Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Ramon85 25/07/2007 ore 12.24.58 Ultimi messaggi
segnala

PerplessoCREDERE IN DIO

Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè della vita, del pianeta e dell'universo e vi rifugiate dietro la ridicola spiegazione "dio"...(un essere onniscente e onnipresente sempre a controllare se bestemmiamo o se ci facciamo troppe seghe o se ci scopiamo la donna d'altri o se sei frocio e lo prendi al culo ) a parte le cazzate tra parentesi sono serio. Voi credenti siete allo stesso tempo paurosi deboli stupidi e presuntuosi. Deboli e paurosi perchè non riuscite a vivere con l'ovvietà del fatto che non sappiamo da cosa siamo nati e perchè e che ne sarà di noi. Presuntuosi perchè pensate di avere la spiegazioni a quesiti più grandi di voi. Stupidi perchè a queste spiegazioni assurde che vi date ci credete.
7540335
Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè...
Discussione
25/07/2007 12.24.58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
visual7 visual7 25/07/2007 ore 12.32.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon ... il fatto che noi non sappiamo da dove veniamo ... non esclude la possibilità che dio esista ... comunque .... quasi sempre le religioni sono nate proprio per dare delle spiegazioni a cose troppo grandi da spiegare ... ma continuo a pensare che bisogna avere prima rispetto per le persone che credono (del resto potresti sbagliare anche tu ... la possibilità c'è!) e poi avere rispetto per le proprie opinioni, dandosi sempre la possibilità del dubbio. Ramon ... tu non puoi escludere totalmente la possibilità che dio esista!
19m80 19m80 25/07/2007 ore 12.39.54
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


ma sai Ramon..

se uno crede per fede, non c'è nulla di sbagliato...

se uno crede e dà come spiegazione a tutto Dio, non è poi molto differente da chi non crede a dà come spiegazione la teoria scientifica...

non si tratta di paura, nel primo caso come nel secondo...si tratta di sapere, di ricercare...è nella natura umana darsi una spiegazione alle cose della vita e sulla vita....ed è così da sempre...
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 12.41.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

io credo che abbiamo uno strumento importante e universale per valutare cosa sia possibile e cosa no. Mi riferisco alla logica. E dio, o almeno quello che intendono loro per dio, è la cosa più illogica che si riesce a pensare. Certo, nulla è da escludere, ma a questo punto metterei sullo stesso piano di probabilità l'esistenza di dio con qualsiasi altra fantasia bambinesca. Come l'uomo nero, babbo natale e l'isola che non c'è.
GreenDay90 GreenDay90 25/07/2007 ore 12.48.17
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè della vita, del pianeta e dell'universo e vi rifugiate dietro la ridicola spiegazione "dio"...(un essere onniscente e onnipresente sempre a controllare se bestemmiamo o se ci facciamo troppe seghe o se ci scopiamo la donna d'altri o se sei frocio e lo prendi al culo ) a parte le cazzate tra parentesi sono serio. Voi credenti siete allo stesso tempo paurosi deboli stupidi e presuntuosi. Deboli e paurosi perchè non riuscite a vivere con l'ovvietà del fatto che non sappiamo da cosa siamo nati e perchè e che ne sarà di noi. Presuntuosi perchè pensate di avere la spiegazioni a quesiti più grandi di voi. Stupidi perchè a queste spiegazioni assurde che vi date ci credete.
Ti quoto sul ragionamento, però non penso che siano stupidi, solo si accontentano di fermarsi ad una possibile spiegazione invece che ricercare quella certa...dicendo è stato Dio sottointendono che è lui che ha creato tutto, quindi si fermano al non spiegato
19m80 19m80 25/07/2007 ore 12.48.43
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
io credo che abbiamo uno strumento importante e universale per valutare cosa sia possibile e cosa no. Mi riferisco alla logica. E dio, o almeno quello che intendono loro per dio, è la cosa più illogica che si riesce a pensare. Certo, nulla è da escludere, ma a questo punto metterei sullo stesso piano di probabilità l'esistenza di dio con qualsiasi altra fantasia bambinesca. Come l'uomo nero, babbo natale e l'isola che non c'è.
:sbong beh ma....beh ma queste cose esistono davvero....è vero che esistono davvero??!! a parte tutto...in verità anche per me la presenza di dio non è il massimo e di fatti io non posso certo dire di avere fede e non la ho...quindi...l'unica cosa che dico è appunto quella che hai detto in questa finestra: io onestamente non mi sento di escludere nulla, perchè ho visto la scienza da vicino, certo la scienza solo del 2000, ma non mi ha convinto.....
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 12.52.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

magari una scienza aliena sarebbe più illuminante della nostra scienza primitiva
gres89 gres89 25/07/2007 ore 13.31.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


e su che base lo dici???conosci bene la religione cattolica x dire queste scemenze oppure lo dici sl xkè nn hai nulla da fare???mi disp ma l'ignoranza (soprattutto su questo argomento) proprio nn la sopporto...
speranza86 speranza86 25/07/2007 ore 14.34.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ignoranza riguardo a cosa scusa?Cmq do ragione a Ramon quando dice ke la maggior parte dei credenti sn presuntuosi...alcuni sn anke arroganti...
TITTY28 TITTY28 25/07/2007 ore 14.58.31
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

GreenDay90 ha scritto:
Ramon85 ha scritto:
Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè della vita, del pianeta e dell'universo e vi rifugiate dietro la ridicola spiegazione "dio"...(un essere onniscente e onnipresente sempre a controllare se bestemmiamo o se ci facciamo troppe seghe o se ci scopiamo la donna d'altri o se sei frocio e lo prendi al culo ) a parte le cazzate tra parentesi sono serio. Voi credenti siete allo stesso tempo paurosi deboli stupidi e presuntuosi. Deboli e paurosi perchè non riuscite a vivere con l'ovvietà del fatto che non sappiamo da cosa siamo nati e perchè e che ne sarà di noi. Presuntuosi perchè pensate di avere la spiegazioni a quesiti più grandi di voi. Stupidi perchè a queste spiegazioni assurde che vi date ci credete.
Ti quoto sul ragionamento, però non penso che siano stupidi, solo si accontentano di fermarsi ad una possibile spiegazione invece che ricercare quella certa...dicendo è stato Dio sottointendono che è lui che ha creato tutto, quindi si fermano al non spiegatovisto ke voi due siete tanto intelligenti e noi siamo stupidi, xke' non ce la date voi una spiegazione esauriente e convincente della " non esistenza di dio?" ma ATTENZIONE, visto ke siete cosi' intelligenti non ci accontentiamo di questo, ma vogliamo saxe ( se non esiste dio") qual e' la verita',................................................ASPETTO CON IMPAZIENZA!
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 16.20.02
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè della vita, del pianeta e dell'universo e vi rifugiate dietro la ridicola spiegazione "dio"...(un essere onniscente e onnipresente sempre a controllare se bestemmiamo o se ci facciamo troppe seghe o se ci scopiamo la donna d'altri o se sei frocio e lo prendi al culo ) a parte le cazzate tra parentesi sono serio. Voi credenti siete allo stesso tempo paurosi deboli stupidi e presuntuosi. Deboli e paurosi perchè non riuscite a vivere con l'ovvietà del fatto che non sappiamo da cosa siamo nati e perchè e che ne sarà di noi. Presuntuosi perchè pensate di avere la spiegazioni a quesiti più grandi di voi. Stupidi perchè a queste spiegazioni assurde che vi date ci credete.
l'unica cosa che mi separa da te' e' che tu spari sentenze, sei sfacciatamente pregiudizievole,oltre che presuntuoso.io invece non ti giudico.ti stiamo proprio sui coglioni?
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 16.35.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

merckad2 ha scritto:
l'unica cosa che mi separa da te' e' che tu spari sentenze, sei sfacciatamente pregiudizievole,oltre che presuntuoso.io invece non ti giudico.
Puoi dirlo forte. Comunque l'assenza di prove della non esistenza di Dio non è la prova della sua esistenza, altrimente esisterebbero, come dicevo prima, anche la befana e l'uomo nero. Sono ignorante sulla religione cattolica? Si grazie, me ne tengo ad una distanza ragionevole. Non vedo cosa potrei guadagnarci da una dottrina che da due milleni non fa altro che contaminare e modificare( in peggio ) la parola e la vita di Cristo. Che vieta ai suoi sudditi salariati di fare sesso. La verità, qualsiasi essa sia, non è in "dio" e tantomeno nella religione cattolica, che ,come dicevo prima, non è altro che uno strumento di potere costruito su di un messaggio fondamentalmente giusto. Ovviamente travisato appositamente.
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 16.43.48
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
merckad2 ha scritto:
l'unica cosa che mi separa da te' e' che tu spari sentenze, sei sfacciatamente pregiudizievole,oltre che presuntuoso.io invece non ti giudico.
Puoi dirlo forte. Comunque l'assenza di prove della non esistenza di Dio non è la prova della sua esistenza, altrimente esisterebbero, come dicevo prima, anche la befana e l'uomo nero. Sono ignorante sulla religione cattolica? Si grazie, me ne tengo ad una distanza ragionevole. Non vedo cosa potrei guadagnarci da una dottrina che da due milleni non fa altro che contaminare e modificare( in peggio ) la parola e la vita di Cristo. Che vieta ai suoi sudditi salariati di fare sesso. La verità, qualsiasi essa sia, non è in "dio" e tantomeno nella religione cattolica, che ,come dicevo prima, non è altro che uno strumento di potere costruito su di un messaggio fondamentalmente giusto. Ovviamente travisato appositamente. tu sei libero ti pensare quello che vuoi,io rispetto le tue idee,io rimango con le mie ok.pero non ti permettere di giudicare persone che non conosci dando del fifone,ignorante,debole,stupido e presuntuoso.i pregiudizi li tieni per te ok.le idee sei liberissimo di esprimerle legittimamente.ma non ti porre giudice di nessuno.
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 16.51.27
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

dora in poi entrero in punta di piedi,e parlero a bassa voce proprio come fossimo in un lazzaretto....emmenomale che qualcuno diceva che i credenti non hanno subito discriminazioni in questo forum...le avessi a raccontare tutte!! uuuuuuuuuuuuuuuffffffffffffffffffffff!!!!!!!!!!!!!
TITTY28 TITTY28 25/07/2007 ore 17.02.16
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

EPPURE ANKORA LA SUPREMA VERITA' NN L'HO SENTITA, KISSA' PERKE' MAI...............................................
deathship deathship 25/07/2007 ore 17.14.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ma per convincere gli atei basterebbe la classicissima scommessa di Pascal..conviene -ed è più ragionevole-pensare che dio esista..
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.18.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

TITTY28 ha scritto:
EPPURE ANKORA LA SUPREMA VERITA' NN L'HO SENTITA, KISSA' PERKE' MAI...............................................
il problema e' che gli stiamo talmente sui coglioni perche' vedono in noi,quello che loro non saranno mai capaci d'essere.
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 17.22.25 Ultimi messaggi
TITTY28 TITTY28 25/07/2007 ore 17.25.45
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


guarda , puo' darsi anke ke abbia ragione lui! ma se una xsona fa un affermazione e xke' ha le prove di quello ke dice, ed e' sicurissimo ke ci sia un altra verita', ha una CONTROPROVA insomma, ed io voglio saxe qual e'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.26.23
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

credi come vuoi...tanto sei abituato a credere cose sbagliate!
cosa credo saranno fatti miei,tu se vuoi andare daccordo con me' inpara a sputtanare di meno.
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 17.27.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

i credenti si danno dio come spiegazione perchè non esiiste una spiegazione. I non credenti ammettono che non esiste una spiegazione. Il comportamento dei non credenti lo trovo molto più onesto ed intelligente.
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.30.00
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

