Salute e Benessere

Salute e Benessere

Sei in forma o hai qualche chilo di troppo? Scambiamoci qualche idea su come mantenere la linea!

gohanina gohanina 25/01/2010 ore 00.44.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

NightEternal scrive:
Non impongo niente ;) però volevo fare presente che ci sono dei vantaggi. Del resto non me ne viene in tasca nulla a pubblicizzare questo stile di vita.

Vorrebbe anche essere un punto di partenza per una riflessione su come viviamo oggi... penso che, quale che sia la tua opinione in merito, non vorrai negare neanche uno dei miei punti. O no?


si si ma...sembra che vuoi sentirti dire bravo...bravo! penso che tu abbia assolutamente ragione

io preferisco tipo godermi il cibo che mi piace e la mia sbronza mensile
pollym pollym 25/01/2010 ore 01.34.37
segnala

ScherzosoRE: Principi "igienici"

@ gohanina: wow pienamente d'accordo....una vita di privazioni ke vita e'.....!!!!! :many
marte730 marte730 25/01/2010 ore 21.09.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

sinceramente non ho capito i vantaggi dei principi igienici.
tutto quello che si ottiene con i principi igienici si ottiene senza principi igienici.
non si vive piu a lungo e non si vive meglio, anzi, per i piu si vive peggio, visto le tante privazione.
NightEternal NightEternal 26/01/2010 ore 08.58.11
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

@Marte:

C'è una correlazione diretta fra il consumo di farina bianca e la stitichezza, ad esempio, e la stipsi aumenta il rischio di cancro al colon (oltre ad abbassarti la qualità della vita). E fai due conti su quante persone, specie donne, ne soffrono.

Sappiamo anche che i vari cibi industriali, in particolare quelli contenenti i ben noti oli vegetali idrogenati, hanno effetti nocivi sull'intestino. Non è un caso se tutta una serie di malattie che nei paesi in via di sviluppo praticamente non esistono da noi siano diffusissime.
C'è poi la questione della relazione fra BMI e tumori o infarti. Tanto più sei grasso, specie sui fianchi e sulla vita, maggiore il tuo rischio di sviluppare patologie di quel tipo. Scegliere i cibi non raffinati previene anche il rush insulinico continuo che porta a ingrassare e favorisce il diabete nei soggeti predisposti, mentre il cibo non raffinato idrata il corpo, genera livelli di energia costanti ed evita l'intontimento.

Lo so che è un regime draconiano. Lo so che richiede un bel pò di sacrifici, quando tutti si ingozzano di zucchero, nelle sue varie forme, e di oli vegetali di quart'ordine. Ma da qui a dire che non ci sono benefici... :) ribadisco... madre natura non ci ha progettati per ingerire certe sostanze, specie in quantità così massicce. Penso alla mamma che da' al bambino la merendina, perchè è comoda da portare in giro ed economica, e mi viene da picchiarla selvaggiamente. Quella roba è quasi plastica. Potrà essere buona quanto volete, ma è un modo splendido per predisporre vostro figlio al diabete, alle malattie cardiache, all'obesità, e per negargli un qualunque apporto vitaminico, visto che quella roba è praticamente olio, zucchero, farina e poco altro.

Bisogna sbattersi di più, e piuttosto prepararli in casa, i dolci, meglio se con grosse percentuali di frutta e poco zucchero. Porcozzeus, una volta c'era il tempo e il modo di farlo, quando avevamo le pezze al culo, e ora che siamo "ricchi"... ?
pollym pollym 26/01/2010 ore 10.13.27
segnala

SarcasmoRE: Principi "igienici"

@ NightEternal: tu nn hai una famiglia vero?!i miei figli mangiano tranquillamente quello ke c'e' al supermercato,mai stati male e nn me lo augurare se no vedi.a me sembri un montato e pieno di se e scommetto ke fai sempre copia incolla di quello ke metti sul forum,ma smettila, perfino i medici nn stanno attenti come te.mangiati la tua erbetta da capre e il pesce pescato (a te dicono ke e' fresco)e poi....la tua foto?xke' se sei tanto fresco di salute nn si vede il tuo viso?secondo me sei grigio.....so di gente ke e' morta dandosi a privazioni come fai tu.principi igienici eh..........ma.......... :lamentino :gelato
NightEternal NightEternal 26/01/2010 ore 14.33.01
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

