Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Sthula Sthula 14/09/2018 ore 23.11.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Peltier14 scrive:
Ma come si fa a legarsi a queste minghiate?

Scusa non voglio passare avanti a nessuno, ma cosa ti fa credere che qualcuno sia legato a queste cose?
Peltier14 Peltier14 14/09/2018 ore 23.19.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Sthula scrive:
Visione alquanto ottimista, se non fosse per tutto quel popò di roba appena sopra. Mai sentito dire di evoluzione guidata?

Non ci siamo. Non si tratta di evoluzione guidata ma al contrarioo libera in un range di possibilita'. Tuttavia l'una o l'altra possibilita' che si realizza non fa alcuna differenza se non nelle nostre testoline. Quando e' posto un problema le soluzioni sono diverse ma cio' che conta e' la soluzione non come. L'individuazione fisica si serve della casualita' come strumento per garantire l'immanente e null'altro. E cio' conferma che le singole individualita (Io sono il Sig.…)sono scorie del processo,anche se cio' fara' soffrire molti.
Peltier14 Peltier14 14/09/2018 ore 23.25.08 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@ruccutiello scrive:
La morte, parliamo di quella, che è la stessa nonostante le enormi conoscenze ed i progressi.

Conoscenze? Forse intendevi nozioni di regime e i progressi? I gadget tecnologici o gli accanimenti terapeutici?
Sthula Sthula 14/09/2018 ore 23.33.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Peltier14 scrive:
Non ci siamo. Non si tratta di evoluzione guidata ma al contrarioo libera in un range di possibilita'.

Anche io non sono d'accordo, un'evoluzione non guidata o "guardata", non avrebbe mai portato alla soluzione finale "uomo", senza considerare che a monte e quindi prima che qualunque amminoacido fosse arrivato o portato sulla Terra, il tutto non è venuto a caso. E' lo stesso discorso iniziale, c'è un progetto, lasciato apparentemente libero di muoversi (e lo è), ma che viene seguito. Esempio banale, nelle campagne esistono delle erbe commestibili, ma non tutte crescono spontaneamente.
Il discorso dell'individualità è alla base di questo progetto che prevede tuttavia, due soluzioni finali.
L'individualità e quindi la specializzazione (per scelta) e quello che tu chiami "scorie". Come tutti sanno, ogni individuo pur essendo specializzato, deve "lavorare" con gli altri per realizzare X, è impensabile che l'individuo sia isolato o un'isola, non sopravviverebbe, il sistema uomo è fatto proprio in maniera che tutti collaborino ad uno quanto a diversi progetti, dove ognuno esprime la sua individualità.
La "scoria" è quel processo che esiste nel progetto ma che è una scelta dell'individuo. Noi non siamo scorie per nessuno, ma lo possiamo essere se ciò è la nostra convinzione.

Peltier14 Peltier14 14/09/2018 ore 23.36.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Sthula : Anzi io dico: magari ci fosse la prova che non finisce tutto! Sarei ben lieto di cambiare opinione! Ho letto questa frase . Che significa ''magari non finisse tutto, tutto che? Frantumiamo questi obsoleti centrismi .
Sthula Sthula 14/09/2018 ore 23.43.10 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Peltier14 scrive:
Che significa ''magari non finisse tutto, tutto che? Frantumiamo questi obsoleti centrismi .

Certo, cerchiamo di andare in periferia… Per capire cosa siamo quanto ci vuole? Fino a qualche decennio fa, come eravamo messi? Oggi iniziamo a fare i primi timidi passi(credo) nei confronti di noi stessi. Siamo soltanto il corpo che vediamo, o c'è qualcosa che guida questa macchina. Mi ripeto, ma con i pochi mezzi che abbiamo oggi, vediamo che i nostri sensi sono molto limitati. E allora, se non riusciamo neppure a capire chi siamo veramente noi, è possibile trarre delle drastiche conclusioni? Oppure è meglio capirci qualcosa di più?
Peltier14 Peltier14 14/09/2018 ore 23.49.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Sthula : Si d'accordo ,ma pretendere di affrontare questi temi con una comprensione fondata solo sulla logica formale e' un errore metodologico importante.Dov'e' la logica speculativa e la meditazione?
19931974
@Sthula : Si d'accordo ,ma pretendere di affrontare questi temi con una comprensione fondata solo sulla logica formale e' un...
Risposta
14/09/2018 23.49.02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Sthula Sthula 14/09/2018 ore 23.54.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Peltier14 scrive:
Si d'accordo ,ma pretendere di affrontare questi temi con una comprensione fondata solo sulla logica formale e' un errore metodologico importante

Convengo con te, almeno su questo punto siamo d'accordo. Ma forse altri sono più bravi, ma per quanto mi riguarda, se qualcuno mi chiede di affrontare un argomento dal punto di vista logico, io non posso esimermi, tirando in ballo le mie personali convinzioni, corroborate da un'esperienza abbastanza lunga di vita. Però sono aperto anche a quello che chiami logica speculativa o la meditazione. Forse i nostri termini sono diversi ma la sostanza è simile!
E concludo: il problema dell'esistenza e per capirci, della fede, può anche essere affrontato dal punto di vista razionale, non necessariamente filosofico o spirituale
Fahta Fahta 15/09/2018 ore 05.49.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

Paura, eh?
Si muore e non esiste più niente di noi.
Anima, spirito, corpo astrale. . . PUFF!! svaniti nel NIENTE.

Una vita, tanti progetti, tante avventure, tante azioni ...
svaniti nel NULLA.

Anzi no. Le tante molecole che hanno alimentato la nostra esistenza tornano da dove le abbiamo prelevato, alla natura.
ruccutiello ruccutiello 15/09/2018 ore 08.56.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La sconfitta della morte

@Peltier14 scrive:
Ho letto questa frase . Che significa ''magari non finisse tutto, tutto che? Frantumiamo questi obsoleti centrismi


Ti sei perso, nei tuoi pensieri?
Lo sai, io la faccio sempre facile, con la fine di 'tutto' intendevo la fine della persona con la morte.
Mi spieghi che c'entra 'obsoleti centrismi'?

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.