TITTY28 ha scritto:

guarda , puo' darsi anke ke abbia ragione lui! ma se una xsona fa un affermazione e xke' ha le prove di quello ke dice, ed e' sicurissimo ke ci sia un altra verita', ha una CONTROPROVA insomma, ed io voglio saxe qual e'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
forse non sono abbastanza intelligenti come affermavano... si saranno sbagliati..capita dai!!
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.32.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
i credenti si danno dio come spiegazione perchè non esiiste una spiegazione. I non credenti ammettono che non esiste una spiegazione. Il comportamento dei non credenti lo trovo molto più onesto ed intelligente.
sei infallibile a onesta guarda...basta leggerti piu sopra per capire.. il resto...no comment
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.33.50
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

forse nella vita dovresti inparare a giudicare di meno,e fare un po piu di autocritica.ti gioverebbe tantissimo...fidati. 
TITTY28 TITTY28 25/07/2007 ore 17.35.33
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
i credenti si danno dio come spiegazione perchè non esiiste una spiegazione. I non credenti ammettono che non esiste una spiegazione. Il comportamento dei non credenti lo trovo molto più onesto ed intelligente.
quindi se nn sai quel e' la spiegazione, essa potrebbe anke essere dio, xke' escluderla?? nn dico di credere a priori, ma nemmeno di escludere " tutto " a priori, tra le mille spiegazioni ke ci potrebbero essere, bisognerebbe anke tener conto di questa vero? se nn si ha l'assoluta certezza DI UN ALTRA!
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 17.43.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

sarebbe assurdo e illogico però c'è una minima possibilità. La stessa possibilità che ha un tornando di montare un aeroplano passando su un ammasso di rottami di aerei. Non è impossibile...ma è improbabile.
Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 17.45.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

merckad2 ha scritto:
forse nella vita dovresti inparare a giudicare di meno,e fare un po piu di autocritica.ti gioverebbe tantissimo...fidati.
tu dovresti iMparare. A parte questo potrei risponderti (e lo faccio) che giudicare è inevitabile. Anche fare autocritica è inevitabile, ma su questi argomenti non ho niente da criticarmi. La penso come me stesso.
Tempter Tempter 25/07/2007 ore 17.50.26 Ultimi messaggi
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 17.56.24
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
merckad2 ha scritto:
forse nella vita dovresti inparare a giudicare di meno,e fare un po piu di autocritica.ti gioverebbe tantissimo...fidati.
tu dovresti iMparare. A parte questo potrei risponderti (e lo faccio) che giudicare è inevitabile. Anche fare autocritica è inevitabile, ma su questi argomenti non ho niente da criticarmi. La penso come me stesso.il problema e' che non hai fatto altro che infarcire il tutto con PREGIUDIZI, il che non ha bisogno di commenti,ma tranquillo forse i tuoi orizzonti sono commisurati alle tue vedute,non vanno oltre ,e' le tue vedute arrivano appena alle tue tempie.impara a confrontarti RISPETTANDO tutte le idee. se vuoi essere rispettato. giudichi le persone solo per partito preso,il che non lascia scampo alla tua presunzione.
TITTY28 TITTY28 25/07/2007 ore 18.00.17
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


caro RAMON,io ti do le mie " personalissime " prove dell esistenza di DIO! TU SMONTAMELE UNA AD UNA SE CI RIESCI, E DAMMENE ALTRETTANTE ALTRE DELLA " NON ESISTENZA" ( CON QUESTO NON DICO KE IO SN SICURA AL 100%KE DIO ESISTA, MA ALMENO NON OFFENDO LE XSONE KE NN CREDONO COME HAI FATTO TU!





PRIMAprova: Il movimento (il motore immobile). "Omne quod movetur ab alio movetur" (come si è già visto per Aristotele). Questo signifiCA KE SE SI accetta il significato del divenire e del mutamento allo stesso modo di Aristotele, ovvero come passaggio da potenza ad atto. Questo passaggio abbisogna di un qualcosa che permetta alle cose di muoversi. Vi è quindi un mosso (qualcosa che muta dalla potenza all'atto) e un movente (qualcosa che genera il mosso, che genera il passaggio e che muove). Se per ogni sostanza naturale vi è alle spalle un movente, non è possibile che esista una catena infinita di moventi, le cose sarebbero un nulla. Ecco allora che è necessario un movente che non muove, un motore immobile, che è Dio.

L'impossibilità di spiegare ogni movimento con una serie infinita di movimenti è infatti contrario al principio di non-contraddizione. Se ogni cosa fosse mossa all'infinito, mosso e movente coinciderebbero.

2° prova: Il rapporto causa/effetto (la causa incausata). Tutte le cose possiedono una causa efficiente che le produce (che le rendono effettive). A sua volta la causa che produce una cosa ha alle spalle un'altra causa e così via. Questo rapporto causale evidentemente non può essere infinito, deve esistere una Causa Incausata, una causa priva di un'altra causa alle sue spalle che dia inizio alla catena ininterrotta delle cause e degli effetti, ovvero Dio.

3° prova: La contingenza (l'essere necessario). Il mondo è fatto di cose possibili, ovvero di cose che nascono e finiscono, che passano da uno stato di essere a non essere più (sono contingenti, ovvero sono fintanto che sono). Ciò comporta la possibilità che tutto ciò che esiste possa essere stato un giorno un puro nulla. Ammettere la possibilità che qualcosa fosse un nulla significherebbe dire che non potesse esistere questa cosa anche in seguito, visto che dal nulla non si genera il nulla (ex nihilo nihil, ovvero "ciò che esce dal nulla, rimane un nulla" perché il nulla non esiste). Ecco allora la necessità di un essere assolutamente necessario, ovvero qualcosa che non può non esistere, la base stabile nelle quali le cose prendono forma, ovvero Dio.

4° prova: I diversi gradi di perfezione (l'essere perfettissimo). Le cose del mondo hanno tutte diversi gradi di perfezione, una cosa può essere più o meno bella, più o meno vera, più o meno giusta. Tutte hanno in se la possibilità di migliorare e comunque lasciano aperta la possibilità di una perfettibilità. Se ogni cosa potesse migliorarsi all'infinito, il concetto stesso di perfezione ne risulterebbe svuotato, poiché mai niente sarebbe veramente perfetto. Ecco perché secondo Tommaso deve per forza di cosa esistere un essere perfettissimo, che è già perfezione e contiene al massimo grado tutte le determinazioni finite degli enti finiti (contenga quindi il bello, il vero, il giusto come concetti puri e assoluti). Questo essere perfettissimo è Dio.

5° prova: il fine (l'intelligenza ordinatrice). Tutti le cose naturali tendono a un fine, ogni cosa naturale ha un ordine. Tuttavia tutte le cose naturali inorganiche e organiche non possiedono una coscienza del proprio fine, non sono coscienti di ciò a cui tendono e dell'ordine entro il quale sono stati creati. Ecco che allora è necessario che dietro a questa loro mancanza di coscienza dei fini vi sia un'intelligenza cosciente e ordinatrice, una coscienza che attribuisca per ciascuna cosa vivente il fine per cui è stata creata: questa intelligenza ordinatrice è Dio.

Tali cinque dimostrazioni non vogliono essere sostitutive alle verità di fede, esse costituiscono dei preamboli alla conoscenza di Dio. Dio rimane un essere inconoscibile alle capacità limitate degli uomini, tuttavia queste cinque prove intendono dimostrare come anche attraverso la ragione, opera divina, l'uomo riesce a pervenire ad un'affermazione della sua esistenza. Ecco che la ragione non è un male e nemmeno entra in contrasto con la Rivelazione, la ragione è parte integrante del creato e rispecchia la volontà divina.



Ramon85 Ramon85 25/07/2007 ore 18.00.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


io non voglio essere rispettato e non ho intenzione di rispettare incondizionatamente. Le mie vedute vanno ben al dila delle tue, che fondamentalmente non esistono, hai vedute indotte da altri. Questo è chiaro.

Per il fatto dei pregiudizi e di essere presuntuoso non ci vedo nulla di male sei per pregiudizi ed essere presuntuoso intendi il mio comportamento in questo topic.

Comunque basta parlare di dio, è fdifficile essere seri a lungo su un argomento stupido.
merckad2 merckad2 25/07/2007 ore 18.16.40
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

io non voglio essere rispettato e non ho intenzione di rispettare incondizionatamente. Le mie vedute vanno ben al dila delle tue, che fondamentalmente non esistono, hai vedute indotte da altri. Questo è chiaro.

Per il fatto dei pregiudizi e di essere presuntuoso non ci vedo nulla di male sei per pregiudizi ed essere presuntuoso intendi il mio comportamento in questo topic.

Comunque basta parlare di dio, è fdifficile essere seri a lungo su un argomento stupido.
perfetto..ti sei risposto da solo!almeno sei sincero..dittatura opinionistica..il verbo io e' onnipresente nei tuoi post..
tamssda tamssda 25/07/2007 ore 22.16.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


io sono del parere che Dio esista e che è Lui che dirige la giostra del mondo.........

Affermando questo non mi sento ne arrogante, ne presuntuosa e ne ignorante......

IMPARATE A RISPETTARE LE IDEE ALTRUI E A NON SPARARE SENTENZE INAPPROPRIATI

sono proprio curiosa di sapere: se Dio nn esiste come spiegate la masita della vita????


Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 22.40.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Io non sopporto l'arroganza e la presunzione sia da parte di chi non crede in alcuna religione, sia da parte dei credenti (che in questo caso mi sembrano tutti cattolici). Chi non crede non crede, chi crede crede. Punto. Nessuno deve obbligare altri a pensarla allo stesso modo, nè deve imporre il suo modo di vedere le cose.
gres89 gres89 25/07/2007 ore 22.42.33
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

tamssda ha scritto:

io sono del parere che Dio esista e che è Lui che dirige la giostra del mondo.........

Affermando questo non mi sento ne arrogante, ne presuntuosa e ne ignorante......

IMPARATE A RISPETTARE LE IDEE ALTRUI E A NON SPARARE SENTENZE INAPPROPRIATI

sono proprio curiosa di sapere: se Dio nn esiste come spiegate la masita della vita????


hai pienamente ragione su tutto...voglio proprio sapere come lo spiegate voi...nn dico ke nn potete giudicare km meglio credete ma voi nn potete giudicarci km noi nn giudichiamo voi...e cmq l'ignoranza viene dal fatto ke voi kn qst atteggiamento nn rispettate le nostre idee...
nickbarone nickbarone 25/07/2007 ore 22.46.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon se tu pensi che nel mondo milioni di credenti siano solo coglioni e tu sei
l' unico ad aver capito tutto della vita ti posso solo dire bravo continua con le tue idee.Ma sicuramente un giorno la verita' uscira' fuori.
Ma ti ricordo che circa duemila anni fa e' esistito un uomo di nome Gesu' che ha fatto innumerevoli miracoli di tutti i tipi e diceva che era il figlio di Dio.
Questa e' storia e ci sono numerosissimi scritti che lo testimoniano e se non crediamo a questo che storia non dobbiamo credere neppure a Cristoforo Colombo a Galileo Galilei a Newton e tanti altri personaggi storici nati secoli fa che noi non abbiamo conosciuto ma sappiamo che sono esistiti grazie alla storia che forse tu nemmeno conosci.
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 22.50.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Il fatto che Gesù sia esistito davvero non implica che fosse realmente il figlio di qualche dio.
speranza86 speranza86 25/07/2007 ore 22.57.58 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

non è per essere codarda ma da questa accusa io mi tiro indietro:m sono semplicemente trovata a concordare sul fatto che troppo spesso(almeno da quando io sono approdata su questo forum) i credenti hanno dimostrato presunzione e arroganza...alcuni ritenendo noi non credenti dei come dei poveri minorati!Mi pare eccessivo questo atteggiamento da parte di entrambi i fronti...e come solito concordo con Psycho :-)
nickbarone nickbarone 25/07/2007 ore 22.59.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

E i miracoli dove li mettiamo perche' tanta gente avrebbe testimoniato della potenza di quest'uomo? Mai di nessun uomo si e' avuto una testimonianza del genere cosi forte e duratura che dura da secoli e che ancora oggi e' argomento di discussione.
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 22.59.25 Ultimi messaggi
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 23.02.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

nickbarone ha scritto:
E i miracoli dove li mettiamo perche' tanta gente avrebbe testimoniato della potenza di quest'uomo? Mai di nessun uomo si e' avuto una testimonianza del genere cosi forte e duratura che dura da secoli e che ancora oggi e' argomento di discussione.

