35 e dintorni

35 e dintorni

La "lobby" dei trentenni!

kyd 10/10/2007 ore 20.04.20 Ultimi messaggi
segnala

Serenola vita


incomincio dall'infanzia:

ero un ragazzo molto timido,avevo terrore dei rapporti col prossimo,stavo sempre da parte rinchiuso nelle fantasie e credevo più ad esse che alla realtà.vengo da una famiglia povera e le uniche risorse per avere qualche soldo era lavorare duro che non mi ha mai fatto paura,faticavo in campagna o ovunque mi cercavano e facevo di tutto per andare allo stesso ritmo dei più grandi di me.a 16 anni partii come pizzaiolo in un grande ristorante in germania,bella vita tanti soldi e tutta la libertà che ho sempre voluto; dopo un anno riflettei bene e presi la conclusione che non era li il mio futuro, tornai in sardegna e trovai tutto com'era. facevo il manovale in nero per 2 anni,poi una proposta di lavoro ad alessandria in una ditta,assicurato.di nuovo in viaggio.quando mi stabilii presi posizione come bravo muratore,specializzato in carpenteria.per il mese di agosto scelsi rimini,bellissima coi suoi divertimenti.rientrato in alessandria volevo di più e cosi feci la stupidaggine di licenziarmi dalla ditta per mettermi in proprio.UN FIASCO.tornai in sardegna di nuovo in edilizia come muratore,poi altra proèposta in costa smeralda per la creazione dell'intero complesso bagaglino,dopo anni a lavoro ultimato tornai al paese,la gente apprezzava molto i miei lavori e non mancavano mai buoni guadagni.ero pronto a ripartire,quando a un mio carissimo zio venne il cancro e lo vegliai fino a quando spirò,mi disse di non abbandonare più la mia terra e cosi da 13 anni ad ora non mi sono più trasferito in nessun altro posto.ora ho un impresa tutta mia con dei lavori redditizi,eppure ancora oggi non so veramente quello che voglio......sono uno stupido e lo ammetto
7603701
incomincio dall'infanzia: ero un ragazzo molto timido,avevo terrore dei rapporti col prossimo,stavo sempre da parte rinchiuso...
Discussione
10/10/2007 20.04.20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
jianji jianji 10/10/2007 ore 20.26.26 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: la vita

kyd ha scritto:

incomincio dall'infanzia:

ero un ragazzo molto timido,avevo terrore dei rapporti col prossimo,stavo sempre da parte rinchiuso nelle fantasie e credevo più ad esse che alla realtà.vengo da una famiglia povera e le uniche risorse per avere qualche soldo era lavorare duro che non mi ha mai fatto paura,faticavo in campagna o ovunque mi cercavano e facevo di tutto per andare allo stesso ritmo dei più grandi di me.a 16 anni partii come pizzaiolo in un grande ristorante in germania,bella vita tanti soldi e tutta la libertà che ho sempre voluto; dopo un anno riflettei bene e presi la conclusione che non era li il mio futuro, tornai in sardegna e trovai tutto com'era. facevo il manovale in nero per 2 anni,poi una proposta di lavoro ad alessandria in una ditta,assicurato.di nuovo in viaggio.quando mi stabilii presi posizione come bravo muratore,specializzato in carpenteria.per il mese di agosto scelsi rimini,bellissima coi suoi divertimenti.rientrato in alessandria volevo di più e cosi feci la stupidaggine di licenziarmi dalla ditta per mettermi in proprio.UN FIASCO.tornai in sardegna di nuovo in edilizia come muratore,poi altra proèposta in costa smeralda per la creazione dell'intero complesso bagaglino,dopo anni a lavoro ultimato tornai al paese,la gente apprezzava molto i miei lavori e non mancavano mai buoni guadagni.ero pronto a ripartire,quando a un mio carissimo zio venne il cancro e lo vegliai fino a quando spirò,mi disse di non abbandonare più la mia terra e cosi da 13 anni ad ora non mi sono più trasferito in nessun altro posto.ora ho un impresa tutta mia con dei lavori redditizi,eppure ancora oggi non so veramente quello che voglio......sono uno stupido e lo ammetto
Non cercare soddisfazione in quello che hai fatto e non darti dello stupido!! Se in fondo in questo paese riesci a tirare avanti, vuol dire che non lo sei! Hai avuto pure il cuore di seguire che aveva bisogno di te e e il coraggio di seguire i suoi consigli! Non sono qua a dirti che andrà tutto bene, questo non lo posso fare ma hai fatto più di quello che hai costruito da carpentiere! Prova a pensarci, quanti avrebbero fatto come te??? :ciao ....continua così!
kyd kyd 10/10/2007 ore 20.59.48 Ultimi messaggi
AlchimiePerverse AlchimiePerverse 11/10/2008 ore 22.16.25
segnala

(Nessuno)RE: la vita




Se pesco Bing domani, lo prendo a sberle..... :mmm
Ahimsa65 Ahimsa65 11/10/2008 ore 22.47.06
segnala

SerenoRE: la vita

A kyd che il 10/10/2007 20.04.20 ha scritto:

incomincio dall'infanzia:

ero un ragazzo molto timido,avevo terrore dei rapporti col prossimo,stavo sempre da parte rinchiuso nelle fantasie e credevo più ad esse che alla realtà.vengo da una famiglia povera e le uniche risorse per avere qualche soldo era lavorare duro che non mi ha mai fatto paura,faticavo in campagna o ovunque mi cercavano e facevo di tutto per andare allo stesso ritmo dei più grandi di me.a 16 anni partii come pizzaiolo in un grande ristorante in germania,bella vita tanti soldi e tutta la libertà che ho sempre voluto; dopo un anno riflettei bene e presi la conclusione che non era li il mio futuro, tornai in sardegna e trovai tutto com'era. facevo il manovale in nero per 2 anni,poi una proposta di lavoro ad alessandria in una ditta,assicurato.di nuovo in viaggio.quando mi stabilii presi posizione come bravo muratore,specializzato in carpenteria.per il mese di agosto scelsi rimini,bellissima coi suoi divertimenti.rientrato in alessandria volevo di più e cosi feci la stupidaggine di licenziarmi dalla ditta per mettermi in proprio.UN FIASCO.tornai in sardegna di nuovo in edilizia come muratore,poi altra proèposta in costa smeralda per la creazione dell'intero complesso bagaglino,dopo anni a lavoro ultimato tornai al paese,la gente apprezzava molto i miei lavori e non mancavano mai buoni guadagni.ero pronto a ripartire,quando a un mio carissimo zio venne il cancro e lo vegliai fino a quando spirò,mi disse di non abbandonare più la mia terra e cosi da 13 anni ad ora non mi sono più trasferito in nessun altro posto.ora ho un impresa tutta mia con dei lavori redditizi,eppure ancora oggi non so veramente quello che voglio......sono uno stupido e lo ammetto

Rispondo: Non sei stupido....Uno cerca di realizzare qualcosa e quando ci riesce scopre di non essere ancora felice..e allora si chiede :"Cosa voglio veramente?", e la risposta non la sa. Io penso che non si debba cercare "fuori" ma DENTRO. Comunque sii orgoglioso di te,... di essere esattamente cosi´come sei!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.