Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

KitCarson1971 31/12/2020 ore 10.35.49 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)




In cerca di prove...
In realtà non ce ne sarebbe bisogno (di cercare tanto). Mettere in dubbio tutto, specialmente riferimenti antichi, mi sta benissimo, quando però la (LE) ricerca ti porta ostentatamente verso descrizioni NON unilaterali, ma ben precise, bè, allora, l'onestà intellettuale, al di là della fede foderata da fette di salame che molti ostentano, prende (concedimi) il sopravvento. Sostanzialmente le testimonianze sull'esistenza storica di Gesù, a parte quelle che per alcuni sembrano provenire da fonti bibliche, poggiano su 4 autori: il giudeo Giuseppe Flavio, e i romani Tacito, Plinio il Giovane e Svetonio. E non solo questi.

Andiamo con ordine: Giuseppe Flavio è nato verso il 37-38 d.C, quindi almeno nell'età giovanile ha avuto modo di parlare con qualche testimone oculare degli eventi relativi alla persona di Gesù. Infatti di lui parla in tre passi nell'opera "Antichità giudaiche" (pubblicata tra il 93-94 d.C. ), nei primi due indirettamente (L.XVIII,cc. 116-119 e L.XX,c. 200), nel terzo (L.XVIII, cc. 63-64) direttamente. Scrive in quest'ultimo: "Ora ci fu verso questo tempo Gesù, uomo sapiente, seppur bisogna chiamarlo uomo: era infatti facitore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità. E attirò a sè molti Giudei e anche molti dei greci. Costui era il Cristo. E, avendo Pilato, per denuncia degli uomini principali fra noi, punito lui di croce, non cessarono coloro che da principio lo avevano amato. Egli infatti comparve loro il terzo giorno nuovamente vivo, avendo già detto i divini profeti queste e migliaia d'altre cose mirabili riguardo lui. E ancora adesso non è venuta meno la tribù di quelli che, da costui, sono chiamati Cristiani".

Da storico attento, Giuseppe Flavio, prima di scrivere di determinati argomenti, certamente ha dovuto documentarsi. Il brano citato peraltro, si ritrova nei codici antichi delle "Antichità giudaiche" e sulla sua autenticità non ci sono ormai dubbi. Le stesse osservazioni fanno fatte per quanto riguarda Tacito. Nato verso il 55 d.C., poco prima del 117 d.C. pubblica gli "Annali" e di Cristo parla dettagliatamente nel L. XV, c. 44: "Questo nome di Cristiani viene loro da Cristo, messo a morte dal Procuratore Ponzio Pilato sotto il regno di Tiberio". Tacito è uno storico scrupoloso, che per le sue informazioni ha dovuto attingere a fonti assolutamente attendibili. Probabilmente di Gesù ha sentito parlare da
parte di testimoni oculari quando si recò in Giudea con l'Imperatore Tito e quando fu Proconsole in Asia (112-113 d.C.)dove raccolse notizie in occasione delle persecuzioni degli stessi cristiani. Certamente (da precisino qual'era) aveva letto anche, per documentarsi, le relazioni che i vari Procuratori ogni anno inviavano a Roma dalla Palestina per informare l'autorità imperiale di ciò che in quella regione accadeva.

Plinio il Giovane, Proconsole della Bitinia, scriveva a Traiano nel 112 la sua celebre lettera (Epistolario, L. X, lettera n° 96). In essa solo indirettamente parla di Cristo, quando, riferendosi alla Bitinia, afferma: "Qui i cristiani sono soliti radunarsi prima dell'alba e cantare a Cristo che considerano un dio". E' la constatazione di un dato di fatto. Svetonio invece scrive verso il 120 d.C. e, trattando di Claudio e di Nerone, accenna a fatti compiuti "nel nome di Cristo" (Vita di Claudio). Nei primi decenni dopo la morte di Gesù circolavano numerosi "detti" di Cristo (in greco loghia) riportati da vari papiri della prima metà del II secolo d.C.: vedi RYlands, Oxsyrrhynchus Papiri, Egerton...

