Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

BosDPH BosDPH 17/09/2018 ore 18.16.01
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@ruccutiello scrive:
Stiamo all'abc. E tu, credimi, non hai niente da stare allegro, con la superficialità che mostri, e con i toni dei tuoi interventi.

No comment, ti commenti da solo

L' ABC e' l' esempio della lingua che si secca
Piu' scrivi meno hai da raccontare
BosDPH BosDPH 17/09/2018 ore 18.20.39
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@ruccutiello scrive:
No comment, ti commenti da solo

Sthula Sthula 17/09/2018 ore 18.24.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@Peltier14 scrive:
In merito all'aspetto teleologico in senso ampio ho la convinzione e le ''prove'' in merito forse per benevolenza o compassione. Tuttavia ho avuto anche testimonianza di come determinate conoscenze possono essere fraintese ,e quindi e' opportuno una buona riservatezza e discrezione nel parlarne. A volte sono preso dall'entusiasmo e vorrei condividerle con tutti, ma e' un errore.

Non c'è problema, ognuno si regola come è meglio. Sta di fatto che io non riesco a seguire tutto il tuo discorso, ma se credi che puoi entrare più nel merito, mi puoi anche scrivere privatamente qui sui messaggi di chatta, se ancora esistono.
Peltier14 Peltier14 17/09/2018 ore 23.25.19 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@Filodeon scrive:
vuol dire che troverò almeno un minimo di consolazione riflettendo su codesta tua constatazione,

Da quanto ci e' dato osservare ci si riproduce in primo luogo per consuetudine ben condita da un imperativo religioso,politico e sociale.Ci si riproduce per far contenti i nonni,per dimostrare la propria fertilita',per avere un ''futuro''nei nipoti, per commuoversi nello sguardo di un bimbo,per sentirsi padre,per sentirsi madre,per contare su un bastone nella vecchiaia. Una lungo campionario di opportunismi. L'accettazione della riproduzione dovrebbe in primo luogo aver risolto a monte la questione dell'EsserCi.Come e' possibile collaborare ad un progetto di cui si ignora tutto? Ed ecco che come se ci trovassimo in una dark room assecondiamo la spinta all'amplesso facendo felici padri,madri e nonni e anche gli zii. Ma in tutta questa storia noi siamo stati unicamente delle macchine da sopravvivenza al servizio dei Geni che sono i veri portatori di tutto il progetto biologico. Anche loro in qualche modo schiavi di un progetto che portano in seno. Ma in loro c'e' una coerenza intrisica, noi solo strumenti sempre ignari e spesso riluttanti. Dato pero'che il destino uomo e' altra cosa possiamo ritenere la riproduzione umana sussidiaria ,una sfumatura da affidarsi alla casualita' ed alla consuetudine.
19933434
@Filodeon scrive: vuol dire che troverò almeno un minimo di consolazione riflettendo su codesta tua constatazione, Da quanto ci...
Risposta
17/09/2018 23.25.19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 17/09/2018 ore 23.54.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@Filodeon scrive:
anche qua su questo schermo, dove non è necessario parlarne, ma soltanto scriverne?...

Se si potesse parlare per immagini come sanno fare i grandi artisti, forse, si avrebbe un potenziale espressivo adeguato.Trovo il verbo e la scrittura con dei limiti sensibili. Potresti mai con le parole esprimere l'infinito? Un limite(matematico) che tende all'infinito neppure lo sfiora. L'infinito ci alita addosso,ci lacera restando invisibile. Narrare cio' e' folle e richiede una platea analoga.
Peltier14 Peltier14 18/09/2018 ore 00.04.48 Ultimi messaggi
marianute marianute 18/09/2018 ore 09.36.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@Peltier14 : Ridurre a consuetudine le cose che elenchi, non tiene conto del beneficio che tali cose apportano alla maggioranza delle persone. Il beneficio sta nella ricerca di una realizzazione interiore di cui tutti necessitiamo. Un mezzo semplice, la riproduzione, alla portata di tutti, per non fossilizzarci. Se la supremazia del gene arriva ad elaborare anche questo aspetto… beh, tanto di cappello, ma, a questi livelli, sorge davvero la fatidica domanda: perché?.
19933521
@Peltier14 : Ridurre a consuetudine le cose che elenchi, non tiene conto del beneficio che tali cose apportano alla maggioranza...
Risposta
18/09/2018 9.36.18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Sthula Sthula 18/09/2018 ore 11.08.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@Peltier14 scrive:
Ci si riproduce per far contenti i nonni,per dimostrare la propria fertilita',per avere un ''futuro''nei nipoti, per commuoversi nello sguardo di un bimbo,per sentirsi padre,per sentirsi madre,per contare su un bastone nella vecchiaia.

Ma soprattutto per condividere l'amore che è nato tra due persone e allargarlo ad un figlio/a. L'amore è soprattutto condivisione di tutto, anche dei momenti bui e perché no dei momenti di felicità assoluta.
ruccutiello ruccutiello 18/09/2018 ore 14.37.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

@marianute scrive:
Un mezzo semplice, la riproduzione, alla portata di tutti, per non fossilizzarci. Se la supremazia del gene arriva ad elaborare anche questo aspetto… beh, tanto di cappello, ma, a questi livelli, sorge davvero la fatidica domanda: perché?.


Beh, devo dire che riflettevo in merito alla riproduzione, ma su un aspetto singolare: la natura premia comportamenti 'scorretti', quindi normalmente censurabili, come il tradimento, la promiscuità piuttosto che la monogamia, e anche e soprattutto irrispettoso ed irriguardoso della propria partner, non usa contraccezione e spande se stesso dove capita.
Statisticamente, vorrei chiedere, siamo figli di questi ultimi?

:cry

marianute marianute 18/09/2018 ore 17.59.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: La riproduzione

In natura vale la legge del più forte o del più furbo o anche del più bello, ma l'umano è solito incasinare tutto ponendosi remore.
Remora: pesce che si attacca a soggetti più grossi o alle imbarcazioni per farsi trasportare senza faticare. Da cui il riferimento, perché si pensava potessero addirittura rallentare la velocità di una nave.
L'umano si è un pochino divincolato dalle potenti sgrinfie dell'istinto riproduttivo, inventando ed usando le remore per dare lustro alla sua superiorità. Cioè ha scoperto che aumenta la sua magnificenza (!?) introducendo elementi guastatori indipendenti dal famoso gene. E le sue remore viaggiano insieme e col permesso di lui, adeguandosi ai tempi. Così potrebbe anche sembrare.
19933804
In natura vale la legge del più forte o del più furbo o anche del più bello, ma l'umano è solito incasinare tutto ponendosi...
Risposta
18/09/2018 17.59.48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.