Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Azzurro72 Azzurro72 28/03/2013 ore 14.15.17
segnala

PerplessoCosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

...è uno dei quesiti che più di ogni altro, l'uomo cerca di trovare una risposta: cosa c'è dopo la morte fisica del corpo? Dal punto di vista prettamente religioso ogni religione ha più o meno ipotizzato l'esistenza di un aldilà dove le anime (o energia) dei defunti sarebbero destinate...luoghi di beatitudine eterna per coloro che in vita sono stati giusti e non si sono macchiate di colpe e non hanno commesso peccati (Paradiso, Campi Elisi, Eden, Walahalla), luoghi di pena per chi invece, al contrario, ha condotto una vita malvagia nel peccato (Inferno, Ade, Inferi) o luoghi intermedi (Purgatorio) dove trascorrere del tempo indefinito espiare e trascendere al Paradiso...naturalmente ognuno ha immaginato queste forme di aldilà dandone una personale interpretazione, taluni negandone perfino l'esistenza e ritenendole alla stregua di favole o leggende...del resto non sembra che esista qualcuno che sia ritornato per raccontarci che "c'è di là..." almeno non ci è dato sapere...poi ci sono le ipotesi più disparate, spesso fantasiose a volte suggestive quali ad esempio: la possibilità di tornare a vivere una nuova esistenza, non necessariamente nello stesso ambito temporale in cui si è vissuti, quindi o nel futuro o nel passato per dire privi di ogni ricordo della "vita precedente" mutati nell'aspetto e può darsi anche nel sesso (se eravamo uomini potremmo essere donne o viceversa) ipotesi che esula però dal mero aspetto della reincarnazione...un signore che ho conosciuto qualche mese fa teorizzava che una volta deceduti potremmo ritornare in vita negli stessi luoghi e nella stessa nazione dove abbiamo vissuto, ma in un altro Universo, quindi dove tutto è diverso da quello che conosciamo di cui però non avremmo alcuna memoria, una sorta di reset totale...oppure una ipotesi simile e cioè quella di rivivere la stessa vita nello stesso spazio tempo, ma totalmente diversa dalla precedente...quindi ad esempio se sei nato nel 1950 e morto nel 2030 (80 anni) potresti ritrovarti a nascere di nuovo nel 1950 ripercorrere (senza ricordare nulla) gli stessi avvenimenti e condurre una vita totalmente diversa...o anche ricominciare dal 2030 (sempre anni e cifre ipotetiche) ed avere dei ricordi, dei deja vù inspiegabili col passato (vita precedente)...ammesso che ci venga concesso di ricordare...e il discorso si fa complesso...il signore mi ha messo un pò d'inquietudine quando ha azzardato l'ipotesi che noi potremmo in vita incontrare i nostri parenti o amici defunti che stanno "rivivendo" la loro nuova vita tra noi in modo inconsapevole e con volti ed aspetto naturalmente differenti a come li conoscevamo...e fa notare che quando conosciamo nuove persone, con alcune (almeno a lui fa questa impressione) ci sia una forte sintonia e simpatia sembra che, parole sue, "ci si conoscesse da sempre..." Voi cosa ne pensate? Opinioni, ipotesi, idee?
adinolma adinolma 28/03/2013 ore 16.02.11 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Io penso che la nostra esistenza in questo momento sia solo un passaggio, che ci siano tante vite attraverso le quali la nostra anima si eleva, non parlo di paradiso o di inferno...
la gente che abbiamo amato la re-incontriamo in ogni vita... etc etc
felice.64 felice.64 28/03/2013 ore 18.07.03
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Classica bella domanda su cui da sempre si discute - sempre ovviamente senza risposte-se non quelle dateci mediante pacchetti surgelati di pronto consumo dalle religioni di tutto il mondo. Rivolto la domanda: Cosa eri (se eri) prima di essere concepito? Semplicemente non eri. E cosi' sarai dopo la morte. La tua scintilla vitale morra'e non ci saranno paradiso o inferno. Tantomeno reincarnazioni. Essere o non essere?
Sthula 28/03/2013 ore 23.48.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Se analizzassimo freddamente le possibili soluzioni del dopo vita, incorreremmo sicuramente in miriadi di ipotesi, che secondo me sarebbero riconducibili a due grandi filoni, quello reincarnazionista e quello non reincarnazionista. Poi ci sarebbe la teoria di chi ateo, si aspetterebbe di non più, essere, come abbiamo letto poco sopra.

