Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

ruccutiello ruccutiello 12/06/2018 ore 19.16.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Peltier14 : è evidente (come tu giustamente dicevi) che io ho messo un limite all'andar 'di pensiero' e basta.

Magari le mie osservazioni sono elementari, ma come direbbe Filodeon, hanno una connotazione molto più 'controfattuale'. (Certo, mica direbbe solo questo!!! :hihi )

La discussione, a certi livelli, è comunque mooolto interessante!
Grazie ad ognuno di voi che ha, comunque, risposto.
Peltier14 Peltier14 13/06/2018 ore 15.27.03 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@ruccutiello : Grazie a te per l'interesse e lo scambio epistolare dimostrato. Devo purtroppo constatare la penuria di persone predisposte a questi approfondimenti, fondamentali per un'esistenza. Del resto,ad esempio, la rivoluzione della meccanica quantistica e passata del tutto inosservata e senza nessuna ricaduta su una societa' ancora ancorata al vecchio impianto Cartesiano.
19847543
@ruccutiello : Grazie a te per l'interesse e lo scambio epistolare dimostrato. Devo purtroppo constatare la penuria di persone...
Risposta
13/06/2018 15.27.03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Filodeon Filodeon 13/06/2018 ore 19.22.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Peltier14 scrive:
la rivoluzione della meccanica quantistica e passata del tutto inosservata e senza nessuna ricaduta su una societa' ancora ancorata al vecchio impianto Cartesiano

Sarà per le implicanze connotative CONTROFATTUALI ((( e, per accontentare Ruccutiello, aggiungo anche le implicanti connotazioni dell'INTANGLAMENTO della DESEQUENZIALITA' dell'INCOERENZA e non ultima quella dell'INDETERMINAZIONE (gatto vivo/morto di Schroinger) ))) , ma mi sento in dovere di segnalarti che se possiamo telematicamnte comunicare con tanta non chalance come se fosse la cosa più ovvia del mondo sulle nostre telescrivnti elettroniche ( picì tablet smartfone), queste sono una delle cospicue ricadute concreta delle teorie formule e principi, postulati assiomatici compresi, di cui odiernamente è ormai impregnato l'orizzonte quantistico degli eventi, tanto che vuoi ammpcac vuoi amurec, mi sembra che ormai non sia neppure più il caso di parlare di QUANTOMECCANICA , sibbene di QUARCODINAMICA, se è vero come è vero che l'"ideologia" quarchico basata essenzialmente sulla TRASCENDENZA delle "particelle quarkiche" ( come del resto aveva preconizzato uno dei padri fondatori della fisicadi versamente funzionant4e e funzionale, conoscito a noi dilettanti e tifosi(*) come lo scienziato della costante di Plank che da lui prende il nome) è destinata ad invadere ogni ramo del sapere, come del resto mi risulta sia accaduto per la biologia per quel che riguarda i genomi degli organismi viventi il cui codice genetico a supporto molecolare altro non è che l'applicazione di un' astrazione quarkodinamica a cui può essere riportato il funzionalmento vuoi della musica vuoi del linguaggio verbale, anche queste discipline funzionanti come codici linguistici che si possono interpretare come combinazioni matriciali qauarchiche.
E ben guardare, tutto sommato e considerato, dopo aver fatto mente locale, come si può negare che con tali strumenti provochiamo un vero e proprio TELETRASPORTO di lettere alfanumeriche di parole, ma soprattutto di immagini fotografiche ( wavicle e pixel): teletrasporto per adesso, soltanto di oggetti piatti quali fotografie documenti ce5rtificazioni...