Non dubito che stiano bene. Il bello di essere giovani è che digerisci di tutto.
E ora va' a insultare qualcun altro. Io sono stato cortese con te, lo sarai anche tu o ti leverai dai coglioni.
NightEternal NightEternal 26/01/2010 ore 14.49.36
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

... e visto che sono tendenzialmente buono, ti suggerirei di studiare gli effetti di determinate sostanze (zucchero raffinato, grassi idrogenati, farina bianca) sul fisico. Lo dico per i tuoi bambini - non dargli quella merda confezionata. Magari sacrificati un poco, ma il dolce faglielo in casa. E' sempre qualcosa di grasso e di innaturale, ma è molto meno dannoso di quello che compri, e che può stare per mesi e mesi lì ad aspettare, esattamente come fosse un mattone.

Dove possibile, è meglio se preferisci la frutta, anche dolce e "solida" (prugne, fichi, banane, una bella macedonia, magari anche abbinata a un gelato artigianale). Finchè sono ancora piccoli, difficilmente avranno grossi problemi, ma è meglio se li educhi bene. Minestrone col riso integrale, ad esempio. Perfino il minestrone in lattina va' relativamente bene. Tutto dipende dal tipo di addittivo che aggiungono alla preparazione, dai conservanti e dai coloranti.

Ed è meglio se non mi parli di medici, comunque. Atkins era un medico, ma la sua dieta sciagurata ha portato danni assurdi... bambini che nascevano mutilati perchè le madri eliminavano i carboidrati dalla propria dieta... per me andava radiato. E dire che ancora la sua dieta la consigliano...

Studia queste cose. Mia madre non ne capiva un cazzo, e infatti sono venuto su obeso, e obesi sono quasi tutti i membri della mia famiglia... tranne me. E di tutte le famiglie nostre congiunte, e in generale fortemente sovrappeso quasi tutti i miei parenti e affini, nel sud italia. Faccio eccezione... solo io. Strano, vero?

Non faccio un dramma per un pezzo di torta, fosse anche del mulino bianco, un pezzo ogni tanto ci può stare. Ma non è di quello che ci dobbiamo alimentare. Studia, informati, poi verrai a darmi ragione.
NightEternal NightEternal 26/01/2010 ore 14.55.46
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

I grassi idrogenati: alimento o veleno? Per legge, nel 2007 la risposta è ancora alimento, anche se la scienza ha ormai appurato che procurano un danno non indifferente alla salute, causato dall'elevato contenuto di acidi grassi trans.

Il problema più grave derivante dal consumo di grassi idrogenati è l'aumento del rischio cardiovascolare. I grassi idrogenati infatti causano un innalzamento del colesterolo cattivo (LDL) e allo stesso tempo provocano una diminuzione del colesterolo buono (HDL), peggiorando quindi "su due fronti" il rischio di incidenti cardiovascolari. Per dare un'idea dell'importanza del problema, si stima che negli Stati Uniti siano decine di migliaia ogni anno le vittime di problemi cardiaci evitabili con l'eliminazione dei grassi idrogenati dalla dieta.

A differenza dei grassi saturi che, nelle quantità corrette, sono utili all'organismo, i grassi idrogenati non sono assolutamente necessari: in altre parole, la quantità giornaliera raccomandata è di zero grammi.

Negli Stati Uniti, dal 2006, i produttori sono obbligati a indicare sulle etichette nutrizionali degli alimenti la quantità di grassi trans contenuti. Questo risultato è stato ottenuto grazie alle campagne e alle petizioni promosse dalle associazioni non-profit, prima fra tutte BanTransFats.com.