La più plausibile risposta a questi interrogativi, mi è venuta da un libro rivelazione, e la ritengo al momento la più logica e spirituale al contempo.

Si tratta di una soluzione che "accontenterebbe" (si fa per dire), l'ateo e il credente, il reincarnazionista e il non.

La nostra origine è unica e irripetibile, sotto questo punto di vista fisico, o carnale, siamo nati una sola volta e mai più ritorneremo in veste umana in questo pianeta.

Il dopo vita, viene concepito come un luogo simile (apparentemente) al pensiero ateo: non esistiamo più, siamo morti e non proviamo alcun sentimento, come una specie di sonno senza sogni.

C'è un tempo per il "risveglio", che può essere in due modalità, una generale e programmata, ed una, dedicata, diciamo, ai primi della classe, quelli che hanno da subito (in vita), lavorato per questo grande progetto, anche inconsapevolmente.

Alla resurrezione generale, non parteciparenno tutti, ma soltanto coloro che in vita, avevano già espresso la volontà di proseguire il loro cammino terreno nell'aldilà, a prescindere dalla religione o dal luogo di provenzienza. Chi non ha espresso questa volontà, sarà come se non fosse mai nato, dimentico di se e di tutti e reincorporato in un sistema Globale, simile ad una Super-Mente.

Coloro che sperimenteranno la resurrezione, saranno degli studenti dell'Universo, per nuove e avvincenti esperienze che avranno l'opportunità di sperimentare.

Passeranno per molte resurrezioni, ma si ricorderanno di chi erano, soprattutto in quelle successive alla prima, insomma l'identità sarà preservata.

Queste reincarnazioni, avverranno su altri sistemi solari, la Terra è stata la prima patria e sarà un ricordo lontano e sfumato.

I pellegrini (così vengono chiamati), dopo un processo lunghissimo, si troveranno al cospetto dell'Artefice di Tutto ciò che esiste e così, dopo aver fatto l'esperienza di puro spirito, saranno a disposizione dei progetti che riguardano, non uno ma tanti Universi...
Burian87 Burian87 29/03/2013 ore 00.35.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

ma che vada si ritorna in quello stato in cui si era prima di nascere
Andrearrg Andrearrg 29/03/2013 ore 00.49.25
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Alla resurrezione generale, non parteciparenno tutti, ma soltanto coloro che in vita, avevano già espresso la volontà di proseguire il loro cammino terreno nell'aldilà


Bel trucco usato da chi nella vita per professione manipola le menti umane.

Caspita! e chi non vuole rinascere?
Come dice Burian, 'male che vada si ritorna in quello stato in cui si era prima di nascere'.
sta.rry sta.rry 29/03/2013 ore 09.10.17
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

se vi va iscrivetevi al mio gruppo...ke tratta molti argomenti
Sthula 29/03/2013 ore 10.37.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Andrearrg scrive:
Bel trucco usato da chi nella vita per professione manipola le menti umane.

Se me lo spieghi
sta.rry sta.rry 29/03/2013 ore 10.57.32
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula: iscrivit al mio gruppo...mandami posta!
Andrearrg Andrearrg 29/03/2013 ore 11.01.00
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Se me lo spieghi

Signor Sthula, prendo quasi sempre riferimenti da lei perché leggo con attenzione i suoi interventi. Naturalmente la frase sopra, da lei è solo riportata.

Spiegare. Chi ha la responsabilità di gestire l'animo e la mente di altre persone, Pedagochi, poeti scrittori, politici, ecc. ed usano argomento simile, fanno più male che bene. Sono cattivi maestri. Secondo me.
Sthula 29/03/2013 ore 11.13.55 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Andrearrg: Se per lei va bene, potremmo darci del "tu".