C'è tanta gente che si dice abbia compiuto e compia miracoli. Il fatto che Gesù ne abbia compiuti (se è vero) non significa comunque che fosse il figlio di questo fantomatico dio. Per me la figura di Cristo è una bella figura. E' sicuramente stato un uomo importante, che a suo modo ha rivoluzionato il mondo. Ma non credo che fosse figlio di alcun dio. E se lo era, s'è scelto un padre che a me sta antipatico.
ArtoriusCastus ArtoriusCastus 25/07/2007 ore 23.12.16
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

speranza86 ha scritto:
non è per essere codarda ma da questa accusa io mi tiro indietro:m sono semplicemente trovata a concordare sul fatto che troppo spesso(almeno da quando io sono approdata su questo forum) i credenti hanno dimostrato presunzione e arroganza...alcuni ritenendo noi non credenti dei come dei poveri minorati!
Quando i credenti sarebbero stati presuntuosi sul forum?? :scream (cavalierecrociato a parte) Proprio oggi, un'utente (utente femmina, ecco xché l'apostrofo) ci ha consigliato il manicomio :nono
ArtoriusCastus ArtoriusCastus 25/07/2007 ore 23.16.35
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

io non voglio essere rispettato e non ho intenzione di rispettare incondizionatamente.
Poi non stupirti se la gente si scanna a vicenda senza pietà... impara il rispetto per gli altri, anche gli animali ce l'hanno verso i propri simili.
gres89 gres89 25/07/2007 ore 23.22.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ArtoriusCastus ha scritto:
speranza86 ha scritto:
non è per essere codarda ma da questa accusa io mi tiro indietro:m sono semplicemente trovata a concordare sul fatto che troppo spesso(almeno da quando io sono approdata su questo forum) i credenti hanno dimostrato presunzione e arroganza...alcuni ritenendo noi non credenti dei come dei poveri minorati!
Quando i credenti sarebbero stati presuntuosi sul forum?? :scream (cavalierecrociato a parte) Proprio oggi, un'utente (utente femmina, ecco xché l'apostrofo) ci ha consigliato il manicomio :nono concordo...apparte cavalierecrociato nn ho visto nessun credente ke si è atteggiato in maniera presuntuosa...anzi a me è sembrato ke fossero i non credenti ad esserlo...
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 23.24.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ce ne sono stati tanti di credenti che si sono posti in maniera arrogante e presuntuosa. Stessa cosa da parte di molti non credenti.
ArtoriusCastus ArtoriusCastus 25/07/2007 ore 23.25.52
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Psychopatica ha scritto:
Ce ne sono stati tanti di credenti che si sono posti in maniera arrogante e presuntuosa. Stessa cosa da parte di molti non credenti.
e chi è stato? :batananna
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 23.29.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Artorius, son vecchietta, non pretenderai mica che mi ricordi tutti i nomi dei credenti e non credenti arroganti che hanno frequentato il forum in questi mesi :furbo

Comunque ce ne sono stati molti, io stessa ho avuto varie discussioni con tal gente.
ArtoriusCastus ArtoriusCastus 25/07/2007 ore 23.31.44
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Se dicevi che ero io mi inca :lamentino
Psychopatica Psychopatica 25/07/2007 ore 23.37.43 Ultimi messaggi
speranza86 speranza86 26/07/2007 ore 08.25.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ArtoriusCastus ha scritto:
Psychopatica ha scritto:
Ce ne sono stati tanti di credenti che si sono posti in maniera arrogante e presuntuosa. Stessa cosa da parte di molti non credenti.
e chi è stato? :batananna Eh Artorius....si dice il peccato ma non li peccatore...se ti leggi gli altri topic comunque te ne renderai conto da solo...e per la cronaca:non sopporto i credenti arroganti come non sopporto gli atei arroganti....l'arroganza non porta da nessuna parte se non alla chiusura e all'impossibilità del dialogo,mentre in un forum a mio parere si viene per confrontarsi no? Un bacio alla bella Psycho:bacio
gres89 gres89 26/07/2007 ore 10.43.26
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


se sn stata arrogante ditemelo cmq...ogni tanto parlo senza pensare se ferisco qlcuno o meno...
dar89 dar89 26/07/2007 ore 11.53.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

la nascita della vita e tutte le cose che ci circondano esistono per leggi della fisica stabilite... la vera domanda è: gli atomi o tutte le particelle che compongono la struttura atomica rispettano leggi imposte da qualche tipo di entita oppure sono dirette dal caso? einstein diceva che dio non gioca a dadi e se invece lo facesse? certo si puo credere o non credere è solo questione di fede, ma per quelle persone che invece di affidarsi ciecamente, cercano un risposta, anche se vaga, forse non ci sarà mai una piccola speranza di riuscire a scoprire qualcosa. forse credere in dio è un pò smettere di cercare e ,dal mio punto di vista, trovare la soluzione più semplice ad un problema che, magari, ha la stessa soluzione...
Ramon85 Ramon85 26/07/2007 ore 17.10.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ArtoriusCastus ha scritto:
Poi non stupirti se la gente si scanna a vicenda senza pietà... impara il rispetto per gli altri, anche gli animali ce l'hanno verso i propri simili.
Io non mi stupisco che "la gente si scanna a vicenda senza pietà". Ci sono troppi stronzi nel mondo per vivere in pace e non mi sento di rispettarle questi stronzi..sbaglio??? Per il fatto che gli animali rispettino i propri simili credo che sia un'affermazione azzardata.. alcuni animali come i delfini le scimmie gli elefanti l'uomo (e già l'uomo è un animale), a volte lo fanno, ma nella maggior parte delle situazioni no. Penso che il rispetto molti umani non lo meritano, ne dai loro simili, ne dagli altri animali. Io ho più rispetto per un fiore che per molti uomini.
speranza86 speranza86 26/07/2007 ore 19.35.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

in realtà gli animali non rispettano i propri simili...a quello che so esistono delle gerarchie sociali e i soggetti più deboli sono all'ultimo gradino...la differenza tra noi umani e qualsiasi altra specie del regno animale è che gli animali hanno capito una cosa fondamentale che a noi sfugge da sempre:ogni individuo ha la sua importanza perchè ogni individuo può essere utile alla comunità.
JohnnyRotten87 JohnnyRotten87 26/07/2007 ore 19.41.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO



PRIMAprova: Il movimento (il motore immobile). "Omne quod movetur ab alio movetur" (come si è già visto per Aristotele). Questo signifiCA KE SE SI accetta il significato del divenire e del mutamento allo stesso modo di Aristotele, ovvero come passaggio da potenza ad atto. Questo passaggio abbisogna di un qualcosa che permetta alle cose di muoversi. Vi è quindi un mosso (qualcosa che muta dalla potenza all'atto) e un movente (qualcosa che genera il mosso, che genera il passaggio e che muove). Se per ogni sostanza naturale vi è alle spalle un movente, non è possibile che esista una catena infinita di moventi, le cose sarebbero un nulla. Ecco allora che è necessario un movente che non muove, un motore immobile, che è Dio. L'impossibilità di spiegare ogni movimento con una serie infinita di movimenti è infatti contrario al principio di non-contraddizione. Se ogni cosa fosse mossa all'infinito, mosso e movente coinciderebbero.







questa prova non spiega in effetti l'esistenza di dio....primo, perchè qualcosa a sua volta dovrebbe muovere dio, e poi perchè nessuno mi vieta di pensare che tutto possa essere mosso da un albicocca?! questo dimostra che il tutto quesllo che sta scritto è fragile, semplicemente si sceglie questo "dio" per spiegare perchè ecc ecc








2° prova: Il rapporto causa/effetto (la causa incausata). Tutte le cose possiedono una causa efficiente che le produce (che le rendono effettive). A sua volta la causa che produce una cosa ha alle spalle un'altra causa e così via. Questo rapporto causale evidentemente non può essere infinito, deve esistere una Causa Incausata, una causa priva di un'altra causa alle sue spalle che dia inizio alla catena ininterrotta delle cause e degli effetti, ovvero Dio.
3° prova: La contingenza (l'essere necessario). Il mondo è fatto di cose possibili, ovvero di cose che nascono e finiscono, che passano da uno stato di essere a non essere più (sono contingenti, ovvero sono fintanto che sono). Ciò comporta la possibilità che tutto ciò che esiste possa essere stato un giorno un puro nulla. Ammettere la possibilità che qualcosa fosse un nulla significherebbe dire che non potesse esistere questa cosa anche in seguito, visto che dal nulla non si genera il nulla (ex nihilo nihil, ovvero "ciò che esce dal nulla, rimane un nulla" perché il nulla non esiste). Ecco allora la necessità di un essere assolutamente necessario, ovvero qualcosa che non può non esistere, la base stabile nelle quali le cose prendono forma, ovvero Dio.

Anche ammettendo che tutto abbia origine con il Big Bang, i credenti dovrebbero comunque spiegare cosa esisteva prima dell?universo e chi/cosa ha innescato la reazione a catena. La risposta più scontata a questo argomento è dunque chiedere ai suoi sostenitori chi ha creato Dio: la tesi stessa contraddice la sua premessa, perché se tutto ha una causa, anche Dio deve averne una, e la ?prova? dovrebbe semmai preventivamente spiegare perché Dio non ne dovrebbe avere una. Non vi sono dunque motivi validi per sostenere che l?universo deve avere una causa: potrebbe benissimo essere sempre esistito.
Un altro errore è che, in tal modo, non si risale necessariamente a Dio: si risale al massimo, e solo ipoteticamente, a qualcosa di più complesso e più grande dell?universo. Ma nulla dimostra che esso sia Dio, o un dio con gli attributi che gli vengono comunemente accreditati.
Ulteriori problemi nascono da recenti teorie scientifiche (benché ancora dibattute) che reputano possibile una ?generazione dal nulla?.
Infine, poiché si ritiene che con il Big Bang siano stati creati sia il tempo che lo spazio, poiché una causa precede il suo effetto nel tempo, il tempo stesso potrebbe non avere una causa. Parafrasando Stephen Hawking, chiedersi cosa c?era prima del tempo equivale a chiedersi cosa ci sia più a Nord del Polo Nord.
Anche questo argomento fu affrontato da Kant nella Critica della ragion pura. Secondo Michael Martin, il fatto che tanti filosofi, da più di due millenni, si siano impegnati senza successo a supportare questo argomento non depone, da un punto di vista probabilistico, a favore del fatto che una sua riproposta risolutiva verrà presentata in futuro. Sarebbe più ragionevole ammettere semplicemente la limitatezza delle capacità conoscitive umane, dei nostri sensi, del nostro intelletto.
4° prova: I diversi gradi di perfezione (l'essere perfettissimo). Le cose del mondo hanno tutte diversi gradi di perfezione, una cosa può essere più o meno bella, più o meno vera, più o meno giusta. Tutte hanno in se la possibilità di migliorare e comunque lasciano aperta la possibilità di una perfettibilità. Se ogni cosa potesse migliorarsi all'infinito, il concetto stesso di perfezione ne risulterebbe svuotato, poiché mai niente sarebbe veramente perfetto. Ecco perché secondo Tommaso deve per forza di cosa esistere un essere perfettissimo, che è già perfezione e contiene al massimo grado tutte le determinazioni finite degli enti finiti (contenga quindi il bello, il vero, il giusto come concetti puri e assoluti). Questo essere perfettissimo è Dio.
Molte leggi non sono tali, ma sono solo delle medie statistiche basate sul calcolo probabilistico. Le leggi cosiddette ?naturali? non sono prescrittive, sono solo descrizioni di fenomeni: se io rubo, vìolo una legge prescrittiva; ma se gli oggetti ?disobbedissero? alla legge di gravità, non potremmo far altro che rivederla.
Se è vero che le probabilità della vita sono infinitamente basse, è anche vero che questo argomento dimostra che l?eventuale creatore non sarebbe perfetto (perché creare un universo infinito e confinare la vita su un piccolo pianeta sperduto?). Il fatto che le probabilità siano basse non significa poi che non esistano: sarebbe come voler dire che, visto che un solo biglietto su una decina di milioni vince la lotteria nazionale, la lotteria stessa è stata concepita per far vincere lui.
Né si può dire che l?universo sia perfetto, in quanto gran parte di esso è invivibile, e il nostro mondo è pieno di difetti: ammesso che abbia avuto un progettista, ben difficilmente lo si potrebbe definire ?perfetto?, e da questo punto di vista l?evoluzionismo offre una spiegazione migliore. Lo stesso occhio umano non è perfetto (esistono gli oculisti, e nessun essere umano ha la vista di un falco).
Le costanti fisiche sono del resto straordinariamente lontane dai numeri perfetti: se si ritiene che l?universo sia un ?perfetto matematico?, la circostanza che le sue connotazioni fondamentali siano così palesemente imperfette contraddice tale assunto.
L?universo non è un orologio, perché la vita è qualcosa di diverso da un artefatto: quando vediamo uno scoiattolo non pensiamo che esista un costruttore di scoiattoli, ma pensiamo che sia stato concepito da una coppia di scoiattoli. Inoltre, come già notò David Hume, noi possiamo concepire l?orologiaio perché abbiamo esperienza sia degli orologiai che degli orologi, e del rapporto che esiste tra loro: ma noi non abbiamo alcuna esperienza né di Dio, né dell?universo nel suo complesso (così come non l?avremmo dell?orologio se non ne avessimo mai visto uno). Alla stessa stregua, dato che i comportamenti degli esseri umani ci sono più familiari dei comportamenti dei marziani, ci è più semplice spiegare un furto come opera di esseri umani, piuttosto che come opera di marziani.
Quanto al fine a cui tenderebbero le ?creature?, esso è spesso una proiezione dei desideri dei credenti, che vorrebbero in tal modo veder confermate le proprie asserzioni: Voltaire parodiò questa impostazione, sostenendo che la forma del naso è dovuta alla necessità di adattarlo agli occhiali. Allo stesso modo, i corpi umani sono usati come cibo da batteri e virus, ma nessun credente sosterrebbe che è questo lo scopo dei corpi umani.
Kant sostenne che questa prova può al massimo dimostrare l?esistenza di un Dio ordinatore, e non di un Dio creatore (la cui esistenza non è a sua volta dimostrabile).
Rimane infine il solito problema: chi avrebbe progettato un progettista così perfetto (o la sua mente)?
5° prova: il fine (l'intelligenza ordinatrice). Tutti le cose naturali tendono a un fine, ogni cosa naturale ha un ordine. Tuttavia tutte le cose naturali inorganiche e organiche non possiedono una coscienza del proprio fine, non sono coscienti di ciò a cui tendono e dell'ordine entro il quale sono stati creati. Ecco che allora è necessario che dietro a questa loro mancanza di coscienza dei fini vi sia un'intelligenza cosciente e ordinatrice, una coscienza che attribuisca per ciascuna cosa vivente il fine per cui è stata creata: questa intelligenza ordinatrice è Dio. Tali cinque dimostrazioni non vogliono essere sostitutive alle verità di fede, esse costituiscono dei preamboli alla conoscenza di Dio. Dio rimane un essere inconoscibile alle capacità limitate degli uomini, tuttavia queste cinque prove intendono dimostrare come anche attraverso la ragione, opera divina, l'uomo riesce a pervenire ad un'affermazione della sua esistenza. Ecco che la ragione non è un male e nemmeno entra in contrasto con la Rivelazione, la ragione è parte integrante del creato e rispecchia la volontà divina.




