Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Settembre Settembre 19/12/2018 ore 17.38.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@Archeo68 scrive:
Nella pratica buddista per esempio non c'è questo concetto di "fede", ossia la fede ti viene perché tu stesso ti accorgi che quel che stai facendo ti fa stare bene e più e meglio lo fai meglio stai, e di conseguenza sei portato ad approfondire la dottrina per fare sempre meglio. Nel buddismo sono queste tre cose inseparabili: fede, pratica e studio. Se non pratichi (pratica) e non approfondisci la tua conoscenza della dottrina (studio) non ti potrà mai sorgere la fede (la fede vera nel concetto orientale non è qualcosa che tu provi ad avere ma qualcosa che senti vero nel profondo di te stesso)

sinceramente io trovo il buddismo paragonabile al cristianesimo...

per certi versi anche l'induismo.

grande errore fu fatto nel non permettere per secoli lo studio di testi sacri,

dalla chiesa cattolica.

1 la fede

2 lo studio che porta a meditazione

3 la meditazione porta alla spiritualità.

vi racconto un aneddoto,anni fà un mio conoscente girò l'oriente

alla ricerca della...spiritualità.

arrivato a conoscere un guru e parlandoci di persona

ricevette questa risposta:

tu vieni dall'Italia... e con tutti i maestri che avete avuto..

si riferiva a quelli che noi chiamiamo santi...

vieni a cercare qui?

questo è un episodio vero...la risposta del buon Guru

mi fece riflettere molto...altro non aggiungo

così non vi annoio :-p
Peltier14 Peltier14 20/12/2018 ore 23.59.35 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@KitCarson1971 : ma le conoscenze geometriche di cui parlo non sono certo quelle ortodosse,per le quali basterebbe un'aula di un istituto. La conoscenza ''trasfigurata'' e' lo spiraglio. La conoscenza che muore e non e' piu' riconoscibile, cosi' come un volto che abbia subito la medesima sorte e non lo e' piu'.
TENEBROSOROMA TENEBROSOROMA 21/12/2018 ore 20.23.45
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

Ci vuole molta più fede credere che siamo il frutto del caso ...che credere in un essere superiore... E nn mi dilungo per semplici motivi
Filodeon Filodeon 22/12/2018 ore 11.04.22 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@TENEBROSOROMA scrive:
Ci vuole MOLTA PIÙ FEDE credere che siamo il frutto del CASO ...che credere in un ESSERE SUPREMO...

Vorrà dire che quando CASUALMENTE finiremo prima o poi col calcare le celesti praterie dei campi energetici dagli orizzonti INEFFABILMENTE delimitati da altrettanto INEFFABILI eventi controfattualmente configurati, ed IMBATTERCI nell'ESSERE SUPREMO, lungi dal punirci SBATTENDOCI immantinentemente nella padella del godimento eterno, ci riserverà, in grazia della nostra FEDE SUPERIORE dimostrata durante la permanenza "aldiqualica", di optare invece per le brace della pace nirvanica, controfattualmente configurata dall'immersione nel mare di Dirac....E nn mi dilungo per semplici motivi...

Purtroppo ho scordato di ottemperare alla cianghiana incombenza di porgere gli auguri natalizi agli interneticanti esoterici, estendendoli, anche se a rigor di termini sarebbe improprio porgerli anche a loro, agli antipodi australi,, visto e considerato che l'orizzonte degli eventi della configurazione del tropico australe del Capricorno, da oggi sotto il segno dei Gemelli, almeno per i nostri antipodi, comporta che il nostro (tropico boreale del Cancro ), almeno alle nostre latitudini, sia entrato sotto il segno del Sagittario,, di porger loro gli auguri estendendoli anche a quegli eventuali interneticanti nostri antipodi, che strettamente razionalizzando, se non fosse invalsa l'omologazione globalizzante che ha suddiviso il globo in due emisferi, nonchè la globalizzazione omologante che lo ha affettato come un panettone sudividendolo coi paralleli e i meridiani dei fusi orari, sarebbero, a rigori, autorizzati questi nostri FANTASMATICI ESOTERICI ANTIPODI INTERNETICANTI, figure inquietanti di altrettanti SPETTRALI A N T I M A T E R I C I interneticanti , a festeggiare solo quando il Sagittario scaglierà nella fredde notti del loro orizzonte degli eventi la sua freccia della stella cometa invernale...comunque sia, buona stella e buon panettone...
KitCarson1971 KitCarson1971 22/12/2018 ore 13.35.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@Settembre scrive:
sinceramente io trovo il buddismo paragonabile al cristianesimo...
per certi versi anche l'induismo.


