Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

VESAGO VESAGO 31/05/2013 ore 20.34.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

I maloni ni negativa, debbo confessare, nemmeno la mia mente lisergica li comprende! ^_^ ahahah
VESAGO VESAGO 31/05/2013 ore 20.35.00 Ultimi messaggi
Monnadelizia Monnadelizia 31/05/2013 ore 21.00.15
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

... Da subito ho sentito il suo richiamo e mi è venuto un gran desiderio di cingermi, oh che bella parola ho scoperto cingermi!, cingermi con lui e farci… come si dice?! Ah, farci l’amore! So già che questo amplesso sarà la fine del mondo! E ti dirò che, appresso, il fatto che mi toccherà morire davanti a tutto quello che ci offri in cambio: la possibilità di scoprire e conoscere vivendo… mi va bene anche quello. Pur di avere conoscenza, coscienza, dubbi e provare amore… ben venga anche la morte!” (cit) ;-)
VESAGO VESAGO 31/05/2013 ore 21.12.43 Ultimi messaggi
gino2020 gino2020 02/06/2013 ore 02.22.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

VESAGO scrive:
Secondo me dopo la morte non puo esserci nulla ... in quanto il cervello non esiste! la mente si spegne... e senza mente nulla puo esistere... nemmeno la coscienza! Io non temo la morte perchè la morte non è NIENTE!


mi pare di capire che :
solo per il fatto che noi abbiamo un cervello che può ragionare ,fare delle domande, dare delle risposte , inventare e via dicendo, tutto questo ci porta a credere di essere superiori in tutto e per tutto?

in questo caso aggiungerei anche presuntuosi!

sopratutto quando si pensa che qualcosa di noi vive anche dopo la morte , se pure invisibile .
sicuri di ciò che pensiamo e diciamo, come se fosse una cosa che facciamo tutti i giorni, mangiare, dormire , etc etc , morire , rinascere e ricominciare tutto da capo .

vi siete mai chiesti , ora che state vivendo questa vita , chi eravate? o la vostra mente rimasuglio di un'altra vita dove e finita o a chi e finita?
la mente di chi e vissuto prima di voi che fine ha fatto? esiste ancora?

fino a che c'è vita , con la mente e grazie al pensiero puoi fare tutto quello che vuoi ,
ma appena stacchi l'interrutore della luce, il buio regna sovrano , che piaccia o no.

e se qualcuno e in grado di dimostrare non con la sola teoria ma con qualcosa di reale il contrario ben venga , sono sempre pronto a ricredermi.

fino a che, qualcuno già vissuto in passato non si presenta e mi dimostra dell'esistenza di un qualcosa dopo la morte , continuo a credere la cosa più ovvia e logica, dopo la morte il nulla.
VESAGO VESAGO 02/06/2013 ore 03.04.42 Ultimi messaggi
segnala

DiabolicoRE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

Gino ha capitoooooo voi dovete ascoltarlo!!Bravo!!
Sthula Sthula 02/06/2013 ore 10.14.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

gino2020 scrive:
e se qualcuno e in grado di dimostrare non con la sola teoria ma con qualcosa di reale il contrario ben venga , sono sempre pronto a ricredermi.

Purtroppo non è una cosa che funziona in questo modo, altrimenti sin da quando si nasceva si aveva la cognizione di quello che verrà nel dopo morte. Il problema è essenzialmente quello della libertà di ogni uomo, il quale potrebbe dire come tu asserisci che non c'è vita dopo la morte e non esiste un qualcosa simile ad un creatore o Dio, che dir si voglia. Proprio in virtù di questo discorso di libertà, non ci poteva essere una prova tangibile della vita, dato che a quel punto ognuno di noi era costretto dall'evidenza dei fatti a credervi. Invece la vita, consiste proprio in questo, è una scelta. Se tu non ascolti nulla di quello che ha l'uomo e rivendichi soltanto una certa ragione che ti dice che una volta morto non c'è più nulla, indirirettamente, dimostrando che non possiedi altri requisiti, segui la sorte di chi questi requisiti non ce li ha davvero e una volta morto, cessi di esistere per sempre. Cioè, l'ostinazione a non voler ammettere che tutto quanto vediamo ha uno scopo e dietro c'è un'intelligenza superiore, ti porta verso un destino di ricongiungimento con questa intelligenza superiore, spersonalizzandoti, dato che non hai creato in vita, un'individualità tale da rimanere "staccato" dalla stessa.
gino2020 gino2020 02/06/2013 ore 15.56.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

