Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

bouree1951 bouree1951 06/07/2013 ore 12.39.17
segnala

DomandaDico una stronzata....

A proposito del mistero della vita, e di quello che ci circonda. Non potrebbe essere che...Sia solo...Non so come spiegarlo...Insomma ciò che vediamo esiste perché esiste il nostro cervello.....? Ci avete capito qualcosa? Io no.... :drunk :drunk :drunk
bouree1951 bouree1951 06/07/2013 ore 16.52.12
segnala

SarcasmoRE: Dico una stronzata....

aleph.85 scrive:
gentile prego metta CORBELLERIA....grazie
Mi dispiace ma...Non sono cosi forbito..Nel suo saggio del 1986 Stronzate. il filosofo Harry Frankfurt dell'Università di Princeton caratterizza le stronzate come una forma di falsità diversa dalla semplice bugia. Il bugiardo, afferma Frankfurt, conosce e si interessa alla verità ma deliberatamente dirotta le sue affermazioni verso direzioni che sono opposte ad essa. Lo "spara stronzate" d'altronde non si interessa alla presenza o meno della verità: vuole solo impressionare il suo pubblico.... :drunk :drunk :drunk
ReIoad ReIoad 06/07/2013 ore 22.42.40
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

bouree1951 scrive:
.Insomma ciò che vediamo esiste perché esiste il nostro cervello.....? Ci avete capito qualcosa? Io no....

Tutto puo essere.
Parafrasando Battisti,
"lo scopriremo solo morendo"

O forse nemmeno allora :ok
uomo.unico uomo.unico 07/07/2013 ore 15.18.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

bouree1951 scrive:
A proposito del mistero della vita, e di quello che ci circonda. Non potrebbe essere che...Sia solo

ciao bouree 1951...... non dimentichiamoci che in fondo la vita è tutto un mistero, importante è non dimenticarsi che i nostri sensi sono limitati e per questo la maggior parte delle persone non capisce o non riesce a comprendere che ci sono altre dimensioni che noi non possiamo (vedere)o toccare se non a causa di eventi"eccezionali" e inspiegabili. per esempio solo chi ha avuto esperienze post mortem , o a seguito di altre incomprensibili fatti ( ne accadono molti e in genere vengono tenuti dentro e non raccontati per non essere derisi!) a seguito di queste esperienze si comincia a capire e rispondere ai misteri ma importante è rimanere più attaccati alla nostra vita e cercare di viverla più serenamente possibile a beneficio della nostra anima e delle altre che ti sono vicino ma che non vedi e non senti.
FrankChat FrankChat 08/07/2013 ore 00.10.56 Ultimi messaggi
Sthula Sthula 10/07/2013 ore 11.30.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

bouree1951 scrive:
Insomma ciò che vediamo esiste perché esiste il nostro cervello.....?


Si potrebbe anche rigirare la risposta. Intanto dovremmo parlare di qualcosa che ha progettato il tutto, e con il tutto ora, intendo dire, tutto il mondo per noi visibile. Quindi, partendo da questo presupposto, resterebbe chiaro che, l'ideatore di tutto ciò abbia concepito un certo tipo di sviluppo evoluzionale, entro certi canoni e con certi criteri tali, da poter dotare un essere intelligente, ma anche un semplice altro essere di determinate caratteristiche e sensi, da poter viviere su un certo pianeta con certe risorse, anziché su un altro. Innanzi tutto ci dovremmo dotare di grande fantasia per poter concepire una grandiosità di creazioni che pur appartenendo a sistemi differenti, si possano sostanziare grazie a questo progetto, forse racchiuso in qualcosa come il DNA.
Detto questo, dovremmo anche capire che le creature facenti parte di questo grande sistema, verrebbero dotate (in base a certre caratteristiche planetarie e di razza) di specifici "strumenti" per sopravvivere ma anche per poter "indagare" l'esteriorità o l'esterno ad essi. Nel momento in cui, questo grande progetto preveda degli strumenti chiamati da noi "sensi", è chiaro che chi ha pensato a questa possibilità, aveva in mente già da prima, come una creatura potesse percepire il suo esterno. Se davvero l'esterno fosse stato così importante e vitale, saremmo dovuti essere dotati di una quantità e qualità tale di sensi da arrivare a delle conclusione più precise, circa la nostra natura e forse destinazione. Il fatto che siamo dotati di 5 sensi molto relativi la dice lunga, circa l'importanza del mondo esterno in rapporto a quello interno. Però, anche quello che ci arriva mediante questi 5 sensi, è stato studiato in modo da poterci far riflettere, ma soprattutto, da spostare la nostra attenzione su quanto "sentiamo" a livello intuitivo, più che di quanto vediamo o percepiamo a livello sensoriale. E questo se vogliamo, è la grande differenza tra un tipo di essere (noi) e un'altro. Tra l'essere intuitivo e quello meccanico.
fb1369 fb1369 10/07/2013 ore 11.51.26 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

