Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

M.auro73 M.auro73 29/01/2020 ore 22.40.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@EtaPeta scrive:
Tuttavia vivere nelle crude leggi naturali per tutta la vita penso sia stressante (a lungo andare).

Mai sentito parlare del taoismo? Coloro i quali lo praticano hanno come obbiettivo proprio questo,uniformarsi alla natura e alle sue leggi divenendo in questo modo parte del grande uno.
M.auro73 M.auro73 29/01/2020 ore 23.01.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@marianute : Il discorso è molto complesso. Si deve per prima cosa distinguere tra religioni che si basano sull'immanenza e altre su la trascendenza. In più si deve distinguere l'idea di un dio pensato come una persona da quella di un dio impersonale. Le religioni, sono molto diverse tra loro...
M.auro73 M.auro73 29/01/2020 ore 23.09.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@chissadoveequando : La crudeltà come la bontà sono frutto del libero arbitrio donatoci da Dio.
chissadoveequando chissadoveequando 29/01/2020 ore 23.54.05 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@M.auro73 : La crudeltà e la bontà sono due facce di una stessa medaglia. Forse tu puoi insegnarmi che la Via sta nel mezzo
M.auro73 M.auro73 30/01/2020 ore 00.02.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@chissadoveequando : Non intendo dire che la virtù sta nel mezzo, ma solo che Dio ci ha dato la possibilità di scegliere tra la crudeltà, cioè il male e la bontà, il bene. Questo si chiama libero arbitrio.
mastro6 mastro6 30/01/2020 ore 00.16.16 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@M.auro73 scrive:
Questo si chiama libero arbitrio


Queste sono le deformazioni culturali, senza alcun fondamento, che vogliono 'dipingere' da una parte un Dio buono e permissivo, ma che poi ci attende al 'varco' destinandoci nel caso ad essere reietti per l'eternità (ed in questo caso non esiste la sua misericordia?).
Ci insegnano che i nostri figli abbiano alla nascita il 'peccato originale', che devono 'lavare' in un certo qual modo col battesimo, altro che libero arbitrio, queste sono vere e proprie 'gabbie' senza alcun senso, senza alcun fondamento, questo è solo il 'potere' della Chiesa che, attraverso dogmi e minacce vuole essere mantenuto, nei secoli dei secoli...
20219928
@M.auro73 scrive: Questo si chiama libero arbitrio Queste sono le deformazioni culturali, senza alcun fondamento, che vogliono...
Risposta
30/01/2020 0.16.16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
mastro6 mastro6 30/01/2020 ore 00.24.57 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@M.auro73 scrive:
divenendo in questo modo parte del grande uno


Cioè il 'valore' quale sarebbe? Il grande uno?
M.auro73 M.auro73 30/01/2020 ore 00.41.44 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

Il catechismo della chiesa cattolica; che io non condivido, dice che al momento del trapasso saremo noi stessi a giudicarci...
I dogmi, cioè le verità da accettare senza ragionarci sopra, fanno parte del pensiero razionale.
Vedi gli assiomi nella matematica.
Per quanto riguarda il taoismo, l'approccio di chi lo pratica è totalmente diverso dal nostro.
Tao in cinese significa via o percorso. E' questo il pensiero del taoista seguire una via e non una speculazione filosofica sul VALORE.
mastro6 mastro6 30/01/2020 ore 06.48.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@M.auro73 scrive:
I dogmi, cioè le verità da accettare senza ragionarci sopra, fanno parte del pensiero razionale


Questa frase è una evidente contraddizione in termini.
I dogmi, infatti, sono l'esatto opposto, la negazione (forzata) di qualsiasi pensiero razionale!

Eppure tu stesso spieghi che sono 'le verità da accettare senza ragionarci sopra'
(non ragionare = non razionale)
20219945
@M.auro73 scrive: I dogmi, cioè le verità da accettare senza ragionarci sopra, fanno parte del pensiero razionale Questa frase è...
Risposta
30/01/2020 6.48.34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
M.auro73 M.auro73 30/01/2020 ore 09.53.34 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Domanda

@mastro6 : Evidentemente non mi sono spiegato bene. Intendo dire che ogni ragionamento, incluso quello teologico, deve necessariamente partire da dei punti che non vengono messi in discussione,pena il paradosso, vedi Zenone che con il suo filosofare negava la possibilità del movimento,cosa evidentemente impossibile. Se si utilizza la ragione come strumento di indagine non possiamo fare a meno di partire da dei punti cardine,base, di sostegno sui quali costruire il nostro ragionamento, pena il caos. Lo stesso Aristotele nella sua teoria di causa-effetto ha dovuto necessariamente ammettere l'esistenza di un motore immobile come punto fermo del suo pensiero.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.