Quello che lei dice, potrebbe corrispondere alla realtà, non lo escludo, ma non comprendo cosa c'entri con il discorso che, appunto, ho riferito sopra.

Cioè, se dessimo per buona quella teoria, ognuno in vita, potrebbe essere l'artefice del suo futuro, soprattutto in una visione ultraterrena. Considero anche, come positivo, il fatto che gli atei, siano liberidi poter interrompere il loro viaggio, senza per questo, essere sottoposti a pene eterne, tra l'altro, non commisurate rispetto all'effimera vita sulla terra.

Se da una parte, è vero che cattivi maestri, possano inculcare dei concetti erronei, è altrettanto vero che quanto ho riportato sopra, non corrisponde al credo di una religione, ma si basa su di uno scritto rivelatorio che non obbliga nessuno, semmai lo incita alla lettura del libro, unicamente come base di riflessione. In questo caso non ci sono maestri o maestrini, che sciorinano la loro giusta o errata cultura, ma la sola visione della rivelazione.

Che poi, in altri contesti, si assista ad un proliferare di maestri, che improvvisando o meno, gettano cattiva luce, su questi argomenti, è un fatto noto.

Andrearrg Andrearrg 29/03/2013 ore 11.28.17
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Ho scritto male. Non volevo dire Argomento, ma Metodo.
L'argomento in questione, la scelta per l'aldilà, non credo che sia molto conosciuto. Ma è il Metodo che usa un simile pedagago che è pericoloso, perché inculca l'idea che basta scegliere un lato, una posizione, per reputarsi superiori, 'prescelti'.
Sthula 29/03/2013 ore 11.53.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Andrearrg scrive:
Ma è il Metodo che usa un simile pedagago che è pericoloso, perché inculca l'idea che basta scegliere un lato, una posizione, per reputarsi superiori, 'prescelti'.


In quel caso però, non si trattava di una posizione, tanto per reputarsi superiori o fare prescelti o proseliti. IN effetti tutto quanto viene descritto, in maniera analitica in detta rivelazione, all'atto pratico si potrebbe estrinsecare anche in persone che mai, ebbero sentito parlare di tali convinzioni.

Infatti l'elemento caratterizzante di tutto questo discorso, non è da individuare in una professione di fede, quanto in quella Luce, di cui si discuteva nell'altro post.

Se quindi, la Luce è tutta interiore e presente in ogni uomo, è chiaro che non ci potranno mai essere prescelti o superiori, dato che la stessa LUce è un Frammento localizzato molto vicino al corpo umano e allo stesso tempo, di ugual valore.(riferito ad ogni Luce, dentro ciascuno)
Fmasu Fmasu 29/03/2013 ore 12.15.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

la morte non esiste... il non ricordare cosa o chi eravamo prima di essere persone umane crea l'illusione di essa! forse non eravamo ancora evoluti spiritualmente.. ma non ci è dato sapere il perche non possiamo ricordarlo, per il momento! ma tutto ha un suo perche!

la morte non esiste
Sthula 29/03/2013 ore 12.30.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
a morte non esiste... il non ricordare cosa o chi eravamo prima di essere persone umane crea l'illusione di essa! forse non eravamo ancora evoluti spiritualmente.. ma non ci è dato sapere il perche non possiamo ricordarlo, per il momento! ma tutto ha un suo perche!

la morte non esiste



E su questo fronte, non avremmo problemi, "la morte non esiste", la sento ridire da molti anni, ma non cambia la sostanza delle cose.

Intanto ci troveremmo di fronte al quesito del non ricordo. Se non ricordo chi sono stato, è evidente che quelle vite vissute non hanno un senso, un valore, o cmq non influiscono sul mio vissuto attuale, e questo è un grande contro senso.

Ma più in definitiva, se diamo una spiegazione così spicciola, della morte che non esiste e aggiungiamo che ci dovrà pur essere una spiegazione, non abbiamo detto niente, proprio nulla. Ci affideremmo cmq, a ipotesi sostenute da altri, senza alcuna prova. Proprio come tutte le altre ipotesi.

