mc donalds e simili e grassi non buoni (quelli buoni essenziali sono quelli dei semi oleosi e del pesce). Un'alimentazione contemporaneamente ricca di alimenti ad alto indce glicemico (dolciumi-pane ecc...) e grassi porta all'incameramento di tutti i grassi, a scompensi ormonali (uomini grassi e con le tette, disfunzioni erettili). Facendo invece un'alimentazione più ricca di proteine e grassi essenziali per compensare (dolciumi-pane e pasta) si fa una vita veramente più sana. I formaggi e i caseinati non sono un demonio. Da quando l'uomo conosce l'allevamento si nutre di latte e derivati, oltre che di uova, elementi molto più antichi nell'alimentazione dei dolci, del pane e della pasta:

l'attività aerobica fa bene, ma fino a un certo punto. Guarda le seguenti foto: maratoneta con centometrista a confronto








Inutile dire che l'evidenza mostra come i mostri dell'attività aerobica (i maratoneti) assomiglino quasi a fisici usciti da un campo di concentramento. mentre i centometristi, che coltivano la potenza muscolare e non la resistenza, hanno tutt'altro fisico
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 15:07:52

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Ma non hai torto, però pensa che l'uomo prima poteva ricaricare le sue riserve riposando a lungo. Ancora ogggi i cacciatori, lavorano pochissimo ad altoi oivello per procurarsi il cibo, per lo più fanno attività aerobica, ovvero camminano.

E poi nelle ipotesi c'è anche che consumasse saltuariamente semi di cereali e tuberi ricchi di amico.

Ricaricare le riserve di hòicogeno richiede un tempo molto lungo senza acrboidrati densi.

Ya non mi fare l'esempio degli americani che mangiano malissimo. Io sto soo dicendo che se sei a corto di riserve glicemiche e prossimo al catabolismo, mangaire carbo ad alto indice glicemico, fa aumentare l'insulina e poi la fa abbassare, quindi è fisiologico.

Non è fisiologica l'insulian sempre alta che per hiunta deve fare a cazzotti con i grassi per far entrare il glucosio nelle cellule.

I grassi saturi sono buoni!!! Basta con sta stupidaggine che i polinsaturi sarebbero buoni e i saturi no. Mi fai capire coem mai il nostro corpo produce grassi non buoni quando può per ristabilire le riserve degli stessi?

Il grasso saturo è necessario per risparmiare glucosio, specialmente al freddo dove il meccansimo dell'inslino resistenza è capitale per non rimanerci secchi (prova a stare al gelo solo con i carboidrati vedrai che vai sottoterra in un niente), secondo te perchè i popoli del nordo mancgiano molti grassi animali? Che sono comuqnue ricchi di saturi.

Gli uomini grassi con le tette, diventano così se incamerano grasso non se lo bruciano e lo mangiano, confondi gli effetti con una causa errata.

Da quando l'uomo conosce il latte e i formaggi, sta sempre male e si ammala di ogni accidente.

Basta pensare che solo il 29% della popolazione modiale è ttollerante al lattosio, almeno per quelloc he sappiamo, perchè ti posso garantire che molte volte un'intolleranza passa completamente inosservata.

basta guardare uno studio dell'università di Trieste sul glutine, dove si è trovato che parenti di persone con celachia dura da snidare, mostravano alocepia androgenetica e diabete di tipo 1, che spariva con l'eliminazione del glutine.

Le intolleranze spesso sono subdole, puoi vivere una vita intera ed avere solo un disturbo, che non riconducerai mai a quell'alimento, proprio perchè non lo levi mai dalal dieta.

Personamente io uso solo il mascarpone e lo fermento molto a lungo, perchè ha poche proteine e per lo più l'idrolisi con la fermentazione ma fatta pe rbene con molti ceppi batterici, mi permette di assumere una quota di garssi saturi molto salutare.

La prima è in pieno stato catabolico, quando io parlo di attività aerobica parlo solo di attività a bassa intensità e fatta a lungo, ma senza strafare.

Inoltre i mezzofondisti mangiano pochi grassi e questo aumenta la loro cortisolemia perchè il sistema deve pur bruciare qualcosa e non può incamerare quantità suifficienti di carboidrati per sforzi reiterati che sono contro natura. Nessun animale si riduce come i mezzofondisti perchè può essere fatale, una minima infezione può ucciderli.

Non mi portare centometristi ultraseguiti e geneticamente quasi perfetti.

Se prendoi 1000 persone e gli dai un virus letale, probabilmente uno si adatat e sppravvive, poi da lui nascono altri che sopravvivono alla lunga uno pensa che il virus è innocuo; accadde con l'ingfluenza quando gli spagnoli arrivarono nelle Americhe, fu un massacro per gli indios.

Così per i latticini e i cereali, man mano stanno selezionando chi si adatta a loro, coloro che vedi malati e deboli sono quelli che usciranno socnfitti lungo le generazioni dalla selezione genetica. Uno come Gabriel Garko ad esempio sta uscendo vittorioso, ma siamo nati tutti per essere belli alti e forti, che poi fattori ambientali bloccano i meccanismi ormonali, facendoci crescere bassi, con i denti storti (tipèico di chi non si adatta alle infiamamzioni intetsinali specialmente derivanti dall'uso considerato di zuccheri durante la crescita) e malaticci, dipende dall'ambiente non dalal genetica; in fondo siamo usciti vittorioso da una selezione mabientale durata migliaia se non milioni di anni, la quale si è fermata negli ultimi 50 anni, quando le condizioni di vita sono migliroate, ma ch econ i tumori e le malattie degenrative sta ricominciando a fare il suo corso.

TE LO RIPETO UM MARATONETA USA MALE IL SUO CORPO, COME UN CULTURISTA; PERCHè IL CORPO E'' FATTO PER PROCURARCI CIBO E SPESSO SI FA BASSISSIMA ATTIVITà AEROBICA, SENZA STRAFARE POI SE BECCHI UN BEL ANIMALE CERCHI DI RAGGIUNGERE IL MASSIMO DELLE TUE CAPACITA' PER FARE UN ALUDO BANCHETTO!!! COME MAI I BALLERINI CHE SI ALLENANO PER ORE O ANCHE CHI FA ATLETICA, HA UN CORPO STATUARIO?

Non puoi postare esempi viziati e mostrare che il principio è sbagliato.

Prova a camminare per mezz'ora un ora quando non ti alleni e vedi che non hai bisogno della definzione, va a dormire a orari confacenti (dico con il tu ma non mi riferisco a te perchè si capisce non ti conosco) e vedi come funziona.
Burian87 Burian87 24/01/2011 ore 16:00:33 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Non dirlo a me. Oltre all'attività anaerobica in palestra (ogni 3-4 giorni stile alta intensità) per necessità sono costretto a percorrere minimo 1Km al giorno camminando velocemente in dislivello (salire e scendere andata/ritorno). Da bioempedenziometria ho un BMI 22,4. Grasso 8,1%, Muscolo 49,3% acqua 66,9%.