Alla fine del II secolo d.C: risale anche la stesura del Mishma, una raccolta di leggi e di usanze ebraiche, espressione della tradizione rabbinica. In essa non poche volte si parla di Gesù, anche se in maniera polemica. san Giustino (II secolo) nella sua opera "Apologetico" (L.I.c. 48) allude agli "Acta Referentia res gestas sub Pilato", un testo che circolava negli ambienti degli studiosi. In esso spesso viene ricordata la figura di Gesù. In conclusione di quanto detto fin qui: Facendo un'analisi comparativa tra le varie fonti (neotestamentarie e non cristiane) l'esistenza storica di Gesù non può essere messa in discussione . La concordanza nelle asserzioni e la logica connessione tra i vari elementi storici riferiti inducono il semplice buon senso a riconoscere l'evidenza (lo dico da non cattolico), nel caso contrario si spiegherebbe forse qualcosa di quanto accaduto, scritto e tramandato fino a oggi in materia? Di qualche dettaglio di un fatto si può anche discutere, ma negare il fatto stesso, sul quale confluisce una pluralità probante di indizi, sarebbe
quanto meno, se non poco intelligente, almeno storicamente di parte, scartando cioè ciò che non aggrada.
Un saluto
8608955
In cerca di prove... In realtà non ce ne sarebbe bisogno (di cercare tanto). Mettere in dubbio tutto, specialmente riferimenti an...
Discussione
31/12/2020 10.35.49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
amicotuo913 amicotuo913 01/01/2021 ore 13.06.06 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 :
Urca, Kit, non so perchè ma mi sento chiamato in causa....
Ho letto con interesse il tuo post, ma non ho compreso a cosa mira: se 1) è finalizzato a dimostrare che una persona di nome Gesù sia effettivamente esistita direi che sfondi una porta aperta..credo
infatti che tale persona sia esistita, perchè ci sono documentazioni in merito.
Se invece 2), è finalizzata a dimostrare che quella persona era anche il Figlio di Dio...iniziano i problemi.
Come i problemi iniziano anche se 3), sottintendi che essendo Lui veramente vissuto siano vere anche tutte le cose, le opere e le azioni a lui attribuite.
Non ho bisogno di ricordarti le date in cui sono state scritte le parole di Gesù - sembra che le prime tracce compaiano nel 130 D.C.- e probabilmente saprai che non erano gli Evangelisti in prima persona a scrivere, ma sotto dettatura lo faceva un loro "impiegato" (chiamiamolo così); saprai anche che erano scritti il primo in aramaico e gli altri in greco, il che richiese poi le opportune traduzioni.
Ora, abbiamo notizie che nella migliore delle ipotesi sono notizie riportate verbalmente di generazione in generazione per un minimo 120-130 anni....ma ci pensi? 130 anni di parole, storie, vicende trasmesse da uno all'altro, dai vecchi ai giovani, esclusivamente per via verbale, per essere poi raccolte da un evangelista, dettate da lui ad uno scrivano e scritte in lingue abbastanza complesse...la cui sola traduzione ancora oggi è oggetto di discussione.
A me pare che anche ai nostri tempi, con tutte le risorse di archivi, foto, documenti ufficiali, risalire con esattezza a cose successe 130 anni addietro sia molto difficile....figuriamoci allora.
Quindi:
1) Sono pienamente convinto che una persona di nome Gesù sia veramente esistita.
2) E' tutta la vita che cerco di capire se questa persona possa anche essere il figlio del Dio come la religione lo indica.
3)E' parimenti tutta la vita che cerco di capire che attendibilità abbiano le parole scritte sui Vangeli, sia quelli sinottici sia quello di Giovanni, sia quegli apocrifi.
Non posso dichiararmi un cattolico praticante, nè un religioso convinto...ma faccio fatica a rinunciare completamente al concetto di Dio; pertanto non posso fare altro che considerarmi un agnostico (peraltro un mio amico teologo col quale ogni tanto chiacchieriamo, mi conforta dicendo: " terreno fertile, voi che cercate!)
Comunque sia, poichè in anni ed anni non sono riuscito a capirci niente ed a convincermi di niente, nel frattempo ho deciso di prendere per buone le parole di Gesù nei Vangeli canonici, limitatamente alle linee guida riferite ai rapporti umani e sociali che lui ha dato ed illustrato,
Insomma, quelle parole mi vanno bene, credo che se tutti le seguissimo andremmo tutti meglio...e comunque non riesco a fare di più.
Bè, magari rispondendoti sono andato OT, sappimi dire......
Saluto pure io ed auguro buon anno a te ed a tutti coloro che interverranno, se interverranno, nella discussione.
KitCarson1971 KitCarson1971 01/01/2021 ore 15.35.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@amicotuo913 scrive:
è finalizzato a dimostrare che una persona di nome Gesù sia effettivamente esistita direi che sfondi una porta aperta..credo
infatti che tale persona sia esistita, perchè ci sono documentazioni in merito.
Se invece 2), è finalizzata a dimostrare che quella persona era anche il Figlio di Dio...iniziano i problemi.