In definitiva, è l'ipotesi meno traumatica, ma che al contempo non spiega nulla.
Burian87 Burian87 30/03/2013 ore 10.35.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula:

Il non ricordo è essenziale. Stiamo parlando di una forma (corpo) che incontra una sostanza (anima). Ora se un'anima ha compiuto un percorso all'interno e a stretto contatto con un corpo. Alla fine del percorso con la morte del corpo tale anima se deve reincarnarsi in un nuovo corpo nascente, tale corpo non ha il substrato adatto ad accogliere ricordi ed esperienze (immaginiamo il cervello di un neonato). Il non ricordo quindi è un fattore essenziale per non snaturare il corso della vita. i ricordi infatti influenzerebbero il percorso dell'anima in una nuova vita
DiavoloBiancoo DiavoloBiancoo 30/03/2013 ore 11.36.22
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

La morte è l'ultima esperienza che si puo fare in vita. Quando vi addormentate e non sognate chiudete gli occhim li riaprite e son passate 8 ore in un attimo, anche da morti non percepiremo ilt empo saremo morti per sempre ma quel per sempre durera cmq un attimo.I nostri corpi non esisteranno piu, non avremo teminazioni nervose e non capiremo piu dove finiamo noi e dove inizia una pietra.Credo che la morte sia la risposta a molti quesiti che l'uomo per sua natura non è in grado di affrontare, si vivra l'esperienza dell'attimo etenro, dell'essere tutto e niente, sara qualcosa che non ha bisogno di logica tante che nemmenos aremo in grado di capire visto che saremo privi di cervello, la logica e una invenzione una creatura come lo siamo noi, nell'aldila non servira piu, esperiremo a ebasta
Sthula 30/03/2013 ore 13.39.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Burian87 scrive:
i ricordi infatti influenzerebbero il percorso dell'anima in una nuova vita

Anche i non ricordi, se è per questo. :-))
Burian87 Burian87 30/03/2013 ore 13.53.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula:
in che senso? Se la mia mente è vuota posso "affrontare un nuovo percorso". Altrimenti il mio percorso sarà troppo influenzato da quelli precedenti. Questo intendevo dire a chi si chiede del perchè di esperienze di vita di cui si perde ogni ricordo.

Anche per me comunque vivere equivale a ricordare. Al massimo vedrei le reincarnazioni come delle chances ulteriori che si danno a un'anima per compiere un percorso nuovo quando il precedente è fallito.

A volte mi chiedo se esiste un'aldilà, se in tale aldilà resta qualcosa di quello che la vita con le sue esperienze ci ha fatto diventare, o se si torna come in una sorta di tabula rasa in cui la vita terrene appaia solo come un vaghissimo indefinito ricordo. Teoricamente finendo in una dimensione senza tempo, in tale assenza di tempo o è condensato tutto o niente.
Sthula 30/03/2013 ore 14.38.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Burian87: Nel senso che, se io non avessi ricordi di vite precedenti, potrei rifare gli stessi errori, anzi, addirittura peggiorare quello che erano state le mie vite precedenti, finendo, secondo alcune teorie, addirittura nel regno animale o vegetale :-)))

La questione dell'individualità, è qualcosa di molto importante, perché si possa perdere.
D'alra parte, se si da peso alla teoria che essa individualità farebbe capo ad uno spirito, il tutto potrebbe essere superato, ma a quale prezzo?

Secondo me non avrebbe senso, vivere nell'individualità, per poi farne a meno. Se davvero l'Universo potrebbe fare a meno delle individualità, sarebbe sempre l'UNO, e così facendo, si azzererebbero queste stesse individualità, volute dall'Universo stesso.

Sono sempre dell'avviso che l'UNO è nel tutti individuale e che ognuno è una componente indispensabile alla sopravvivenza di questo tipo di UNO.