In Italia siamo ancora un po' indietro con la diffusione di informazioni sui grassi idrogenati (solo una piccola minoranza della popolazione conosce termini come "idrogenazione" e "grassi trans"), principalmente per due motivi:

•interessi economici: i grassi idrogenati sono "una manna" per i produttori; gli interessi economici sono notevoli e gli organi di informazione, purtroppo, spesso preferiscono parlare d'altro (ad esempio per "accontentare" gli inserzionisti).
•mancanza di emergenza: per fortuna in Italia il problema non è così grave come negli Stati Uniti in quanto, mediamente, si consuma una quantità inferiore di grassi trans. Alti paesi sono stati "costretti" ad affrontare il problema dato che la situazione era di vera emergenza per la salute pubblica.


Da: http://www.dietabit.it/alimentazione/grassi-idrogenati.html
NightEternal NightEternal 26/01/2010 ore 14.59.02
segnala

(Nessuno)RE: Principi "igienici"

Zucchero raffinato:

E' stato ampiamente verificato che le popolazioni non raggiunte dalla cosiddetta "civiltà bianca" non sono soggette a carie o altre malattie dei denti. Con l'arrivo dei bianchi e dei loro prodotti alimentari raffinati (zucchero, dolciumi, alcool, pane), gli aborigeni dell'Australia, i Maori della Nuova Zelanda, gli Indios del Perù e dell'Amazzonia, i Pellerossa del Nordamerica ecc. hanno anch'essi cominciato ad essere soggetti alle stesse malattie dei bianchi e a riempire gli ambulatori dentistici e medici dei loro "civilizzatori"; l'incidenza della carie, che prima era una malattia a loro del tutto sconosciuta, è arrivata a colpire fino al 100% degli individui di queste popolazioni. Sono state indebolite e fiaccate nel corpo e nello spirito intere etnie distruggendone tradizioni e radici!
Lo zucchero bianco ha una grossa influenza sia sul sistema nervoso che sul metabolismo, creando prima stimolazione poi depressione con conseguenti stati di irritabilità, falsa euforia, bisogno di prendere altro zucchero, ecc.. In realtà si crea una vera forma di dipendenza, come avviene con la droga o con la nicotina.

Ciò è causato dal rapido e violento assorbimento dello zucchero nel sangue che fa salire la cosiddetta glicemia. Di fronte a tale subitanea salita, il pancreas risponde immettendo insulina nel sangue e ciò provoca una brusca discesa del tasso glicemico detta "crisi ipoglicemica" caratterizzata da uno stato di malessere, sudorazione, irritabilità, aggressività, debolezza, bisogno di mangiare per sentirsi di nuovo su.
La conseguenza di questa caduta degli zuccheri è l'immissione in circolo, da parte dell'organismo, di altri ormoni atti a far risalire la glicemia, tra cui l'adrenalina che è l'ormone dell'aggressività, della difesa, della tensione. Si può ben comprendere come questi continui "stress" ormonali con i loro risvolti psicofisici determinano un esaurimento delle energie con l'indebolimento di tutto l'organismo. Ciò è stato ampiamente verificato da studi condotti negli Stati Uniti dove la violenza e l'aggressività nei bambini, messe in relazione anche al tipo di dieta e ai cibi e zuccheri raffinati, hanno creato allarme e preoccupazione per tutte le conseguenze sociali che esse determinano.

A lungo andare uno dei sistemi più colpiti è proprio il sistema immunitario, poichè l'esaurimento delle forze e delle energie si traduce in una minore capacità di risposta alle aggressioni esterne e nella tendenza ad ammalarsi. Quando mangiamo 50 gr. di zucchero bianco, la capacità fagocitaria dei globuli bianchi si riduce del 76% e questa diminuzione del sistema di difesa dura circa 7 ore.


http://www.enotime.it/zoom/default_body.aspx?ID=1081
http://www.ricetteecooking.com/view.php/id_598/lingua_0/whoisit_1

Leggete, trovate voi stessi gli studi in merito, e valutate.
pollym pollym 26/01/2010 ore 17.05.05
segnala

SchifatoRE: Principi "igienici"

@ NightEternal: lascio agli altri,se vorranno giudicare cio' ke scrivi,nn ne vale la pena.guarda il professore matto di eddie murphy,e' felicissimo e molto significativo .cn questo chiudo. :lol

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.