Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 03/05/2013 ore 18.04.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

streetdancers scrive:
Perchè la natura deve essere un qualcosa di separato da dio e non un frammento dell'infinità di dio?Perchè la natura deve raggiungere la perfezione quando potrebbe essere già perfetta così com'è?Sembra che tu abbia un concetto di dio leggermente cattolico, un pò come se Dio è una cosa e tutto il resto è separato da lui...


Sulla prima domanda, rispondo che la natura può essere benissimo "un frammetno dell'infinità di Dio", forse lo ho detto in altre parole ma il concetto mi sembra molto allineato a quello espresso. Per me è chiaro che, ogni emanazione che apparentemente ci sembra non appartenere a Dio, di fatto lo è, basta saper cogliere la giusta collocazione.

La seconda domanda mi sembra più difficile, la natura non è perfetta, e questo purturppo non è solo un mio sentire, ma mi sembra un dato abbastanza oggettivo. :-)))

Se hai capito di me, che ho un concetto cattolico (in questo ambito), forse non hai letto il post sui dogmi cattolici. :-))) Però non posso escludere che qualche idea dovrà pur corrispondere, i concetti non sono infiniti, relativamente a questo argomento.

Il tuo pensiero ho capito in quale direzione va, ma sei tu stesso che alla fine, arrendendoti dici a chiare lettere che, secondo te la direzione non è questa.
In fin dei conti il progetto evolutivo c'è, almeno a leggere quello che è stato lasciato come promemoria, ma a prescindere anche da questo promemoria, un progetto evolutivo che si rispetti, dovrebbe comprendere determinati elementi, che oggi sono completamente saltati. E allora, cosa è successo?
La spiegazione è ancora una volta, il Male. Qualunque progetto evolutivo non è immune dal Male come possibilità di scelta, altrimenti non potrebbe mai essere evolutivo, ma soltanto contemplativo.
streetdancers streetdancers 03/05/2013 ore 18.31.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

Sthula scrive:
La seconda domanda mi sembra più difficile, la natura non è perfetta, e questo purturppo non è solo un mio sentire, ma mi sembra un dato abbastanza oggettivo.

Da che cosa si deduce che la natura non è perfetta?Non mi sembra un dato oggettivo...
Dire che la natura sia imperfetta è come dire che Dio sia imperfetto siccome la natura è una sua emanazione...L'unica cosa sicura è che la natura è in costante mutamento.
Il tuo pensiero ho capito in quale direzione va, ma sei tu stesso che alla fine, arrendendoti dici a chiare lettere che, secondo te la direzione non è questa.
In fin dei conti il progetto evolutivo c'è, almeno a leggere quello che è stato lasciato come promemoria, ma a prescindere anche da questo promemoria, un progetto evolutivo che si rispetti, dovrebbe comprendere determinati elementi, che oggi sono completamente saltati. E allora, cosa è successo?
La spiegazione è ancora una volta, il Male. Qualunque progetto evolutivo non è immune dal Male come possibilità di scelta, altrimenti non potrebbe mai essere evolutivo, ma soltanto contemplativo.

si certo come ho detto prima la direzione che abbiamo preso non è questa ma credo che sia anche un passaggio obbligatorio per poter evolvere, però perchè dici che determinati elementi sono saltati?magari è proprio questo passaggio a farci evolvere...Non credo proprio che questo percorso materiale che l'essere umano sta intraprendendo possa durare per sempre, arriverà per forza(ammesso che non ci estinguiamo) un punto dove ci renderemo conto che per vivere felici e in armonia dobbiamo cambiare direzione e abbracciare il cammino della virtù...
Sthula Sthula 03/05/2013 ore 18.53.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

streetdancers scrive:
Da che cosa si deduce che la natura non è perfetta?Non mi sembra un dato oggettivo...
Dire che la natura sia imperfetta è come dire che Dio sia imperfetto siccome la natura è una sua emanazione...L'unica cosa sicura è che la natura è in costante mutamento.


Non sono il più ideneo nel descrivere l'imperfezione della natura, ma anche qui dentro, ci sono persone che ti possono fare luce su questo aspetto.
Cmq stavo dicendo che la natura è in via di perfezione, né più né meno come l'uomo.

Non credo proprio che questo percorso materiale che l'essere umano sta intraprendendo possa durare per sempre, arriverà per forza(ammesso che non ci estinguiamo) un punto dove ci renderemo conto che per vivere felici e in armonia dobbiamo cambiare direzione e abbracciare il cammino della virtù...


Anche io vorrei essere così ottimista, ma di questo passo coloro che vanno in una certa direzione non si renderanno mai conto di dover abbracciare il cammino della virtù, e continueranno fino all'inverosimile.
Del resto, chi si è già reso conto o lo farà in seguito, non potrà farci nulla. Una mela marcia, anche se non riesce a far marcire le altre (ammesso che stiano a debita distanza), tuttavvia emanerà un cattivo odore, impestando l'aria a lei intorno.