e chi l'ha detto quest'ultimo punto?! per me il fine degli uomini è morire e decomporsi per essere nutrimento di altri esseri, e far proseguire la catena alimentare...

JohnnyRotten87 JohnnyRotten87 26/07/2007 ore 19.48.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

e vorrei anche aggiungere:
PRIMA PROVA
L?ateismo nasce, si può dire costitutivamente (la ?a privativa del nome), come confutazione delle pretese dei credenti che Dio esista: benché, per essere atei, sia più che sufficiente non essere persuasi dell?esistenza di Dio. Si è quindi caratterizzato a lungo per dare una fondamentale importanza alla parte critica, piuttosto che alla formulazione di argomenti ?positivi? in favore della miscredenza.
Così facendo, gli atei ritengono che l?assenza di evidenze a favore dell?esistenza di Dio prodotte dai credenti, a cui spetta l?onere della prova, sia già un argomento sufficiente per negare qualsiasi entità sovrannaturale (così come, per gli agnostici, è già un argomento sufficiente per non esprimersi affatto sulla questione). Come ha sostenuto Cristopher Hitchens citando Euclide, «ciò che può essere asserito senza prove concrete può essere anche rifiutato senza prove concrete». Se bisogna rinunciare alla ragione per credere in Dio, allora si può credere qualunque cosa.
È una posizione simile a quella della scienza, secondo la quale non bisogna prendere per veritiere asserzioni completamente prive di evidenze: è teoricamente possibile, ad esempio, che esistano esseri extraterrestri con una lunga proboscide fatta a forma di trombetta, ma l?infinitesimale possibilità che ciò possa essere reale non è una valida ragione per crederla vera.
Molti atei sostengono inoltre che la scienza è competente a intervenire sulle questioni religiose: se si pretende che la divinità interagisca con la sfera materiale (ad esempio con i miracoli), allora la scienza ha tutte le credenziali per studiare la congruità dell?affermazione.
Da un punto di vista logico, infine, si è anche sostenuto (Ayer) che tutte le asserzioni su Dio sono letteralmente prive di significato, in quanto nulla può valere come verifica della loro verità o falsità. Non si prova l?esistenza di qualcuno, ma la si constata.
SECONDA PROVA
Il frate francescano Guglielmo di Occam (William of Ockam, m. 1350) sostenne che, per spiegare una qualunque cosa, non bisogna aggiungere, quando non servono, elementi ulteriori che si rivelano inutili.
Tale teoria, nota come Rasoio di Occam, è stata in seguito utilizzata per mettere in discussione la stessa esistenza di Dio, poiché semplifica l?affermazione «Dio, che è sempre esistito, ha creato l?universo» in «l?universo è sempre esistito».
Dio si rivela pertanto un ente inutile: la sua inesistenza non pregiudica affatto il funzionamento dell?universo, che si può spiegare molto meglio evitando di ricorrere a un?entità sovrannaturale. Il mondo è autosufficiente.
TERZA PROVA
Molte persone non credono. Non è ?colpa? loro: alcune di esse vorrebbero sinceramente poter credere.
Non può dunque esistere una divinità che possa e voglia essere creduta (e magari adorata) da tutti, e contemporaneamente non sia in grado di dare la fede a tutti.
QUARTA PROVA
Nel mondo vi sono migliaia di religioni, ognuna delle quali è sorta per precise ragioni storico-culturali. E milioni di divinità diverse (dal dio antropomorfo a quello assolutamente astratto) sono state venerate negli ultimi millenni dagli esseri umani. In nessuna età storica una religione è stata praticata dalla maggioranza della popolazione mondiale.
Se una religione fosse nel vero, il fatto che non sia diffusa in qualche zona del Paese destinerebbe intere popolazioni all?inferno: una tesi un poco razzista.
Inoltre, le religioni si contraddicono l?una con l?altra, e questo diminuisce ulteriormente la loro attendibilità.
L?esistenza di tante religioni e tante diverse divinità è quindi la dimostrazione che nessuna di esse ha mai portato prove irrefutabili.
QUINTA PROVA
L?argomento è stato formulato da Scott Adams nel libro God?s Debris.
Adams sostiene che un essere onnipotente e/o perfetto non avrebbe alcun motivo di agire, in particolar modo creando l?universo: Dio non proverebbe infatti alcun desiderio, in quanto il concetto stesso di desiderio è specificatamente umano. Ma l?universo esiste, e quindi c?è una contraddizione: conseguentemente, un dio onnipotente non può esistere.
SESTA PROVA
Nella vita di ogni giorno possiamo osservare come spesso il giusto sia punito e l?ingiusto sia premiato. Malfattori che sfuggono alla giustizia, uomini che ricoprono importanti incarichi ben al di là dei propri meriti, poveri nati poveri e impossibilitati ad aspirare ad altro che a una vita da poveri. Come può esistere un Dio (un Dio ?giusto?) che tollera simili iniquità?
SETTIMA PROVA
È un?evoluzione basata sulla replica al precedente argomento. Dio, se punisse i malvagî con un castigo eterno, commetterebbe un?evidente ingiustizia: una colpa, per quanto grande essa sia, è limitata all?esistenza umana, e non può essere sanzionata con una pena infinita. La sproporzione è evidente.
OTTAVA PROVA
Questo argomento è un po? una somma degli argomenti precedenti. I varî attributi divini (onniscienza, onnipotenza, somma benevolenza) sono vicendevolmente escludenti. Perché Dio non impedisce che si compia il male?
Se non lo fa perché non può, vuol dire che non è onnipotente. Se non lo fa perché non vuole, vuol dire che non è sommamente buono. Se non lo fa perché non sa come farlo, vuol dire che non è onnisciente.
Un?ulteriore contraddizione si rinviene nella teoria del libero arbitrio: se Dio ha dotato l?uomo di libero arbitrio, ben sapendo che lo avrebbe usato per fare del male, vuol dire che Dio non è sommamente buono; se non lo poteva prevedere, vuol dire che non è onnisciente; oppure è perfido, e si prende gioco sia degli esseri umani che predestina a compiere il male, sia di quelli che predestina al ruolo di vittime.
NONA PROVA
Tutte le caratteristiche di Dio sono palesemente ?proprietà mentali? (avere un disegno, quindi degli obiettivi, avere una volontà, conoscere, prevedere, decidere, ecc.) Ebbene, come le neuroscienze hanno dimostrato, ogni proprietà mentale presuppone l?esistenza di un cervello. Quindi, se dio esistesse, avrebbe le caratteristiche che gli attribuiscono i credenti e quindi, per quanto sopra, dovrebbe avere un cervello materialisticamente inteso.
Ma siccome il Dio dei credenti è immateriale, non può esistere alcun cervello di Dio. Da cui un?evidente contraddizione che porta a ?non credere? nell?esistenza stessa di dio.


JohnnyRotten87 JohnnyRotten87 26/07/2007 ore 19.54.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

nick barone ha scritto
E i miracoli dove li mettiamo perche' tanta gente avrebbe testimoniato della potenza di quest'uomo? Mai di nessun uomo si e' avuto una testimonianza del genere cosi forte e duratura che dura da secoli e che ancora oggi e' argomento di discussione.



Nessun miracolo è mai stato verificato e/o ripetuto in condizioni controllate, men che meno quelli di Gesù, di cui non esiste alcuna testimonianza storica di chi vi avrebbe assistito.
Inoltre, come notò Hume, se nessuna testimonianza umana può provare un miracolo, alla stessa stregua dovremmo rifiutare ogni testimonianza di chi sostiene di aver ricevuto una rivelazione divina direttamente da Dio.
Infine, nel caso di Gesù l?argomento si trasforma in un circolo vizioso: se i miracoli devono essere la prova che Gesù era figlio di Dio, allora la tesi che Gesù era il figlio di Dio non può essere usata per provare i suoi miracoli.
Si può ribattere che molte persone hanno invece la netta convinzione che Dio non esista. Si tratta quindi di sensazioni personali, che non possono conseguentemente essere considerate una prova.
Del resto, esistono anche persone che sostengono di essere state rapite dagli UFO o di essere state visitate dallo spirito di Elvis Presley, ma l?unica cosa che si può dire in merito è che si tratta di una convinzione intima e per nulla generalizzabile, perché nessuno ha mai fornito alcuna prova di aver conosciuto personalmente Dio.
L?unica evidenza prodotta rimane dunque quella che esistono molte persone che sostengono di intuire la presenza di un essere sovrannaturale. Nulla attesta e può attestare che abbiano anche ragione.
piazzamaggiore piazzamaggiore 26/07/2007 ore 21.14.38
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Premetto che non ho letto tutti i commenti precedenti (quindi potrei anche ripetere cose già dette) però ritengo che spesso la gente preferisca non credere perchè la fede è impegnativa ! E' impegnativo andare a messa tutte le domeniche, è impegnativo partecipare ai gruppi, ai campi alle GMG ecc...e in assenza di certezze per molti non vale la pena impegnarsi.
Psychopatica Psychopatica 26/07/2007 ore 22.04.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Poi a me da anche fastidio che quando si parla di religione si parli come se l'unica esistente fosse quella cattolica. :nono1 Ma vabbè.