(*)tifosi e credenti nel TUTTO/NULLA i cui bordi sono delineati dal big bang "visto" dai radiotelescopi degli astrofisici e dal big crunch "presentificato" dai microscopi a scansione elettronicanella a dsposizione dei fisici nucleari, tutte strumentazioni e dispositivi che paradossalmente ma coerentemente con la bizzarre incoerenza deconsequeziale dell'"ideologia" stessa, e si basano a loro volta sulla quantomecanica
19847761
@Peltier14 scrive: la rivoluzione della meccanica quantistica e passata del tutto inosservata e senza nessuna ricaduta su una...
Risposta
13/06/2018 19.22.41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
MORTE.LENTA MORTE.LENTA 16/06/2018 ore 22.01.56
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

Dio è l essere umano stesso che"riscopre" la consapevolezza di se stesso.. a immagine & somiglianza di qualcosa d immenso come può essere l universo ..
NonDatePerleAiPorci NonDatePerleAiPorci 19/06/2018 ore 13.03.53
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@MORTE.LENTA scrive:
Dio è l essere umano stesso che"riscopre" la consapevolezza di se stesso.. a immagine & somiglianza di qualcosa d immenso come può essere l universo ..

Io non conosco nulla di Dio. l'abbiamo dimenticato tutti e questo è molto triste. Arimane ci sta sostituendo con se stesso mentre ci ingoia consumandoci.
Ed essendo il male creato da una creatura la sua visione di Dio è limitata, falsa e fuorviante.
Filodeon Filodeon 25/07/2019 ore 17.39.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula scrive:
E l'archetipo della mente umana è la mente divina, non scaturisce una menta creativa da una meccanica

Se leggi quello che ho appena postato sul post dell'invenzione della ruota, ne consegue che gli dei sono caratterizzati da una diversificazione di supporto della loro mente che forse non sarà di natura meccanica, ma di sicuro non è biologica altrimenti si dovrebbe già ritenee che non c'è differenza tra umanità e divinità. Tr parentesi c'è un ramo esoterico che prospetta la posibilità che le "malattie" dalle colonie di virus batteri , microfauna intestinale, ma anche quello che non appaiono tali perchè non invadono l'rganismo dgli umani come ad esmpio fanno invece fanno parassiticamente i simbionti accennati, cancri compresi, ma che hanno imparato a vivere autonomamente senza dare tanti fastidi ai mortali, altrimenti verebbero anche loro sterminati, mentre per adesso sono protetti dal marchio della biodiversità, come gli alveari i termitai gli stormi diuccelli i banchi di pesci e di plancton etc. :povere divinità, questa è la condizione in cui appaiono trovarsi nei confronti della nostra umanità attuale nella loro metamorfica reversibilità degenerativa, destino a cui avrebbero potuto sottrarsi se quando erano consapevolezze ospitate in supporti biologici, avessero saputo di questa consapevolezza, disfarsene.
Sthula Sthula 25/07/2019 ore 17.46.32 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

Caro Filodeon, i tuoi dei sono quelli di Sitchin e quindi sono in carne ed ossa anche loro, ma essi esistono soltanto nelle fantasie inventate per far soldi, la realtà è un'altra.
Sai bene che gli artisti inventano qualcosa di originale ogni volta che si mettono "al lavoro".
Noi siamo il lavoro di ingegneria genetica dei pronipoti di Dio, e in quanto tale sono sempre esseri semispirituali. Un'opera d'arte non scaturisce da un sasso
Filodeon Filodeon 25/07/2019 ore 18.37.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?

@Sthula scrive:
ma essi esistono soltanto nelle fantasie inventate per far soldi, la realtà è un'altra.

Sembra quasi che il modus operandi del tuo discernimento inteso a discriminare la realtà dalla fantasia sia quello commerciale: se certe idee procurano soldi al loro ideatore per ciò stesso sembra che le ritieni fantasie, in realtà tra un Dio dichiarato reale solo a parole, sia pur di valenz filosofica, ma comunque senza un minimo di possibilità di riscontro verificatorio, cioè un Dio proiettato direttamente nell'assoluto della trascendenza, un Dio metafisico, io preferisco delle fluttuazioni quantistiche di energia, che sono sì allo stadio di ipotetiche teorie, ma che comunque sono almeno teorie fisiche e non metafisiche e anche se tali idee hanno procurato benefici economici tipo premio Nobel o vendite che superano le tirature odierne della Bibbia, questo non mi disturba affatto
KitCarson1971 KitCarson1971 25/07/2019 ore 20.54.40 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Cosa si intende per "DIO"?



