Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 16/08/2013 ore 11.01.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

Pre.wius scrive:
Non credo che la felicità interiore, quella profondamente nostra e conquistata sul campo, sia soltanto degli eroi o dei santi, ognuno di noi ha delle potenzialità per poterci arrivare, sta a noi accedervi


Quello che ho fatto sopra è chiaro che era un esempio universalmente conosciuto e valido per capire di cosa stiamo parlando. Nulla osta che anche la vita di persone non considerate sante o eroi non possa, nella sostanza, essere dello stesso spessore di chi viene universalmente riconosciuto in base ad una cultura o una religione.
Sthula Sthula 16/08/2013 ore 11.11.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

Unwiki scrive:
La differenza fra un ateo e un credente e' che per i credenti la morte e' “l'ultimo grande cambiamento della vita terrena” (e il primo di quella trascendentale), mentre per un ateo la morte e' solo la morte.
Quindi a rigor di logica le persone atee dovrebbero essere più felici di quelle religiose.
Un credente deve vivere in eterno con la sua anima immortale, quindi non potrà mai raggiungere una situazione di stabilità (non sarà mai felice?) invece chi crede che la morte sia la fine di tutto dovrebbe prima o poi raggiungere la felicità.

Questa teoria non mi sembra tanto logica. Ora a prescindere da chi siamo o in cosa crediamo, io penso che in entrambi i casi ci sarebbe una soluzione unica, dato che non è possibile che sussista o l'una o l'altra posizione. Mi spiego meglio, se oltre alla vita non esistesse nulla (cosa molto improbabile anche solo da teorizzare) è chiaro che tutti, credenti o non credenti avrebbero lo stesso destino, la morte e quindi al dimenticanza per sempre. Se le cose stessero diversamente, e come è logico, tutto questo che a noi sembra in effetti qualcosa di assurdo, sia non altro che un grande progetto supervisionato in ogni minimo particolare, alla fine della vita avremmo due destini diversi. Chi non ha sviluppato la personalità potenzialmente eterna e chi invece ha vissuto in visione di questo futuro. in questo caso tutti avrebbero ragione, infatti l'ateo avrebbe la sua morte senza nessuno dio, il credente avrebbe la possibilità di "divenire" come Dio e quindi di sviluppare il concetto di Felicità elevato all'ennesima potenza. Ma in questo caso, la felicità è qualcosa di fondo.
D'altro canto, se davvero non esistesse nulla non si capisce come potrebbe essere "letto" questo tipo di mondo, quali soddisfazioni? Quali gioie? Quale felicità? Se solo potessimo vedere la sofferenza che sta intorno a noi e che ci riguarda anche direttamente, credo che non ci sarebbe davvero nulla di gioioso. Se tutti sapessero che questa vita è finalizzata alla morte, ci sarebbero miliardi di suicidi. Non pensiamo soltanto a situazioni magari tutto sommato del mondo occidentale e di benessere, guardiamoci anche intorno e capiamo di cosa si parla.
Sthula Sthula 16/08/2013 ore 11.15.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

sol.abnoba39 scrive:
Mi annoierei a morte in una beatitudine eterna...


Nel concetto cattolico e religioso in genere viene proposto il modello di vita eterna, come una monotona contemplazione beatifica. In effetti, realmente, si tratta di un continuo sviluppo, intellettuale, filosofico e spirituale che porterebbe una creatura mortale ad un destino eterno ma in divenire. Se l'uomo mortale dovrà essere simile a Dio, è chiaro che il concetto di beatitudine eterna, perde moldo del suo valore. L'Universo è vasto e il "lavoro" da svolgere non è di certo limitato alla contemplazione, cosa questa che certi esseri hanno come prerogativa sin dalla loro stessa origine, esseri perfetti che contemplano il Tutto, noi invece siamo di una fattura molto animale, per arrivare alla perfezione non credo che bastino poche eternità. :-)))
Sthula Sthula 16/08/2013 ore 11.19.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

Burian87 scrive:
La felicità è la verità. La verità è l'Assoluto, Dio.

Indubbiamente questa è una spiegazione impeccabile ma allo stesso tempo, difficile da capire o da realizzare. Se invece pensassimo che Dio è presente già da oggi in ognuno di noi, attraverso una sua "immagine", chiamata a volte spirito a volte frammento divino ect., allora ci renderemmo conto dell'immensa possibilità che ci è stata data. La Verità consiste nel conoscere la Realtà, e la Realtà non è che l'aspetto più importante di Dio.
VESAGO VESAGO 17/08/2013 ore 03.37.41 Ultimi messaggi
segnala

IpnotizzatoRE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

Che enso ha la vita se non c'è nulla? Il il senso della vita risiede in ciò che ognuno di noi le attribuisce....... siamoanimali... la vita è un sottoprodotto della realta e delle leggi della fisica......
Sthula Sthula 23/08/2013 ore 13.15.17 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

VESAGO scrive:
Che enso ha la vita se non c'è nulla? Il il senso della vita risiede in ciò che ognuno di noi le attribuisce....... siamoanimali... la vita è un sottoprodotto della realta e delle leggi della fisica......


Dimentichi di dire che "non c'è nulla secondo te", e in effetti non hai torto, infatti per esempio, gli stati della materia sono già di tre possibili modalità, quello aeriforme, liquido e solido. Se l'uomo facesse parte dello stato solido per esempio, sarebbe spiegato il motivo per cui non capirebbe gli altri due stati. :-)))
valori0 valori0 23/08/2013 ore 15.05.30
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

io sono felice per tutto quello che ho sofferto e che sono riuscito a passare!
non è forse questa la felicita'?
scoprire l infelicita' per riscoprire la felicita'!
senza questi due grandi equilibri la nostra coscienza non riuscirebbe a distinguere cio' che è giusto per noi e cio' che è sbagliato per il proseguo della nostra vita.
Sthula Sthula 23/08/2013 ore 15.40.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

valori0 scrive:
io sono felice per tutto quello che ho sofferto e che sono riuscito a passare!
non è forse questa la felicita'?


Non sono d'accordo che la sofferenza possa essere paragonata alla felicità, però essa ci fa rendere conto di tante cose che senza di essa, avremmo sorvolato.
VESAGO VESAGO 24/08/2013 ore 23.18.49 Ultimi messaggi
segnala

SerenoRE: In cosa l'essere umano si realizza ? Nell'essere felice?

@ valori0: in parte è vero si apprezzano le cose a un livello piu profondo

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.