Vuoi proporre un nuovo argomento?

Vuoi proporre un nuovo argomento?

Vuoi proporre un nuovo Forum per Spazio Donna? Fallo qui.

zenas 02/08/2009 ore 13.52.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)PHILOFOBIA...

...l'ho vissuta personalmente..anche se in modo indiretto...scoperta da poco ma vissuta da mesi...

mille domande senza risposta.....mille paure, tutte con una risposta:

PHILOFOBIA..

CHI HA AVUTO ESPERIENZE DEL GENERE? SAREI GRATA PER OGNI INFORMAZIONE!!
7942884
...l'ho vissuta personalmente..anche se in modo indiretto...scoperta da poco ma vissuta da mesi... mille domande senza...
Discussione
02/08/2009 13.52.11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
napoletanaCAtenOpep napoletanaCAtenOpep 02/08/2009 ore 14.32.42
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

Consiste nella paura di amare mi sembra vero? :nono1
zenas zenas 02/08/2009 ore 15.09.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

Definizione ampliata:
È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dell’amore, di innamorarsi o di essere innamorato.
Si tratta di una condizione che affligge profondamente la vita di chi ne soffre, dovuto al fatto che i philofobici soffrono molto per via del fatto che non possono innamorarsi.

L'origine del disordine suole radicarsi in traumi infantili in relazione alla famiglia o l'intorno affettivo che generarono complessi di inferiorità.

Quelli che patiscono di questa fobia sono soliti comportarsi secondo alcuni dei seguenti modi, scegliendo rapporti impossibili in cui mai potrà innamorarsi, scegliendo uomini o donne che finiranno per lasciarli per evitare di innamorarsi, fuggendo da qualcuno che si sia innamorato di loro cercando difetti inesistenti, costruendo relazioni parallele per farsi cogliere in flagrante e farsi lasciare, procurandosi situazioni assurde o addirittura arrivando ad inventarle di sana pianta sempre con lo stesso fine, l’essere lasciati o lasciare per paura di essere innamorati.


L'unico modo di far fronte a questa condizione è usando la pazienza e la negazione.

La coppia di un philofobico, ad esempio, può optare per negare che sia innamorato di lui o di lei, in questo modo abbasseranno la guardia e fuggiranno di meno. Posteriormente è necessario parlare profondamente dell’argomento se davvero lo si vuol aiutare, e persino far ricorso ad un professionista.

Per assurdo i philofobici cercano continuamente l’amore per poi prenderne debita distanza, la paura infatti impedisce loro di godere dell’amore se non per un breve periodo, dopo il quale ne rifuggono, ri-cercandolo immediatamente a seguito, spesso sempre con lo stesso partner, creando confusione e disagio, a volte degenerando nelle crisi di coppia tanto comuni oggi.

Un’altalena pericolosa che a lungo andare provoca deviazioni, anche della sfera sessuale, inibendo o disinibendo i soggetti e non di rado, provocando in loro addirittura disturbi prettamente fisici dell’apparato genitale-sessuale coinvolgendo, nei soggetti più sensibili a tale fobia, anche l’apparato gastro-intestinale.

Altri sintomi riconoscibili sono solitamente dispnea, sudore eccessivo, tachicardia, agitazione, alterazione dello stato emotivo ed altri sintomi tipici dei casi ansiosi.

Presa per tempo, come tutte le fobie indotte, non degenera e trova semplice soluzione con il dialogo, specie se supportato da un professionista.

Non bisogna però sottovalutare le conseguenze derivanti e spesso latenti, la degenerazione può assumere addirittura, in alcuni casi gravi, la patologicità delle psicosi, specie negli adulti che non hanno mai corretto tale fobia, assumendo anche, in rari casi, timore della perdita dei confini di sé, come scrive Jacobson citando il caso di una paziente psicotica.

napoletanaCAtenOpep napoletanaCAtenOpep 02/08/2009 ore 15.20.34
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

ma forse hai avuto moltissime delusioni? potrebbe essere questo no?
mascherina07 mascherina07 03/08/2009 ore 12.59.35
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

Io temo di esserne affetta e non mi decido a rivolgermi ad uno psicologo.
Il termine l'ho imparato qui, da un altro utente che mi ha promesso un aiuto.
Io vorrei parlarne con qualcuno che mi spiegasse bene sia dirttamente che indirettamente
cosa comporta, oltre a disagio in ogni storia.
puoi farlo tu?
Haran.banj0 Haran.banj0 03/08/2009 ore 14.04.08
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

bah
principecimbro principecimbro 10/08/2009 ore 22.55.35 Ultimi messaggi
principecimbro principecimbro 11/08/2009 ore 22.44.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

Prima cosa da verificare per la Philofobia è : se bleffi con te stessa ? Sembra sciocco ma fa parte di un buon 60% della patologia
echialtro echialtro 25/08/2009 ore 00.36.45
segnala

(Nessuno)RE: PHILOFOBIA...

bah.... per me altro non è che chi ha paura del filo .... magari di perderlo quando parla.... a proposito.... di che si tratta in questo forum? :)
zenas zenas 31/08/2009 ore 19.49.18 Ultimi messaggi

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.