Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Azzurro72 Azzurro72 28/03/2013 ore 14.15.17
segnala

PerplessoCosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

...è uno dei quesiti che più di ogni altro, l'uomo cerca di trovare una risposta: cosa c'è dopo la morte fisica del corpo? Dal punto di vista prettamente religioso ogni religione ha più o meno ipotizzato l'esistenza di un aldilà dove le anime (o energia) dei defunti sarebbero destinate...luoghi di beatitudine eterna per coloro che in vita sono stati giusti e non si sono macchiate di colpe e non hanno commesso peccati (Paradiso, Campi Elisi, Eden, Walahalla), luoghi di pena per chi invece, al contrario, ha condotto una vita malvagia nel peccato (Inferno, Ade, Inferi) o luoghi intermedi (Purgatorio) dove trascorrere del tempo indefinito espiare e trascendere al Paradiso...naturalmente ognuno ha immaginato queste forme di aldilà dandone una personale interpretazione, taluni negandone perfino l'esistenza e ritenendole alla stregua di favole o leggende...del resto non sembra che esista qualcuno che sia ritornato per raccontarci che "c'è di là..." almeno non ci è dato sapere...poi ci sono le ipotesi più disparate, spesso fantasiose a volte suggestive quali ad esempio: la possibilità di tornare a vivere una nuova esistenza, non necessariamente nello stesso ambito temporale in cui si è vissuti, quindi o nel futuro o nel passato per dire privi di ogni ricordo della "vita precedente" mutati nell'aspetto e può darsi anche nel sesso (se eravamo uomini potremmo essere donne o viceversa) ipotesi che esula però dal mero aspetto della reincarnazione...un signore che ho conosciuto qualche mese fa teorizzava che una volta deceduti potremmo ritornare in vita negli stessi luoghi e nella stessa nazione dove abbiamo vissuto, ma in un altro Universo, quindi dove tutto è diverso da quello che conosciamo di cui però non avremmo alcuna memoria, una sorta di reset totale...oppure una ipotesi simile e cioè quella di rivivere la stessa vita nello stesso spazio tempo, ma totalmente diversa dalla precedente...quindi ad esempio se sei nato nel 1950 e morto nel 2030 (80 anni) potresti ritrovarti a nascere di nuovo nel 1950 ripercorrere (senza ricordare nulla) gli stessi avvenimenti e condurre una vita totalmente diversa...o anche ricominciare dal 2030 (sempre anni e cifre ipotetiche) ed avere dei ricordi, dei deja vù inspiegabili col passato (vita precedente)...ammesso che ci venga concesso di ricordare...e il discorso si fa complesso...il signore mi ha messo un pò d'inquietudine quando ha azzardato l'ipotesi che noi potremmo in vita incontrare i nostri parenti o amici defunti che stanno "rivivendo" la loro nuova vita tra noi in modo inconsapevole e con volti ed aspetto naturalmente differenti a come li conoscevamo...e fa notare che quando conosciamo nuove persone, con alcune (almeno a lui fa questa impressione) ci sia una forte sintonia e simpatia sembra che, parole sue, "ci si conoscesse da sempre..." Voi cosa ne pensate? Opinioni, ipotesi, idee?
adinolma adinolma 28/03/2013 ore 16.02.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Io penso che la nostra esistenza in questo momento sia solo un passaggio, che ci siano tante vite attraverso le quali la nostra anima si eleva, non parlo di paradiso o di inferno...
la gente che abbiamo amato la re-incontriamo in ogni vita... etc etc
felice.64 felice.64 28/03/2013 ore 18.07.03
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Classica bella domanda su cui da sempre si discute - sempre ovviamente senza risposte-se non quelle dateci mediante pacchetti surgelati di pronto consumo dalle religioni di tutto il mondo. Rivolto la domanda: Cosa eri (se eri) prima di essere concepito? Semplicemente non eri. E cosi' sarai dopo la morte. La tua scintilla vitale morra'e non ci saranno paradiso o inferno. Tantomeno reincarnazioni. Essere o non essere?
Sthula 28/03/2013 ore 23.48.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Se analizzassimo freddamente le possibili soluzioni del dopo vita, incorreremmo sicuramente in miriadi di ipotesi, che secondo me sarebbero riconducibili a due grandi filoni, quello reincarnazionista e quello non reincarnazionista. Poi ci sarebbe la teoria di chi ateo, si aspetterebbe di non più, essere, come abbiamo letto poco sopra.