Il Male che è nell'umanità, in una certa umanità, prima o poi darà i suoi risultati, o diretti o indiretti. E allora, l'Apocalisse non sembrerà così bizzarra. Forse non saremo noi, la generazione che assisterà a questa catastrofe planetaria, ma prima o poi avverrà.
Chi è che riuscitrà a convincere chi fa del male a desistere da tale azione?
Se esso diventa endemico, è chiaro che non viene percepito come tale, anzi, in un certo senso, anche il tuo discorso, potrebbe essere un incentivo. Quando parli del male come qualcosa che fa parte dell'evoluzione, come a voler scusare chi è convinto delle sue azioni.
streetdancers streetdancers 04/05/2013 ore 20.17.31 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

Sthula scrive:
Anche io vorrei essere così ottimista, ma di questo passo coloro che vanno in una certa direzione non si renderanno mai conto di dover abbracciare il cammino della virtù, e continueranno fino all'inverosimile.
Del resto, chi si è già reso conto o lo farà in seguito, non potrà farci nulla. Una mela marcia, anche se non riesce a far marcire le altre (ammesso che stiano a debita distanza), tuttavvia emanerà un cattivo odore, impestando l'aria a lei intorno.

Guarda io non sono per niente ottimista anzi credo che le cose peggioreranno sempre di più ma credo anche che prima poi tutto questo debba per forza finire, è chiaro che tutto questo schifo non può durare per sempre...Il bene alla fine è destinato a trionfare, anche se credo che non sarò quella generazione che vivrà il sogno di vedere la terra trasformata in paradiso ;-(
l'Apocalisse non sembrerà così bizzarra. Forse non saremo noi, la generazione che assisterà a questa catastrofe planetaria, ma prima o poi avverrà.

Nemmeno a me sembra bizzarra anzi credo che saremo noi la generazione sfigata che dovrà subirsi uno dei periodi più brutti della storia dell'umanità...
Chi è che riuscitrà a convincere chi fa del male a desistere da tale azione?

Credo nessuno, siamo destinati a percorrere questa strada e questa apocalisse credo che illuminerà l'essere umano...A volte mi chiedo se le profezie debbano per forza avverarsi o siano solo un messaggio per far cambiare percorso all'umanità?
VESAGO VESAGO 04/05/2013 ore 21.41.37 Ultimi messaggi
segnala

PerplessoRE: Dio e il Male

dio conosce il male... sapeva che è una conseguenza della creazione! Egli sa cosa è il male, lo conosce... e coiò nonostante sceglie il bene!
Sthula Sthula 05/05/2013 ore 19.04.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

VESAGO scrive:
dio conosce il male... sapeva che è una conseguenza della creazione! Egli sa cosa è il male, lo conosce... e coiò nonostante sceglie il bene!


Se stessero in questi termini le cose, allora dovremmo ammettere che il Male possa essere un controaltare a Dio. Questo non potrebbe mai accadere, sarebbe una creatura soggetta al male. Il Male è nient'altro che l'Irreale o il Nulla, ovvero la negazione del Reale o di Dio.
E' possibile capire che il Reale non potrebbe confondersi con l'Irreale o il Nulla e non potrebbe mai trattarsi di una scelta. Chi sceglie il Nulla, sceglia la strada dell'Irrealtà e come tale (e non in virtù di qualcuno) si accomuna con essa.
Sthula Sthula 05/05/2013 ore 19.06.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

streetdancers scrive:
Il bene alla fine è destinato a trionfare, anche se credo che non sarò quella generazione che vivrà il sogno di vedere la terra trasformata in paradiso


Il problema non sarebbe questo, è che ogni trasformazione ha un prezzo da pagare. E quale prezzo mai, sarà costretta a pagare questa Umanità che si avvia nel punto più profondo del baratro del Male?

Quanti milioni di persone dovranno pagare questo prezzo alto? E' questo che mi sgomenta, non tutte le elocubrazioni in merito a quando e come.
vegetariano75 vegetariano75 06/05/2013 ore 16.00.32
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

streetdancers scrive:
è un pò come dire che esiste il buio ma in realtà il buio è solo l'assenza di luce e perciò esiste solo come illusione delle nostre percezioni...Eehehh è un rompicapo smile

Un rompicapo che secondo me questa frase risolve alla grande :ok
Sthula Sthula 06/05/2013 ore 18.59.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dio e il Male

La differenza consiste nella volontà. Il Male, lo si deve volere, mentre il buio e la luce non hanno volontà. E soprattutto, il Male porta delle conseguenze, mentre il buio o la luce sono degli aspetti legati alla presenza di un'unica Stella. Nei pianeti in cui le stelle sono gemelle, il buio non esiste. :-))
VESAGO VESAGO 06/05/2013 ore 19.06.01 Ultimi messaggi
segnala

SarcasmoRE: Dio e il Male

IlMale è la conseguenza dell'uomo! Se non si sa di fare il male, lo si puo definire tale? E secondo quali criteri? ciò che è male per uno nno lo è per l'altro e vice versa! Ergo: il male è una creazione umana!

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.