:.................

Ciao Amiconostroeditutti. Le "braciole" che metti sul fuoco tu sono veramente tante, per uno come me che è vegetariano poi... No, volevo semplicemente portare all'attenzione la (vera) storicità di Gesù, il protagonista dei sinottici e di tutti gli altri vangeli scartati via via in un breve lasso di tempo. Il rovescio della medaglia poi, ed è quello che ti chiedi, è se egli sia da considerarsi figlio di Dio e Dio stesso. Spingersi su questa strada non è come sembrerebbe di primo acchito trovare un vicolo chiuso, viceversa ci si trova in sentieri che si dipartono in ogni direzione, che poi, a ben considerare ritornano ad intersecarsi con SOLO due strade maestre: Gesù era Dio, si o no?? E' forse questo il "mistero" più sublime a cui l'umanità è stata posta dinanzi e che ancora dopo circa 2000 anni, vive in tutto il suo fascino al di là di ogni filosofia e di ogni fede.

Per la religione cattolica il problema non si pone più dai tempi del Concilio di Nicea: Gesù era Dio. Il catechismo e i dogmi inerenti lo supportano, almeno per chi ha voluto fondare in suo nome una religione. Noi diciamo "religione", e diciamo che, in fondo, ciascuno crede in qualcosa. Ma abbiamo tante specie di religione, e cioè la religione intima, soggettiva e spirituale, che è la sintesi delle manifestazioni che trovano le loro basi nell'intelletto, e che in esso si sviluppano, restando legate intimamente all'IO, personalità spirituale. Poi c'è la religione oggettivata, ossia la credenza cieca, che poi è quella indimostrata, ossia la religione fanatica, quella che non si sforza di analizzare in seno ad una costituzione logica, i principi che la ispirano... Ma bisogna poi essere religiosi? Credo non sia necessario avere una religione, se per religione intendiamo un fatto sociale. Chi ha superato il fatto religioso non ha bisogno di alcuna religione, ma ha bisogno di rafforzare dentro di sè quel Dio che ha intimamente trovato.