Non riesco a fare a meno di pane e pasta ma da quando ho abbassato la quantità compensando un po' con mandorle e noci che prima non mangiavo la mia composizione corporea è migliorata. Per quanto riguarda le intolleranze al lattosio, queste sono più diffuse nei popoli dove non è stato tanto diffuso l'allevamento. Dalle statistiche invece emerge che le popolazioni più longeve sono quelle che fanno consumo di pesce come prevalente fonte proteica, più longevi secondo le statistiche dei vegetariani. (certo il pesce non deve essere inquinato)
streetdancers streetdancers 24/01/2011 ore 17:54:15 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Burian87 scrive:
Dalle statistiche invece emerge che le popolazioni più longeve sono quelle che fanno consumo di pesce come prevalente fonte proteica, più longevi secondo le statistiche dei vegetariani. (certo il pesce non deve essere inquinato)

Questo è falso se no gli eschimesi sarebbero i più longevi al mondo e invence hanno una vita media di 35/40 anni...Il pesce è tutti i prodotti di origine animali sono tossici per l'uomo...
La popolazione più lengeva sono gli "HUNZA" un popolo quasi del tutto vegano con tendenza al crudismo e la loro vita media è di circa 120 anni...
http://it.wikipedia.org/wiki/Buruscio
streetdancers streetdancers 24/01/2011 ore 18:06:59 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Non riesco a credere che c'è ancora gente convinta che serve una dieta iperproteica per avere un fisico muscoloso...Cavolo allora io che sono fruttariano-crudista e assumo a malapena solo 20/30 g circa di proteine totali giornaliere dovrei essere scheletrico, eppure ho un fisico muscoloso e scolpito...Non servono integratori e ne alimenti altamente proteici perchè ciò che vi rende forti e possenti e solo la pulizia interiore con cibi adatti al nostro organismo come la frutta,verdura,noci e semi...
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 18:40:14

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Gli Hunza? Ma li hai mai vistic he a 30 anni sembrano averne 100?

E quelli di Okinawa che mangiano molto prodotti animali tra cui anche il maiale non li vogliamo considerare? Solo che conduzono vita tranquilla e mangiano poche calorie perchè il loro sytile di vita glic onsente di non doversi abbuffare.

I prodotti animali sono al 100% ideali per l'uomo non i vegtali che producono molte tossine per imepdire di essere predate. Devo ricordare che i legumi allo stato naturale sarebbero immangiabili e che è da ascrivere a loro la colpa delel dficenze di minerali sempre presenti in Africa?

Burian non è che un popolo è più tollerante di un altro al lattosio, è che l'allevamento là è arrivato prima e chi non si è adattato è scomparso, mentre dove arriva più tardi inizia un fenomeno he adesso possiamo osservare ma che 10000 anni fa non lo si comprendeva nemmeno, quello dell'intolleranza. Ti ricordo che la vita media nella mezzaluna fertile era di 29 anni.

Street il veganesimo e il vegetarianesimo è solo un mito, nessun popolo è vegetariano perchè l'uomo è un cacciatore-raccoglitore, semmai sono proprio i cibi inadatti per l'uomo che gli creano problemi come i cereali e i latticini. Ma i primi in determinati frangenti sarebbero occasionalmente anche utili, i secondi sono etremamente dannosi.
Burian87 Burian87 24/01/2011 ore 19:14:48 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ slimmer:

ma scientificamente cosa renderebbe dannosi i latticini? A Campodimele(LT) è pieno di ultracentenari eppure il pezzo di formaggio non manca nelle loro diete, ed essendo un posto di media montagna (quasi 700m) mangiano anche carne. prodotti del luogo

-Formaggi
-Carne (specie di cinghiale)
-Cicerchie (tipo di legume mangiatissimo lì)
-Vino rosso

Campodimele, località situata a 150 km. a sud di Roma, è un paese come molti altri, che ha però una particolarità: degli 850 abitanti, 120 hanno oltre 80 anni, 48 oltre i 90 ed diversi ultracentenari !!!



slimmer slimmer 24/01/2011 ore 19:24:19

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Il fatto che chi li leva campa lo stesso e sta meglio?

Il fatto che ci sono centinaia di articoli su Pubmed sulla connessione tra alcune proteine del latte e il diabete di tipo 1?

Se un cibo ti ammazza poco per volta è difficile avere prova scientifica che è tossico.

Mo fai un'altra volta un ragionamento risibile. Se a Campodi mele so tutti creapati quelli che non li tolleravano, vuol dire che geneticamente ci sono solo quelli che si sono adattati, ma questo non vuol dire che senza non vivrebbero meglio e più a lungo.

Mo vammela a trovare tu una prova che non è così...

Campodimele 850 abitanti? Io ti porto la Sardegna, dove c'è il tasso più alto di diabete 1 e sono più di 850...

Te lo ripeto tutto deriva dalla selezione genetica, e uno stress continuo peggiora la situazione, giacchè un alimento che produce infiamamzioni perchè rende vulnerabili alle infezioni, diminuendo le difese immunitarie, crea uno stress continuo; ora in determinati individui potrebbe non bastare a ucciderli in 50-60 anni, ma non è detto che faccia bene. Io vorrei sapere i discendenti di queste persone che vanno via da Campodimele quanti anni campano, vedresti che la media è uguale alla nostra, perchè anche allo stress c'è un limite.

Ripeto tu confondi spesso le cause con gli effetti.
streetdancers streetdancers 24/01/2011 ore 20:59:29 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

slimmer scrive:
Gli Hunza? Ma li hai mai vistic he a 30 anni sembrano averne 100?

E quelli di Okinawa che mangiano molto prodotti animali tra cui anche il maiale non li vogliamo considerare? Solo che conduzono vita tranquilla e mangiano poche calorie perchè il loro sytile di vita glic onsente di non doversi abbuffare.

I prodotti animali sono al 100% ideali per l'uomo non i vegtali che producono molte tossine per imepdire di essere predate. Devo ricordare che i legumi allo stato naturale sarebbero immangiabili e che è da ascrivere a loro la colpa delel dficenze di minerali sempre presenti in Africa?


Difatti le vedure e i legumi non fanno parte dell'alimentazione umana anche se sono molto più saluri dei banchetti di cadaveri strapieni di cadaverina, putrescina e acido urico...L'alimentazione umana è fruttariana (solo frutta) ma è anche vero che gli Hunza sono una prova che una dieta vegano tendenzialmente crudista è un buon compromesso per garantirsi una vita altamente longeva e priva di malattie...

Street il veganesimo e il vegetarianesimo è solo un mito, nessun popolo è vegetariano perchè l'uomo è un cacciatore-raccoglitore, semmai sono proprio i cibi inadatti per l'uomo che gli creano problemi come i cereali e i latticini. Ma i primi in determinati frangenti sarebbero occasionalmente anche utili, i secondi sono etremamente dannosi.


Il veganismo e vegetarianismo non c'entrano con l'alimentazione umana, l'essere umano è fruttariano e non è vero che nato come cacciatore ma solo come raccoglitore...Cacciatore ci è divetato più tardi per non morire di fame a causa del freddo del pleistocene siccome la vegetazione scarseggiava...
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 21:12:34

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Per un singolo caso che non fa sport di prestazione e che non lo fa a livello amatoriale, non si tracci auna statistica, pe run solo vegano che fvanta questi risultati ne ho centinaia che con un alimentazione di tipo paleo, stanno benissimi e sono estremamente musoclosi e tonici.

Comunque a voi questi link:

http://www.albanesi.it/Alimentazione/vegana.htm

http://www.siracusacentro.com/component/content/article/243-la-dieta-vegetariana-e-vegana-fa-male-alla-salute-ecco-recenti-studi-in-materia-state-attenti-.html

E inoltre un non vegano che vive avendo un minimo di dsciplina, muore uguale a un vegano e vegetariano, ma si mantiene giovane più a lungo:

http://www.dottorperuginibilli.it/index.php/alimentazione/247-i-vegetariani-vivono-piu-a-lungo-dei-non-vegetariani-

Per non parlare poi del fatto che in passato si mangiavano tanti grassi animali e si viveva meglio e a lungo:

http://www.dottorperuginibilli.it/index.php/alimentazione/451-i-miti-della-dietologia-moderna

CON TANTO DI DIMOSTRAZIONE CHE LA DIETA MEDITERRANEA NON ESISTE E non e' mai esistita era solo la restrizione calorica che allunga la vita: La restizione calorica.

Ma lo stesos termine di restrizione calorica non ha senso, perchè se devi consumare tanto non puoi mangiare poco diverrebeb fortemente catabolica, ecco perchè in natura un essere vivente non mangia mai necessariamente un tot calorico, ma ciclizza.