Un bacione alla Speranza mia bella :batalove
TITTY28 TITTY28 26/07/2007 ore 22.10.44
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

 E SI SI CERTO! TANTO LA VERITA' E' KE NN TROVEREMO MAI UN PUNTO COMUNE, ABBIAMO IDEE DIVESRE ED E' GIUSTO ANKE COSI'! TANTO PRIMA O POI SE ESISTE DIO LO SCOPRIREMO TUTTI , E SE NN ESISTE?? NN AVREMMO PIU' COSCIENZA DUI NULLA E SARA' COME NN ESSERE MAI ESISTITI E QUESTO X L 'ETERNITA', SAPETE KE VUOL DIRE" ETERNITA'?" KE BELLA PROSPETTIVA!
senna78 senna78 26/07/2007 ore 22.26.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


da satanista... ti rispondo in questo modo.....



Noi deriviamo solamente dall'evoluzione di atomi e materia!!!

perchè se ti domandi se l'uomo è stato creato da Dio.. allora chi ha creato Dio?....







speranza86 speranza86 27/07/2007 ore 08.32.36 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Questa domanda è già stat fatta in altri topic,la risposta dei non credenti è "Dio è stato creato dall'uomo per una serie di motivi(che ora non sto qui a ripetere perchè mi sono stancata)"....solo che ci manca sempre la risposta di un credente....ogni volta che appare sta domanda si defilano -.-



Ciau psychoooooo:batarosa
fighter.biy fighter.biy 27/07/2007 ore 10.10.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

speranza86 ha scritto:

Questa domanda è già stat fatta in altri topic,la risposta dei non credenti è "Dio è stato creato dall'uomo per una serie di motivi(che ora non sto qui a ripetere perchè mi sono stancata)"....solo che ci manca sempre la risposta di un credente....ogni volta che appare sta domanda si defilano -.-



Ciau psychoooooo:batarosa
sicura??? mi pare che qua ne abbiamo messe diverse...
speranza86 speranza86 27/07/2007 ore 12.19.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

fighter.biy ha scritto:
speranza86 ha scritto:

Questa domanda è già stat fatta in altri topic,la risposta dei non credenti è "Dio è stato creato dall'uomo per una serie di motivi(che ora non sto qui a ripetere perchè mi sono stancata)"....solo che ci manca sempre la risposta di un credente....ogni volta che appare sta domanda si defilano -.-



Ciau psychoooooo:batarosa
sicura??? mi pare che qua ne abbiamo messe diverse...Davvero?non ho trovato spiegazioni esaudienti allora....Ti prego,perdonami e se non ti è troppo disturbo,fammi una sintesi:per i credenti chi ha creato Dio?
Ramon85 Ramon85 27/07/2007 ore 12.25.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

speranza86 ha scritto:
chi ha creato Dio?
La mamma e il papà di Silvio Berlusconi
speranza86 speranza86 27/07/2007 ore 12.35.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
speranza86 ha scritto:
chi ha creato Dio?
La mamma e il papà di Silvio BerlusconiBeh,se lo potevano risparmiare eh...o per lo meno potevano evitare di scaricarcelo a noi se si erano stancati di lui -.-
merckad2 merckad2 27/07/2007 ore 15.43.02
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

senna78 ha scritto:

da satanista... ti rispondo in questo modo.....



Noi deriviamo solamente dall'evoluzione di atomi e materia!!!

perchè se ti domandi se l'uomo è stato creato da Dio.. allora chi ha creato Dio?....








anche se per noi puo'essere difficile comprenderlo,dio non ha mai avuto nessun principio e non avra mai nessuna fine".E'il re d'eternita".(salmo90:21 1timoteo1:17).prima di cominciare a creare,dio era completamente solo nello spazio universale.ma non soffriva di solitudine,perche' e' completo in se stesso e non li manca nulla.fu il suo amore che lo spinse a cominciare a creare,a dare la vita ad altri.le prime creature di dio furono creature spirituali simili a lui.prima ancora di preparare la terra per l'uomo ,egli aveva gia'una grande organizzazione di figli celesti.

questo e' cio che ci e' dato capire ,per il resto il nostro cervello ha dei limiti nel quale non puo'comprendere .. tutto.. .

.se ti chiedessi: spiegami allora perche nonostante milioni di forme di vita diverse,solo una e' intelligente e domina le altre.forse non avresti una risposta esaudiente in merito.

p.s.con questo non voglio convincere nessuno,rispetto il tuo credo qualunque esso sia,io vivo felice col mio,e' immagino sia la stessa cosa per te'.

cordialita.
Ramon85 Ramon85 27/07/2007 ore 15.43.05 Ultimi messaggi
merckad2 merckad2 27/07/2007 ore 16.38.58
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

:hoho :hoho :many :many :many Ramon85 ha scritto:
potremmo ucciderlo:nonono
:many :many :hoho :hoho :hoho :hoho non mene volere... mi fai troppo divertire:hihi :hihi :bye :bye
Ramon85 Ramon85 27/07/2007 ore 16.44.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

merckad2 ha scritto:
:hoho :hoho :many :many :many Ramon85 ha scritto:
potremmo ucciderlo
:many :many :hoho non mene volere... mi fai troppo divertire:hihi Cosa?
merckad2 merckad2 27/07/2007 ore 16.58.42
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
merckad2 ha scritto:
:hoho :hoho :many :many :many Ramon85 ha scritto:
potremmo ucciderlo
:many :many :hoho non mene volere... mi fai troppo divertire:hihi Cosa?:clava :amen a... colpi di nervo...:testata :hoho :hoho ..sto solo scherzando.. dai,...:bye
mytikos mytikos 27/07/2007 ore 17.59.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

-salve, qualcuno mi puo' spiegare dove è rintanato dio?, e se esiste perchè non fa niente per fermare tutta questa crudelta' degli esseri umani?, scusate ma proprio non capisco, perchè puo' permettere la morte di bambini ad opera di gente crudele, oppure permettere le stragi di esseri umani, o far morire quell' EROE che dopo aver salvato 3 persone che stavano per annegare e morto (era un bagnino con moglie e figli) o ancora di pellegrini che sono appena stati a pregarlo tutti felici e contenti di averlo fatto e poco dopo al ritorno a casa..........zakkkk tutti morti in un dirupo, ma è cieco? come puo' essere, ma! non capisco, io sono ateo ma non critico chi ci crede è una scelta loro, saluti.
merckad2 merckad2 27/07/2007 ore 18.18.26
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

mytikos ha scritto:
-salve, qualcuno mi puo' spiegare dove è rintanato dio?, e se esiste perchè non fa niente per fermare tutta questa crudelta' degli esseri umani?, scusate ma proprio non capisco, perchè puo' permettere la morte di bambini ad opera di gente crudele, oppure permettere le stragi di esseri umani, o far morire quell' EROE che dopo aver salvato 3 persone che stavano per annegare e morto (era un bagnino con moglie e figli) o ancora di pellegrini che sono appena stati a pregarlo tutti felici e contenti di averlo fatto e poco dopo al ritorno a casa..........zakkkk tutti morti in un dirupo, ma è cieco? come puo' essere, ma! non capisco, io sono ateo ma non critico chi ci crede è una scelta loro, saluti.

nel mondo c'e' criminalita,odio,e problemi..ma chi compie tutte queste azioni malvage,sono gli uomini non dio.dio condanna il male.molte sofferenze si potrebbero evitare se si seguisse le leggi di dio.egli comanda di amarci. tu cosa fai per lui?, gli amici non si cercano solo nel momento del bisogno,questo vale anche per dio. per un credente questa vita non ha molta inportanza,ma rimane cosciente che queste persone che hanno subito ingiustizia,verranno ricompensate in altra vita.nell'eden non siamo stati capaci di stare..non ci siamo accontentati del paradiso...a nostro discapito..

per validi motivi un genitore puo' permettere che un figlio a cui vuol bene subisca un doloroso intervento.anche dio ha avuto buoni motivi per permettere temporaneamente che gli uomini soffrissero.
meribel79 meribel79 27/07/2007 ore 19.28.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


allora ramon sei tu il primo a giudicare chi crede , e non mi sembra giusto, io ho una mia fede personale che non mi ha insegnato nessuno ,e non ci credo perche' ho bisogno di crederci o per paura della morte, credere viene da dentro e non si puo' spiegare.

io per esempio credo che dopo la morte qualcosa c'e' ma non so cosa, non credo al dio della bibbia e di tutte le regole della bibbia e di altre religioni, ma credo che di uomini come gesu' ce ne sono stati tanti e mi basta sapere che ci sono uomini come loro da qualche parte. per me dio potrebbe essere tutti gli uomini del nostro mondo e di altri mondi in un unico essere
meribel79 meribel79 27/07/2007 ore 19.36.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


carissimo guarda che sulla terra noi "forse siamo i piu' inteligenti" ma chiediti se su altri pianeti dove sicuramente vivono altri esseri viventi la pensano come te. l'hai detto tu che dio e' generoso no? quindi perche' esserlo solo con un pianeta?

e poi lo dici sempre tu che gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro????

ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noi
meribel79 meribel79 27/07/2007 ore 19.40.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

scusa ma secondo te credente e' solo chi crede in dio? o credente e' anche chi crede in qualcosa di diverso ma che comunque crede?
Euclide86 Euclide86 27/07/2007 ore 20.57.33
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Sono d'accordo con Ramon!!Noi esseri umani sappiamo benissimo di essere creature limitate e quando non riusciamo a spiegare il perchè di certi avvenimenti, quando non riusciamo a comprendere il senso della nostra vita, e quando ci accadono avvenimenti che per la loro portata devastante ci fanno sentire dei tanti piccoli vermetti inermi ed incapaci di reagire, ecco che per non impazzire ci rifugiamo nell'idea di Dio.Io personalmente non riesco a credere in dio, forse sarò mentalmente limitato, forse sarò solo un semplice cretino, ma proprio non ce la faccio a credere in colui che per la maggiorparte della gente è l' essere Buono e misericordioso per eccellenza.Se Dio è bene perchè ha permesso a noi esseri umani di rovinarci con le nostre stesse mani?Ed ancora perchè mette al mondo tanti piccoli bimbi per fargli vivere solo pochissimi anni da inferno?!Ci sono tante domande che assillano la mia mente e che purtroppo proprio perchè non troveranno mai una risposta mi allontanano sempre piu dal credere in un qualcosa di sovrannaturale e potente.Certo i cattolici potrebbero uscirsene con la storia del libero arbitrio....ma personalmente sono convinto che se una persona vuole davvero bene ad un'altra persona, se la ama davvero, cerca di fare di tutto per farle condurre un'esistenza tranquilla e lontana dai pericoli e da tutto cio che è male.Questi naturalmente sono solo miei pensieri e rispetto chi non la pensa come me per carità, però se mi dicono di credere in un qualcosa di sovrannaturale e misericordioso, scusatemi, ma proprio non ce la faccio...
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 11.10.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Meribel79 gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro???? ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noiPenso che gli umani siano gli animali potenzialmente più intelligenti del pianeta terra, ma praticamente i più stupidi perchè sono gli unici animali terrestri che vanno consapevolmente verso l'autodistruzione
speranza86 speranza86 28/07/2007 ore 11.49.53 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Meribel79 gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro???? ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noiPenso che gli umani siano gli animali potenzialmente più intelligenti del pianeta terra, ma praticamente i più stupidi perchè sono gli unici animali terrestri che vanno consapevolmente verso l'autodistruzione
Che dire?Quoto in pieno...l'unico animale al mondo che si rivolta contro sua madre...la dea Natura...
19m80 19m80 28/07/2007 ore 16.57.25
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Meribel79 gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro???? ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noiPenso che gli umani siano gli animali potenzialmente più intelligenti del pianeta terra, ma praticamente i più stupidi perchè sono gli unici animali terrestri che vanno consapevolmente verso l'autodistruzione
in verità, nella logica di un disegno più ampio, questa potrebbe proprio essere la conseguenza indotta di un rispetto delle leggi naturali......
mytikos mytikos 28/07/2007 ore 17.11.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