Ma torniamo a noi caro amico nostro, e alla storicità ed opera del Cristo. Una cosa è certa (almeno per il sottoscritto...), che storicamente, l'idea religiosa in Terra si è di volta in volta materializzata in un Grande Maestro, o Grande Spirito, il quale diventandone il simbolo vivente per elevatezza spirituale, per capacità di penetrazione, per il possesso di particolari poteri taumaturgici e carismatici, si è posto come Guida in una certa parte dell'umanità (e idealmente di TUTTA l'umanità) elaborando per essa in termini facilmente comprensibili i contenuti spirituali da Lui ritenuti più idonei ad esprimere il senso del Tutto. Di quel Tutto che non può e non poteva essere il dio guerrafondaio, prepotente e geloso dell'A.T. agli antipodi, diverso in tutto dallo stesso Gesù.
Un saluto. Se vuoi continuiamo ad oltranza, l'assegno con 10 zeri che mi inoltrerai alla fine sarà oltremodo gradito... Che veniale che sono... :bye
Wolf.1r Wolf.1r 01/01/2021 ore 15.50.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 scrive:
l'idea religiosa in Terra si è di volta in volta materializzata in un Grande Maestro, o Grande Spirito, il quale diventandone il simbolo vivente per elevatezza spirituale, per capacità di penetrazione, per il possesso di particolari poteri taumaturgici e carismatici, si è posto come Guida in una certa parte dell'umanità (e idealmente di TUTTA l'umanità) elaborando per essa in termini facilmente comprensibili i contenuti spirituali da Lui ritenuti più idonei ad esprimere il senso del Tutto. Di quel Tutto che non può e non poteva essere il dio guerrafondaio, prepotente e geloso dell'A.T. agli antipodi, diverso in tutto dallo stesso Gesù.

Ahh...
Non ci aveva pensato nessuno degli 8 miliardi di abitanti nel mondo
Vuoi vedere che 6 l' unico che ha detto una stronzata del genere
Poco poco esistono x dire almeno 10 tipi di religioni diverse dove gesu non è neanche messo in discussione nell' indice dei paragrafi dei libri di testo che consegnano nelle scuole estere...
Wolf.1r Wolf.1r 01/01/2021 ore 15.55.50 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

Fatti 2 conti

La religione ortodossa, Buddista, Induista etc hanno completamente un altra storia

Si parla di almeno 3 4 miliardi di credenti

la metà della popolazione mondiale
KitCarson1971 KitCarson1971 01/01/2021 ore 16.29.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)


Wolf. Spelacchiato cagnetto borioso, botolo abbaiante pazzie, la tua fortuna è che non ti hanno ancora trovato quelli della sanità mentale... Certamente con un deficiente del tuo calibro servirà loro una camicia di forza rinforzata. Vedi un pò di andare a nasconderti allora, nel posto che più ti è confacente: nei fondali di una cloaca profonda. Scimiotto SCIMUNITO che non sei altro.
amicotuo913 amicotuo913 01/01/2021 ore 18.22.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 scrive:
Se vuoi continuiamo ad oltranza, l'assegno con 10 zeri che mi inoltrerai alla fine sarà oltremodo gradito...

Caro Kit...personalmente sono disposto a continuare - vorrei solo che non fosse un discorso a due -, ma nel frattempo dimmi un pò: un pagamento di tale mole sottintende la fornitura di materiale per pari valore....quando mi sarà consegnato?....Perchè non credo che esista una risposta certa per problemi tipo la religione, l'esistenza di Dio, la verità di altre religioni o deità o del perchè siamo nati e di cosa è la vita..
Quella cristiana però ha una caratteristica unica, dal momento che pare essere la sola religione con un Dio che fisicamente ed in prima persona abbia parlato e vissuto con gli uomini, a differenza di tutte le altre che si basano invece su profeti, messia, veggenti che riportano i disposti di una entità superiore.
Inoltre la nostra religione nulla impone, bensì evangelizza: illustra e poi ci dà la libertà di scelta...e come se non bastasse, anche il perdono.
Peraltro si può rilevare come in carenza delle opportune leggi fisiche e delle teorie scientifiche, l'essere umano, dalle notte dei tempi ha dovuto chiamare in causa, di volta in volta, miti e deità diverse per giustificare avvenimenti anche ordinari ma inspiegabili, vedi i Romani che avevano un dio quasi per tutto, oppure il CAOS dei presocratici, come pure il Brahmanda dell'induismo e l'Hiranyagarbha della filosofia vedica.
Con l'avvento della rivoluzione scientifica però le cose sono cambiate e nell'ultimo secolo le scoperte e tutte le teorie sull'infinitamene piccolo e sull' infinitamente grande hanno permesso di farci intravedere cose e fatti che forse sminuiscono un pò la necessità della religione e delle sue deità come origine e giustificativi di cose sconosciute.
Quindi la religione per me è una cosa molto delicata e l'unica soluzione che ho trovato è quella detta nell'altro post.
A presto.
KitCarson1971 KitCarson1971 02/01/2021 ore 10.38.43 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)