MA AL GELO UNA DIETA VEGANA (E INTENDO GELO VERO NON QUELLO ITALIANO CHE E' RIDICOLO) SAREBBE FATALE.

Gianni oltre a essere offensivo, ci porti una testimonianza di cui non possiamo avere riscontro e pertanto priva di valore, non ti offendere ma sei ridicolo.

Le Bubbole qua non le conto io:

http://it.wikipedia.org/wiki/Paleodieta

All'interno c'è un articolo del ministero dei beni culturali:

http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/minisiti/alimentazione/sezioni/origini/articoli/preistoria.html

Dove si legge:

"C’è chi sostiene - sulla base della statura media elevata e della robustezza degli scheletri nelle poche sepolture giunte sino a noi, come della buona condizione dell’apparato scheletrico e dei denti - che il modo di vita delle popolazioni di cacciatori del Paleolitico Superiore fosse invidiabile proprio grazie alla grande disponibilità di carne e proteine."

mentre appena si passò all'allevamento, pilastro della società moderna e civile:

"La diffusione dell’agricoltura comportò un forte e costante aumento demografico, e la crescita di villaggi permanenti sempre più allargati. Il prezzo da pagare furono nuove malattie, prese dagli animali addomesticati e facilmente trasmesse nelle pessime condizioni igeniche dei primi centri sedentarizzati, e, in generale, un forte scadimento dello stato di salute generale. La diffusione dell’agricoltura, infatti, comportò ovunque, ad esempio, una sensibile riduzione dimensionale dei denti, mentre le diete basate principalmente sui cereali aumentarono immediatamente i casi di carie."

RIPETO NOI SIAMO FOGGIATI PER COMPIERE SUPERSFORZI MENTRE SIAMO SEMPRE IN MOVIMENTO E QUESTO CHE SI ADATTA PERFETTAMENTE ALAL GENETICA UMANA.

Che poi nasce uno che riesce a raggiungere buoni risultati da vegano (che poi vorrei vedere se avesse provato a mettere muscoli prima che diventasse tale, a suon di proteine indigeribili rispetto quelle animali che so assorbite per il 99%) quello è un'eccezione e non la norma, ma ripeto avrei voluto vedere da piccolo con questa dieta se andava o no lontano...
slimmer slimmer 24/01/2011 ore 21:18:29

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Anche la frutta contiene cadaverina e putrescina.

Ed il fruttosio che peggiora la gotta che e non la carne, e come ben sapete il fruttosio è presente maggiromente nella frutta.

L'alimentazione umana è di sola frutta? Quindi per due milioni di anni abbiamo sbagliato tutto? E siamo diventati possenti sbagliando alimentazione?

http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/minisiti/alimentazione/sezioni/origini/articoli/preistoria.html

Pare nel paleolitico fossimo alti e possenti, evidentemente mi sa che devi ritrattare qualcosa visto che i fatti socnfessano le tue affermazioni.

Veramente eravamo cacciatori anche in Africa, non a caso i Masai che so pastori, comunque tendono a mangiare carne, e sono uno dei popoli più forti del pianeta.

Perfino gli scimpanzè che sono molto simili a noi, geneticamente, amano fare battute di caccia e fare scorpacciate di insetti che so ricchi di grassi e proteine.

Mi sa che qua in molti non sanno cosa dicono e si basano su ideologie che su dati scientifici.





streetdancers streetdancers 25/01/2011 ore 01:05:28 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

slimmer scrive:
Anche la frutta contiene cadaverina e putrescina.

Ed il fruttosio che peggiora la gotta che e non la carne, e come ben sapete il fruttosio è presente maggiromente nella frutta.

L'alimentazione umana è di sola frutta? Quindi per due milioni di anni abbiamo sbagliato tutto? E siamo diventati possenti sbagliando alimentazione?


Per cortesia evitiamo di sparare gratuitamente false informazioni per avvalorare le proprie tesi e cerchiamo di essere obbiettivi...
Ma da quando in qua la cadaverina e putrescina si trova nei vegetali?Ti copio e incollo quello che c'è scritto su wikipedia...

"La cadaverina, una diammina fetida, è un prodotto di degradazione delle proteine. In particolare, è il prodotto di decarbossilazione dell’aminoacido lisina.

Si sviluppa nei processi di putrefazione dei tessuti animali, insieme alla putresceina e ad altre poliammine. La cadaverina presenta una certa tossicità, ha formula bruta NH2(CH2)5NH2 ed è molto simile alla putresceina dalla quale si differenzia per la catena alchilica formata da cinque CH2 anziché quattro. Il suo nome IUPAC è 1,5-diamminopentano.

La cadaverina non è tuttavia riscontrabile solo nei corpi in putrefazione, essendo presente in piccole quantità anche negli esseri viventi; è in parte responsabile del particolare odore dell'urina e dello sperma."
http://it.wikipedia.org/wiki/Cadaverina

Questo è sempre tratto da wikipedia riguardo la correlazione tra acido urico che si trova negli alimenti animali e la gotta...

"Nel corpo umano l'acido urico è formato come prodotto del metabolismo delle purine, ed in condizioni fisiologiche viene eliminato dal rene nelle urine. Se vi è iperuricemia, con una concentrazione di almeno 0,1 g/l di acido urico nel sangue, esso può precipitare ed accumularsi nelle articolazioni e nel tessuto connettivo, causando la patologia nota col nome di gotta."
http://it.wikipedia.org/wiki/Acido_urico



Pare nel paleolitico fossimo alti e possenti, evidentemente mi sa che devi ritrattare qualcosa visto che i fatti socnfessano le tue affermazioni.

Veramente eravamo cacciatori anche in Africa, non a caso i Masai che so pastori, comunque tendono a mangiare carne, e sono uno dei popoli più forti del pianeta.


Veramente quello che deve ritrattare sei tu siccome fai falsa informazione...L'uomo in origine mangiava quasi solo vegetali (raccoglitore) e dopo per esigenze di sopravvivenza è diventato cacciatore...
http://it.wikipedia.org/wiki/Paleodieta

Veramente eravamo cacciatori anche in Africa, non a caso i Masai che so pastori, comunque tendono a mangiare carne, e sono uno dei popoli più forti del pianeta.

Perfino gli scimpanzè che sono molto simili a noi, geneticamente, amano fare battute di caccia e fare scorpacciate di insetti che so ricchi di grassi e proteine.

Mi sa che qua in molti non sanno cosa dicono e si basano su ideologie che su dati scientifici.


Allora punto primo i masai consumano la carne poche volte l'anno in giorni particolari e non sono il popolo più forte della terra e questo lo so perchè viaggiando ho avuto modo di conoscerli di persona...Punto secondo gli scimpanzè fanno battute di caccia solo per mancanza di cibo e il fatto che si nutre di insetti non significa che sia un'onnivoro...Ad esempio la "lepre artica" che è un erbivoro, ogni tanto mangia le carcasse degli animali morti ma questo non significa che è onnivoro e può mangiare tutto quello che vuole...E che diresti del gatto? che è un'onnivoro solo perchè ogni tanto mangia l'erba?Non non siamo onnivori e non possiamo pretendere di esserlo diventati solo perchè per esigenze di sopravvivenza ci siamo messi a mangiare animali...La nostra conformazione biologica e le nostre origini storiche parlano chiaro che siamo fruttariani e non onnivori...

slimmer slimmer 25/01/2011 ore 13:04:35

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Allora supportiamo le informazioni con fatti scientifici.

http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=3860

http://www.blog.synergiacentrotrauma.it/2011/01/01/fruttosio-e-gotta/

Si parla di FRUTTOSIO.

http://www.albanesi.it/Salute/gotta.htm

Dove è palese che il Fruttosio è implicato nell'eziopatogenesi della GOTTA ma non la carne.