Sthula scrive:
la libertà di ogni uomo


questa e una cosa fondamentale, libero pensiero

per il resto , come si può pensare che c'è una mente superiore?e solo per l'uomo!
e possibile anche pensare ,---
perchè solo per l'uomo?
in fondo noi cosa ne sappiamo esattamente come usano il cervello gli animali.
ci sono cose che moltissimi animali fanno in frazioni di secondi tutti insieme , mentre noi ometti non sappiamo neppure da che parte cominciare.
( vedi gli spostamenti dei branchi animali sulla terra dei pesci in acqua ,quando tutti insieme si muovono come fosse una danza, o gli uccelli)
il modo di comunicare fra di loro in frazioni di secondi, cosa che l'uomo non e in grado di fare se non grazie alla tecnologia )
tutto quello che ha imparato l'uomo e grazie al regno animale sfruttandolo in tutti i sensi.

Se tu non ascolti nulla di quello che ha l'uomo


cosa ha di più l'uomo?
oltre alla mente che usa malamente ha la stupidità! vivendo nella convinzione di una vita eterna anche dopo la morte , se pure non fisicamente ,ma spiritualmente.

essere coscienti di dover morire porta ad avere paura della morte, e di conseguenza , dal momento che abbiamo preso coscienza di questo, per non impazzire ci si e inventati la vita dopo la morte,
( la vita eterna ) sotto una forma spirituale , dal momento che quella fisica reale non e più possibile.

difficile accettare il pensiero di dover morire per sempre
da una parte e un bene per il mondo intero che l'uomo possa credere in un qualcosa ,qualunque cosa sia

se così non fosse prova ad immaginare cosa sarebbe ora la terra.
ognuno penserebbe a se stesso senza preoccuparsi di niente e di nessuno
sapendo che di vita c'è ne una sola , questa che stiamo vivendo , perchè doversi sacrificare per sopravvivere ? ( prendo ,faccio , dico quello che voglio ,morire per morire , almeno faccio di tutto per stare bene )

il regno animale questo problema lo ha risolto nella notte dei tempi senza distruggere il mondo
l'uomo evoluto,grazie al suo sapere , nella convinzione di essere superiore a tutto , sta facendo del mondo il più grande cesso dell'universo.

tutto grazie a questo enorme cervello che abbiamo pieno di poteri che noi gli attribuiamo
ed io unisco il tutto in una sola parola - che ripeto -- stupidità

senza offesa per nessuno :bye





VESAGO VESAGO 02/06/2013 ore 18.17.26 Ultimi messaggi
Sthula Sthula 02/06/2013 ore 20.59.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Temete la morte? Ma la morte nonè nulla! é solo la non mente!

@ gino2020: Forse l'ho già detto anche qui, ma mi ripeto, tra l'uomo e l'animale non si può parlare di mente superiore del primo e di inferiore del secondo. Per mente superiore intendevo dire qualcosa che ci ha pensato a tutti (uomini, animali, universo etc), non ho detto che l'uomo ha una mente superiore. L'animale ha una mente "meccanica" di gruppo o di specie (o collettiva) e come tale è molto superiore a quella dell'uomo, nel senso che meccanicamente esegue quello che chiamiamo istinto, in una maniera quasi perfetta. L'uomo ha mente individuale e come tale è anche inferiore (in questo senso) a quella collettiva degli animali, ma possiede un particolare che fa la differenza, esso ha la coscienza e la facoltà di ragionare, e soltanto in conseguenza di ciò, si puà verificare il connubio divinità-uomo. L'uomo in questo senso può aspirare a divenire simile a quella deità che lo ha concepito, a patto che comprenda questo discorso e lo metti in pratica. Del resto, può anche rifiutare questa possibilità, e questo è il libero arbitrio. Però l'uomo ha la grande possibilità di capire chi ha creato tutto questo, e una volta capito, può ambire a traguardi maggiori. Il discorso della paura di morire, non so se è presente in altre persone, io posso dire che questa paura l'ho superata, non con la speranza della vita oltre alla morte, ma considerando il fenomeno in se, e devo dire che non è affatto impressionante, dato che moriamo ogni giorno, quando ci addormentiamo è come morire. Quindi non vedo questa paura.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.