35 e dintorni

35 e dintorni

La "lobby" dei trentenni!

D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.23.00
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A RichardBeer che il 30/07/2008 21.01.49 ha scritto:

BOH.....allora ditemi perchè caxxo si chiamano citazioni...se poi chi le cita è un pirla. :mmm


Non credo che citi sia un pirla :-)


Che poi...per citare, bisogna innanzitutto aver aperto un libro (vabbè oggi con internet è diverso...ma io preferisco sempre i cari e vecchi libri)...aver capito la citazione...saper scegliere quella giusta per la situazione.

Si può aprire un libro e farselo suo senza dover necessariamente citarlo. Dobbiamo per forza mangiare i baci perugina per saper dire "Ti amo"? Che poi lo preferisco a tutte quelle smielate frasi che leggi. Meno male che almeno sono buoni, i cioccolatini! ;-)


Poi "Veramente non riusciamo a capirci e cosa vogliamo".....Non tutti sono filosofi, non tutti hanno il tempo o la cultura per fare ragionamenti sulla vita. O i mezzi per farlo. O anche la voglia di farlo.

Nessuno è nato filosofo però spesso ci affibbiamo appellativi come "La mia filosofia di vita è..." E poi mi stai dimostrando che puoi filosofare anche tu :-))


Tu per primo hai apprezzato "Zeitgeist"...non potevi fartelo da solo tutto il percorso che ti porta a fare un filmato del genere? Non riuscivi a capirti da solo?

Io mi posso fare delle idee che ho anche esposto ma non posso sapere tutto quello che viene illustrato in quel film, poi se consideri che per 2/3 parla degli americani per cui non stravedo... :ok


Insomma, è bello usare la propria testa e farla ragionare. Esprimersi per prorpi ragionamenti. E' bello anche leggere un libro di un filosofo, di un poeta e apprezzarne le idee e la dolcezza e profondità delle loro parole. E magari riportarle a chi non le conosce che a sua volta forse ne verrà rapito e le leggerà.

Sono d'accordo ma dovrebbe essere fatto con criterio e in base allo stato emotivo degli interlocutori, non posso svegliarmi una mattina e dire "Bedda maaaatri!!!" alla mia vicina solo per citare una frase di Aldo Baglio :-)))


Io mi esprimo con parole mie, scrivo poesie ma non mi vergogno a usare spesso i versi di grandi poeti e filosofi, se si adattano meglio a una situazione. Si chiama essere versatili. Meglio esprimersi con versi di grandi persone piuttosto che stare zitti. E' importante comunicare piuttosto che non farlo .

Sono d'accordo ma il rischio è quello di cadere nella banalità, non credi? E poi non credo che nessuno non abbia o sappia dire qualcosa di suo :-) Inoltre tu scrivi poesie e quindi vuol dire che sicuramente le tue parole rispecchiano la tua anima, vuol dire che sei in grado di manifestare e descrivere i tuoi sentimenti. Tutti possiamo farlo, c'è chi lo fa con dovizia e padronanza linguistica e colpisce di più, ma chi espone in modo superficiale non per questo non va non considerato :-)


Con tutto il rispetto per le vostre idee. E' solo il mio punto di vista.

Rispondo: Questo è il mio punto di vista :-)

D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.24.31
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A ReginadiSpade30 che il 30/07/2008 21.44.45 ha scritto:
A RichardBeer che il 30/07/2008 21.01.49 ha scritto:

BOH.....allora ditemi perchè caxxo si chiamano citazioni...se poi chi le cita è un pirla. :mmm

Che poi...per citare, bisogna innanzitutto aver aperto un libro (vabbè oggi con internet è diverso...ma io preferisco sempre i cari e vecchi libri)...aver capito la citazione...saper scegliere quella giusta per la situazione.

Poi "Veramente non riusciamo a capirci e cosa vogliamo".....Non tutti sono filosofi, non tutti hanno il tempo o la cultura per fare ragionamenti sulla vita. O i mezzi per farlo. O anche la voglia di farlo.

Tu per primo hai apprezzato "Zeitgeist"...non potevi fartelo da solo tutto il percorso che ti porta a fare un filmato del genere? Non riuscivi a capirti da solo?

Insomma, è bello usare la propria testa e farla ragionare. Esprimersi per prorpi ragionamenti. E' bello anche leggere un libro di un filosofo, di un poeta e apprezzarne le idee e la dolcezza e profondità delle loro parole. E magari riportarle a chi non le conosce che a sua volta forse ne verrà rapito e le leggerà.

Io mi esprimo con parole mie, scrivo poesie ma non mi vergogno a usare spesso i versi di grandi poeti e filosofi, se si adattano meglio a una situazione. Si chiama essere versatili. Meglio esprimersi con versi di grandi persone piuttosto che stare zitti. E' importante comunicare piuttosto che non farlo.

Con tutto il rispetto per le vostre idee. E' solo il mio punto di vista.

Rispondo:

Sei un grande.

Rispondo: Se quoti Richard la mia risposta è nella sua risposta :-)

D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.26.56
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A RichardBeer che il 30/07/2008 22.53.04 ha scritto:

Io credo che sia intelligente accettare quello che dicono gli altri senza punzecchiare per simpatie e antipatie pregresse. Ogni opinione merita rispetto..a maggior ragione se si vuole che se ne porti per la propria.

