Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.00.03
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

meribel79 ha scritto:
scusa ma secondo te credente e' solo chi crede in dio? o credente e' anche chi crede in qualcosa di diverso ma che comunque crede?
io credo in un dio cristiano.la mia fede non e' sabbietta che si sgretola al vento.ma io sono certo di cio' che accadra e' che e' stato.ne sono sicuro al 100%.non mi baso sui forse,sui se,sui ma,sui puo darsi.il problema eì che molti dio lo conoscono come ci viene insegnato dai cattolici,o per tradizione.ma studiando la bibbia,che non vuol dire saltare da un argomento all'altro.ma progressivamente ci si rende conto che quel disegno di dio,di far vivere l'uomo in una terra paradisiaca tornera.studiandola mi sono reso conto di come,tutto combacia,di come le varie promesse siano state mantenute,di come tutto si sia avverato,nei minimi particolari.questa e' una mia convinzione del tutto personale perche secondo me' se uno crede deve essere certo di cio' che crede.in quanto ad altri credo,ogniuno e' libero di credere cio' che ritiene giusto credere. con il massimo rispetto. l'inportante e' che uno sia sereno e' in pace con se stesso, con cio' che crede .io credo in un dio cristiano(non cattolico),e' sono felicissimo di questo.se uno trova giusto un credo,anche personale e' ci convive bene,(che puo essere ateo,piuttosto che ebreo,cattolico,mussulmano,pagano,buddista induista )ecc. ecc. giusto cosi.. l'inportante e' vivere in perfetta armonia col proprio credo, rispettando a priori il prossimo, e' non sentirsi migliori di altri .
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.02.00
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Scusa 19 ma il tuo discorso è un po' confuso...o forse non l'ho capito.

Come puoi dire che l'uomo va verso la distruzione come conseguenza indotta dell'applicazione delle leggi naturali?... è un controsenso. Le "leggi naturali" sono quelle "regole" che permettono il mantinimento del pianeta in eterno. L'uomo lo ha distrutto..

beh in verità c'è una cosa che secondo me spiega la natura ambigua dell'uomo: in questi secoli ha inesorabilmente distrutto la terra eppure ha continuato a proliferare: oggi infatti, la popolazione umana aumenta anzichè diminuire...questo perchè l'uomo ha costruito micro nicchie nelle quali vivere e nelle quali per certi aspetti, fa a meno della natura stessa...ma essendo la terra un sistema chiuso, prima o dopo, arrivato ad un limite anche numerico (di non so quanto) succederà qualcosa. questo "qualcosa" potrebbe essere ai nostri occhi un fattore umano(es: una bomba atomica) oppure naturale(es: una pestilenza) o pseudonaturale(o pseudoumana)...ma in tutti i casi queste catastrofi potrebbero per assurdo avere la stessa funzionalità: riportare la specie ad un numero che le consenta di vivere in base alle risorse. insomma: per ora l'uomo vive in un pianeta del quale sembra pensare di fare a meno ma inconsapevolmente, per vari motivi, un giorno potrebbe trovarsi a morire proprio per poi poter vivere nei pochi spazi che avrà lasciato vivibili...in fondo come vedi, non è diversa la tua idea dalla mia...

ma questo se l'uomo si comporta come una specie vivente e sarebbe anche se brutta, la situazione in fondo migliore...

se l'uomo si comporta in verità come un virus(come il altri topic si era accennato) egli morirà col corpo ospitante(cioè la terra) e quindi noi saremmo solo una specie delle tante e come i dinosauri a loro tempo, potremmo semplicemente estinguerci per dar spazio ad altre specie...

se l'uomo è altro, destinato a qualcosa di più ed è una creatura "superiore" egli troverà altri mondi nei quali proliferare perchè questo sarebbe l'unico modo per conservare un valore morale che gli impedirebbe ad un certo punto di "eliminare ed eliminarsi" e continuare a vivere.
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.02.38
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:

Meribel79 gli umani sono i piu' inteligenti sulla terra, ma ne sei sicuro???? ci sono tanti animali molto piu' inteligenti di noiPenso che gli umani siano gli animali potenzialmente più intelligenti del pianeta terra, ma praticamente i più stupidi perchè sono gli unici animali terrestri che vanno consapevolmente verso l'autodistruzione
cio' che affermi e' verissimo.se solo si evitasse di correre dietro al dio denaro,potenzialmente si riuscirebbe a fare molto per savaguardare il pianeta.ma ormai la ritengo pura utopia.
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.02.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Electric.Boy ha scritto:
ci possono pure non essere leggi naturali, secondo me. ancora devo capire cosa sono ste leggi, chi le ha inventate e a quale scopo. c'è la natura. nella natura ci mettiamo pure l'uomo. l'uomo ha distrutto la natura. quindi la natura "sapeva". arrivo alla conclusione che tutto torna:la natura voleva auto-distruggersi, o era troppo ingenua. oppure noi non facciamo parte della natura, e siamo un'imperfezione delle leggi cosmico-naturali. quale che sia la verità, a me non me ne frega un cazzo.
O forse siamo un esperimento alieno mal riuscito. Un ibrido tra un animale terrestre e un essere di un'altra civiltà. Forse, questa civiltà aliena voleva creare un essere migliore, ma a fatto male i conti con le emozioni.
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.08.28
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

Ramon85 ha scritto:
Electric.Boy ha scritto:
ci possono pure non essere leggi naturali, secondo me. ancora devo capire cosa sono ste leggi, chi le ha inventate e a quale scopo. c'è la natura. nella natura ci mettiamo pure l'uomo. l'uomo ha distrutto la natura. quindi la natura "sapeva". arrivo alla conclusione che tutto torna:la natura voleva auto-distruggersi, o era troppo ingenua. oppure noi non facciamo parte della natura, e siamo un'imperfezione delle leggi cosmico-naturali. quale che sia la verità, a me non me ne frega un cazzo.
O forse siamo un esperimento alieno mal riuscito. Un ibrido tra un animale terrestre e un essere di un'altra civiltà. Forse, questa civiltà aliena voleva creare un essere migliore, ma a fatto male i conti con le emozioni.ma forse l'esperimento non è finito ma appena iniziato...
Electric.Boy Electric.Boy 28/07/2007 ore 19.14.42
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


possiamo pure essere esperimenti alieni. ma in fondo, ha qualche importanza? per me l'importante è credere che l'uomo sia l'unico artefice del proprio destino. non sopporterei l'idea che "qualcun'altro" decida per noi. anche perchè è così:siamo noi che prendiamo le decisioni. non c'è nessuno che ci entra nel cervello. le cose che ci capitano, sono il frutto delle nostre azioni e del caso.
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.17.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:
Ramon85 ha scritto:
ma forse l'esperimento non è finito ma appena iniziato...Credo che sia iniziato con la comparsa dei dinosauri...una soluzione per il mistero dell'estensione dei dinosauri potrebbe essere la castrazione chimica da parte di questi alieni. Dopo aver provato con i dinosauri, senza successo, a creare il loro essere migliore e dopo aver visto che la situazione non faceva progressi, hanno provato con i mammiferi. Fino a creare l'uomo. Un essere controverso, potenzialmente migliore di loro. Infatti ci sono alcuni umani che sono degli esseri buoni e positivi che potrebbero essere "salvati" dalla distruzione del pianeta ed essere introdotti in un mondo di persone selezionate. E' la mia ipotesi...
merckad2 merckad2 28/07/2007 ore 19.23.57
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

19m80 ha scritto:
Ramon85 ha scritto:

Scusa 19 ma il tuo discorso è un po' confuso...o forse non l'ho capito.