La gotta non è un problema derivato dall'acido urico, ma un problema derivante dall'incapacità di espellerlo, sono due cose molto diverse.

Comunque citare Wikipedia, per quandovalida non mi sembra che sia uguale a citare studi del sito dei beni culturali, quindi non capisco dove vuoi arrivare. E la putrescina la si trova anche nella frutta.

Inoltre la ritrovi nella carne in grandi quantità se in putrefazione, mo a meno che uno non mangia animali putrefatti in una bistecca c'è la stessa putrescina e cadaverina che nella frutta.

Vi ricordo poi che la carne viene frollata e qua agiscono lieviti e batteri lattici che evitano la putrefazione.

Ci fu un eseprimento in cui un pezzo di carne veniva messo nel kefir e di tanto in tanto si cambaiava quetso kefir, quel pezzo di carne non andò mai in putrefazione, quindi non produsse mai grandi quantità di cadaverina e putrescina, che hanno come unico difesso di essere potenti induttori della crescita cellulare, ecco perchè il Proffessor Franco Berrino, direttore dell'istituto dei Tumori al Policlinisco di Milano, sconsiglia nei malati di tumori intetsinali, l'uso della frutta.

Potete cercare Franco Berrino in rete, c'è un suo scritto dove spiega bene che la Frutta è ricca di putrescina e va evitata se si ha un tumore.

No L'uomo oramai mangia animali da 2 milioni di anni, è un tempo sufficiente affinchè la selezione genetica abbia fatto si che chi è il più forte mangaindo animali sopravvivesse, mentre è un tempo ridicolo quello dell'agricoltura. E se a te piace nutrirti di sola frutta per principio, prego, io non ti metto piede avanti; quando inizierai a perdere i denti, perchè conosoc fruttariani che perdono i dento dopo 4-5 anni di dieta, saranno affari tuoi.

I masai consumano carne continuamente, ad OKINAWA pure, tanto che una loro specialità è il maiale bollito, quindi non mentire.

http://web.tiscali.it/mediabrembate/masai.htm

http://www.tuttokenya.com/index.php?option=com_content&task=view&id=89&Itemid=1

Attenzione i Masai si nutrono di latte crudo di animali liberi di pascolare e sono rimasti isolati per lungo tempo, probabilmente sono stati selezionati gli individui atti ad essere i più adatti a questa alimentazione.

Comunque vedo che i vegani e fruttariani e i vegetariani in generale, non hanno perso l'abitudine di mentire per avere ragione, che tristezza.

Comunque gli scimpanzè organizzano batture di caccia per mangaire carne, e ti ricordo che tra i primati sono quelli più simili a noi.

http://www.bighunter.it/Natura/ArchivioNews/tabid/220/newsid734/2487/Default.aspx

Addirittura le femmine accettano volentieri la carne e hanno maggiori probabilità di diventare madri.

Ma con chi mi metto a discutere con uno che prende due link da wikipedia, che spiegano tra l'altro solo cos'è una molecola e da dove viene prodotta e pretende di dare lezioni a me che ho postato link scientifici, la discussione in teoria non esiste nemmeno.
streetdancers streetdancers 25/01/2011 ore 15:15:30 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

slimmer scrive:
Allora supportiamo le informazioni con fatti scientifici.

http://www.pillole.org/public/aspnuke/news.asp?id=3860

http://www.blog.synergiacentrotrauma.it/2011/01/01/fruttosio-e-gotta/

Si parla di FRUTTOSIO.

http://www.albanesi.it/Salute/gotta.htm

Dove è palese che il Fruttosio è implicato nell'eziopatogenesi della GOTTA ma non la carne.

La gotta non è un problema derivato dall'acido urico, ma un problema derivante dall'incapacità di espellerlo, sono due cose molto diverse.

Forse non hai capito che si riferisce al fruttosio sintetico che è chimico e concentrato e non al fruttosio contenuto nella frutta...Non esiste nessuna prova e nessun cretino che si permetterebbe di dire che la frutta è correlata con i tumori...La gotta è un problema dovuto all'accumulo di acido urico siccome non abbiamo l'enzima uricasi per poterlo eliminare...Se eramo onnivori avevamo l'enzima uricasi come tutti i dannati onnivori di questo pianeta...
Comunque citare Wikipedia, per quandovalida non mi sembra che sia uguale a citare studi del sito dei beni culturali, quindi non capisco dove vuoi arrivare. E la putrescina la si trova anche nella frutta.

Inoltre la ritrovi nella carne in grandi quantità se in putrefazione, mo a meno che uno non mangia animali putrefatti in una bistecca c'è la stessa putrescina e cadaverina che nella frutta.

Di sicuro le fonti che ho citato io sono molto più attendibili delle fonti che pubblichi tu che non sono altro che che siti strapagati e indottrinati dalle stessa scienza marcia che si contraddice su tutto...se ti pubblico le fonti lo faccio solo perchè esistono persone che credono che la verità possa arrivare da ciò che è ritenuto scientifico e da siti con una certa popolarità...Basta fare un semplice ragionamento per capire che quello che scrivi è paradossale...Si parla di onnivorismo quando di onnivoro biologicamente non abbiamo una mazza...Questa è contraddizione!!!
Per cortesia cerchiamo di essere obbiettivi e non cercare testardatamente informazioni che possano abbracciare le nostre aspettative...dire che la putrescina è la cadaverina si trovano sulla frutta è da pazzi e da disinformati...Se ritieni che queste due sostanze tossiche si trovino anche sulla frutta trovami un sito attendibile che lo dimostri oppure dimostramelo tu attraverso un ragionamento logico...

Inoltre la ritrovi nella carne in grandi quantità se in putrefazione, mo a meno che uno non mangia animali putrefatti in una bistecca c'è la stessa putrescina e cadaverina che nella frutta.

basta girare la frittata!!! La prova che la cadaverina e putrescina c'è su tutti gli animali che mangiamo che siano morti da poco o in totale putrefazione queste sostanze tossiche ci sono e non devono entrare nel nostro corpo...

Vi ricordo poi che la carne viene frollata e qua agiscono lieviti e batteri lattici che evitano la putrefazione.

Ci fu un eseprimento in cui un pezzo di carne veniva messo nel kefir e di tanto in tanto si cambaiava quetso kefir, quel pezzo di carne non andò mai in putrefazione, quindi non produsse mai grandi quantità di cadaverina e putrescina, che hanno come unico difesso di essere potenti induttori della crescita cellulare, ecco perchè il Proffessor Franco Berrino, direttore dell'istituto dei Tumori al Policlinisco di Milano, sconsiglia nei malati di tumori intetsinali, l'uso della frutta.


Prima di tutto questo esperimento non dimostra un bel nulla, poi quale prova logica e scientifica c'è in tutto questo?Che la putrescina e cadaverina siano in poche o in tante quantità in base allo stato di decomposizione, non dimostra nulla perchè sono sempre sostanze che fanno male e non devono entrare nel nostro organismo...Anzi adesso spiegami attraverso la tua logica e postandomi qualche prova scientifica come la frutta possa causare tumori...Ti ripeto che secondo me tu stai facendo di tutto per avvalorare le tue aspettative...
Potete cercare Franco Berrino in rete, c'è un suo scritto dove spiega bene che la Frutta è ricca di putrescina e va evitata se si ha un tumore

Ma tu ti accerti delle ricerche che fai?tralasciando il discorso che franco Berrino non è nessuno, ti riporto un pezzo di quello che ho trovato nei suoi articoli che ovviamente è sempre il contrario di quello che dici...
Un taglio alle calorie
Numerosi studi hanno dimostrato che un elevato apporto calorico favorisce lo sviluppo dei tumori, mentre la restrizione calorica sembra ridurne il rischio. Tra i tumori in qualche modo associati a sovrappeso e obesità ci sono quelli al seno. "Per cercare di ridurre l' apporto calorico il consiglio è quello di privilegiare i cibi che saziano molto: i cereali integrali, frutta e verdura, che fanno volume e hanno il pregio di contenere pochi grassi" dice Berrino. Un' alimentazione incentrata sui vegetali avrebbe infatti un ruolo protettivo nei confronti di diversi tumori, tra cui quelli del cavo orale, del polmone (contrastando gli effetti negativi del fumo di sigaretta) e quelli dell' apparato gastrointestinale.