Se si volesse vedere soltanto l'UNO come indifferenziato, non avrebbe senso questo tipo d'Universo.
Fmasu Fmasu 01/04/2013 ore 14.17.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
se io non avessi ricordi di vite precedenti, potrei rifare gli stessi errori, anzi, addirittura peggiorare quello che erano state le mie vite precedenti, finendo, secondo alcune teorie, addirittura nel regno animale o vegetale


se te eri un ladro e truffatore, in questa vita con i ricordi precedenti saresti un ladro e truffatore piu esperto!

se invece eri una persona pura che non ha commesso errori probabilmente non saresti qui!

il non ricordo è stato deciso da qualcosa che è molto piu intelligente e saggio di te e di me!
questo è il problema delle persone... cercano risposte inutili sulla morte e cosa ci sarà dopo
mentre dovrebbero imparare a vivere veramente e imparare le cose veramente importanti della vita!
ChatNoir.RM ChatNoir.RM 02/04/2013 ore 02.03.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

sia i ricordi che anche i non ricordi influiscono sulla nostra vita attuale

un esempio di non ricordi che pur tali eppure influiscono su ogni nostra scelta sono i contenuti dell'inconscio (che secondo le varie declinazioni della teoria psicoanalitica esiste e influisce su di noi)

per analogia potremmo allora supporre, nel caso fosse verificata la teoria reincarnazionista, che i non ricordi delle vite precedenti agiscano sul nostro io attuale in modi non tanto difformi da come su di noi agisce l'inconscio delle teorie psicoanalitiche
Sthula 02/04/2013 ore 10.35.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
se te eri un ladro e truffatore, in questa vita con i ricordi precedenti saresti un ladro e truffatore piu esperto!

se invece eri una persona pura che non ha commesso errori probabilmente non saresti qui!

il non ricordo è stato deciso da qualcosa che è molto piu intelligente e saggio di te e di me!
questo è il problema delle persone... cercano risposte inutili sulla morte e cosa ci sarà dopo
mentre dovrebbero imparare a vivere veramente e imparare le cose veramente importanti della vita!


Quindi, l'ipotetico principio che starebbe sotto le reincarnazioni, andrebbe ricercato in una sorta di elettrochoc, non somministrato in vita, ma tra una vita e l'altra?

Ma che significa tutto questo discorso? Cioè, tu sei un criminale e lo hai dimostrato in una vita, ma poi ti viene tolta la coscienza da criminale e nell'altra vita avresti la possibilità di non esserlo più?

Quindi, la coscienza è qualcosa che verrebbe tolta o data, alla stregua di un'aspirina? :-))

Ma se togliessimo (sempre che fosse possibile), la coscienza ad una persona, essa non sarebbe più la stessa, staremmo parlando di due persone completamente diverse. E allora che senso avrebbe far ripetere l'esperienza a qualcuno totalmente diverso?
Sthula 02/04/2013 ore 11.01.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
se te eri un ladro e truffatore, in questa vita con i ricordi precedenti saresti un ladro e truffatore piu esperto!

In questa frase però, è racchiusa una grande verità, che forse non è stata colta.
Asserendo che la persanalità, difficilmente, può essere cambiata, si entra in un territorio, che per quanto spiacevole possa essere, fa luce sulla forza stessa, sia del male che del bene.

Un individuo, ormai dedito al male, quasi sicuramente, farà della sua vita, una collezione di atti, rivolti verso quella che egli considera tutto il suo essere e tutte le sue aspirazioni, rendendo quasi nullo, anche l'effetto del perdono o della conversione. Un po' quello che avvenne con il personaggio Giuda.

Quindi, a che pro, dare altre chance a chi non vuole sentir parlare di bene o di conversione al bene?
Forse che formattandogli la memoria o la coscienza, si potrebbe ottenere qualcosa che si possa ricondurre in qualche misura ad un ripensamento o conversione?
Fmasu Fmasu 02/04/2013 ore 13.10.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Quindi, a che pro, dare altre chance a chi non vuole sentir parlare di bene o di conversione al bene?
Forse che formattandogli la memoria o la coscienza, si potrebbe ottenere qualcosa che si possa ricondurre in qualche misura ad un ripensamento o conversione?


sthula.. ogni religione lo ricorda! l'amore e la misericordia di dio non ha limiti! non credo ci sia un perche! ma se tuo figlio facesse degli errori, non lo aiuteresti oltre il dovuto?