Detto questo vi saluto e vi auguro delle belle vacanze. Ci si rivede tra un bel pò. ;-)

Rispondo: Ogni opinione merita rispetto... Ops, ti ho citato ma condivido ;-)

bimbacciosa bimbacciosa 30/07/2008 ore 23.29.52 Ultimi messaggi
D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.32.27
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A RichardBeer che il 30/07/2008 23.00.47 ha scritto:

IO non capisco....le parole sono di chi le esprime al momento...non di chi le ha scritte. Esempio: esprimo una emozione con una frase...poi scopro che, virgola più virgola meno, questa frase è di Nietzsche ma io non lo sapevo.... che faccio? Mi rimangio la frase ? Non conta di chi è la frase, chi l'ha pensata. Conta chi esprime un'emozione e chi la riceve. Le parole sono solo il tramite.

Poi sul silenzio piuttosto che usare una frase già detta da qualcuno...io preferisco una frase preconfezionata al silenzio di chi non ha nulla da dire o non sa come esprimere un'idea o un'emozione.



Rispondo: Beh, se non la sapevi hai l'attenuante dell'ignoranza (nel senso che ignoravi ;-) ) e puoi farla tua. Quando mi hanno detto che il mio banalissimo motto in chatta era diffuso ma io non lo sapevo ho preferito rimuoverlo piuttosto che non essere originale almeno in quello :-)) Ma ripeto, io sono io ;-)

ReginadiSpade30 ReginadiSpade30 30/07/2008 ore 23.32.57
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A bimbacciosa che il 30/07/2008 23.29.52 ha scritto:
é lanciato... :fuma

Rispondo:

..alla grande:haha
D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.34.12
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A bimbacciosa che il 30/07/2008 23.13.43 ha scritto:

Donnnnnnnn forse a volte è meglio una bella citazione che caxxate autoprodotte nolimits :-)))

:batabacio

Rispondo: Pur di non cadere nella banalità.... SI!!! :ok

D.chat D.chat 30/07/2008 ore 23.35.15
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A bimbacciosa che il 30/07/2008 23.29.52 ha scritto:
é lanciato... :fuma

Rispondo: Tu sei una vipera :dito3

bimbacciosa bimbacciosa 30/07/2008 ore 23.38.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A D.chat che il 30/07/2008 23.35.15 ha scritto:
A bimbacciosa che il 30/07/2008 23.29.52 ha scritto:
é lanciato... :fuma

Rispondo: Tu sei una vipera :dito3


Rispondo: moi? :wow era ora che mi CITASSI :hehe
RichardBeer RichardBeer 30/07/2008 ore 23.38.58
segnala

(Nessuno)RE: Perché?

A D.chat che il 30/07/2008 23.23.00 ha scritto:
A RichardBeer che il 30/07/2008 21.01.49 ha scritto:

BOH.....allora ditemi perchè caxxo si chiamano citazioni...se poi chi le cita è un pirla. :mmm


Non credo che citi sia un pirla :-)


Che poi...per citare, bisogna innanzitutto aver aperto un libro (vabbè oggi con internet è diverso...ma io preferisco sempre i cari e vecchi libri)...aver capito la citazione...saper scegliere quella giusta per la situazione.

Si può aprire un libro e farselo suo senza dover necessariamente citarlo. Dobbiamo per forza mangiare i baci perugina per saper dire "Ti amo"? Che poi lo preferisco a tutte quelle smielate frasi che leggi. Meno male che almeno sono buoni, i cioccolatini! ;-)


Poi "Veramente non riusciamo a capirci e cosa vogliamo".....Non tutti sono filosofi, non tutti hanno il tempo o la cultura per fare ragionamenti sulla vita. O i mezzi per farlo. O anche la voglia di farlo.

Nessuno è nato filosofo però spesso ci affibbiamo appellativi come "La mia filosofia di vita è..." E poi mi stai dimostrando che puoi filosofare anche tu :-))


Tu per primo hai apprezzato "Zeitgeist"...non potevi fartelo da solo tutto il percorso che ti porta a fare un filmato del genere? Non riuscivi a capirti da solo?

Io mi posso fare delle idee che ho anche esposto ma non posso sapere tutto quello che viene illustrato in quel film, poi se consideri che per 2/3 parla degli americani per cui non stravedo... :ok


Insomma, è bello usare la propria testa e farla ragionare. Esprimersi per prorpi ragionamenti. E' bello anche leggere un libro di un filosofo, di un poeta e apprezzarne le idee e la dolcezza e profondità delle loro parole. E magari riportarle a chi non le conosce che a sua volta forse ne verrà rapito e le leggerà.

Sono d'accordo ma dovrebbe essere fatto con criterio e in base allo stato emotivo degli interlocutori, non posso svegliarmi una mattina e dire "Bedda maaaatri!!!" alla mia vicina solo per citare una frase di Aldo Baglio :-)))


Io mi esprimo con parole mie, scrivo poesie ma non mi vergogno a usare spesso i versi di grandi poeti e filosofi, se si adattano meglio a una situazione. Si chiama essere versatili. Meglio esprimersi con versi di grandi persone piuttosto che stare zitti. E' importante comunicare piuttosto che non farlo .

Sono d'accordo ma il rischio è quello di cadere nella banalità, non credi? E poi non credo che nessuno non abbia o sappia dire qualcosa di suo :-) Inoltre tu scrivi poesie e quindi vuol dire che sicuramente le tue parole rispecchiano la tua anima, vuol dire che sei in grado di manifestare e descrivere i tuoi sentimenti. Tutti possiamo farlo, c'è chi lo fa con dovizia e padronanza linguistica e colpisce di più, ma chi espone in modo superficiale non per questo non va non considerato :-)


Con tutto il rispetto per le vostre idee. E' solo il mio punto di vista.

Rispondo: Questo è il mio punto di vista :-)


Rispondo:

Opinione tua. La rispetto. Non la condividerò mai. Anche perchè le tue osservazioni non le trovo del tutto attinenti a quello che ho scritto e se sono attinenti le trovo un pò banali. Scusa se te lo dico, nn c'è intenzione di offenderti.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.