Meno carne, più legumi
"Secondo stime dell' Organizzazione mondiale della sanità il consumo abituale di proteine, soprattutto animali, delle popolazioni occidentali è circa doppio di quello necessario (16% delle calorie totali, rispetto a un fabbisogno medio di 8) - sottolinea Berrino -. Mangiarne meno non espone a carenze e può avere solo effetti positivi. Un piatto di cereali con un pò di legumi fornisce tutti gli amminoacidi (che formano le proteine) di cui abbiamo bisogno, senza sovraccaricare l' organismo con quelli di provenienza prevalentemente animale".

http://alimentazione-naturale.blogspot.com/2007/04/prevenzione-ecco-come-ridurre-tavola_16.html
No L'uomo oramai mangia animali da 2 milioni di anni, è un tempo sufficiente affinchè la selezione genetica abbia fatto si che chi è il più forte mangaindo animali sopravvivesse, mentre è un tempo ridicolo quello dell'agricoltura. E se a te piace nutrirti di sola frutta per principio, prego, io non ti metto piede avanti; quando inizierai a perdere i denti, perchè conosoc fruttariani che perdono i dento dopo 4-5 anni di dieta, saranno affari tuoi.

impossibile siccome l'uomo è nato in africa 180 mila anni fa e la caccia l'ha scoperta più tardi...Ti ho postato prima una fonte su questo argomento che smentisce quello che dici ma a quanto vedo sei tu che decidi a tuo piacimento quali sono i fatti storici...Dubito che tu conosca qualche fruttariano ma sicuramente hai letto sulla rete di qualche cretino che mangiando solo frutta ha perso i denti...Non posso negare che possa esser vero ma questo è solo dovuto al fatto che la dieta non è stata eseguita correttamente...Non si diventa fruttariani da un giorno all'altro e per di più è da folli nutrirsi per lunghi periodi di sola frutta acida, come qualcuno ha fatto...è incredibile che basti solo qualche cretino che faccia le cose con il culo per far gridare a tutti "Al lupo,al lupo"!
I masai consumano carne continuamente, ad OKINAWA pure, tanto che una loro specialità è il maiale bollito, quindi non mentire.

http://web.tiscali.it/mediabrembate/masai.htm

http://www.tuttokenya.com/index.php?option=com_content&task=view&id=89&Itemid=1

Attenzione i Masai si nutrono di latte crudo di animali liberi di pascolare e sono rimasti isolati per lungo tempo, probabilmente sono stati selezionati gli individui atti ad essere i più adatti a questa alimentazione.

ma ne sei sicuro che consumano tanta carne?Quello che hai postato infatti dice esattamente il contrario siccome c'è scritto che la consumano solo in occasioni speciali...Boh non ti capisco e sinceramente sto cominciando a sentirmi stupido nel confrontarmi con uno che si smentisce da solo...
Comunque vedo che i vegani e fruttariani e i vegetariani in generale, non hanno perso l'abitudine di mentire per avere ragione, che tristezza.

Comunque gli scimpanzè organizzano batture di caccia per mangaire carne, e ti ricordo che tra i primati sono quelli più simili a noi.

http://www.bighunter.it/Natura/ArchivioNews/tabid/220/newsid734/2487/Default.aspx

Addirittura le femmine accettano volentieri la carne e hanno maggiori probabilità di diventare madri.

Ti ripeto che gli scimpanzè fanno battute di caccia per 2 motivi, per scarsità di cibo o per ragioni sociali...Il fatto che nella dieta degli scimpanzè ci sia un 2% di cibo animale non significa che siano predisposti per mangiare carne se no anche la lepre artica sarebbe onnivora e invece è erbivora...Visto allora che prendi come esempio l'alimentazione degli scimpanzè come esempio per la nutrizione umana allora perchè non mangi come loro?Già questo dovrebbe garantire la salute a vita di tutti perchè un 2% di carne è davvero una miseria per poter danneggiare il proprio corpo...
Ma con chi mi metto a discutere con uno che prende due link da wikipedia, che spiegano tra l'altro solo cos'è una molecola e da dove viene prodotta e pretende di dare lezioni a me che ho postato link scientifici, la discussione in teoria non esiste nemmeno.

guarda che dovrei essere io a dirlo siccome sei tu che hai postato siti inattendibili e che addirittura ti sei autosmentito e questo dimostra che non sai nemmeno cosa leggi...Di scientifico non hai postato nulla ma solo siti che ti fanno comodo e aggiungo anche che wikipedia tende ad avvalorare le tesi della scienza ortodossa che proprio come te si smentisce da sola con qualche semplice ricerca e un pò di sano ragionamento...

Burian87 Burian87 25/01/2011 ore 15:15:33 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ gianni10.8:

Non hai capito. La statistica era uno studio (se lo trovo lo posto) che prese in esame un vasto campione di persone vegane, un campione di persone con un'alimentazione onnivora e un campione di persone che faceva uso di pesce e non di carne e latticini-uova come fonte proteica animale. Sorprendentemente (ci si aspettava che i vegani fossero i più in salute) gli onnivori contrassero più tumori allo stomaco rispetto agli altri, i vegani contrassero più tumori all'intestino rispetto agli altri due gruppi. Il gruppo che risultò in assoluto meno colpito da tumore (apparato digerente) fu quello del gruppo che mangiava pesce come fonte proteica.

Riguardo agli inuit l'aspettativa di vita media bassa è dovuta principalmente ad altissima percentuale di mortalità infantile. Va anche considerato che l'ambiente in cui vivono è particolarmente ostile (periodiche crisi alimentari che espongono a denutrizione).
Comunque non è tanto scientifico riferirsi a popolazioni chiuse (come inuit e l'altra citata) perchè in esse possono essere preponderanti fattori genetici che sfalsano il ruolo delle abitudini alimentari



Io ho trovato questo sul cancro allo stomaco
Fattori metabolici e nutrizionali: ci sono chiare correlazioni tra alcuni cibi consumati nei paesi ad alto rischio e l'incidenza del tumore allo stomaco; la dieta comune in queste nazioni è ricca di carboidrati e cereali, ma povera di frutta fresca e verdura, di Grassi e di vitamine, soprattutto vitamina A. Non sembra che tale composizione dietetica sia di per sé cancerogena, piuttosto essa sarebbe in grado di favorire l'azione di eventuali patogeni (batteri o altro) nei confronti della mucosa gastrica. È stato visto, inoltre, che alcune sostanze chimiche chiamate nitrosamine (che contengono azoto ed ossigeno), possono provocare il tumore allo stomaco. Questi nitrocomposti si formano nell'uomo quando i nitrati, che sono contenuti in alcuni alimenti, vengono trasformati in nitriti nello stomaco; i nitriti a loro volta, sempre in questa sede, interagiscono con le amine, formando nitrosamine, che hanno attività cancerogena. La trasformazione di nitrati e nitriti in nitrosamine avverrebbe ad opera di batteri che spesso colonizzano lo stomaco già affetto da altre malattie, come la gastrite atrofica. I nitrati si trovano principalmente nei cibi affumicati, poiché hanno la funzione di conservanti; li possiamo trovare, in piccole quantità, anche in pesce, carne, salumi, formaggi e birra. Anche il fumo è visto come un fattore capace di aumentare il rischio di tumore dello stomaco.
Gastrite atrofica: è una malattia precancerosa, cioè precede lo sviluppo del tumore allo stomaco, che su di essa può originare più facilmente. E' caratterizzata dalla progressiva scomparsa delle ghiandole dello stomaco e dalla presenza, in oltre il 40% dei casi, di ghiandole che si trovano nell'intestino (metaplasia intestinale), e quindi atipiche per la regione gastrica. È una malattia molto frequente, infatti ne soffre il 20-25% dei giovani apparentemente sani ed il 50-60% degli anziani, ed è stata associata al 90% dei casi di tumore allo stomaco.
http://www.my-personaltrainer.it/salute/tumore-stomaco.html
streetdancers streetdancers 25/01/2011 ore 15:48:53 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Burian87 scrive:
Non hai capito. La statistica era uno studio (se lo trovo lo posto) che prese in esame un vasto campione di persone vegane, un campione di persone con un'alimentazione onnivora e un campione di persone che faceva uso di pesce e non di carne e latticini-uova come fonte proteica animale. Sorprendentemente (ci si aspettava che i vegani fossero i più in salute) gli onnivori contrassero più tumori allo stomaco rispetto agli altri, i vegani contrassero più tumori all'intestino rispetto agli altri due gruppi. Il gruppo che risultò in assoluto meno colpito da tumore (apparato digerente) fu quello del gruppo che mangiava pesce come fonte proteica.