Come puoi dire che l'uomo va verso la distruzione come conseguenza indotta dell'applicazione delle leggi naturali?... è un controsenso. Le "leggi naturali" sono quelle "regole" che permettono il mantinimento del pianeta in eterno. L'uomo lo ha distrutto..
beh in verità c'è una cosa che secondo me spiega la natura ambigua dell'uomo: in questi secoli ha inesorabilmente distrutto la terra eppure ha continuato a proliferare: oggi infatti, la popolazione umana aumenta anzichè diminuire...questo perchè l'uomo ha costruito micro nicchie nelle quali vivere e nelle quali per certi aspetti, fa a meno della natura stessa...ma essendo la terra un sistema chiuso, prima o dopo, arrivato ad un limite anche numerico (di non so quanto) succederà qualcosa. questo "qualcosa" potrebbe essere ai nostri occhi un fattore umano(es: una bomba atomica) oppure naturale(es: una pestilenza) o pseudonaturale(o pseudoumana)...ma in tutti i casi queste catastrofi potrebbero per assurdo avere la stessa funzionalità: riportare la specie ad un numero che le consenta di vivere in base alle risorse. insomma: per ora l'uomo vive in un pianeta del quale sembra pensare di fare a meno ma inconsapevolmente, per vari motivi, un giorno potrebbe trovarsi a morire proprio per poi poter vivere nei pochi spazi che avrà lasciato vivibili...in fondo come vedi, non è diversa la tua idea dalla mia...ma questo se l'uomo si comporta come una specie vivente e sarebbe anche se brutta, la situazione in fondo migliore... se l'uomo si comporta in verità come un virus(come il altri topic si era accennato) egli morirà col corpo ospitante(cioè la terra) e quindi noi saremmo solo una specie delle tante e come i dinosauri a loro tempo, potremmo semplicemente estinguerci per dar spazio ad altre specie... se l'uomo è altro, destinato a qualcosa di più ed è una creatura "superiore" egli troverà altri mondi nei quali proliferare perchè questo sarebbe l'unico modo per conservare un valore morale che gli impedirebbe ad un certo punto di "eliminare ed eliminarsi" e continuare a vivere. i virus per replicarsi hanno bisogno di una cellula.se prendiamo per esempio un linfocita cd4+(da biologo)saprai benissimo che sulla sua superficie esiste un ricettore che si chiama ccr5,o cxcr4 .che permette la fusione del virus con la cellula ospite.inibendo questo recettore(con un farmaco il t20 nome commerciale fuzeon ) per esempio, il virus non riesce a penetrare nella cellula di conseguenza non puo replicarsi,si autoespelle dal corpo umano.mi dirai perche fai questo esempio?ti diro...perche la medicina per evitare questa "replicazione barbara" di interessi economici che fa muovere tutto il globo esiste...si chiama semplicemente rispetto per la natura,attraverso energia alternativa.energia solare,idrogeno,legno ecologico,riforestazione programmata( gli svedesi la applicano di recente).le conseguenze saranno apocalittiche. non rispetterando la natura,tutto questo abuso avra un prezzo... altissimo da pagare.si riuscira ad inibire il dio denaro? credo sia utopia,anche se lo spero!! HAUG!!
19m80 19m80 28/07/2007 ore 19.30.11
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO


magari è l'opposto...lo sviluppo della creatura perfetta ma al contrario: malvagia...

uno stuolo di uomini soldato che potrebbero poi essere utili per la conquista e la distruzione di altri mondi....ma mi sa che mi matrixizzo....è bello discutere di cose del genere perchè ogni ipotesi, ogni idea, potrebbe alla fine della fiera risultare buona...oppure alla fine scopriremo che il solo motivo per cui siam qui è semplicemente vivere, tirare a campare, come un qualunque leone sotto un arbusto o una mosca...

non lo so...francamente mi sa che vale tutto e il contrario di tutto...ma io ho fiducia nell'umanità. penso che sia destinata a qualcosa di più, non so dove o quando ma almeno spero sia così e penso che siano molte di più le persone positive rispetto a quelle negative...
Ramon85 Ramon85 28/07/2007 ore 19.33.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: CREDERE IN DIO

merckad2 ha scritto:
i virus per replicarsi hanno bisogno di una cellula.se prendiamo per esempio un linfocita cd4+(da biologo)saprai benissimo che sulla sua superficie esiste un ricettore che si chiama ccr5,o ccr4.che permette la fusione del virus con la cellula ospite.inibendo questo recettore(con un farmaco il t20 nome commerciale fuenzon ) per esempio, il virus non riesce a penetrare nella cellula di conseguenza non puo replicarsi,si autoespelle dal corpo umano.mi dirai perche fai questo esempio?ti diro...perche la medicina per evitare questa "replicazione barbara" di interessi economici che fa muovere tutto il globo esiste...si chiama semplicemente rispetto per la natura,attraverso energia alternativa.energia solare,idrogeno,legno ecologico,riforestazione programmata( gli svedesi la applicano di recente).le conseguenze saranno apocalittiche. non rispetterando la natura,tutto questo abuso avra un prezzo... altissimo da pagare.si riuscira ad inibire il dio denaro? credo sia utopia,anche se lo spero!! HAUG!!
Tanto se non muoriamo per catastrofi naturali muoriamo per una guerra atomica..

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.