Circolo Letterario

Circolo Letterario

La "vecchia" bacheca Circolo Letterario si è trasferita qui!

Dasein1960 Dasein1960 22/11/2016 ore 21.42.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

Enrico 1994 scrive

Ora ho capito chi è archeo! E pensare che, archeo68 ed io ci siamo scambiati dei pareri il 16 ottobre alle ore 18:41! Pensa te come sta messo Dasein1960... Pure paranoico.


1994Enrico
1994Enrico22/11/2016 ore 21.24.57Ultimi messaggi quotasegnala
(Nessuno)RE: xxx
@Dasein1960 :
Cancelli quei post inutili nella discussione su Dostoevskij come ho fatto io.
Dasein1960 Dasein1960 24/11/2016 ore 23.34.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

A differenza di Papa Giovanni Paolo II ("volto virile e conquistatore, con la ruvidezza sincera e giudicante della dottrina morale su vita e famiglia") e di Papa Benedetto XVI ("eletto per combattere il relativismo e raddrizzare la rotta della barca secolare investita da ogni vento di dottrina"), Papa Francesco ha scelto secondo Ferrara un profilo più mite e dolce ma per questo molto pericoloso. "Con i suoi buona sera, i buoni pranzo, le borse nere con breviario e il rasoio, le Ford Focus, i pulmini, le misericordine", nota l'Elefantino, il Pontefice ha attirato applausi nel nome di "fede e amore", rinunciando però al volto severo della dottrina, al giudizio morale che è uno dei capisaldi della Chiesa. "Chissenefrega dell'aborto, del divorzio, della biogenetica, altro che catechismo, catalogazione dei peccati, definizione del credo, è tutta tradizione pietrificata, morta e sepolta dal Vaticano II", è il commento sarcastico e amaro di Ferrara. Quella di Bergoglio su queste materie "è una Chiesa del silenzio, come quella dell'est europeo durante la dittatura sovietica". Per "riconquistare il mondo secolare", è questo il pericolo (e la linea bergogliana), "devi farti perdonare quella ingerenza spirituale del passato". La Chiesa, cioè, accetta di deporre spada e scudo, smette di combattere. E così "l'aborto è diventato un diritto umano, non più una circostanza dolorosa di cui prendere atto mentre la si combatte con le armi della cultura".

"Questo Papa piace troppo" - Seguendo i dettami della "sola fide", il quadro che ne esce è per Ferrara disarmante: "Il Papa non vuole la rogna del mondo com'è, se lo rappresenta come un cuoricino di bontà e misericordia". "Mi sbaglierò - è la conclusione sconsolata dell'ex direttore - ma è tutto questo che di Francesco piace, e piace troppo. Ed è il piacere triste della chiesa che si arrende, io preferisco il Papa che mette allegria e spande gioia con il suo stile, ma la testimonianza di cultura, la vera laicità come dimensione moderna, la capacità di funzionare come contraddizione sociale, questa manca. O mi manca, se volete"
mi piace1
Facebook Tweet Google + ShareThis



Dasein1960
Dasein196024/11/2016 ore 23.29.59Ultimi messaggi quotasegnala
(Nessuno)RE: Questo papa piace troppo perchè sta zitto sulle cose che contano



ferrara giuliano laida vestale della moralità post moderna 2.0 con le parole d'ordine Potere, figa ,portafoglio ,e sopruso
Zelante difensore del porcile berlusconiano fino alle mutande in piazza ,maleodoranti vessilli stesi nella pubblica piazza in guisa di barricate della miserabile rivoluzione "liberale"
Cialtronizzatore prezzolato posto a copertura sul versante pseudo intellettuale del ventennio infame Zerbino di zerbini,con pedigree,divenuto,remissiva preda e lardoso red carpet per i tronfi trionfi del biscione
Punta di diamante del giornalismo cafonal scik rivolto ai piu intelligenti fra gli scemi,ora si arroga
l' autorevolezza da perfetto ipocrita ateo devoto,per giudicare pavido papa francesco ,comparato ai fieri predecessori ,virili combattenti,morali, difensori della rotta della secolare barca della chiesa sbatacchiata dal relativismo etico,(foglia di fico,per coprire ben altri, ipocritamente ignorati, assalti a quella imbarcazione )
Per arrivare a presentarci un francesco piacione un po smidollato,mancante della capacità di funzionare come contraddizione sociale,ben sapendo che è proprio quest'ultima rarissima qualità in possesso solo di pochissimi coraggiosi della fede,quotidianamente manifestata in ogni dove,che a ferrara rode ,poichè va nel senso contrario della sua miserabile vita.e di quella di chi,per cui abbondantemente prezzolato scrive
19375805
A differenza di Papa Giovanni Paolo II ("volto virile e conquistatore, con la ruvidezza sincera e giudicante della dottrina...
Risposta
24/11/2016 23.34.39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Dasein1960 Dasein1960 26/11/2016 ore 13.07.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