son domande che con il nostro livello spirituale e con l'intelligenza attuale non possiamo nè concepire nè capire la risposta! chi riesce a comprenderne anche solo uno spiraglio non può spiegarlo! ogni parola sminuirebbe la cosa, non esistono parole abbastanza grandi.

so solo che..se tutti vivessimo con le concezioni e insegnamenti che gia conosciamo da millenni, il mondo sarebbe il famoso paradiso terrestre! ma attualmente le persone si limitano solo a parlarne e infatti viviamo in un mondo dove c'è ancora la fame e la guerra.
se la gente non capisce questa cosa semplicissima come può capire cose piu significative e importanti?
Sthula 02/04/2013 ore 13.49.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
ogni religione lo ricorda! l'amore e la misericordia di dio non ha limiti! non credo ci sia un perche! ma se tuo figlio facesse degli errori, non lo aiuteresti oltre il dovuto?


La reincarnazione non è una religione ma una credenza, per giustificare appunto, come è possibile che esista il male. La loro versione consiste, nel far ripetere l'esperienza vita per tante volte, finché non si è capito "come fare".
Ma allora, se le cose stanno così, come mai, l'idividuo viene spersonalizzato? Non è coerente, e non diciamo che certe cose non si capiscono!. FAccio un esempio, è come se a un criminale gli venga somministrato l'elettochoc fino a che non cambi completamente personalità e venga così reintrodotto nella società. Ma in questo caso, di cosa si tratterebbe? Non è una possibilità che gli viene data, ma la cancellazione definitiva di tutti i suoi ricordi che facevo di lui, quel tipo particolare di persona.
Non c'entra nulla l'aiuto e il perdono. Tu faresti lo stesso ad uno tuo figlio? Io no. Qui, non si tratta di misericordia o amore, ma di tutto l'opposto. Se veramente hai fatto l'esperienza di essere padre, saprai che un figlio/a, lo accetterai a prescindere da come si comporterà e non gli vorrai cancellare la sua personalità pur di farti piacere.
Sthula 02/04/2013 ore 14.00.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
so solo che..se tutti vivessimo con le concezioni e insegnamenti che gia conosciamo da millenni, il mondo sarebbe il famoso paradiso terrestre! ma attualmente le persone si limitano solo a parlarne e infatti viviamo in un mondo dove c'è ancora la fame e la guerra.
se la gente non capisce questa cosa semplicissima come può capire cose piu significative e importanti?

Io, so solo che non si può fare violenza sugli altri ed imporre un credo che si ritiene giusto (per mille ragioni possibili..).
Preferire allora, continuare a parlare di argomenti interessanti, anzichè voler a tutti i costi che altri, condividessero per esempio la teoria reincarnazionista. Questo sarebbe si non già la realizzazione del paradiso terrestre ma un'aberrazioe vivente di ciò che non dovrebbe mai essere fatto.
Indubbiamnete siamo qui, per imparare qualcosa e per fare una scelta, nell'arco della nostra vita.
Non credo invece che siamo qui, per ripetere centinaia di volte (alla stregua di robot) tante vite, ognuna con una personalità diversa e dove si assiste alla spersonalizzazione dell'individuo, tanto per giustificare il perché del male. Forse allargando le nostre prospettive, considereremo il male come un componente che volente o nolente, fa parte della nostra vita, e con il quale confrontarci.
Il male come fine ultimo (assoluto) è sempre sbagliato e porta inesorabilmente verso il concetto del Nulla, ma un male relativo che fa prendere coscienza, non solo non è male ma è asupicabile.
Fmasu Fmasu 02/04/2013 ore 14.22.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Io, so solo che non si può fare violenza sugli altri ed imporre un credo che si ritiene giusto (per mille ragioni possibili..).


un tu hai capito il mio discorso è un'altro
Sthula 02/04/2013 ore 14.59.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Fmasu scrive:
un tu hai capito il mio discorso è un'altro

