Calcio

Calcio

Ho la testa nel "pallone": dai campionati italiani a quelli esteri, dalle coppe europee al calciomercato.

ITALO.74 ITALO.74 20/07/2017 ore 17.32.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@topopigro68 scrive:
Io credo che cambierà poco se la si usa per il fuorigioco o i gol non gol è perfetta sui rigori ci sarà da ridere

Da quel che si dice sarà molto limitata come Moviola in campo, ma cmq un buon punto di partenza per essere migliorata ed arrivare ad un calcio pulito, senza sospetti.
1994Enrico 1994Enrico 20/07/2017 ore 19.32.53
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@caporalenoli7 scrive:
e secondo vpoi terminera il pignisteo indfinito????

Mai. È il loro destino.
excristian1977 excristian1977 20/07/2017 ore 21.08.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@caporalenoli7 scrive:
la var cancellera le polemiche?



le aumenterà
PrudencioAguilar PrudencioAguilar 21/07/2017 ore 13.22.31
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

Lavar Ball?

ma che ve dico a voi, che nn capite un cazzo di pallone figuramose di Nba...
Azzurro72 Azzurro72 23/07/2017 ore 10.43.04
segnala

PerplessoRE: la var cancellera le polemiche?

Funziona così:

Arbitri e guardalinee saranno come sempre presenti in campo, in costante contatto radio tra loro. Al quarto uomo, che continuerà a svolgere le sue più classiche funzioni, si aggiungeranno altri due arbitri addizionali presenti a bordo campo, anch'essi in costante contatto radio con l'arbitro. Questi avranno modo di visualizzare tramite due schermi le principali azioni di gioco e avranno facoltà di intervenire e di influire sulle decisioni dell'arbitro solo in determinate circostanze, definite dalla stessa Fifa "situazioni in grado di cambiare radicalmente lo svolgimento di una partita". Queste, nello specifico, saranno: episodi per decretare l'assegnazione di un gol, eventi all'interno dell'area per decidere l'assegnazione di un rigore, episodi che possono portare o hanno portato ad un cartellino rosso e scambi di persona da parte del direttore di gara. Il processo decisionale si articolerà in tre fasi ben distinte. Nella prima sarà l'arbitro a richiedere l'aiuto del VAR per dissipare i suoi dubbi su una decisione; viceversa anche il VAR potrà segnalare all'arbitro che una chiamata deve essere rivista. Nella seconda fase il VAR riguarderà l'azione con l'aiuto di replay e slow motion e comunicherà all'arbitro quanto ha visto. Nella terza fase l'arbitro deciderà se dare retta ai suoi collaboratori o se recarsi in prima persona davanti ai monitor per rivedere le immagini incriminate. In tutti i casi la sua discrezionalità non verrà mai messa in discussione: sarà sempre lui a prendere la decisione finale. Tutto, nelle intenzioni, si dovrebbe svolgere in pochissimi secondi e comunque in momenti che non pregiudicheranno il naturale svolgimento delle azioni di gioco. Per questo si è deciso di limitare il tutto agli episodi più importanti. Stando ai tempi raccolti nei test, in pochi secondi il VAR avrà la possibilità di rivedere ogni azione grazie alla visione della gara in differita di 3 secondi. In circa 7-8 secondi potrà visionare replay e immagini da quattro prospettive diverse. Durante le verifiche dovrà immediatamente comunicare all'arbitro che sta valutando una sua decisione, in questo modo il direttore di gara avrà facoltà di fermare l'azione alla prima occasione buona. La media di secondi persi per rivedere una decisione dovrebbe essere di circa 39.

Criticità e dubbi:

Le criticità sono comunque ancora tante. I risultati dei test, definiti buoni, non sono stati ancora del tutto chiariti e sono in tanti a parlare di un gioco che ne uscirebbe snaturato e comunque mai del tutto privo di polemiche. Le interruzioni al normale svolgimento di un match, seppur limitate al minimo, potrebbero spezzare e interrompere momenti e azioni importanti. Panchine e giocatori non potranno richiedere l'intervento del VAR, ma è chiaro che ambienti particolarmente caldi saranno in grado di "influenzare" arbitro e assistenti, portandoli a rivedere decisioni delle quali erano sicuri e modificando indirettamente anche il loro iniziale giudizio. Occorrerà poi fare chiarezza su alcuni casi limite, come segnalazioni di fuorigioco lontani dall'area di rigore ma comunque influenti per l'assegnazione di un gol o contatti al limite dell'area di rigore. Ad oggi, in ogni caso, i benefici sembrano molto maggiori rispetto ai costi. Il calcio era rimasto tra i pochi sport a non volersi avvalere dell'uso delle moderne tecnologie di analisi video. Per anni è rimasto ancorato ad una visione poco moderna dello sport, incapace di considerare il profondo aiuto che possono fornire le nuove tecnologie.
nera1965 nera1965 23/07/2017 ore 11.19.29
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@Azzurro72 scrive:
Tutto, nelle intenzioni, si dovrebbe svolgere in pochissimi secondi e comunque in momenti che non pregiudicheranno il naturale svolgimento delle azioni di gioco.