secondo me si può pensare tutto e il contrario di tutto.. l'entità costruttrice come intelligenza suprema, oppure il caso estremo.. tanto non ne verremo mai a capo. non si può indagare una realtà da dentro, se sono dentro all'orologio con posso capire come funziona e a cosa serve, se sono un qualcosa di piccolo vedrò delle cose enormi che faranno dei movimenti e potrò interpretare questi movimenti i molti modi, ma che inzecchi che tutto quanto serve solo a segnare il tempo.. bé, sarebbe molto difficile. qui abbiamo delle cose che vediamo delle cose che non vediamo, delle cose che ci sono e altre che non ci sono. pretendere di capirci qualcosa.. con qualcuno che ogni tanto si mette a pontificare che ha la verità. la verità è che siamo all'interno di qualcosa e che non sappiamo una beneamata di cosa significhi. e questa secondo me è l'unica verità..
17593630
secondo me si può pensare tutto e il contrario di tutto.. l'entità costruttrice come intelligenza suprema, oppure il caso...
Risposta
10/07/2013 11.51.26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
bouree1951 bouree1951 10/07/2013 ore 17.35.15
segnala

DubbiosoRE: Dico una stronzata....

Sthula scrive:
Si potrebbe anche rigirare la risposta. Intanto dovremmo parlare di qualcosa che ha progettato il tutto, e con il tutto ora, intendo dire, tutto il mondo per noi visibile.
Non capisco perché ci dovrebbe essere per forza qualcosa o qualcuno che abbia creato tutto questo...Io Credo che tutto quello che e successo sia frutto di un'evoluzione non programmata.. :drunk
Micia.cattiva Micia.cattiva 12/07/2013 ore 10.32.47
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

A livello scientifico direi di si , il corpo muore quando il cervello cessa la sua funzione.A livello emozionale non lo so e soprattutto cattolico..lo spirito continua ad esistere altrimenti che senso avrebbe la nostra permanenza sulla terra ?
Krox Krox 12/07/2013 ore 21.31.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Dico una stronzata....

Sthula scrive:
Quindi, partendo da questo presupposto, resterebbe chiaro che, l'ideatore di tutto ciò abbia concepito un certo tipo di sviluppo evoluzionale, entro certi canoni e con certi criteri tali, da poter dotare un essere intelligente, ma anche un semplice altro essere di determinate caratteristiche e sensi, da poter viviere su un certo pianeta con certe risorse, anziché su un altro


si e l'ideatore di tutto avrebbe previsto anche i terremoti e le trombe d'aria? forse si diverte a vedere le persone morire sotto le macerie..
e quell'essere intelligente di cui parli, tanto per fare un esempio, è quello che ha creato la bomba h? quello che ha inquinato mari e fiumi? quello che ha ormai distrutto ogni habitat?
non vedo un essere intelligente, vedo un essere malvagio e profondamente
stupido, capace della più bestiale atrocità, unico essere vivente dannoso alla terra, l'uomo.
17596516
Sthula scrive: Quindi, partendo da questo presupposto, resterebbe chiaro che, l'ideatore di tutto ciò abbia concepito un certo...
Risposta
12/07/2013 21.31.50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.