Il veganismo non c'entra nulla con quello che trattiamo io e Gianni...I vegani fanno anche uso di cibi cotti,raffinati e di droghe come la caffeina e la teina ed è per questo che non si trovano significativi miglioramenti...L'igienismo naturale è tutt'altra cosa e purtroppo non ci sono statistiche che lo possono dimostrare...
Riguardo agli inuit l'aspettativa di vita media bassa è dovuta principalmente ad altissima percentuale di mortalità infantile. Va anche considerato che l'ambiente in cui vivono è particolarmente ostile (periodiche crisi alimentari che espongono a denutrizione).
Comunque non è tanto scientifico riferirsi a popolazioni chiuse (come inuit e l'altra citata) perchè in esse possono essere preponderanti fattori genetici che sfalsano il ruolo delle abitudini alimentari

Il problema è che non si tratta solo degli inuit ma di qualsiasi altro popolo che nonostante viva in un ambiente non ostile si ritrova con una vita media scarsa...Un esempio sono i masai che hanno una vita media di circa 50 anni...Le morti infantili che riguardano gli inuit potrebbero anche essere causate da infiammazioni intestinali dovuti a batteri e virus che si trovano nel pesce e un semplice colpo di diarrea in quelle zone può risultare fatale per dei bambini...
Burian87 Burian87 25/01/2011 ore 18:16:23 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ streetdancers:

Mi spieghi su cosa si basa questo igienismo naturale?

Perchè la caffeina non è igineica? Non è forse derivata da un seme di madre natura? Ha un effetto sulla psiche come tantissimi altri semi-spezie ed erbe di cui l'umanità fa uso da tempi immemori. Ci sono ad esempio indigeni dell'amazzonia che si drogano quotidianamente con piante allucinogene durante dei riti tribali.
La cottura dei cibi è il processo che ha consentito il grande salto evolutivo umano. Mi spieghi nei dettagli questa teoria su che si basa
streetdancers streetdancers 25/01/2011 ore 18:55:22 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ Burian87: L'igienismo naturale si basa sull'introdurre alimenti adatti all'essere umano in modo che possa tenere il proprio corpo pulito da cibi che avvelenano l'organismo...In origine noi esseri umani consumavamo alimenti crudi e che si adattavano al nostro palato (frutta,bacche e semi) e alla propria conformazione biologica come tutti gli animali di questo mondo...Purtroppo a causa di alcuni fattori climatici come l'era glaciale ci ha spinto a cacciare e a cucinare per poter sopravvivere portandoci fuori dal nostro ciclo naturale...Se ci fai caso raramente gli animali selvatici nel proprio habitat si ammalano oppure sono grassi, proprio perchè la loro vita segue un ciclo naturale...Purtroppo se un alimento non lo possiamo consumare crudo significa che non è destinato ad essere mangiato da noi...Il caffè deve essere bollito e zuccherato per essere consumato e questo significa ingannare la natura per i propri fini egoistici, per non parlare che la caffeina crea dipendenza, squilibrio ormonale e mentale...E poi non è vero che la cottura ci abbia fatto evolvere ma ben sì regredire, siccome dal momento che abbiamo cominciato ad assumere cibi inadatti sono cominciate a nascere le più svariate malattie che oggi tutti conoscono...
Non esiste nessuna prova concreta e logica che la cottura ci abbia fatto evolvere...Beh a parte che secondo me la teoria dell'evoluzione da scimmia a homo sapiens è una grande cazzata siccome fa acqua da tutte le parti...
Burian87 Burian87 25/01/2011 ore 19:44:14 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

@ streetdancers:

Beh comunque deriviamo dai primati...
Su tutti i libri si legge che con lo sviluppo del fuoco e la cottura dei cibi c'è stato un enorme salto evolutivo grazie al fatto che primaditutto la cottura ha consentito l'eliminazione di agenti patogeni (distrutti dalle alte temperature). Poi ha reso il cibo più commestibile.

In natura gli animali si ammalano eccome. A volte in gruppi popolosi di animali scoppiano vere e proprie pandemie che fanno stragi. Secondo questo concetto di igienismo alimentare non dovresti nemmeno assumere medicine, andare dal medico ecc...si finirebbe per campare 20 anni.

In realtà basta essere cauti che i cibi che normalmente digeriamo e quindi sono per noi commestibili, non risultino inquinati (cosa difficile purtroppo al giorno d'oggi, a meno di avere ognuno un grande orto-fattoria)
slimmer slimmer 25/01/2011 ore 20:10:39

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Allora cerchiamo di spiegare al vegano o igienista o quello che è come funziona la storia.

Berrino allora è un cretino, cerca on-line Franco Berrino e chiedigli se è bene mangiare frutta quando si ha un tumore al tratto gastroenterico, poi se ti dice di no, dagli del cretino.

Se ogni cosa che cito io è pagata da qualcuno, quando comunque quello che c'è scritto è rscontrabile, io avrò sempre torto, ma a tua detta perchè qualcuno dotato di un minimo di intelletto può giudicare da sè chi riporta fatti e chi riporta bubbole, come le ha definite un tuo amico vegano...

La cadaverina e la putrescina entra in continuazione nel tuo corpo e i batteri del tuo corpo la producono in continuazione, come producono l'acido butirrico che il tuo intestino assorbe e tu usi per produrre energia dalla verdura che altresì non potresti digerire. MA la tua ignoranza colossale non ti consente di sapere come stanno le cose.

Chiama Berrino e fatti dare le prove che chi sta male a lviello gastroenterico non deve mangiare frutta.

MA io non ti ho detto che concordo con l'alimentazione di Berrino che è macrobiotica, tant'è che sto cecando di mettermi in contatto con lui per farmi spiegare come mai a Okinawa che mangiano tantissimi grassi e proteine ma mangiano poche calorie stanno comunque bene e so efficienti fino a tardissima età.

A riprova comunque che io non sono di parte, perchè cito addirittura Medici che in tema di alimentazione la pensano in modo diametralmente opposto al mio.

Siccome l'uomo è nato in africa 180mila anni fa? E secondo te siamo usciti dal nulla? Forse tu neghi una cosa chiamata evoluzione che ci ha visto essere il risultato di milioni di anni, di cui gli ultimi 2, di milioni, a cuocer eil cibo e a mangiare tante proteine animali.

I masai mangiano carne in continuazione, gli stessi Hunza, che mangiano comunque carne, fanno accadere piccoli incidenti per poterne consumare.

Ah gli Inuit che chiamate in causa, vivono in un ambiente ostile, con le diete vegane schiattereste in pochi giorni se non ore.