Uno dei tanti marxismi novecenteschi,dai quali marx ancora in vita si era preventivamente dissociato
CMQ onore al lider maximo ,pur sempre meritevole di aver risparmiato al suo popolo gli orrori peggiori,
di aver sognato una società meno iniqua,di avere spezzato l'infernale ciclo mercatista al quale vanno pur sempre addebitate le peggiori tragedie etiche
Caro fidel il tuo regime "dittatoriale " nn poteva tenere lontani i mostri peggiori senza generarne altri ,questo è stato nella logica della storia il tratto comune di tutti i marxismi novecenteschi
Ma la storia nn è finita come in tutti i modi hanno cercato e cercano di farci credere,
E' sempre piu evidente la barzelletta della end of history ,cioè la raggiunta naturalità del vivere,e ce lo dimostrano proprio in questo momento le società a piu alto tasso di sviluppo ,in cui il capitalismo si è piu compiutamente dispiegato ,mostrando finalmeente in piena luce la faccia del mostro maximo .
NN è un caso se alcuni sprovveduti come per esempio dateme tempo stanno parlando di economia con qli stessi argomenti delle brigate rosse
Credo che alla tua storia e a quella del tuo popolo ,a quella dei tuoi mostri ,si aggiungerà altra storia
,e alla fine si scoprirà che nonnostante i tuo mostri ,tu sarai stato dalla parte giusta
Dasein1960 Dasein1960 27/11/2016 ore 13.20.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

(Nessuno)Perchè i marrxismi del novecento hanno fatto flop.......
La filosofia intesa come max attivita della ragione puo essere assunta come espressione assoluta di libertà ,di cercare La VERITà ,una verità o la personale singola verità.(la mia,la tua )
Carl marx fa l'importantissima scoperta che va sotto il nome di deduzione sociale delle categorie ,contrapposta alla deduzione trascendentale delle categorie
Cio significa che se fino ad allora si faceva risalire il "prodotto"mentale o il pensiero che determina comportamenti,costumi ,modi di pensare e conseguenti azioni,alla libera , casuale,astratta attività mentale , marx ci dimostra che il pensiero deve innanzitutto essere spiegato a partire dal sociale ,dalle cose in mezzo alle quali vive ,a quello che si ha,o che manca ,a partire dalle cose essenziali,come panni, tetto ,cibo ,e dal rapporti sociali determinati dal'organizzazione sociale che scaturisce dal modo di produrre le cose,
Il pensiero e tutta l'attività umana è spiegata a partire dalla terra per poi risalire fino al cielo delle ideologie ,filosofie ,metafisiche ,mentre prima e fino ad allora si faceva il percorso inverso,cioè si partiva dal cielo per spiegare le cose della terra
Un simile rivoluzionario modo di pensare implica che se tutto è storicamente e socialmente determinato
la deduzione sociale delle categorie mentali vine fatta coincidere con la sua validità universale
Cioè validità universale e deduzione sociale coincidono, e a questo punto la funzione veritativa della filosofia diviene un inutile orpello da abbandonare ,un inutile ferro vecchio
Se è vero come ho ipotizzato al inizio che filosofia e libertà individuale = marx con la sua intuizione a tutt'oggi piu che legittima ci insegna a pensare correttamente ma ci toglie le libertà individuali
Allora il problema che si pone ora è come mantenere la deduzione sociale delle categorie ,senza buttare alle ortiche la validità universale delle stesse?
Qui mi fermo
il tema si farebbe oltremodo complesso
La risposta piu plausibile l'ha data un giovane filosofo di nome diego fusaro " bisogna ancora una volta emendare marx con hegel e hegel con marx
Ma qui incomincerebbe un altra storia
rollandbeat rollandbeat 27/11/2016 ore 13.35.36
segnala

(Nessuno)RE: xxx

minchia che palle :fuma
Dasein1960 Dasein1960 27/11/2016 ore 17.07.54 Ultimi messaggi
Dasein1960 Dasein1960 28/11/2016 ore 17.30.54 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