Ciao amico. Prendo atto una volta di più che hai la proprietà innata, consapevole o meno che sia, di porre quesiti uno dopo l'altro, il che è indice di intelligente desiderio di saperne di più, se mai questo fosse possibile trovare spunti tali negli altri. Non so se altri desiderano intervenire, tieni conto che questa è una materia tutt'altro che leggera.

Sembra tu dia per scontato che Gesù sia anche lo stesso Dio. Padronissimo di crederlo, ci mancherebbe. Il Cristo può benissimo essere considerato un Dio, tanto grande è la sua evoluzione. Certo è che il Nazareno venne in Terra per accendere un'altra Luce, dopo quella accesa e mantenuta in vita dai grandi spiriti, suoi predecessori, e quello fu il suo vero sacrificio. Per uno spirito eccelso qual'era quello di Gesù di Galilea, di un'evoluzione tale che avrebbe potuto abbandonare la Terra al suo destino, valicando più elevati gradini della vita universale, il vero autentico sacrificio fu quello fatto nel segno dell'amore verso gli uomini, fu quello di incarnarsi (Io non sono di questo mondo - Giovanni 8-23), per compiere fino in fondo una missione liberamente scelta e voluta, preparata con cura.

Non è poi vero come dici, che le altre religioni si basino solo su profeti e/o veggenti per manifestare Dio. Per esempio Krisnha (che vuol dire sacro), così come per la redenzione cristiana, fu testimone della sofferenza degli uomini, stabilì di scendere sulla Terra, incarnandosi in grembo alla vergine Devaki, nacque a Madura (o Mathura) sul Jamma, tra Delhi e Agra, nel sud dell'Indostan, più di 3000 anni a.C. ebbe anch'egli una "Maddalena" (anzi, due...) e 12 apostoli, dando infine la vita volontariamente (morì trafitto) per i peccati del mondo. E si potrebbe continuare su queste descrizioni delle somiglianze, ma penso sia sufficiente. A differenza di quanto esclude a chiesa, penso che queste coincidenze (chiamiamole così), accomunino nell'insegnamento i grandi Maestri/Spiriti del passato. Sono convergenze convergenti sempre e comunque sull'essere umano, per indirizzarlo verso qualcosa e qualcuno (Dio o chi per Lui) che si differenzia dalla pura materialità.
Un saluto
marianute marianute 02/01/2021 ore 11.23.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

La presenza di questo Gesù ha influenzato diversi popoli, prova ne è, appunto, che molti particolari della sua vita si trovano in diversi scritti di diversi paesi e lingue. Probabilmente, se mai esistessero alieni, pure da loro ci fu. Che poi si parla al passato, ma in realtà la sua presenza fisica la vedo come quegli specchi del luna park dove entri e sei riflesso ovunque, spazio e tempo sembrano non esistere e vai in pappa con gli occhi. Ma questo, è già un segno che questo uomo ha qualcosa di straordinario e sono ot.
amicotuo913 amicotuo913 02/01/2021 ore 12.32.48 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 scrive:
Non è poi vero come dici, che le altre religioni si basino solo su profeti e/o veggenti per manifestare Dio. Per esempio Krisnha (che vuol dire sacro), così come per la redenzione cristiana, fu testimone della sofferenza degli uomini, stabilì di scendere sulla Terra.....,