Resta che lo scimpanzè comunque ha una anatomia diversa della nostra con un intetsino più lungo, noi abbiamo intetsino intermedio tra onnivori ed erbivori, quindi quetsi co pone nella categoria di coloro che possono consumare prodotti vegetali e animali.

E conta che nessun popolo sulla terra è vegano.

La vita media di ogni popolo è scarsa? A okinawa hanno una media di 110 anni, tu la trovi scarsa?

A proposito Shelton che era il padre dell'Igienismo mori in un modo cruento divorato da non ricordo quale malattia degenerativa, e questo sarebbe lo stile di vita che uno dovrebbe seguire per vivere a lungo e bene, NO GRAZIE!!!

La teoria dell'evoluzione è una cazzata? E sarebbero le tue giuste teorie?

Capisco siamo proprio in presenza di un povero mentecatto che crede alle fiabe piuttosto che parlare con dati scientifici, è completamente inutile rispondergli, anzi sarebbe utile bannarlo per evitare che qualcuno si facci fregare e abbia dei seri danni alal salute.

Posta ricerce a supporto di quello che dici e poi ne riparliamo.

Burian io ti posto un paio di articoli sul glutine, ecco perchè se ricordi avevo detto che i cereali in generale so dannosi ma alcuni so utili insieme alle patate.

Se uno si è allenato in modo estremo, può ricaricare le riserve di glicogeno che normalmente si ricaricherebbero in troppo tempo, e poter quindi star bene, perchè con poco glucosio a disposizione le funzioni immunitarie declinano velocemente e il fruttosio non è usato bene come il glucosio, che possiamo procurarci da riso e patate.

Perchè il glutine no?

http://www.progettodiabete.org/indice_net800.html?expert/2001/e2_1213.html

E pensa che sta signora ha potuto con successo anche usare latticini, in piccole quantità, che però siano molto fermentati.

HO PIU' VOLTE SPUTTANATO L'IGIENISMO E IL FRUTTARIANESIMO, PERCHE' EX-PRATICANTI HANNO AVUTO DANNI GRAVISISMI DA QUESTA DIETA E NON HO INCONTRATO AD ORA, PERSONE CHE STANNO BENE PRATICANDOLA. HANNO QUALCHE BENEFICIO ALL'INIZIO, INIZIANO A ELIMINARE CIBI -SPAZZATURA E A VIVERE MEGLIO, MA POI HANNO DANNI GRAVISSIMI. uNO DI LORO CONFESSO' SU UNO DI QUESTI SITI, CHE QUESTA DIETA FACEVA CADERE I DENTI,E NON SOLO A LUI, IL RISLUTATO CHE FU PRONTAMENTE MESSO A TACERE, TRAMITE BANNAGGIO.
streetdancers streetdancers 25/01/2011 ore 23:26:22 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Burian87 scrive:
Beh comunque deriviamo dai primati...
Su tutti i libri si legge che con lo sviluppo del fuoco e la cottura dei cibi c'è stato un enorme salto evolutivo grazie al fatto che primaditutto la cottura ha consentito l'eliminazione di agenti patogeni (distrutti dalle alte temperature). Poi ha reso il cibo più commestibile


infatti quanti primati ci sono che si abbuffano di carne,latticini e cereali?la maggior parte dei primati sono rigorosamente fruttariani a parte qualcuno che è onnivoro (gorilla,babbuino) e consuma solo uno scarsissimo 5% di cibi animali...
Se per salto evolutivo si può intendere che la cottura ci abbia fatto sopravvivere alla glaciazione mi sta anche bene ma il fatto che continuiamo a mangiare sempre cotto e da onnivori sinceramente è una pazzia...La cottura potrà anche ridurre gli agenti patogeni ma il problema c'è sempre siccome il cibo si priva di preziosi elementi nutritivi e poi la cottura fa addirittura aumentare alcune sostanze tossiche...
In natura gli animali si ammalano eccome. A volte in gruppi popolosi di animali scoppiano vere e proprie pandemie che fanno stragi. Secondo questo concetto di igienismo alimentare non dovresti nemmeno assumere medicine, andare dal medico ecc...si finirebbe per campare 20 anni.

Certo che si ammalano ma questo succede raramente quando gli animali vivono in natura e in posti incontaminati dall'uomo...Noi invece siamo perennemente ammalati...Cmq io non assumo farmaci e non vado dal medico perchè con questo stile di vita sono immune da malttie che non si manifestano mai casualmente come ci fanno credere i medici...

slimmer slimmer 26/01/2011 ore 00:31:34

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

Vorrei prima di tutto chiarire che non considero Berrino un cretino, la frase che ho scritto potrebbe essere interpretata male e non voglio che questo accada, anzi secondo me, pur non condividendo il tipo di dieta che usa e le motivazioni macrobiotiche della stessa, considero il suo lavoro abbastanza avanti, perchè è il primo a legare i tumori ai fattori di crescita (veramente qua non proprio il primo) e a dirci come far decrementare i fattori di crescita nel sangue (personalmente per me qua è il primo).

Ci tengo a precisarlo perchè rispondendo al fruttariano, che non considero minimamente sotto il piano scientifico, può sembrare che io dia del cretino a Berrino, ma ripeto per me è molto avanti e sfata pure un sacco di miti, come la presunta bontà della frutta se si è malati di tumore gatroenterico e della malignità dei grassi saturi, dove in un suo scritto ho letto un esempio magistrale.

Ovvero che se lavori al gelo facendo il contadino e magari hai casa poco riscaldata, i saturi so necessari, ed io concordo in pieno, perchè senza la resistenza insulinica generati da questi (che non è una patologia ma è il smeplcie fatto che il corpo intelligentemente per economia cerca di risparmiare glucosio e amminoacidi bruciando grassi) al gelo non si resisterebbe per niente.

DETTO QUESTO, CHE è UN DOVEROSA PRECISAZIONE, PASSIAMO A RISPONDERE AL FRUTTARIANO E ALLE SUE FARNETICAZIONI, PRIVE DI RIFERIEMNTO SCIENTIFICO.

I primati si abbuffano di carne se possono, e che a parte l'uomo non hanno il cervello, che nessuno considera arma evolutiva al pari degli artigli, per potersi procurare spesso la carne.

Hai ragione prima di 10000 anni fa nessun primate si riempiva di cereali nemmeno di latticini, ma 10000 anni fa da oltre 2000000 di anni si rimpinzava di carne e c'è tanto di sito dei beni culturali ha dimostrare che stava benissimo non bene.

La cottura fatta per bene non crea sostanze tossiche, l'unico problema sono gli AGEs, che diminuiscono se non annullano il valore biologico delle carni, ma con opportuna accortenza il fenomeno è limitatissimo.

Non mi parlare di ammine eterocicliche perchè si deve cuocere in un modo barbaro la carne per fargliele produrre, ad esempio alla griglia.

Anche io con la paleodieta con ricariche sono immune da malanni ed ho una resistenza notevole al freddo, cosa che sicuramente tu non hai, perchè ho visto i fruttariani come siete messi, avete zero depositi di grasso e il grasso è una risorsa preziosa al freddo, giacchè isola dallo stesso, e si pul bruciare lentamente per non congelare.

Ah un mio amico seguendo una paleo stretta e introducendo ricariche, ha ribaltato una alopecia androgenetica, passando dal terzo stato della scala di Hamilton al primo.

Te lo ripeto come l'ho detto quando ho spiegato l'azione ormonale del cibo.

I grassi fanno aumentare il testosterone, ma questo non fa cadere i capelli perchè aumenta quello totale, ovvero quello potenzialmente spendibile, mentre quello attivo biologicamente no.

