Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 04/06/2018 ore 23.41.14 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Peltier14 scrive:
Perche' sprecare tante risorse intellettive sul quesito posto: cosa si intende per Dio? Non sarebbe piu' saggio darsi una risposta al quesito: Chi e' Dio ? Questa domanda ammette una risposta e contiene il 1° quesito.

Esatto, ma in questo caso si dovrebbe ammettere già l'esistenza di Dio, cosa che il primo quesito tende ad evitare
19841990
@Peltier14 scrive: Perche' sprecare tante risorse intellettive sul quesito posto: cosa si intende per Dio? Non sarebbe piu'...
Risposta
04/06/2018 23.41.14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 06/06/2018 ore 15.50.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula : Troppo facile. L'inesistenza di Dio e' la prova del suo Essere. Dio e' proprio poiche' non esiste. E' una contraddizione solo nella logica formale , ma di estrema coerenza in ambito della ontologia dell'Essere.
Sthula Sthula 06/06/2018 ore 18.20.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Peltier14 scrive:
Troppo facile. L'inesistenza di Dio e' la prova del suo Essere. Dio e' proprio poiche' non esiste.

Assolutamente no. Dio non è un uomo e come tale non ha una forma umana, anche perché non vuole averla, non per il fatto che non possa averla. Il fatto che per qualcuno Dio non esista, non comporta assolutamente nulla alla sua esistenza. Io posso non credere a chi mi ha generato ma senza dubbio il fatto è evidente. Ma l'esistenza di Dio riguarda la sua forma spirituale, dalla quale indubbiamente derivano tutte le altre forme. Quindi Dio non è che non esiste, esiste in una forma da noi impossibile da percepire con l'evoluzione del momento
Filodeon Filodeon 06/06/2018 ore 19.16.42 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Peltier14 scrive:
Troppo facile. L'inesistenza di Dio e' la prova del suo Essere. Dio e' proprio poiche' non esiste. E' una contraddizione solo nella logica formale , ma di estrema coerenza in ambito della ontologia dell'Essere.

Mi piace il ragionamento argomentativo di Sthula che rispondendo all'obiezine del teologo Peltier che ritiene soltanto spreco di risorse intellettive affrontare il quesito della discussione postata, facendogli presente che nell'approcio analitico proposto dal sottoscritto, nel quesito "che cosa si intende per Dio?" c'è volutamente l'intento di prescindere dall'argomento ONTOLOGICO della Sua esistenza, sibbene di indagarne semplicemente gli aspetti GNOSEOLOGICI, vale a dire la Sua conoscenza prescindendone ( = mettendone tra parentesi ) l'eventuale esistenza, e questo proprio per non incorrere nella diatriba, aggiungo io, tra S.Anselmo di Aosta e Gaunilone alla quale ci ha dato un taglio il nostro filosofo antitrascendentalista Kant, quando afferma che tale dimostrazione manifesta un anello scricchiolante incrinato mancante, da attribuirsi appunto al passaggio (deragliamento) gratuito e un tantino indebito tra il piano GNOSEOLOGICO e quello ONTOLOGICO e in effetti la faccenda è dimostrabile dalla seguente catena di proporzioni equazionali o equazioni proporzionali che dir si voglia:
.......gallina : uovo = uomo : linguaggio = Dio : cosmo....
dove appare evidente che i termini gallina/uovo sono GNOSEOLOGICAMENTE REVERSIBILI come pure "uomo/linguaggio" e "Dio/cosmo"...
Sthula Sthula 06/06/2018 ore 19.50.39 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

A parte il detto "è nato prima l'uomo o la gallina", si parla più di gnosi e meno di onto (in questo caso è un termine dialettale per indicare il grasso di maiale) e questo potrebbe anche essere interessante. Purtroppo non si può avere conoscenza di qualcosa che per antonomasia è cento leghe sopra i mari da noi. La nostra potrebbe essere soltanto un'ipotesi contro un'altra, tutte aventi lo stesso valore
19843458
A parte il detto "è nato prima l'uomo o la gallina", si parla più di gnosi e meno di onto (in questo caso è un termine dialettale...
Risposta
06/06/2018 19.50.39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
ruccutiello ruccutiello 06/06/2018 ore 21.44.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula scrive:
Assolutamente no. Dio non è un uomo e come tale non ha una forma umana, anche perché non vuole averla, non per il fatto che non possa averla. Il fatto che per qualcuno Dio non esista, non comporta assolutamente nulla alla sua esistenza. Io posso non credere a chi mi ha generato ma senza dubbio il fatto è evidente. Ma l'esistenza di Dio riguarda la sua forma spirituale, dalla quale indubbiamente derivano tutte le altre forme. Quindi Dio non è che non esiste, esiste in una forma da noi impossibile da percepire con l'evoluzione del momento


...Dio non è un uomo e come tale non ha una forma umana, anche perché non vuole averla, (assolutamente indimostrabile) non per il fatto che non possa averla (assolutamente indimostrabile)...

