Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

amicotuo913 07/02/2021 ore 11.11.24 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Incremento dei consumi e danni collaterali.

Riscontrato ed accettato che tutti DESIDERIAMO vivere meglio, con le maggiori comodità possibili, è inevitabile che il progressivo grande utilizzo di vetture, aerei, oggettistica, strumenti, elettronica etc. generi i noti danni collaterali (inquinamento, degrado, etc.)
Preso atto di questo, vi chiedo:
Poichè la popolazione nel suo complesso non è in grado di autoregolarsi, secondo voi sarebbe utile, consigliabile o necessario che i governi fossero guida nel pilotare ed indirizzare lo stile di vita del popolo?
Il problema non mi pare da poco.
-Chi di noi sarebbe contento di dover e poter fare solo quello che viene stabilito dall'alto?
-Un governo siffatto, anche se operasse a fin di bene, non sarebbe simile ad una dittatura?
- Ma la popolazione, sarebbe disposta ad accettare limiti riduttivi del proprio benessere, se mirati ad un miglioramento generale molto distante nel tempo (il grafico del MIT nel libro "I limiti dello sviluppo" è molto indicativo in merito)
-Insomma, un governo dovrebbe essere "guida" della popolazione oppure, come d'uso da sempre corrente, dare voce ai desiderata della stessa, acquisendo così i consensi necessari per restare al potere? (Machiavelli docet....)
Per concludere... COME NE USCIAMO?
8610218
Riscontrato ed accettato che tutti DESIDERIAMO vivere meglio, con le maggiori comodità possibili, è inevitabile che il...
Discussione
07/02/2021 11.11.24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
KitCarson1971 KitCarson1971 07/02/2021 ore 14.18.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Incremento dei consumi e danni collaterali.

@amicotuo913 scrive:
COME NE USCIAMO?



Caro amico nostro, dubito che se ne esca, non ne siamo mai usciti... Concedimi però di allargare il discorso, che va oltre le spese dettate dal "progresso" e le cibarie. Anche se il presuntuoso (i politicanti, i governanti in primis) non può ammettere che il suo mondo, la sua stessa natura, ha degli errori grossi e grossolani. Il prete difenderà a spada tratta il suo paradiso e il suo inferno, dimenticando l'amore di Cristo. Lo psicanalista farà di ogni slancio una grande nevrosi. Il marxista criticherà la religione, mentre egli stesso sguazza nella sua religione antireligiosa....

Eppure il prete, lo psicanalista, il marxista, hanno strumenti formidabili nelle loro mani, strumenti davvero capaci di illuminare la realtà. Il prete però non si accorge che il marxista lo completa, ed il marxista non si accorge che la psicanalisi non è agli antipodi da lui... e nessuno si accorge che ognuno ha dentro delle verità, dei semi fecondi, nascosti dalla sterpaglia dei preconcetti, e nessuno impara ad ascoltare l'altro

Così la presunzione dell'uomo è la principale colpevole dell'unico vero peccato: L'IGNORANZA. Non è un peccato in senso metafisico, è una mancanza estrema che coinvolge l'uomo in ogni suo istante ed in ogni sua azione. Non si può scusare una società impostata male. Come NON si può scusare, per esempio, il maestro ignorante che inculca stupide paure nei suoi alunni (come stanno facendo ad esempio nelle scuole per tendenza Covid-iana). Non si può scusare il prete che fa vivere ai giovani il terrore della sessualità. Non si può scusare la famiglia che considera i figli una proprietà e li plasma secondo modelli già vecchi, ricevuti dai genitori a loro volta ammalati.

Non se ne esce dicevo, caro amico di tutti, se al vertice di questa piramide stanno governanti ampollosi, con delle idee preconcette, con dei tic mentali, col pensiero fisso della poltrona fissa e della telecamera che li riprende previo, s'intende, due dita di trucco sul viso. Non è ignorante chi non conosce le nozioni, ma chi non si pone i problemi, chi si bea delle sue misere verità, assorbite gratuitamente dagli scannagatti di turno ai quali permette di muoverlo come una marionetta, a mò di pupo siciliano. Questa è vera ignoranza, la peggiore, perchè chi ne è preda si sente pago, si sente dotto, con la coscienza a posto. Questa è la cruda realtà caro amico di noi 913 e con sto popò di andazzo ripetitivo non se ne uscirà mai.
Un saluto
amicotuo913 amicotuo913 07/02/2021 ore 17.16.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Incremento dei consumi e danni collaterali.

@KitCarson1971 :
Ciao Kit, mi piace la tua analisi ed il quadro che hai fatto della nostra realtà. E' però molto amara la risposta; quel "non se ne esce" non è molto incoraggiante, ...Eppure, con tutto quello che posso dire sulla superficialità giovanile, mi pare che ci sia un certo fermento tra alcuni di loro che ben prometta; insomma: fino a quando si riuniscono e dimostrano per difendere il nostro pianeta (e di conseguenza il loro/nostro futuro)....forse qualche speranza c'è ancora, perchè se acquisissero un peso rilevante, forse qualche governo inizierebbe ad ascoltarli...oppure no?
Concordo anche pienamente sul fatto dell'ignoranza e della presunzione da essa discendente; forse dovremmo essere tutti un pò più "studiati"....ma non so se questo convenga molto ai governanti, perciò sempre meno cultura generale e sempre più nozionismo....è più facile!.
....Forse sarebbe più utile chiedersi "come ci siamo entrati", in questo giro, anzichè "come ne usciamo".

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.