Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

BufaloBianco BufaloBianco 10/02/2008 ore 19.58.28
segnala

(Nessuno)Quanto è grande il vostro amore per la vita?

Domanda per tutti:
Se la risposta alla prima è: molto grande
Come possiamo dimostrare questa nostra affermazione
Nepheses Nepheses 10/02/2008 ore 20.30.56
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

in ogni gesto, azione che dovrebbe essere a suo favore.
ma prima di tutto si dovrebbe pensare cosa è la vita, ma non solo per me per altri 7 miliardi di persone. e in base a questo dire poi come essi la interpretano ossia hanno una coerenza di comportamento con la risposta data?
BufaloBianco ha scritto:
Domanda per tutti:
Se la risposta alla prima è: molto grande
Come possiamo dimostrare questa nostra affermazione
BufaloBianco BufaloBianco 10/02/2008 ore 20.43.17
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

Nepheses ha scritto:
in ogni gesto, azione che dovrebbe essere a suo favore.
ma prima di tutto si dovrebbe pensare cosa è la vita, ma non solo per me per altri 7 miliardi di persone. e in base a questo dire poi come essi la interpretano ossia hanno una coerenza di comportamento con la risposta data?
BufaloBianco ha scritto:
Domanda per tutti:
Se la risposta alla prima è: molto grande
Come possiamo dimostrare questa nostra affermazione

Vedi essendo uomini a volte non è facile decidere cosa serve alla vita e cosa no
Nepheses Nepheses 10/02/2008 ore 20.49.19
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

quel gesto non era per la vita o alla vita era altro e neanche identificabile dallo stesso gesto dato che io dovrei essere nella mente e nello spirito di quell'uomo per carpirne il motivo per cui si fa un gesto.

di certo la coerenza con se stessi può anche portare a questo, kamikaze etc, ma quanto c'è di noi stessi in quei gesti e in quei frangenti che precedono? ovvero noi stessi dovremmo essere depurati da altro, allora si parlerà di amore pure per la vita.
finchè siamo contaminati da altro anche la vita non vorrà entrarvi.
BufaloBianco BufaloBianco 10/02/2008 ore 21.52.54
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

Nepheses ha scritto:
quel gesto non era per la vita o alla vita era altro e neanche identificabile dallo stesso gesto dato che io dovrei essere nella mente e nello spirito di quell'uomo per carpirne il motivo per cui si fa un gesto.
di certo la coerenza con se stessi può anche portare a questo, kamikaze etc, ma quanto c'è di noi stessi in quei gesti e in quei frangenti che precedono? ovvero noi stessi dovremmo essere depurati da altro, allora si parlerà di amore pure per la vita.
finchè siamo contaminati da altro anche la vita non vorrà entrarvi.


E proprio questo il punto nessuno di noi in quanto esseri umani è in grado di entrare nello spirito di un altro per capire
il perchè di certe azioni dobbiamo dialogare con chi commette delle azioni se necessario chiedere senza trarre conclusioni affrettate
CELESTIKO CELESTIKO 10/02/2008 ore 23.02.39 Ultimi messaggi
segnala

DivertitoRE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?


per me a volte e grande a volte e piccolo dire ci son volte in cui mi farebbe comodo non essere piu... altre invece che vorrei essere eterno io penso che qesta risposta la si possa dare solo alla fine della notra vita perche ogni secondo della nostra vita e ' soggetto a mille cambiamenti... l'amore per l a vita lo si dimostra amando gli altri piu di se stessi secondo altrimenti sarebbe egoismo piu che amre la vita... l io finirei qesta domanada con degli altri..?? allora si capirebe quanto amiamo la nostra vta ... per me risulta difficile amre tutti gli altri quindi penso sia difficile amare la vita... un saggio diceva se non si ama cio che si vede come si puo amare cio che non si vede?
Nepheses Nepheses 10/02/2008 ore 23.18.53
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

è ovvio che se non sei ovvero stai vivendo la fase spirito, dentro quello di un altro non ci entrerai tanto facilmente, dato che la materia non può comprendere a pieno lo spirito (pure se il personaggio che ti parla non sta sentendo ne percependo il suo spirito anche se lo ha) e allora sarai un orrido spettatore o giudicante o commovente o quello che vuoi, ma non il suo spirito, non ci dimentichiamo che pur essendo individualità sopra di noi abbiamo il calderone delle individualità, quello per capirci che gli animali invece hanno come unico contenitore generico, in primo livello. il nostro invece sta un pò più in alto (in senso meta_forico)

BufaloBianco ha scritto:
E proprio questo il punto nessuno di noi in quanto esseri umani è in grado di entrare nello spirito di un altro per capire
il perchè di certe azioni dobbiamo dialogare con chi commette delle azioni se necessario chiedere senza trarre conclusioni affrettate
Javjien Javjien 11/02/2008 ore 09.25.13
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?


Rispondo con le stesse parole che ho utilizzato sul topic "la morte":

su questo forum, ognuno esprime le proprie idee e sensazioni riguardo al dopo, al post mortem...chi e' convinto in un aldila' ultraterreno, chi di un ricongiungimento con un'entita' spirituale...ma se tutto questo non fosse vero? Vogliamo lasciare aperta una porticina al dubbio che potrebbe non esserci nulla? Io direi che, nel dubbio, l'unica cosa di reale e tangibile sia rendere omaggio e onore alla nostra esistenza, cercando di vivere le nostre emozioni, di cogliere gli istanti dipingendoli su di una tela che sara' solo nostra...differente da qualsiasi altra, per colori e soggetto...unica come unica e' la nostra esistenza.

Questo e' il mio amore per la vita.
Nepheses Nepheses 11/02/2008 ore 09.35.42
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

Appunto, fermo restando che qualsiasi cosa io possa elaborare con la mente però tanto il mio atteggiamento verso la vita e la esistenza non sarebbe diverso da quello che tengo oggi, (per me la vita è una tela dove dipingere un'opera d'arte, una partitura per comporre, un foglio bianco per esprimere le mie emozioni, un campo verde e un mare azzurro per riposarmi, e non per sentito dire le faccio pure queste cose) nulla mi fa paura e anche se mi fossi sbagliato clamorosamente, alla fine la morte non sarebbe così terrificante come la si vuole descrivere.
Di cosa dovrei aver paura se morendo non esistessi più? di nulla.
Ma invece mi dovrei rammaricare se fosse di vitale importanza farsi una idea e liberamente scegliere se proseguire l'esperienza oppure fermarmi?
Javjien Javjien 11/02/2008 ore 09.41.19
segnala

(Nessuno)RE: Quanto è grande il vostro amore per la vita?

Nepheses ha scritto:
Appunto, fermo restando che qualsiasi cosa io possa elaborare con la mente però tanto il mio atteggiamento verso la vita e la esistenza non sarebbe diverso da quello che tengo oggi, (per me la vita è una tela dove dipingere un'opera d'arte, una partitura per comporre, un foglio bianco per esprimere le mie emozioni, un campo verde e un mare azzurro per riposarmi, e non per sentito dire le faccio pure queste cose) nulla mi fa paura e anche se mi fossi sbagliato clamorosamente, alla fine la morte non sarebbe così terrificante come la si vuole descrivere.
Di cosa dovrei aver paura se morendo non esistessi più? di nulla.
Ma invece mi dovrei rammaricare se fosse di vitale importanza farsi una idea e liberamente scegliere se proseguire l'esperienza oppure fermarmi?
e non pensi che quest' ultimo punto di domanda potresti anche portelo "dopo"?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.