Ci sono dei casi specifici che sono interessanti, ne faccio uno:
Un giocatore lanciato a rete sul filo del fuorigioco non potrà mai essere fermato dal guardalinee come accade adesso.
Si dovrà infatti far terminare tutta l'azione, con goal o meno. Questo per dare modo all'assistente di VAR di valutare l'esatta posizione e decidere in merito.
Insomma, le polemiche del giocatore fermato sul filo del fuorigioco che in realtà era partito da posizione regolare dovrebbero finire. Almeno si spera.
nera1965 nera1965 23/07/2017 ore 11.49.32
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@AntonioDeColeraNap scrive:
Non se ne uscirà mai, se non cambiate mentalità.

Vedi Antonio.. per cambiare mentalità occorre ripristinare una fiducia nei tifosi che da molti anni è stata disattesa. Come si riconquista la fiducia? Semplice: con la trasparenza.
Se ancora oggi ci sono in Italia (non all'estero) molte perplessità, queste sono dovute dalla struttura della federazione arbitrale l'AIA, che non è affatto indipendente dalle società di calcio che la finanziano indirettamente. Questo permette alle società, specie quelle più importanti e ricche, di fare pressioni incredibili sulla stessa federazione arbitrale.
Esempio: l'arbitro Finfunfanfo ha danneggiato un grande club nell'ultima partita? Bene, questo arbitro sarà tenuto a riposo, ma c'è di più; su esplicita richiesta, non potrà arbitrare per chissà quanto tempo, il grande club da lui danneggiato. Accade questo all'estero? NO.
Perché?
Un Mancherster United o un Chelsea o un Liverpool, non potrebbero mai avanzare una richiesta del genere e sai perché? Perché la federazione degli arbitri in Inghilterra si finanzia da sola e quindi non teme gli strali di chi mette i soldi in federazione.

Guarda un po':

Nel 2001, gli arbitri inglesi videro riconosciuto il loro status di professionisti, riuniti tutti sotto l’egida del PGMOB, ovvero il Professional Game Mathc Officials Board. L’associazione arbitrale, un organo esterno alla FA e alla Premier League, ha provveduto alla propria sopravvivenza con i soldi provenienti dagli sponsor: fino alla stagione 2010/11 gli arbitri inglesi sono stati sponsorizzati da Air Asia, per poi passare nella stagione successiva a Tune Group, sempre appartenente alla compagnia aerea malese. Nel 2012/13 viene siglato un accordo per una stagione con Expedia, mentre la stagione 2013/14 si apre senza sponsor per gli arbitri della Premier League, successivamente “marchiati” EA Sports, grazie ad un contratto che prevede l’utilizzo del logo della nota casa di videogiochi fino al 2019 per gli arbitri di Premier League e Football League.


Chi deve cambiare mentalità non sono i tifosi, ma chi gestisce la giostra del calcio in Italia.
Azzurro72 Azzurro72 23/07/2017 ore 11.54.45
segnala

PerplessoRE: la var cancellera le polemiche?

@nera1965 : I fuorigioco definiti "televisivi", quelli che si rivelano solo visionando le immagini, con la VAR dovrebbero, condizionale d'obbligo, sparire...però se ci fai caso anche nel fuorigioco si va ad interpretazione perchè parti di corpo anatomicamente non idonei a segnare quali, ad esempio, gomiti, punta di naso, punta di dita, ciuffo di capelli, insomma zone non deputate tecnicamente al gol vengono lasciati come rete valida...quindi? Viene ritenuto fuorigioco millimetrico e quindi gol da annullare se il giocatore ha in fuorigioco le zone del piede o della gamba anche di pochi millimetri...
nera1965 nera1965 23/07/2017 ore 11.57.39
segnala

(Nessuno)RE: la var cancellera le polemiche?

@Azzurro72 scrive:
quindi?

Quindi quando l'azione del fuorigioco è incertissima e addirittura millimetrica va ritenuta azione valida. Basta deciderlo a priori, non vedo il problema.
Azzurro72 Azzurro72 23/07/2017 ore 12.04.49
segnala

PerplessoRE: la var cancellera le polemiche?

@nera1965 : Senza stare a impazzirsi troppo basta che qualunque zona delle gambe sia anche millimetricamente in fuorigioco e l'azione non è valida...ogni altra zona del corpo viene considerata ininfluente ed il gol è valido...però va chiarito prima e tutti lo devono sapere ed essere d'accordo...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.