I paragoni tra le religioni che citi hanno attinenza si, ma solo per gli insegnamenti comportamentali, da viventi, NON per lo scopo ultimo che tali dottrine vogliono ottenere. Chiaro che gli insegnamenti coincidano in larga parte per TUTTE le religioni. Per esempio, quando il Buddha (il risvegliato) sprona i propri monaci a predicare nel mondo la legge, agendo sempre nell'interesse altrui, è lo stesso modus operandi di Cristo verso i suoi discepoli. Stimoli nè più nè meno introdotti e applicati da tutti i grandi maestri verso i propri adepti. La differenza sostanziale è lo SCOPO, il PERCHE' di questa vita e, naturalmente, la FINALITA' dell'essere umano. Finalità che non unisce, ma divide complessivamente, per non dire radicalmente, le maggiori dottrine, troppo spesso volutamente deragliate e in seguito riformulate a ragione e a misura d'uomo.
Un saluto
Settembre Settembre 22/12/2018 ore 16.01.15 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@KitCarson1971 scrive:
La differenza sostanziale è lo SCOPO, il PERCHE' di questa vita e, naturalmente, la FINALITA' dell'essere umano.

concordo...

ps dopo le festte ti contatterò per

il sito se me lo permetti

buone feste Kit :-)
Peltier14 Peltier14 24/12/2018 ore 00.31.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

La teleologia e' una deriva del pensiero noto come cartesiano. Una matrice valida solo per un gabinetto della Fisica in ambito logico/formale. Alla luce di un Dio immanente il quesito della finalita' e' scontata. La domanda delle domande e' alla stregua di quel Dio antropico che e' obbligato ad esistere . Un avvitamento ad oltranza. Il linguaggio della scienza e della logica deve trovare un ''varco'' per essere letto.
KitCarson1971 KitCarson1971 24/12/2018 ore 11.01.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@Peltier14 scrive:
La teleologia e' una deriva del pensiero noto come cartesiano. Una matrice valida solo per un gabinetto della Fisica in ambito logico/formale. Alla luce di un Dio immanente il quesito della finalita' e' scontata. La domanda delle domande e' alla stregua di quel Dio antropico che e' obbligato ad esistere . Un avvitamento ad oltranza. Il linguaggio della scienza e della logica deve trovare un ''varco'' per essere letto.


Rispetto ovviamente ogni opinione, anche quelle non condivisibili. Non vedo in Cartesio una teologia iniziale se non derivante, al di là della pura matematica, spulciata qua e là da altri capa tanta.. da Platone ad Ireneo (con evidenti varianti...), da Boezio a Beda e compagnia briscola. Appoggiarsi poi alla "logica" della Fisica per validare ad ogni costo un eventuale Dio, come se non si avessero alternative, lo trovo questo si, scontato, un avvitarsi ad una vite senza fine... A certe conclusioni scientifiche arrivo a innalzare le scarpe grosse e il cervello fino di un... contadino, magari più intuitivo e diretto di certi soloni, tipo quelli che presero per la gola il malcapitato subordinato allievo di Edison, quando di questi, propose il Fonografo a Parigi.

Dopo i "contributi" dell'epistemologo Karl Popper, la scienza dovrebbe ridurre le sue pretese verificazionistiche evitando di RIDURRE i diversi linguaggi al solo linguaggio della scienza. Invece pare che certi scienziati si arroghino il diritto di "spulciare" Dio, dimenticando le proprie origini e la propria storia quando i pregiudizi numerici, estetici, simbolici hanno frenato, per secoli, gli apporti del progresso.
Un saluto
KitCarson1971 KitCarson1971 24/12/2018 ore 11.03.52 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@Settembre : Auguroni anche a te e alla simpatica Bruna.
Que les vaya bien ;-)
Settembre Settembre 29/12/2018 ore 17.52.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: L'uomo è il prodotto del caso o di Dio?

@xAceSventurax :

cosa intendi per morte?il fisico si decompone..

quindi sei conscio di non essere solo un corpo?

saresti gentile se mi spiegassi questa tua sicurezza...


Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.