Ciao Filo. Come sempre prendi, ahem... di petto l'esistenza di un Creatore, quasi fosse una peculiarità, un'intimo dovere farlo disattendere. Un modo ontologico che vorrebbe farlo sguazzare, quasi annegare nella tua ormai ben precisa e dichiarata cosmogonia, come se questa fosse l'unica chiave della serratura di una porta che potrebbe spalancarsi verso l'apprendimento esistenziale che escluderebbe in toto "un'entità" commissionante". Chettedevodì, non me la sento di avallare la tua pervicacia.

Personalmente pur non seguendo la genuflettica massa orante, e propendendo di più verso il pensiero di De Chardin, trovo innegabile l'esistenza di un "Essere", una "Mente", un "Architetto Universale", un Tutto ineffabile", chiamalo come vuoi, "Natura Innaturale"... ecc. Che vada comunque pensato oltre il CASO. Il neghittoso ed eufonico Paganini non soleva ripetersi, la natura si, al di là di ogni forma esistente, per la quale il "caso" NON può legittimamente esistere, dove tutti sti innumerevoli "CASI" non possono essere un CASO... mi consenta Maestro. Potrei farti un elenco sterminato di rapporti affini,confluenti in pure verità anagogiche, non mi sembra il CASO, in considerazione del rispetto che nutro a vossia: l'allievo non deve permettersi di incedere, di precorrere il suo Maestro.Certo che, Eminente Filo, andrebbero meditate (almeno superficialmente) le conversioni di una struttura "galattica" insita in un'unico filo d'erba, il quale detiene in sè le stesse infinitesimali strutture di una Galassia lontana. Idem, per dire, dell'improbabile CASO di un fenomeno digestivo. Dell'attrazione terrestre senza la quale non esisterebbe ogni forma di vita. 'Ecchè CASO Maestro, suvvia...

Caro Filo, ami rapportare, a modo tuo, la scienza, comparandola alla logica di una visione interpretativa che esclude Dio, o chi per lui. Ebbene seguendoti in scia (tu sul motoscafo ed io sugli sci d'acqua...) ti nomino il grande fisico Max Planck, che non ha bisogno di presentazioni, il quale dopo aver elaborato la teoria dei QUANTA (da te continuamente, quasi invasivamente sollecitata) scrisse una volta: "Vi sono realtà che esistono al di fuori delle percezioni normali dei nostri sensi; e vi sono problemi e conflitti, dove tali realtà hanno più valore dei più grandi tesori del mondo e delle nostre esperienze scientifiche". Caro Maestro, l'ha detto Planck, padre dei tuoi Quark, mica dei Quork e Quirk di Piero Angela, noto e poliedrico CICAPiscounamazza.

Seriamente: se un uomo di scienza di questa portata non ha temuto di dichiarare questo, non vedo perchè, quando la ragione e la razionalizzazione scientifica non danno sufficiente supporto atto a renderci conto di certe verità nascoste, non si possa abbandonarsi ad ipotesi, che ci possono condurre su altre estreme frontiere della conoscenza umana e che, fra l'altro, sono di ALIMENTO alla speranza di fede, una fede che non necessita di preconcetti canali dogmatici, veri e propri condizionamenti religiosi obbligati. La fede in un Creatore è ben altra cosa, a ben vedere, ha solidi basi anche nella stessa scienza. Basta non gettare tutto al macero... Mi ri-consenta
Un saluto vecchio mio
Sthula Sthula 25/07/2019 ore 22.40.31 Ultimi messaggi

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.