Amore e dintorni

Amore e dintorni

La "vecchia" bacheca Amore e dintorni si è trasferita qui!

Guerriera.Batterista 26/03/2013 ore 19.53.40 Ultimi messaggi
segnala

DomandaLa fine.

Nutrite mai, dentro di voi, la sensazione che tutta questa vita, il nostro lavoro, i nostri affetti, i progetti, le aspirazioni, gli ideali, siano solamente un modo per far trascorrere il tempo e giungere all'unica cosa certa della nostra esistenza, ovvero la fine?

Qualsiasi cosa faccia io sento dentro di me questa sensazione, nonostante sia uscita dalla depressione da svariati mesi.

Se qualcuno volesse parlare un po' di questa cosa, mi farebbe piacere.
Eventuali commenti come ad esempio "la vita è bella" e via dicendo, li ritengo totalmente inutili: tutti possono esprimere la loro opinione, ma se possibile vorrei preferibilmente pareri da chi, come me, sente questa sensazione dentro di sè.
:rosa
8230923
Nutrite mai, dentro di voi, la sensazione che tutta questa vita, il nostro lavoro, i nostri affetti, i progetti, le aspirazioni,...
Discussione
26/03/2013 19.53.40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
emeline71 emeline71 26/03/2013 ore 20.45.27
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

@ Guerriera.Batterista: per me tu ancora non l'hai superata anche se dici di si . ti parlo perchè sono passata anch'io e la pensavo più o meno come te. tutti abbiamo una fine questa è l'unica certezza ma credo che come , appunto , è l'unica certezza , è inutile pensarci. non ha senso . tanto la fine è comunque là per tutti , che lo vogliamo o no . io dico piuttosto il tempo fino allora proviamo a farlo passare al massimo :-) . perchè rifiutarci di provare emozioni positive e pensare sempre a una certezza ? questo può accadere domani come fra 60 anni o di più. fino allora che fare ? solo a pensare a questa fine ? e perdere tutto il resto ? :-) :-) ti dirò adesso quello che non vuoi sentire : la vita è davvero bella però con una piccola correzione : devi guardare sempre la parte piena del bicchiere. nulla è totalmente positivo e nulla è di totalmente negativo . tiene a noi a voler vedere la parte positiva . cosi alla fine viviamo bene noi ... fino quando arriverà naturalmente la nostra fine...
anch'io ho passato un momento meno felice nella vita e vedevo tutto nero . poi mi sono resa conto che ci sono persone che hanno problemi più grossi dei miei mille volte e nonostante tutto lottano e vanno avanti e pure sono felici . da allora penso sempre che sono fortunata per quello che ho .
tu hai mai provato fare una lista con quello che hai ? tipo affetti , salute, amicizie, amore e magari anche una casa, lavoro ? sai quanti non hanno tutto quanto e sono cmq felici perchè trovano SOLO un punto di appoggio ? :)
io ho fatto cosi .con me ha funzionato e spero che anche con te . da allora mi sento sempre fortunata e vivo la vita serena. poi quando arriverà la fine arriverà . ma fra tempo VIVO al massimo che posso :)
valen15 valen15 26/03/2013 ore 23.27.15
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

La vita è come un segmento di una retta chiamata eternità.
Dentro questo segmento si svolge la vita di ognuno, una parte degli avvenimenti che contraddistinguono ogni vita, sono dettati dalla fortuna, dalla sfortuna nonché da tutte quelle prerogative a cui nessuno può sottrarsi; ed il resto?
Il resto dipende dall’individuo stesso e dalle scelte che egli prende nel bene e nel male.
La solitudine, il rammarico, l’insoddisfazione, il sentirsi inutili, lo stare bene ed in pace con il proprio Io, la felicità raggiunta sono tutte condizioni dello spirito a cui noi devolviamo il nostro appagamento materiale e spirituale.
In definitiva cosa voglio dire?
Solo che tutte le condizioni in cui il nostro Io si trova, fanno parte del grande gioco della vita.Un noto filosofo tedesco soleva dire nei suoi insegnamenti: l’uomo è nato per soffrire e nella sua sofferenza quotidiana trova degli sprazzi di felicità con cui ritemprarsi per ricominciare a soffrire.
Praticamente: “Uomo, sei nato nell’infelicità e, la felicità che ogni tanto provi, è solo per ricordarti l’infelicità provata.”
Però, è nell’infelicità e nella sofferenza che l’uomo fa le cose più grandi; di contro la felicità fa stare l’uomo come in una specie d’oblio in cui l’anima, alla fine, muore.

topopigro68 topopigro68 27/03/2013 ore 00.11.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

@ Guerriera.Batterista: Purtroppo è una cosa che sappiamo però ti faccio una domanda:vorresti non essere mai nata??????Io credo che la vita sia comunque piacevole da vivere anche se non è che dia così tante soddisfazioni ma piuttosto tante preoccupazioni problemi e anche incontri con persone che magari ci fanno soffrire e non solo persone simpatiche e socievoli......Io cerco di gustarmeli giorno per giorno anche se non è che diano delle soddisfazioni enormi però provo lo stesso a farmeli bastare.....
DiavoloBiancoo DiavoloBiancoo 27/03/2013 ore 08.39.42
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

IO ADORO essere depresso , divento sensibile serio e musicalmente geniale
Mi da fastidio semmai pensare che qualsiasi cosa faro in questa vita una volta mkorto andra a puttane assieme ame
Tu sei ancora depressa figlia mia, non ne sei uscita,io sto attraversando un periodo di apatia dove non provo niente esai che tidico? ho capito che la vita anche vissuta male e sempre vita, anche se sei depresso sei vivo, vivere nel bene e nel male e sempre una esperienza forte e merita di essere vissuta tanto di tempo da passare nell'oltretomba ne avrai a non finire
monellobari monellobari 27/03/2013 ore 16.48.15
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

emeline71 scrive:
per me tu ancora non l'hai superata anche se dici di si

sono d'accordo. mi sembra un chiaro sintomo
capecanem capecanem 28/03/2013 ore 13.06.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

DomandaLa fine.
è così come dici..ogni inizio ha già in se il seme della fine...é inevitabile.
Anche la morte non è eterna...se inizia..deve finire..è una regola universale.
ciao
adinolma adinolma 28/03/2013 ore 15.51.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

Io la vedo come capecanem, in ogni inizio c'è già il seme della fine... basta non crucciarsi e cercare sempre di essere contenti di sè, non della vita astrattamente...
topopigro68 topopigro68 28/03/2013 ore 21.16.25 Ultimi messaggi
MIRKO.CUOREROSSOBLU MIRKO.CUOREROSSOBLU 28/03/2013 ore 23.11.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)...

Boh, a volte penso che tutto quel che facciamo, sia fatto in funzione della nostra morte. Ed è normale, che sapendo di dover morire, vogliamo approfittare di ogni secondo per vivere senza limitazioni... Io so di dover morire, ma questo mi da soltanto una grande voglia di vivere quel segmento che ho di vita, per arrivare a quel giorno e guardandomi indietro, essere certo di aver fatto tutto quel che sognavo di fare.
capecanem capecanem 29/03/2013 ore 08.30.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La fine.

la vita e la morte sono come un'autostrada...
ora corri all'aperto (vita) ora corri in galleria (morte) poi continui all'aperto e poi ancora in galleria...la fine dell'autostrada nessuno la conosce!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.