...Io posso non credere a chi mi ha generato ma senza dubbio il fatto è evidente. (non è affatto evidente)..

...Ma l'esistenza di Dio riguarda la sua forma spirituale, dalla quale indubbiamente derivano tutte le altre forme.(assolutamente in disaccordo)..

...non è che non esiste, esiste in una forma da noi impossibile da percepire... :sbong

Apprezzo l'intenzione di voler illustrare 'cosa si intende per Dio', ma in questo modo non riesco a capire da dove partiamo proprio!

19843601
@Sthula scrive: Assolutamente no. Dio non è un uomo e come tale non ha una forma umana, anche perché non vuole averla, non per il...
Risposta
06/06/2018 21.44.07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
ruccutiello ruccutiello 06/06/2018 ore 21.48.37 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula : ah, volevo precisare che il mio interesse critico per quanto scrivi è dato dal fatto che tu, per me poco credente, potresti essere un faro, in quanto mi sembra di intuire che tu sia uno degli 'illuminati', ed invece leggere certe affermazioni mi procura un effetto contrario (cosa forse già detta da me in altra occasione).

Un pò come se il mio maestro mi facesse esempi sbagliati, non posso accettarlo. Senza rancore, ovviamente!
Peltier14 Peltier14 06/06/2018 ore 22.34.56 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula : E dove avrei scritto che Dio e' un uomo e ne ha fattezze ? Non ci siamo. Ho affermato che Dio non puo' esistere, (EsserCi) poiche' E' in chiave ontologica dell'Essere. Inoltre aggiungo che ci e' pervenuta una traccia inequivocabile in merito . L'indizio in questione ,proprio come un ''fossile ontologico'' lo troviamo in Geometria ed ha conseguenzialmente generato numerosi paradossi. La questione esistenziale va' analizzata attraverso quelle tracce che sono presenti in modo significativo proprio in un campi elettivi, uno di questi e' appunto la Geometria. Apprezzo il linguaggio forbito e dotto adottato nelle discussioni,ma ogni affermazione deve essere sostenuta da un corrispettivo impianto indiziario.
Peltier14 Peltier14 06/06/2018 ore 22.57.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Filodeon : Come ho risposto a Sthula mi sono sempre mosso seguendo tracce ed indizi, come sulle scena di un crimine. L'affermazione (non il fatto; che e' incontestabile) che un cerchio che non possa chiudersi mai, e' una traccia formidabile e profonda.
Sthula Sthula 06/06/2018 ore 23.14.51 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@ruccutiello scrive:
Io posso non credere a chi mi ha generato ma senza dubbio il fatto è evidente. (non è affatto evidente)..


In questo caso mi riferivo ai miei genitori naturali. Io posso anche non credere di avere un padre perché non l'ho mai conosciuto, eppure da qualcuno sono nato.

Cerco di spiegare le frasi che hai evidenziato in giallo, ma mi sembra che nel mio post successivo, io abbia detto tutt'altra cosa. Quindi bisogna anche leggere cosa si risponde a domande esattamente all'opposto. Comunque;
- Dio ha una forma, ma prima ancora dovremmo chiedersi, in linea con la tematica di questo thread o topic, cosa si intenda per Dio.
Se io ho fede, ecco che per me, Dio ha una forma spirituale ed ha anche una personalità superumana con la quale io mi interfaccio realmente, non ho fede per sentito dire o per tradizione.
Poi se tu non hai fede, dirai esattamente l'opposto, ma in questo caso tu (come tanti altri come te, si tratta di un esempio non sto indicando te realmente)sarete passati per un concetto di accettazione di Dio e subito dopo, della sua negazione. Quindi la mente, a prescindere di chi è (di chi ha fede o di chi non l'ha) ha un processo ben preciso in fatto di Dio, c'è chi lo accetta (la nostra mente non è meccanica ed è quindi in grado di riconoscere un artefice non meccanico di Tutto) e continua a farlo, mentre c'è chi lo accetta e subito dopo lo nega. Ma il primo processo della mente (quello che identifica Dio) è uguale per tutti, poi coloro che non vogliono credere, ecco che mettono in atto un secondo processo di negazione, ma che non annulla il primo, lo nasconde. Mi fermo qui per ora,
Aggiungo che sono lusingato dalle tue parole, anche se non ne comprendo il significato a pieno. Mi chiedo cosa ti piacerebbe sentire da me...

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.