Ecco, vedi? anche oggi ho imparato qualcosa ; dovrò andare a vedere meglio, ma sicuramente è vero, quindi dovrò modificare le mie informazioni (prima però devo cercare fra i testi di religione quello che affermava ciò che ho fatto mio.)
Per quella che tu chiami curiosità innata, forse sì, forse è così, ma la considero cosa normale che dovrebbe essere insita in tutti.
Una curiosità personale: non ho ancora capito la tua posizione in merito alla religione; mi piacerebbe saperlo; vedi tu se vuoi rispondere.
Per commentare il tuo ultimo capoverso, sì, credo che sia tendenza di tutti gli esseri umani, a tutte le latitudini, cercare qualcosa o qualcuno che superi la pura materialità, ma questa ricerca o necessità, che ben può avere prodotto religioni, tendenze, credenze, Dei etc. mi pare ben diversa dalla VERITA' di queste religioni. Insomma resta la domanda base: Dio esiste, si oppure no?
A presto ...ma chissà perchè nessun'altro partecipa? E che fine avranno fatto i mistici (insomma...) di questo forum?
amicotuo913 amicotuo913 02/01/2021 ore 12.58.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@marianute :
Ciao Mari...e buon anno; Ma sì, è vero, per chi lo cerca, Gesù può essere dappertutto, come in una camera degli specchi ...e la cosa non è male, tutto sommato.
Inoltre se pensiamo alle parole da lui dette e non al castello religioso costruitoci sopra, scopriamo una semplicità ed una linearità che possono essere veramente da guida nella socialità e certamente colui che le ha illustrate aveva qualcosa di straordinario.
Però, Mari, devi pensare che 2000 anni addietro i popoli influenzati e coinvolti dalle sue parole sono in effetti limitati ed individuabili in una zona territoriale abbastanza ridotta, se prendiamo in esame "il mondo" come ora lo conosciamo. Ed anche se torniamo indietro, alla Bibbia, vedrai che le effettive zone di azione sono pure loro abbastanza ridotte...Egitto, Palestina e qualcosa intorno. Grandi spostamenti e grandi aree....ma solo per quei tempi.
KitCarson1971 KitCarson1971 02/01/2021 ore 15.16.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)



-@ Maria credo che anche solo parlando di specchi abbia messo in luce chi luce ancora oggi diffonde. Gesù sostanzialmente ha diffuso verità tramite la sua essenza e sostanza che, almeno per chi è disposto ad ascoltarlo, resta una luce chiara come un diamante, trasparente verso (che mira) l'infinito per tutti coloro che desiderano avvicinarglisi senza prevenzioni, in buona fede, con pensiero ed intenzioni limpidi. Le scorie, inevitabili sono dovute al nostro linguaggio/pensiero incompleto, fatto per le cose caduche, spesso inadatto al modo di comprendere le sue finalità.

@ Amico nostro, mi hai chiesto in cosa credo io. Non credo sia importante, ma ugualmente rispondo dicendo che valuto attentamente apprezzando molto le reminiscenze concettuali dello Gnosticismo antico, radicalmente differente dai concetti cattolici cristiani. Uno studio attento non può che fare emergere chiaramente queste radicali differenze. Credo in un Dio che NON è quello biblico.
Credo che il destino di dissolvimento delle religioni, anche grandi come il Cristianesimo, sia inevitabile, perchè inevitabile è la formulazione dogmatica che esse storicamente assumono, per una esigenza di stabilità temporale della fede che alla lunga, paradossalmente, diventa la causa prima del dissolvimento. Uno sgretolamento per consunzione che è davanti ai nostri occhi, che avviene fatalmente per la sempre maggiore inadeguatezza all'incalzante processo di evoluzione delle idee.