La più plausibile risposta a questi interrogativi, mi è venuta da un libro rivelazione, e la ritengo al momento la più logica e spirituale al contempo.

Si tratta di una soluzione che "accontenterebbe" (si fa per dire), l'ateo e il credente, il reincarnazionista e il non.

La nostra origine è unica e irripetibile, sotto questo punto di vista fisico, o carnale, siamo nati una sola volta e mai più ritorneremo in veste umana in questo pianeta.

Il dopo vita, viene concepito come un luogo simile (apparentemente) al pensiero ateo: non esistiamo più, siamo morti e non proviamo alcun sentimento, come una specie di sonno senza sogni.

C'è un tempo per il "risveglio", che può essere in due modalità, una generale e programmata, ed una, dedicata, diciamo, ai primi della classe, quelli che hanno da subito (in vita), lavorato per questo grande progetto, anche inconsapevolmente.

Alla resurrezione generale, non parteciparenno tutti, ma soltanto coloro che in vita, avevano già espresso la volontà di proseguire il loro cammino terreno nell'aldilà, a prescindere dalla religione o dal luogo di provenzienza. Chi non ha espresso questa volontà, sarà come se non fosse mai nato, dimentico di se e di tutti e reincorporato in un sistema Globale, simile ad una Super-Mente.

Coloro che sperimenteranno la resurrezione, saranno degli studenti dell'Universo, per nuove e avvincenti esperienze che avranno l'opportunità di sperimentare.

Passeranno per molte resurrezioni, ma si ricorderanno di chi erano, soprattutto in quelle successive alla prima, insomma l'identità sarà preservata.

Queste reincarnazioni, avverranno su altri sistemi solari, la Terra è stata la prima patria e sarà un ricordo lontano e sfumato.

I pellegrini (così vengono chiamati), dopo un processo lunghissimo, si troveranno al cospetto dell'Artefice di Tutto ciò che esiste e così, dopo aver fatto l'esperienza di puro spirito, saranno a disposizione dei progetti che riguardano, non uno ma tanti Universi...
Burian87 Burian87 29/03/2013 ore 00.35.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

ma che vada si ritorna in quello stato in cui si era prima di nascere
Andrearrg Andrearrg 29/03/2013 ore 00.49.25
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Alla resurrezione generale, non parteciparenno tutti, ma soltanto coloro che in vita, avevano già espresso la volontà di proseguire il loro cammino terreno nell'aldilà


Bel trucco usato da chi nella vita per professione manipola le menti umane.

Caspita! e chi non vuole rinascere?
Come dice Burian, 'male che vada si ritorna in quello stato in cui si era prima di nascere'.
sta.rry sta.rry 29/03/2013 ore 09.10.17
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

se vi va iscrivetevi al mio gruppo...ke tratta molti argomenti
Sthula 29/03/2013 ore 10.37.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Andrearrg scrive:
Bel trucco usato da chi nella vita per professione manipola le menti umane.

Se me lo spieghi
sta.rry sta.rry 29/03/2013 ore 10.57.32
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula: iscrivit al mio gruppo...mandami posta!
Andrearrg Andrearrg 29/03/2013 ore 11.01.00
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Se me lo spieghi

Signor Sthula, prendo quasi sempre riferimenti da lei perché leggo con attenzione i suoi interventi. Naturalmente la frase sopra, da lei è solo riportata.

Spiegare. Chi ha la responsabilità di gestire l'animo e la mente di altre persone, Pedagochi, poeti scrittori, politici, ecc. ed usano argomento simile, fanno più male che bene. Sono cattivi maestri. Secondo me.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.