Puoi sempre ampliarlo, ma guarda che ho spaziato molto, non mi sembra che il tutto può essere ricondotto alle 4 parole che hai riportato. Quello che stavo dicendo sopra, è soltanto un aspetto, che ho volutamente enfatizzato :-))
Voglioilsoleee Voglioilsoleee 03/04/2013 ore 11.05.27
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Azzurro72 scrive:
è uno dei quesiti che più di ogni altro, l'uomo cerca di trovare una risposta: cosa c'è dopo la morte fisica del corpo? Dal punto di vista prettamente religioso ogni religione ha più o meno ipotizzato l'esistenza di un aldilà dove le anime (o energia) dei defunti sarebbero destinate...luoghi di beatitudine eterna per coloro che in vita sono stati giusti e non si sono macchiate di colpe e non hanno commesso peccati



Parti dal presupposto che tutti noi siamo Dio .
Dio ama tutti , quindi crea amore .
Questo amore c'e lo concede nelle meraviglie del creato, che sono la terra il cielo e tutti gli animali i sassi , l'acqua , il mare.
Noi in terra dobbiamo amare e rispettare questa meraviglia ..
Poi , quando il corpo che racchiude la nostra anima si stacca , l'anima resta un po' accanto al corpo , perche' deve dare il tempo di riassettarsi , di ricomporsi.
Dopo qualche ora, inizia il suo viaggio , attraverso delle onde energetiche.
Cosa sono queste onde?
Sono degli spazi di luce e di onde un po' grigie , ed anche nere, molto scure.
Allora , se una persona muore con rabbia , la sua anima camminera' nelle onde scure , fino a quando capisce che ha sbagliato ad essere cosi' e piano piano s'incammina sulle scie grigie e magari aiutato dagli esseri di luce nel cosmo .
Chi muore con la serenita' di aver avuto una vita vissuta ma serena , la sua anima parte nella direzione delle lineee di luce.
Mi fermo qua...
Sthula 03/04/2013 ore 12.13.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Voglioilsoleee scrive:
Allora , se una persona muore con rabbia , la sua anima camminera' nelle onde scure , fino a quando capisce che ha sbagliato ad essere cosi' e piano piano s'incammina sulle scie grigie e magari aiutato dagli esseri di luce nel cosmo .

Sarebbe come dire, che anche vivendo una vita di odio e di perversione, tanto poi, tutto viene ristabilito.
I perché sarebbero tanti, uno per tutti è, ma allora perché questo individuo non viene aiutato in vita, e viene così evitato tanto male?
Non credo che gli esseri di luce, abbiano il potere di forzare il libero arbitrio, né qui sulla terra, tanto meno dopo la morte.
Voglioilsoleee Voglioilsoleee 03/04/2013 ore 12.17.40
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Sthula scrive:
Non credo che gli esseri di luce, abbiano il potere di forzare il libero arbitrio, né qui sulla terra, tanto meno dopo la morte.


Quando uno muore , cambia il suo percorso e deve ritornare alla casa.
Nel cosmo tutto e' amore!
Dopo la morte , per chi muore sappi che non sono lasciati da soli mai...
Ma vivono una vita come questa , la nostra , ma in modo un po' diverso.
Comprendono dove hanno sbagliato in vita.
Sthula 03/04/2013 ore 12.30.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

Voglioilsoleee scrive:
Quando uno muore , cambia il suo percorso e deve ritornare alla casa.
Nel cosmo tutto e' amore!
Dopo la morte , per chi muore sappi che non sono lasciati da soli mai...
Ma vivono una vita come questa , la nostra , ma in modo un po' diverso.
Comprendono dove hanno sbagliato in vita.


Tutto può essere, ma in definitiva cosa significa "ritornare alla casa"?
Come e quando? Ma soprattutto cosa verrebbe identificato con il concetto "casa"?
Fmasu Fmasu 03/04/2013 ore 13.43.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula:

casa sthula! quel posto dove ti senti amato anche se hai fatto degli errori!
non va intesa come 4 mura e un tetto

Fmasu Fmasu 03/04/2013 ore 13.43.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa accadrà dopo la morte? Ipotesi suggestive, inquietanti, affascinanti...

@ Sthula:

casa sthula! quel posto dove ti senti amato anche se hai fatto degli errori!
non va intesa come 4 mura e un tetto


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.