Non è comunque un fenomeno soltanto della religione cattolica. La difficoltà deriva da un fatto probabilmente inevitabile, e cioè che in genere gli uomini, dopo aver creduto in colui che è stato il fondatore di una religione, non riescono a capire che quell'uomo (il Cristo, per usare l'esempio della religione cristiana) è venuto da noi duemila anni fa per parlare sopratutto agli uomini di duemila anni fa, e che se oggi tornasse non direbbe in toto le stesse cose. Certo, alcune sono ESSENZIALI, ma ne aggiungerebbe molte altre, perchè egli si troverebbe in un mondo totalmente diverso. Questo sembra logico. Non è una questione di universalità della parola. Questo non potrebbe mettere in crisi le affermazioni essenziali del Cristo.

Molte cose dette da Cristo sono valide sempre, ma mutano le condizioni, le adattabilità, i rapporti fra queste verità e il mondo. Indiscutibilmente Gesù ha parlato di fratellanza e parlerebbe di fratellanza anche oggi. Oppure parlerebbe di carità, anche questo è indiscutibile. Cioè vi sono alcuni fatti essenziali nella verità che sono comuni a TUTTE le religioni e che sono comuni anche tra i popoli che non hanno delle religioni organizzate. Sono questi fatti istintivi, umani e universali che si codificano semplicemente perchè hanno una moralità indiscussa di base.
Un saluto
amicotuo913 amicotuo913 02/01/2021 ore 18.17.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 :

...stò pensando a come e cosa rispondere ai tre ultimi capoversi.
Alla prossima
amicotuo913 amicotuo913 03/01/2021 ore 10.45.02 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 :
Kit, chiedo scusa per il ritardo...ieri ho impiegato parecchio tempo per risponderti, ma mentre scrivevo il testo mi è arrivato un messaggio e salta di qui, salta di là ...è andato perso, cancellato, sparito!
Ora sono intento a riscriverlo...
amicotuo913 amicotuo913 03/01/2021 ore 11.18.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 :
Cito:"Maria credo che anche solo parlando di specchi abbia messo in luce chi luce ancora oggi ......."
-Sono pienamente in accordo...e questo indipendentemente da chi le abbia dette. Quelle parole sono fondamentali per vivere meglio, anche se alcuni Suoi passi a me personalmente non piacciono (discorso lungo, però).

Cito:" Amico nostro, mi hai chiesto in cosa credo io....."
Bene, quindi sei anche tu tra coloro che ancora cercano di capire...e magari senza risultato alcuno.
Confesso di provare invidia per coloro che hanno le certezze assolute, la verità in tasca e l'assoluta convinzione di essere nel giusto. A volte mi pare che abbiano una marcia in più, mentre io mi arrabatto nei dubbi e nelle incertezze....beati loro.
Sai, per il dissolvimento della religione, il problema è che questa, invece di seguire le parole base di Gesù, si sia sviluppata con troppe regole, troppi distinguo, troppe cose adattate ai tempi di qualche secolo addietro; ma pur ammesso che questo reticolo fosse andato bene allora..od anche solo qualche decennio addietro, ora - e progressivamente sarà sempre peggio - è incapace di rispondere alle esigenze di una società in rapida evoluzione. Se invece fosse rimasta alle parole ed ai comportamenti base, semplici e lineari, non avrebbe alcun problema a persistere e forse espandersi. Quindi devo condividere anche queste tue osservazioni.

Cito:"Non è comunque un fenomeno soltanto della ...."
Qui invece ho qualche problema a rispondere, non mi è del tutto chiaro cosa intendi, ma alcune cose sono le stesse del capoverso successivo.