quoto pienamente meribel79 e ramon85, meribel79 perchè la penso pienamente come lei, infatti anche io come lei penso che dopo la morte ci sia qualche altra cosa, io ad esempio credo che noi abbiamo per cosi dire un anima, anche se in realta' sara' energia o qualcosa di simile, che dopo la morte questa energia lascia il nostro corpo, per andare a disperdersi chissa dove, come credo anche che noi abbiamo un angelo custode?, personalmente ho lavorato diversi anni in un camposanto è qualcosa mi è capitato di "vedere" (non parlo di morti che si svegliano e camminano) ma di fenomeni nn spiegabili, cmq, la stupidita umana e grande, se pensassimo a quanto staremmo bene se solo non pensassimo a fottere il prossimo, e smettiamola con le baggianate delle varie religioni a cosa cacchio servono?, hanno mai risolto qualcosa? NO, e allora? qualcuno mi dice a cosa serve? siamo noi stessi il dio in cui dovremmo credere, e poi tutti questi santi!! ma va!!!!!. saluti ragazzi.
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 17.12.53
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:
in verità, nella logica di un disegno più ampio, questa potrebbe proprio essere la conseguenza indotta di un rispetto delle leggi naturali......
il fatto è che l'uomo non le rispetta, le leggi naturali. quali sarebbero ste leggi naturali che dici tu?
19m80 19m80 28/07/2007 ore 18.04.11
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
19m80 ha scritto:
in verità, nella logica di un disegno più ampio, questa potrebbe proprio essere la conseguenza indotta di un rispetto delle leggi naturali......
il fatto è che l'uomo non le rispetta, le leggi naturali. quali sarebbero ste leggi naturali che dici tu?beh...quello che proverò a fare è un discorso impopolare e che va visto in modo amplio e soprattutto che esula dalla coscienza umana e dai suoi sentimenti. puramente tecnico. le leggi naturali implicano che una popolazione abbia bisogno di spazio, cibo ed acqua per vivere. ora, qualunque essere vivente, di qualunque specie, che faccia parte di una comunità, deve rispettare queste cose: pena la morte. ma la morte naturale, per le specie viventi è l'elemento chiave della sopravvivenza della specie stessa. i toporagno, se in sovrannumero, si suicidano. i leoni feriti e vecchi vengono allontanati dal branco. gli animali morti vengono lasciati come cibo ai vivi di altre specie perchè il ciclo continui. l'uomo è una creatura che sta a metà strada. non è più animale(anche se sta in questo regno) da molto tempo. ma deve comunque rispettare leggi naturali, anche se forse, nel quotidiano, non le vede. per ASSURDO tutto ciò che compiamo contro noi stessi e i nostri simili, potrebbe far parte di un disegno per il mantenimento stesso della specie...una cosa che noi, con l'intelligenza, la morale, l'amore e la coscienza tendiamo a non vedere forse, ma di fatto sarebbe impossibile anche la vita umana senza la morte di altri umani...e in fondo noi potremmo muoverci seguendo un antichissimo principio animale...perchè la terra è un sistema chiuso purtroppo... l'immortalità qui sarebbe impossibile, perchè finirebbero le risorse...tutto ciò che accade, anche le cose più orribili, potrebbero far parte di questa sorta di disegno...inoltre, non è nemmeno detto che l'uomo sia l'ultima creatura che vivrà e dominerà la terra...per un nulla potremmo estinguerci, persino per colpa nostra(in una visione terrena della cosa) ma che potrebbe poi in fondo non essere tale... spero si sia capito....soprattutto la prospettiva nella quale va inquadrato un simile discorso...
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 18.13.13
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

be ma sta cosa del disegno ci può stare ma comunque secondo me è una teoria,un punto di vista.  io personalmente non credo in nessun disegno, secondo me stiamo qua per caso e tutto avviene spontaneamente, per mano nostra. sono un umanista-materialista convinto.
19m80 19m80 28/07/2007 ore 18.20.54
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
be ma sta cosa del disegno ci può stare ma comunque secondo me è una teoria,un punto di vista. io personalmente non credo in nessun disegno, secondo me stiamo qua per caso e tutto avviene spontaneamente, per mano nostra. sono un umanista-materialista convinto.
ah beh, si si, come no...è solo un punto di vista, chiaro...mica altro...ti dirò di più, nemmeno il mio personale sul quale faccio affidamento...è una "visuale" direi differente...una specie di "spiegazione", un tentativo anzi direi di spiegazione di alcuni fenomeni che noi magari giudichiamo assurdi ma che se visti in una prospettiva differente, potrebbero perchè no, persino essere naturali... ora beh, io non ti ho mai letto qui, e tu forse non hai mai letto me, quindi reciprocamente non sappiamo come la pensiamo... certo se tu mi dici così(umanista-materialista convinto) è chiaro che il mio sia un discorso ancora più "fragile"...d'altra parte come detto, è solo un'idea sulla quale magari discutere..:ok
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 18.27.26
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ok amico :ok
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 18.40.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Scusa 19 ma il tuo discorso è un po' confuso...o forse non l'ho capito.

Come puoi dire che l'uomo va verso la distruzione come conseguenza indotta dell'applicazione delle leggi naturali?... è un controsenso. Le "leggi naturali" sono quelle "regole" che permettono il mantinimento del pianeta in eterno. L'uomo lo ha distrutto..
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 18.46.51
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

ci possono pure non essere leggi naturali, secondo me.  ancora devo capire cosa sono ste leggi, chi le ha inventate e a quale scopo. c'è la natura. nella natura ci mettiamo pure l'uomo. l'uomo ha distrutto la natura. quindi la natura "sapeva". arrivo alla conclusione che tutto torna:la natura voleva auto-distruggersi, o era troppo ingenua. oppure noi non facciamo parte della natura, e siamo un'imperfezione delle leggi cosmico-naturali. quale che sia la verità, a me non me ne frega un cazzo.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 18.46.56
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

meribel79 ha scritto:

carissimo guarda che sulla terra noi "forse siamo i piu' inteligenti" ma chiediti se su altri pianeti dove sicuramente vivono altri esseri viventi la pensano come te. l'hai detto tu che dio e' generoso no? quindi perche' esserlo solo con un pianeta?

e poi lo dici sempre tu che gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro????

ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noi
personalmente penso che noi siamo gli unici abitanti dell'universo. un giorno se si scoprira altra forma di vita intelligente oltre la terra,io prendero la bibbia e' la strappero.perche in tal caso vorra dire che cio' che contiene e' falso. siamo i piu "potenzialmente intelligenti"anche se bisogna dire che questa intelligenza se usata male porta solo danni.,non mi sembra che qualche alto essere vivente sia stato in grado di andare sulla luna.gli animali basano molto sull'istinto.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.00.03
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

meribel79 ha scritto:
scusa ma secondo te credente e' solo chi crede in dio? o credente e' anche chi crede in qualcosa di diverso ma che comunque crede?
io credo in un dio cristiano.la mia fede non e' sabbietta che si sgretola al vento.ma io sono certo di cio' che accadra e' che e' stato.ne sono sicuro al 100%.non mi baso sui forse,sui se,sui ma,sui puo darsi.il problema eì che molti dio lo conoscono come ci viene insegnato dai cattolici,o per tradizione.ma studiando la bibbia,che non vuol dire saltare da un argomento all'altro.ma progressivamente ci si rende conto che quel disegno di dio,di far vivere l'uomo in una terra paradisiaca tornera.studiandola mi sono reso conto di come,tutto combacia,di come le varie promesse siano state mantenute,di come tutto si sia avverato,nei minimi particolari.questa e' una mia convinzione del tutto personale perche secondo me' se uno crede deve essere certo di cio' che crede.in quanto ad altri credo,ogniuno e' libero di credere cio' che ritiene giusto credere. con il massimo rispetto. l'inportante e' che uno sia sereno e' in pace con se stesso, con cio' che crede .io credo in un dio cristiano(non cattolico),e' sono felicissimo di questo.se uno trova giusto un credo,anche personale e' ci convive bene,(che puo essere ateo,piuttosto che ebreo,cattolico,mussulmano,pagano,buddista induista )ecc. ecc. giusto cosi.. l'inportante e' vivere in perfetta armonia col proprio credo, rispettando a priori il prossimo, e' non sentirsi migliori di altri .
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.02.00
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Scusa 19 ma il tuo discorso è un po' confuso...o forse non l'ho capito.

Come puoi dire che l'uomo va verso la distruzione come conseguenza indotta dell'applicazione delle leggi naturali?... è un controsenso. Le "leggi naturali" sono quelle "regole" che permettono il mantinimento del pianeta in eterno. L'uomo lo ha distrutto..

beh in verità c'è una cosa che secondo me spiega la natura ambigua dell'uomo: in questi secoli ha inesorabilmente distrutto la terra eppure ha continuato a proliferare: oggi infatti, la popolazione umana aumenta anzichè diminuire...questo perchè l'uomo ha costruito micro nicchie nelle quali vivere e nelle quali per certi aspetti, fa a meno della natura stessa...ma essendo la terra un sistema chiuso, prima o dopo, arrivato ad un limite anche numerico (di non so quanto) succederà qualcosa. questo "qualcosa" potrebbe essere ai nostri occhi un fattore umano(es: una bomba atomica) oppure naturale(es: una pestilenza) o pseudonaturale(o pseudoumana)...ma in tutti i casi queste catastrofi potrebbero per assurdo avere la stessa funzionalità: riportare la specie ad un numero che le consenta di vivere in base alle risorse. insomma: per ora l'uomo vive in un pianeta del quale sembra pensare di fare a meno ma inconsapevolmente, per vari motivi, un giorno potrebbe trovarsi a morire proprio per poi poter vivere nei pochi spazi che avrà lasciato vivibili...in fondo come vedi, non è diversa la tua idea dalla mia...

ma questo se l'uomo si comporta come una specie vivente e sarebbe anche se brutta, la situazione in fondo migliore...

se l'uomo si comporta in verità come un virus(come il altri topic si era accennato) egli morirà col corpo ospitante(cioè la terra) e quindi noi saremmo solo una specie delle tante e come i dinosauri a loro tempo, potremmo semplicemente estinguerci per dar spazio ad altre specie...

se l'uomo è altro, destinato a qualcosa di più ed è una creatura "superiore" egli troverà altri mondi nei quali proliferare perchè questo sarebbe l'unico modo per conservare un valore morale che gli impedirebbe ad un certo punto di "eliminare ed eliminarsi" e continuare a vivere.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.02.38
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Meribel79 gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro???? ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noiPenso che gli umani siano gli animali potenzialmente più intelligenti del pianeta terra, ma praticamente i più stupidi perchè sono gli unici animali terrestri che vanno consapevolmente verso l'autodistruzione
cio' che affermi e' verissimo.se solo si evitasse di correre dietro al dio denaro,potenzialmente si riuscirebbe a fare molto per savaguardare il pianeta.ma ormai la ritengo pura utopia.
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.02.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
ci possono pure non essere leggi naturali, secondo me. ancora devo capire cosa sono ste leggi, chi le ha inventate e a quale scopo. c'è la natura. nella natura ci mettiamo pure l'uomo. l'uomo ha distrutto la natura. quindi la natura "sapeva". arrivo alla conclusione che tutto torna:la natura voleva auto-distruggersi, o era troppo ingenua. oppure noi non facciamo parte della natura, e siamo un'imperfezione delle leggi cosmico-naturali. quale che sia la verità, a me non me ne frega un cazzo.
O forse siamo un esperimento alieno mal riuscito. Un ibrido tra un animale terrestre e un essere di un'altra civiltà. Forse, questa civiltà aliena voleva creare un essere migliore, ma a fatto male i conti con le emozioni.
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.08.28
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Electric.Boy ha scritto:
ci possono pure non essere leggi naturali, secondo me. ancora devo capire cosa sono ste leggi, chi le ha inventate e a quale scopo. c'è la natura. nella natura ci mettiamo pure l'uomo. l'uomo ha distrutto la natura. quindi la natura "sapeva". arrivo alla conclusione che tutto torna:la natura voleva auto-distruggersi, o era troppo ingenua. oppure noi non facciamo parte della natura, e siamo un'imperfezione delle leggi cosmico-naturali. quale che sia la verità, a me non me ne frega un cazzo.
O forse siamo un esperimento alieno mal riuscito. Un ibrido tra un animale terrestre e un essere di un'altra civiltà. Forse, questa civiltà aliena voleva creare un essere migliore, ma a fatto male i conti con le emozioni.ma forse l'esperimento non è finito ma appena iniziato...
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.14.42
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


possiamo pure essere esperimenti alieni. ma in fondo, ha qualche importanza? per me l'importante è credere che l'uomo sia l'unico artefice del proprio destino. non sopporterei l'idea che "qualcun'altro" decida per noi. anche perchè è così:siamo noi che prendiamo le decisioni. non c'è nessuno che ci entra nel cervello. le cose che ci capitano, sono il frutto delle nostre azioni e del caso.
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.17.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:
Ramon85 ha scritto:
ma forse l'esperimento non è finito ma appena iniziato...Credo che sia iniziato con la comparsa dei dinosauri...una soluzione per il mistero dell'estensione dei dinosauri potrebbe essere la castrazione chimica da parte di questi alieni. Dopo aver provato con i dinosauri, senza successo, a creare il loro essere migliore e dopo aver visto che la situazione non faceva progressi, hanno provato con i mammiferi. Fino a creare l'uomo. Un essere controverso, potenzialmente migliore di loro. Infatti ci sono alcuni umani che sono degli esseri buoni e positivi che potrebbero essere "salvati" dalla distruzione del pianeta ed essere introdotti in un mondo di persone selezionate. E' la mia ipotesi...
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.23.57
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:
Ramon85 ha scritto:

Scusa 19 ma il tuo discorso è un po' confuso...o forse non l'ho capito.