Metti nella giusta sequenza fatti ,ideee,avvenimenti politici ,che ora io nn posso far altro che diversamente ripetere
La sx si è illusa di poter pervenire attraverso il capitalismo "maturo" a forme sociali nn ancora socialiste ma tendenti ed esse
La famosa terza via di berlinguer,
Le "modernizzazione"di tony blair proseguita nel solco del tatcherr reganismo,e a ruota zapatero dalema ecc ecc
Il riformismo ha segnato la supina adesione alle logiche capitaliste,per loro natura ancora una volta ora dimostratesi irriformabili
Alla morte di berlinguer 1975 stava iniziando la fase economica flessibile del economia capitalista , oramai credo quasi completamente dispiegata ,mentre si andava esaurendo il modello fordista taylorista che aveva permesso dentro una congiuntura di condizioni irripetibili lo sviluppo economico capitalista piu impetuoso di sempre
Quello che ora qli economisti chiamano il trentennio d'oro 1950/1980 circa
Solo in virtu di quella fase economica sono stati possibili le conquiste economiche e civili delle società capitaliste
Reganismo e thtcerismo sono state da un punto di vista capitalistico la necessaria svolta per passare da un modello che permetteva conquiste salariali ,diritti,e stabilità,a un successivo modello di sviluppo necessitato dal'oggettivo mutato modo di produrre per la necessita di adeguarsi a un mercato completamente cambiato(sarebbe interessante vedere come e perchè)
Modello flessibile che per sua natura minava alle fondamente diritti ,conquiste salariali,stabilità,in cui ora siamo completamente immersi
A completare l'orgia di vittorie della lotta di classe stravinta dai capitalisti è arrivata la globalizzazione e l'euro,presentati al popolo come inevitabile passaggio scritto nel'ordine naturale delle cose
Solo ora dopo 20 anni di legnate sul muso sociale dei popoli si intravvede al'orizzonte un possibile rallentamento della folle cavalcata del capitale ad opera di lider improbabili e masse consapevoli solo per il tramite della pancia di cio che stanno facendo(populismo)
nn mi trovo in accordo invece su gorbaciof lider mollaccione,
Per me è arrivato al'appuntamento troppo tardi quando oramai era impossibile riparare i danni
E CMQ la fine del urss era segnata dalla incapacità tecnologica a reggere il confronto militare con qli usa e in generale della inferiorità "tecnica" accumulata negli anni, ancor piu esaltata dalle folli spese militari di regan con lo scudo spaziale antimissile e per la oggettiva debolezza del'apparato industriale mancante della esasperata concorrenza capitalista a frustare le reni produttive del paese
Come era logico il crollo del unione sovietica ha segnato il dilagare del modello di capitalismo usa
con inevitabili disastrose conseguenze a livello globale,poichè l'urs con tutte le sue storture e menomazioni sociali costituiva pur sempre un argini al definitivo scatenamento degli spiriti animali del capitale
19378309
Metti nella giusta sequenza fatti ,ideee,avvenimenti politici ,che ora io nn posso far altro che diversamente ripetere La sx si è...
Risposta
28/11/2016 17.30.54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Dasein1960 Dasein1960 06/12/2016 ore 14.08.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: xxx

Mi sembra quasi una banalità affermare che ora l'estenuato popolo italiano punti deciso verso il grillismo
Ultima carta spendibile in grado di promettere con qualche possibilità di essere preso sul serio , quel cambiamento da tutti piu o meno confusamente invocato
u
Grillo ultimo "populista" tecnoumanitario in qualche modo ancora ancorato alla democrazia coniugata al rigore etico,disposto a imbarcarsi nella difficilissima prova di guidare un popolo stordito dal'ubriiacatura economica liberista,nel vasto mare ignoto ,seguendo la stella polare del pil visto come prodotto interno lordo del complessivo (intero) benessere sociale dove la ricchezza "monetaria" diventa solo una ,anche se importantissima subordinata
Mentre i riottosi partiti "istituzionali"continuano a baloccarsi al'interno della tradizione politica/economica oramai completamente incapace di rispondere al'esigenza di tempi convulsamente mutati
Il difficilissimo passaggio in cui ora siamo, e saremo probabilmente ,ancora per decenni immersi,nn puo prescindere dal "rischiaramento" delle coscienze del'intero mondo occidentale ,che ora pare arrivare specialmente da quei paesi guida a tecnoloogia avanzata,che piu degli altri hanno provato sulle loro carni tutto il piacere ,e tutto il dolore di un mondo a trazione esclusivamente mercantile
Tempi di grandi mutazioni neccessarie ,,dunque,,,Stiamo viaggiando su di un crinale estremamente scivoloso,giu a valle famelica attende ,scrutando le nostre eventuali cadute ,la solita bestia nera
19383994
Mi sembra quasi una banalità affermare che ora l'estenuato popolo italiano punti deciso verso il grillismo Ultima carta...
Risposta
06/12/2016 14.08.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
1994Enrico 1994Enrico 03/01/2017 ore 15.38.53
segnala

(Nessuno)RE: xxx

@Archeo68 :
Povero Dusty... non se lo c*g* più nessuno.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.