Cito:"Molte cose dette da Cristo sono valide sempre...."
Proprio così...e se condensassimo le Sue parole al minimo possibile, eliminando parabole, esempi, racconti e magari le favole di cui forse sono state infarcite, probabilmente arriveremmo ai dieci comandamenti, che a mio avviso andavano bene allora, vanno bene adesso ed andranno bene per tutti i tempi e tutte le società future. Quindi anche in questo siamo in accordo: è l'artificiosa struttura della religione - per non parlare dei religiosi, soprattutto nelle alte sfere, che non hanno esitato a "tradire" per proprio interesse o per interesse dell'intera struttura, tali parole - che essendosi troppo ramificata e cristallizzata non riesce più a seguire una società in così rapida evoluzione; vedi bene come le osservazioni e il comportamento di Papa Francesco, mirate ad una rivalutazione di quelle famose parole base, abbiano fortemente irritato almeno metà dei religiosi, che mal sopportano il suo modo di fare e le cose che dice.

Hemm, Kit, dobbiamo smetterla di darci ragione...... non c'è più il gusto della discussione...heheh
Alla prossima.
KitCarson1971 KitCarson1971 04/01/2021 ore 14.26.46 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)


Ciao amico nostro. Sembra di notare la tua ritrosia di dibattere a quattrocchi (senza occhiali...)E probabilmente hai ragione. Per non creare una situazione stagnante che non andrebbe bene manco ad uno stagnino, soprassiedo alla franco Franchi... :ok Posto questo post che ho testè postato in un'altro posto, discretamente attinente al nostro recente scambio di opinioni, solo per una tua eventuale attenzione e nulla più.
...........................

Per un credente, Dio (o chi per Lui) non può fare il male, e quindi il male come opposto a Sè non esiste. Pur considerato (con i nostri limitati parametri) una bestialità, una ignominia, il male è uno pseudo-problema. Arrivo a dire che un uomo fatto in una certa maniera, può uccidere un'altro uomo, e può essere tutto perfettamente logico. Per QUEL-uomo naturalmente, fatto in QUEL modo, con quella mente, con quell'anima, con QUEL cervello, ecc. per il quale la conseguenza logica non può essere che il delitto. Sembra tutto assurdo, ma è seplicemente evoluzione data da un momento relativo.

Lungi quindi considerare "male" tutto ciò che non ci convince ed aggrada. Male-bene, bello e brutto è solo un passaggio, una considerazione del tutto parziale e sbagliata tra un esteticamente informe (brutto) e di esteticamente "bello". Brutto diventa facilmente "male", ma poichè il male come apparente antitesi a Dio è soltanto un momento della costruzione dell'esteticamente bello, esso va considerato per quel che è: un elemento in evoluzione che NON rappresenta un reale opposto a Dio, ma rappresenta soltanto uno dei momenti durante il quale lo spirito (già già, questo è il punto essenziale...) per raggiungere la perfezione ha bisogno di costruirsi fatti e strutture che ci appaiono in antitesi con la "bontà" di Dio.
Un saluto
amicotuo913 amicotuo913 04/01/2021 ore 14.58.41 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

@KitCarson1971 :
Cao Kit....hemm, se scrivi un indirizzato a me, mi piacerebbe che effettuassi il quote, così vedo l'avviso senza il bisogno di andare a leggere nei vari forum; detto questo:
-Per la prima parte del testo vero e proprio, posso dire che hai perfettamente illustrato il concetto di moralità zonale, o locale, o nazionale, nell'ambito della quale rispettando le sue regole...peraltro le uniche conosciute, si fanno cose che altrove sarebbero disgustose.
Resta però da vedere se ai nostri tempi è ancora valido quel " le uniche conosciute"; sarebbe infatti opportuno distinguere tra l'impossibilità materiale di avere altri riferimenti, la poca voglia di cercarli o addirittura l'interesse a non cercarli.

Alla terza parte rispondo dicendo che condividendola mi viene in mente il codice della strada, ove si dice "la sosta è un momento della circolazione"...ed è vero.
Alla prossima.
Daniel81moro Daniel81moro 12/01/2021 ore 19.28.47 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Gesù- In cerca di prove (dedicato al credente amico di tutti)

Gesù non era il Figlio di Dio. Era uno dei tanti Santoni del tempo. Fu crocifisso per motivi politici in quanto andava contro l'impero romano essendo la Palestina una colonia.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.