Come puoi dire che l'uomo va verso la distruzione come conseguenza indotta dell'applicazione delle leggi naturali?... è un controsenso. Le "leggi naturali" sono quelle "regole" che permettono il mantinimento del pianeta in eterno. L'uomo lo ha distrutto..
beh in verità c'è una cosa che secondo me spiega la natura ambigua dell'uomo: in questi secoli ha inesorabilmente distrutto la terra eppure ha continuato a proliferare: oggi infatti, la popolazione umana aumenta anzichè diminuire...questo perchè l'uomo ha costruito micro nicchie nelle quali vivere e nelle quali per certi aspetti, fa a meno della natura stessa...ma essendo la terra un sistema chiuso, prima o dopo, arrivato ad un limite anche numerico (di non so quanto) succederà qualcosa. questo "qualcosa" potrebbe essere ai nostri occhi un fattore umano(es: una bomba atomica) oppure naturale(es: una pestilenza) o pseudonaturale(o pseudoumana)...ma in tutti i casi queste catastrofi potrebbero per assurdo avere la stessa funzionalità: riportare la specie ad un numero che le consenta di vivere in base alle risorse. insomma: per ora l'uomo vive in un pianeta del quale sembra pensare di fare a meno ma inconsapevolmente, per vari motivi, un giorno potrebbe trovarsi a morire proprio per poi poter vivere nei pochi spazi che avrà lasciato vivibili...in fondo come vedi, non è diversa la tua idea dalla mia...ma questo se l'uomo si comporta come una specie vivente e sarebbe anche se brutta, la situazione in fondo migliore... se l'uomo si comporta in verità come un virus(come il altri topic si era accennato) egli morirà col corpo ospitante(cioè la terra) e quindi noi saremmo solo una specie delle tante e come i dinosauri a loro tempo, potremmo semplicemente estinguerci per dar spazio ad altre specie... se l'uomo è altro, destinato a qualcosa di più ed è una creatura "superiore" egli troverà altri mondi nei quali proliferare perchè questo sarebbe l'unico modo per conservare un valore morale che gli impedirebbe ad un certo punto di "eliminare ed eliminarsi" e continuare a vivere. i virus per replicarsi hanno bisogno di una cellula.se prendiamo per esempio un linfocita cd4+(da biologo)saprai benissimo che sulla sua superficie esiste un ricettore che si chiama ccr5,o cxcr4 .che permette la fusione del virus con la cellula ospite.inibendo questo recettore(con un farmaco il t20 nome commerciale fuzeon ) per esempio, il virus non riesce a penetrare nella cellula di conseguenza non puo replicarsi,si autoespelle dal corpo umano.mi dirai perche fai questo esempio?ti diro...perche la medicina per evitare questa "replicazione barbara" di interessi economici che fa muovere tutto il globo esiste...si chiama semplicemente rispetto per la natura,attraverso energia alternativa.energia solare,idrogeno,legno ecologico,riforestazione programmata( gli svedesi la applicano di recente).le conseguenze saranno apocalittiche. non rispetterando la natura,tutto questo abuso avra un prezzo... altissimo da pagare.si riuscira ad inibire il dio denaro? credo sia utopia,anche se lo spero!! HAUG!!
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.30.11
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


magari è l'opposto...lo sviluppo della creatura perfetta ma al contrario: malvagia...

uno stuolo di uomini soldato che potrebbero poi essere utili per la conquista e la distruzione di altri mondi....ma mi sa che mi matrixizzo....è bello discutere di cose del genere perchè ogni ipotesi, ogni idea, potrebbe alla fine della fiera risultare buona...oppure alla fine scopriremo che il solo motivo per cui siam qui è semplicemente vivere, tirare a campare, come un qualunque leone sotto un arbusto o una mosca...

non lo so...francamente mi sa che vale tutto e il contrario di tutto...ma io ho fiducia nell'umanità. penso che sia destinata a qualcosa di più, non so dove o quando ma almeno spero sia così e penso che siano molte di più le persone positive rispetto a quelle negative...
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.33.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

merckad2 ha scritto:
i virus per replicarsi hanno bisogno di una cellula.se prendiamo per esempio un linfocita cd4+(da biologo)saprai benissimo che sulla sua superficie esiste un ricettore che si chiama ccr5,o ccr4.che permette la fusione del virus con la cellula ospite.inibendo questo recettore(con un farmaco il t20 nome commerciale fuenzon ) per esempio, il virus non riesce a penetrare nella cellula di conseguenza non puo replicarsi,si autoespelle dal corpo umano.mi dirai perche fai questo esempio?ti diro...perche la medicina per evitare questa "replicazione barbara" di interessi economici che fa muovere tutto il globo esiste...si chiama semplicemente rispetto per la natura,attraverso energia alternativa.energia solare,idrogeno,legno ecologico,riforestazione programmata( gli svedesi la applicano di recente).le conseguenze saranno apocalittiche. non rispetterando la natura,tutto questo abuso avra un prezzo... altissimo da pagare.si riuscira ad inibire il dio denaro? credo sia utopia,anche se lo spero!! HAUG!!
Tanto se non muoriamo per catastrofi naturali muoriamo per una guerra atomica..
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.33.33
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Credo che sia iniziato con la comparsa dei dinosauri...una soluzione per il mistero dell'estensione dei dinosauri potrebbe essere la castrazione chimica da parte di questi alieni. Dopo aver provato con i dinosauri, senza successo, a creare il loro essere migliore e dopo aver visto che la situazione non faceva progressi, hanno provato con i mammiferi. Fino a creare l'uomo. Un essere controverso, potenzialmente migliore di loro. Infatti ci sono alcuni umani che sono degli esseri buoni e positivi che potrebbero essere "salvati" dalla distruzione del pianeta ed essere introdotti in un mondo di persone selezionate. E' la mia ipotesi...
vorrei chiederti cosa ti spinge a fare certe teorie sull'estinzione dei dinosauri e la creazione dell'uomo da parte di extra-terrestri;cioè, se c'è una motivazione emotiva, o ideologica, o semplicemente scientifica:anche se la scienza "ufficiale", se non sbaglio, dice che i dinosauri si sono estinti per un meteorite e se non sbaglio ha anche le prove di questo.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.37.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:

magari è l'opposto...lo sviluppo della creatura perfetta ma al contrario: malvagia...

uno stuolo di uomini soldato che potrebbero poi essere utili per la conquista e la distruzione di altri mondi....ma mi sa che mi matrixizzo....è bello discutere di cose del genere perchè ogni ipotesi, ogni idea, potrebbe alla fine della fiera risultare buona...oppure alla fine scopriremo che il solo motivo per cui siam qui è semplicemente vivere, tirare a campare, come un qualunque leone sotto un arbusto o una mosca...

non lo so...francamente mi sa che vale tutto e il contrario di tutto...ma io ho fiducia nell'umanità. penso che sia destinata a qualcosa di più, non so dove o quando ma almeno spero sia così e penso che siano molte di più le persone positive rispetto a quelle negative...
forse la tua rimane una visione un po ottimistica!!o forse no..chi lo sa?mi appaga comunque sentire una visione piu ottimistica della mia...
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.41.01
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:

oppure alla fine scopriremo che il solo motivo per cui siam qui è semplicemente vivere, tirare a campare, come un qualunque leone sotto un arbusto o una mosca...
una delle cose più belle che ho sentito in questa discussione, la spensieratezza, la semplicità
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.41.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
vorrei chiederti cosa ti spinge a fare certe teorie sull'estinzione dei dinosauri e la creazione dell'uomo da parte di extra-terrestri;cioè, se c'è una motivazione emotiva, o ideologica, o semplicemente scientifica:anche se la scienza "ufficiale", se non sbaglio, dice che i dinosauri si sono estinti per un meteorite e se non sbaglio ha anche le prove di questo.
No...quella della meteorite è un'ipotesi. Avere prove certe su un fatto così remoto è improbabile. L'ipotesi del pianeta terra come laboratorio di una civiltà aliena è la più logica ed è priva di anelli mancanti, anzi spiega molti "buchi neri" della storia. Come gli impedimenti alla teoria di darwin.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.43.16
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
merckad2 ha scritto:
i virus per replicarsi hanno bisogno di una cellula.se prendiamo per esempio un linfocita cd4+(da biologo)saprai benissimo che sulla sua superficie esiste un ricettore che si chiama ccr5,o ccr4.che permette la fusione del virus con la cellula ospite.inibendo questo recettore(con un farmaco il t20 nome commerciale fuenzon ) per esempio, il virus non riesce a penetrare nella cellula di conseguenza non puo replicarsi,si autoespelle dal corpo umano.mi dirai perche fai questo esempio?ti diro...perche la medicina per evitare questa "replicazione barbara" di interessi economici che fa muovere tutto il globo esiste...si chiama semplicemente rispetto per la natura,attraverso energia alternativa.energia solare,idrogeno,legno ecologico,riforestazione programmata( gli svedesi la applicano di recente).le conseguenze saranno apocalittiche. non rispetterando la natura,tutto questo abuso avra un prezzo... altissimo da pagare.si riuscira ad inibire il dio denaro? credo sia utopia,anche se lo spero!! HAUG!!
Tanto se non muoriamo per catastrofi naturali muoriamo per una guerra atomica.. personalmente penso che l'essere umano va verso l'autodistruzione..questo non e' molto difficile da capire,per ovvi motivi..in che modo non lo so'..ma spero di sbagliarmi..anche se sara difficile.il denaro..ci ha reso schiavi. HAUG!!
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.49.05
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


x merckad...vero tutto...ma sai che i virus si modificano....

credi davvero(anzi no, dalla conclusione direi di no infatti...ma lo dico lo stesso) che l'uomo anche utilizzando queste tecniche, riuscirà a fare un'esistenza migliore?

se si, varrà quanto espresso: si moltiplicherà, vivrà bene, aumenterà di numero e ad un certo punto non avrà più risorse ugualmente. e comunque queste risorse avranno comunque un prezzo che sarà tanto più alto maggiore sarà la necessità di averle tutte e subito ed allo stesso modo ci sarà chi, sfruttandole, le renderà prodotti.

oppure potrebbe usare intere aree per l'utilizzo di queste energie come ad esempio l'africa o il sud america come enormi centrali di energia solare....insomma, l'uomo, come un virus, potrebbe modificarsi, il virus "fisicamente" e l'uomo nel comportamento...


Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.50.14
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
No...quella della meteorite è un'ipotesi. Avere prove certe su un fatto così remoto è improbabile. L'ipotesi del pianeta terra come laboratorio di una civiltà aliena è la più logica ed è priva di anelli mancanti, anzi spiega molti "buchi neri" della storia. Come gli impedimenti alla teoria di darwin.
dovrei informarmi su queste cose, posto che prenda per buone le tue teorie.
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.53.25
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


x merckad...

no, non è che sia spensierata la mia visione...io apro solo delle strade per pormi delle domande...un cammino che non sia su un solo sentiero, con mille possibilità, tutte utili e tutte percorribili dato che in fondo non sappiamo quasi nulla del passato e assolutamente nulla del futuro, e che quindi ogni ipotesi può essere quella giusta..oppure nessuna di queste...
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.58.09
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80, vedi che io ho estrapolato una tua frase e mi è sembrata molto bella, credo che la spensieratezza e la semplicità, (che non vanno confuse con la superficialità o l'ignoranza, tutt'altro, ci si arriva, credo, dopo un ragionamento e un cammino spirituale e intellettuale) siano dei valori umani molto belli
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 20.00.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
Ramon85 ha scritto:
No...quella della meteorite è un'ipotesi. Avere prove certe su un fatto così remoto è improbabile. L'ipotesi del pianeta terra come laboratorio di una civiltà aliena è la più logica ed è priva di anelli mancanti, anzi spiega molti "buchi neri" della storia. Come gli impedimenti alla teoria di darwin.
dovrei informarmi su queste cose, posto che prenda per buone le tue teorie. Prova ad applicare la logica a tutte le teorie sulle quali ti informerai, senza scetticismi e preconcetti. Se ti risulterà che la "mia" teoria è l'unica a non avere contraddizioni informati sulle civiltà egizie e precolombiane..il resto verrà da se
bittersweet80 bittersweet80 28/07/2007 ore 20.40.51
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Cmq io credo in dio :parmalat
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 20.51.48
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:

x merckad...vero tutto...ma sai che i virus si modificano....

credi davvero(anzi no, dalla conclusione direi di no infatti...ma lo dico lo stesso) che l'uomo anche utilizzando queste tecniche, riuscirà a fare un'esistenza migliore?

se si, varrà quanto espresso: si moltiplicherà, vivrà bene, aumenterà di numero e ad un certo punto non avrà più risorse ugualmente. e comunque queste risorse avranno comunque un prezzo che sarà tanto più alto maggiore sarà la necessità di averle tutte e subito ed allo stesso modo ci sarà chi, sfruttandole, le renderà prodotti.

oppure potrebbe usare intere aree per l'utilizzo di queste energie come ad esempio l'africa o il sud america come enormi centrali di energia solare....insomma, l'uomo, come un virus, potrebbe modificarsi, il virus "fisicamente" e l'uomo nel comportamento...


i virus si replicano miliardi di volte al giorno,durante queste replicazioni si compiono alcuni errori.queti errori vanno a suo discapito.nel suo rna piccole modifiche lo rendono incapace di replicarsi.mentre altre sono a suo favore.alcune piccolissime modifiche gli permettono di divenire resistente ai farmaci.queste modifiche pero sono quelle che gli permettono di sopravvivere.(in caso contrario sarebbero a disposizione molti vaccini ).noi esseri umani ci comportiamo proprio come i virus siamo in continua evoluzione..alcune di queste evoluzioni,sono a nostro discapito,altre a nostro favore.bisognerebbe trovare un giusto equilibrio,inibendo l'arrivismo senza scrupoli.favorendo uno sviluppo equo che permetta di privilegiare il rispetto per la natura.sensibilizzando il fatto che investire verso forme di energia alternativa,sia molto piu producente per il futuro,e per un presente.i cambiamenti climatici sono in atto..e' corrono molto piu veloci di una ipotetica mutazione genetica che ci spinga verso comportamenti piu etici.tu sai emme,che i virus hanno dei siti che non mutano..si chiamano proteine,tat.nef,pol,gag,su questi assetti bisogna concentrarsi..per prenderne il controllo..ma chi lo dice ai padroni del petrolio? mi sembra un po utopico..anche se bello..cosi a naso.. HAUG!!
goldriver53 goldriver53 28/07/2007 ore 22.49.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Cristo è vero i cristiani sono falsi, Budda è vero i buddisti sono falsi, cristianesimo, buddismo, islamismo ecc.. lo abbiamo creato noi, la vera verità va perduta. Si fa tanta confusione che non ci si capisce più niente. Cristianesimo buddismo islamismo ecc.. non sono religioni sono delle reali falsificazioni. Non bisogna diventare un cristiano bisogna diventare un Cristo. E' facile imitare, difficile è essere se stessi, non diventare un cristiano diventa un cristo. Cristo non diceva guardami e imitami bensì guardami e sii te stesso. Se diventi un cristiano vanifichi tutti gli sforzi fatti da cristo per farti comprendere la verità. In definitiva perchè si imita? perchè facilita le cose, e ti rende un automa che segue qualcosa che è stato già fatto e preparato. Non bisogna seguire bisogna comprendere, se comprendi allora sarai tu il cristo. So che non è facile ma il fine ultimo è quello di raggiungere autenticità reale non una persona che segue le orme degli altri. Autenticità vuol dire prendersi la reale responsabilità della vita, e aver raggiunto una grande consapevolezza.
Siamo solo interpreti di questo grande universo, immenso e bellissimo, non puoi seguire qualcuno perchè tu sei qualcuno, quindi ha un senso parlare di Dio? no, perche siamo tutti uno e uno tutti, io, tu, lui, lei, siamo uno, e tu stai all'universo come una cellula sta al tuo corpo. Questo è il messaggio.
Non essere per altri ma per te stesso.
Ciao
dumper74 dumper74 29/07/2007 ore 17.44.03
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Dio è nato dalla paura dell'uomo verso l'inspiegabile. Voi credenti non avete il coraggio di ammettere di non sapere il perchè della vita, del pianeta e dell'universo e vi rifugiate dietro la ridicola spiegazione "dio"...(un essere onniscente e onnipresente sempre a controllare se bestemmiamo o se ci facciamo troppe seghe o se ci scopiamo la donna d'altri o se sei frocio e lo prendi al culo ) a parte le cazzate tra parentesi sono serio. Voi credenti siete allo stesso tempo paurosi deboli stupidi e presuntuosi. Deboli e paurosi perchè non riuscite a vivere con l'ovvietà del fatto che non sappiamo da cosa siamo nati e perchè e che ne sarà di noi. Presuntuosi perchè pensate di avere la spiegazioni a quesiti più grandi di voi. Stupidi perchè a queste spiegazioni assurde che vi date ci credete.
Beh,che dire.Hai detto tutto tu.Io per esempio mi ritengo credente,non come viene comunemente interpretato dalla gente (chiesa,papa,preti,cristo,etc..)e da te.Mi sembra di non essere un debole,stupido e presuntuoso,ma una persona che beneficia del dubbio affinchè la risposta ai famosi quesiti dell'uomo non verrà alla luce.Penso che ognuno di noi di fronte a ciò che ancora non conosce,deve avere rispetto per se stessi e godere del libero arbitrio:se per me funziona una cosa e per altri invece ne funziona un'altra non c'è nulla di male.Mi spiego meglio. Se traggo beneficio nel credere che Dio esiste e questo mi aiuta a soffrire meno,ben venga la mia fede in esso!Se tu credi che Topolino e Minnie hanno creato l'universo e per qualche strana coincidenza funziona e ti aiuta,va bene lo stesso!Credo che la cosa importante sia vivere in armonia con se stessi e quindi con il prossimo;ci sono già tante guerre per motivi religiosi e penso che siano proprio loro gli stupidi presuntuosi e deboli. Religione deriva da "religare" ovvero rilegare,riconciliare,ricollegare;cosa?L'uomo a.......Dio?
dumper74 dumper74 29/07/2007 ore 17.52.10
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

goldriver53 ha scritto:
Cristo è vero i cristiani sono falsi, Budda è vero i buddisti sono falsi, cristianesimo, buddismo, islamismo ecc.. lo abbiamo creato noi, la vera verità va perduta. Si fa tanta confusione che non ci si capisce più niente. Cristianesimo buddismo islamismo ecc.. non sono religioni sono delle reali falsificazioni. Non bisogna diventare un cristiano bisogna diventare un Cristo. E' facile imitare, difficile è essere se stessi, non diventare un cristiano diventa un cristo. Cristo non diceva guardami e imitami bensì guardami e sii te stesso. Se diventi un cristiano vanifichi tutti gli sforzi fatti da cristo per farti comprendere la verità. In definitiva perchè si imita? perchè facilita le cose, e ti rende un automa che segue qualcosa che è stato già fatto e preparato. Non bisogna seguire bisogna comprendere, se comprendi allora sarai tu il cristo. So che non è facile ma il fine ultimo è quello di raggiungere autenticità reale non una persona che segue le orme degli altri. Autenticità vuol dire prendersi la reale responsabilità della vita, e aver raggiunto una grande consapevolezza.
Siamo solo interpreti di questo grande universo, immenso e bellissimo, non puoi seguire qualcuno perchè tu sei qualcuno, quindi ha un senso parlare di Dio? no, perche siamo tutti uno e uno tutti, io, tu, lui, lei, siamo uno, e tu stai all'universo come una cellula sta al tuo corpo. Questo è il messaggio.
Non essere per altri ma per te stesso.
Ciao
Buddha diceva:se incontri il Buddha (l'illuminato) per strada uccidilo.Ovvero non devi dipendere da nulla e da nessuno.Ogni forma di dipendenza porta l'uomo a perdersi.
Kisikillillake77 Kisikillillake77 29/07/2007 ore 23.24.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Penso che ogni individuo debba pregare il suo Dio\Dea rispettando le opinioni altrui,nessuno ha la verita' assoluta al 100%!!Tutte le teorie....restano tali di fronte a questi argomenti,troppo grandi anche per la mente piu' illuminata della terra,io mi sono fatto una mia idea,che cerco di non imporre a nessuno,ma sono aperto a tutte le ipotesi,fermo restando,che nessuno mi fara' mai cambiare il mio pensiero.
19m80 19m80 29/07/2007 ore 23.44.39
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


religione ha etimologia incerta.

potrebbe derivare da relegere (rileggere la natura come opera di entità soprannaturali - cicerone)

religare - legare l'uomo a dio

relegàre - allontanare-dividere le cose sacre dalle profane

religere -religàre - re eligere sono altre....

le religioni però non è che vincolano l'uomo. la cattolica ha per esempio il libero arbitrio...non è che chi crede è come un robottino e al contempo non è nemmeno che chi non crede sia un'anima dispersa al vento....

dato che di solito la soluzione sta nel mezzo un giorno potremmo scoprire che le due parti avranno in parte ragione e in parte torto in egual modo...
speranza86 speranza86 30/07/2007 ore 04.51.27 Ultimi messaggi
Ramon85 Ramon85 30/07/2007 ore 10.07.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


Cosa è Dio secondo voi?

Io penso che non esiste e quindi per me "dio" è solo una parola
speranza86 speranza86 30/07/2007 ore 14.58.04 Ultimi messaggi
borigno borigno 30/07/2007 ore 21.05.42
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

potete arrabbiarvi e incazzarvi quanto volete nessuno di voi avrà la risposta...se nn quando:amen .... quindi ognuno la pensi come vuole.... certo la fede per alcuni è solo uno strumento nel momento del bisogno...però anche il ridicolizzare un movimento con miglioni di fedeli e migliaia di anni di storia mi sembra riduttivo....io credo in qualcosa... io nn credo invece nella chiesa vista come istituzione..preti corrotti , pedofili, politici nn mi sembrano un gran esempio quindi credo che la miglior religione è quella dettata da noi stessi e dal nostro cuore...nessuno puo dirmi come intendere la mia fede..la mia fede è mia e nn mi adattoa quello che dice un istituzione fatta di uomini come noi
goldriver53 goldriver53 30/07/2007 ore 21.20.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Mi potreste rispondere a una domanda? liberi anche di non rispondere....

Se un essere umano nasce in un paese dove c'è religione buddista, o mussulmana, o induista, o altre... e non nasce in un paese con religione cristiana, cosa gli capiterà? perirà per sempre se non si converte alla religione Cristiana? che ne pensate?

Un abbraccio a tutti
speranza86 speranza86 31/07/2007 ore 00.21.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Da non credente t direi che quando perirà diventerà cibo x i vermi e la sua anima rimarrà a vagare tra noi come tutte le altre...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.