Se poi si consumano tante calorie (per tante intendo oltrei bisogni) con molti grassi e carbo ad alto indice glicemico, si ha un aumento perenne dell'insulina plasmatica (qua il fenomeno della resistenza insulinica connessa ai grassi saturi crea problemi) che abbassa di molto una globulina plasmatica ovvero l'SHBG (sex hormon binding globuline = globulina legante gli ormoni sessuali), liberando gli androgeni.

Qua a livello di capelli si aprono due scenari:

Se il soggetto è nato con un deficit di 5-alfa-reduttasi, pur avendo i livelli continuamente alti di testosterone libero, non li converte in DHT (diidrotestosterone) ormone molto potente e attivo a livello periferico ed è lui che segnala al bulbo di allungare la fase di telogen (ovvero di andare a riposo) e nel contempo lo stato infiammatorio tipico di chi si iperalimenta distrugge il bulbo. Così anche se uno a livello ambientale dovrebbe perdere i capelli, per un colpo di culo genetico (che in situazioni normali lo svantaggerebbe perchè il DHT è un potente induttore del desiderio sessuale quindi in natura chi non ne produce a sufficienza si accoppia di meno ed ha meno peli che per quando strano possa sembrare in natura sono segno di salute); riesce a non perdere i capelli.

Se il soggetto è fornito nel corredo genetico della capacità di immettere in circolo molta alfa-reduttasi specialmente di tipo 2 (enzima molto più potente e attivo a livello follicolare della 1), allora sono dolori di pancia.

Il DHT si legherà al recettore citosolico che codifica la fase di telogen (ricordate che gli ormoni il messaggio lo portano solo) e man mano i capelli andranno in stato quiescente, sostanzialmente a livello di chioma è come tornare bambini.

Infatti il recettore sotto il messaggio del DHT inizierà a non produrre cAMP che da il messaggio alla cellula di aumentare la glicolisi e innestare la duplicazione cellulare, con le cellule prodotte che poi creeranno i presupposti per filare la cheratina di cui i capelli sono fatti.

L'esito o meno infausto dell'alopecia androgenetica dipendono poi dalla propensione dell'infiammazione; così abbiamoc he i capelli cadono in 2 o 10 anni, per dirne una.

COME POSSO FERMARE QUESTO?

Diminuendo i livelli di insulina, mangiando solo quello che si consuma (usando con oculatezza grassi saturi e carboidrati densi), facendo attività fisica, perchè se si usano bene i grassi, è difficile che questi creano problemi e ci inducano a mangaire fuori pasto.

VI RICORDO CHE A DIGIUNO UN ORGANISMO NON MALATO DI DIABETE USA I GRASSI E NON I CARBOIDRATI.

UNO CHE HA IL DIABETE HA I MITOCONDRI IMPAZZITI CHE PENSANO SOLO A BRUCIARE CARBOIDRATI SCARTANDO I GRASSI.

E NON A CASO LA GLICOLISI ESACERBATA E' INDICE DI UN PROBABILE TUMORE IN CORSO (AUMENTA MEDIAMENTE DEL 200%).

Berrino se ne è accorto, ma ha completamente azzerato la nostra storia evolutiva, dimenticandosi che un cacciatore raccoglitore, non mangia grani e latticini (che a onor del vero lui condanna senza mezzi termini perchè il latte contiene forti induttori di crescita e i suoi nutrienti aumentano di molto la secrezione insulinica) INOLTRE C'E' da spiegare come mai a Okinawa con diete prevalentemente basati sui grassi non si mangi mai tanto, e come mai i popoli appena possono cercano di procurarsi i grassi animali, nonchè le loro proteine.

Va bè ma sono sicuro che il Fruttariano mi dirà che io sbaglio ancora e che è per puro caso che il cervello umano è ricchissimo di grassi saturi, indice che sono componenti fondamentali per la nostra salute, non a caso a bilancio energetico positivo, il meccanismo ancestrale di deposito, converte tutti i carboidrati in garssi saturi e acido oleico.

streetdancers streetdancers 26/01/2011 ore 01:32:35 Ultimi messaggi

(Nessuno)RE: QUANDO ASSUMERE PROTEINE IN POLVERE

slimmer scrive:
Allora cerchiamo di spiegare al vegano o igienista o quello che è come funziona la storia.

Berrino allora è un cretino, cerca on-line Franco Berrino e chiedigli se è bene mangiare frutta quando si ha un tumore al tratto gastroenterico, poi se ti dice di no, dagli del cretino.

Ho già visto sto franco berrino e quanto pare il suo studio che ti ho copiato e incollato non lo hai letto per renderti conto che ti sei autosmentito...E poi sinceramente perchè non mi spieghi a parole tue come sia possibile che la frutta causi tumori? al posto di citare studi inesistenti e di fare nomi di persone con un certo titolo di studio...
Se ogni cosa che cito io è pagata da qualcuno, quando comunque quello che c'è scritto è rscontrabile, io avrò sempre torto, ma a tua detta perchè qualcuno dotato di un minimo di intelletto può giudicare da sè chi riporta fatti e chi riporta bubbole, come le ha definite un tuo amico vegano...

il problema è che tu non citi prove che dimostrano percorso logico, tu invece copi e incolli solamente quello che dice la scienza e qualche studioso indottrinato ma la cosa che sinceramente mi da fastidio e che falsa informazione dicendo cose che non sono vere pur di avvalorare le tue tesi...Ancora non mi hai risposto su quale fonte hai attinto la castroneria che nella frutta c'è la cadaverina e la putrescina...
La cadaverina e la putrescina entra in continuazione nel tuo corpo e i batteri del tuo corpo la producono in continuazione, come producono l'acido butirrico che il tuo intestino assorbe e tu usi per produrre energia dalla verdura che altresì non potresti digerire. MA la tua ignoranza colossale non ti consente di sapere come stanno le cose.

Oddio cosa mi tocca leggere...La cadaverina e la putrescina hanno modo di esserci nel nostro intestino solo quando ci si alimenta con ci animali siccome i batteri attaccano le proteine trasformandole in prodotti diversi da quelli originali (amine).
A parte quello che scrivi che non sta ne in cielo e ne in terra adesso gentilmente postami qualche prova scientifica di quello che hai scritto...
Chiama Berrino e fatti dare le prove che chi sta male a lviello gastroenterico non deve mangiare frutta.

MA io non ti ho detto che concordo con l'alimentazione di Berrino che è macrobiotica, tant'è che sto cecando di mettermi in contatto con lui per farmi spiegare come mai a Okinawa che mangiano tantissimi grassi e proteine ma mangiano poche calorie stanno comunque bene e so efficienti fino a tardissima età.

E un pò la stessa minchiata che mi dissero a me i medici per combattere la colite...A parte il fatto che ho di meglio da fare che chiamare degli sfigati indottrinati peggio ancora se sono macrobiotici...Con tutto il rispetto per Georges Ohsawa ma mi dispiace dover dire che tutte le sue teorie sulla macrobiotica, nel tempo sono andate a finir nel cesso con la sua arte del tè...io non ho problemi a confrontarmi con le persone, che sia berrino,osama bin laden oppure barak obama ma a patto che ci sia una certa logicità e attendibilità in quello che si dice e nei dati che si forniscono...
Siccome l'uomo è nato in africa 180mila anni fa? E secondo te siamo usciti dal nulla? Forse tu neghi una cosa chiamata evoluzione che ci ha visto essere il risultato di milioni di anni, di cui gli ultimi 2, di milioni, a cuocer eil cibo e a mangiare tante proteine animali.

Mai letto zecharia sitchin?Se lo leggerai capirai perchè non credo alla teoria dell'evoluzione...
I masai mangiano carne in continuazione, gli stessi Hunza, che mangiano comunque carne, fanno accadere piccoli incidenti per poterne consumare.

i masai ti ripeto per l'ultima volta che consumano carne solo occasionalmente e prima hai addirittura postato un sito che ti ha autosmentito...Se mai i masai mangiano tanti altri prodotti animali ma la carne la lasciano solo per alcuni gior