Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 23/04/2021 ore 12.23.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Una storia umana

Un cane randagio ,ciondolando,percorre una strada.Ogni piccolo rumore,ogni sensazione di una presenza,lo induce a guardare in quella direzione.Non è piu'un'attenzione rivolta ad una potenziale minaccia o pericolo, forse un tempo.
Non e' nella condizione di temere piu' nulla.Ciò in cui ancora spera è che qualcuno o qualcosa si accorga di lui.Non è in cerca di uno sguardo pietoso quanto inutile. No, è in uno stato in cui dubita del suo stesso sentire, che pur reclamerebbe la propria legittimità.Anela a qualcosa che gli attesti l'identità di ''l'altro'', agli occhi di chi lo osserva. Un qualsiasi meccanismo che gli restituisca quella alterità che da esistente avanza. Ma, presto quell'indifferenza ben celata di chi passa e và , gli nega l'ultimo legame verso un'identità sempre piu' rarefatta. Deluso torna a puntare la strada, tira dritto come quello sguardo che non ha voluto neppure sfiorarlo. Ora puo' dirsi dissolto e non turbare piu' l'indifferenza di nessuno.Ma quello quello che ho visto potrebbe non essere....un cane.In ogni caso,al lettore,questa storia,potrà suscitare commiserazione per i protagonisti,cioè una sensazione,un sentimento a conferma di quell'umanità,tanto sventolata,che ci differenzia dagli animali.Ma questa ''Umanità''dovrebbe salvare Chi e Che cosa?
Essa è ripiegata su se stessa al pari di una lattina consumata e gettata. Tale Umanità è merce di consumo utile al ''piacere' di che la consuma e null'altro.E allora essa,se generata da un Principio che trascende,''vive'' altrove,su un piano che ignora le apparenze. La rappresentazione che, ogni giorno,siamo chiamati a porre in atto,resta immersa in un isolamento che fece dire ad un ''Creatore'' necessario ''cio' non mi instilla alcun senso del dovere''(citaz.).
E tale citazione deve essere giunta al sensibile udito di quel Cane(?), che presone atto fà di quel ciondolare smarrito,l'unica sua condizione consapevole.
8612092
Un cane randagio ,ciondolando,percorre una strada.Ogni piccolo rumore,ogni sensazione di una presenza,lo induce a guardare in...
Discussione
23/04/2021 12.23.21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Rosa.425 Rosa.425 23/04/2021 ore 14.52.20 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@Peltier14 :

Premetto che il testo mi è piaciuto moltissimo ! Peròòò... un po' pessimista forse!?
KitCarson1971 KitCarson1971 23/04/2021 ore 15.15.25 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana


Al di là del cane NON cane. Resto brevemente sul primo. Ho adottato un volpino che in passato era stato abbandonato in strada da una coppia che si era divisa e quindi han pensato bene di un'azione così nobile. L'hanno trovato i volontari di un canile, lungo una carreggiata ormai ridotto a pelle e ossa, disidratato. Inizialmente diffidente (come non comprenderlo), ora è per noi un terzo figlio, esattamente come un vero componente della famiglia.
Scusa Peltier la divagazione personale
20399754
Al di là del cane NON cane. Resto brevemente sul primo. Ho adottato un volpino che in passato era stato abbandonato in strada da ...
Risposta
23/04/2021 15.15.25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
Peltier14 Peltier14 23/04/2021 ore 15.20.07 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@Rosa.425 scrive:
Peròòò... un po' pessimista forse!?

Ad un fotoreporter, inviato in zona di guerra, per documentare quanto avviene ,imputeresti al suo pessimismo le vittime e le crudeltà che emergono dalle sue pose??
20399756
@Rosa.425 scrive: Peròòò... un po' pessimista forse!? Ad un fotoreporter, inviato in zona di guerra, per documentare quanto...
Risposta
23/04/2021 15.20.07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 23/04/2021 ore 15.26.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@KitCarson1971 scrive:
Al di là del cane NON cane.

Ovviamente l'aspetto suddetto è fondamentale alla dinamica della narrazione. Restando in ''ambito canino'' ho avuto modo di valutare ed apprezzare la tua sensibilità metafisica.
20399761
@KitCarson1971 scrive: Al di là del cane NON cane. Ovviamente l'aspetto suddetto è fondamentale alla dinamica della narrazione....
Risposta
23/04/2021 15.26.09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Rosa.425 Rosa.425 23/04/2021 ore 16.15.09 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@Peltier14 scrive:
Ad un fotoreporter, inviato in zona di guerra, per documentare quanto avviene ,imputeresti al suo pessimismo le vittime e le crudeltà che emergono dalle sue pose??


No assolutamente , come non lo imputerei a te nell' aver narrato l' argomento , che ribadisco : mi è piaciuto moltissimo!

Vabbè è vero pure che sono stata troppo sintetica nel commentare , io in genere non ho il dono della sintesi .. e quando lo uso mi riesce malissimo! -.-!

Intendo cmq dire , che questa "storia umana" che tu hai saputo narrare benissimo , diciamo pure che non appartiene a tutta l' umanità .. quel cane randagio , non viene visto da tutti gli umani con gli stessi occhi.. esistono diverse realtà quindi.

Ad esempio possiamo ipotizzare anche che può essere salvato da un' umano.. come appunto ha raccontato KitCarson.. anche questa è una storia umana.. diciamo più ottimista.

Poi non lo so , la discussione l' avrai pure posta immagino per discutere su un qualche punto..
20399794
@Peltier14 scrive: Ad un fotoreporter, inviato in zona di guerra, per documentare quanto avviene ,imputeresti al suo pessimismo...
Risposta
23/04/2021 16.15.09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
KitCarson1971 KitCarson1971 24/04/2021 ore 10.25.13 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana



Un ciondolare smarrito...
Una frase che rappresenta il momento storico che stiamo vivendo. INconsapevoli (inconsapevoli??) attori sulla scena di un mondo corrotto perchè corruttibile in ogni suo strato sociale, dal dirimpettaio che si sente in diritto di vivere e di lasciar morire, e su su fino alle NON scrutabili vette delle grandi e garanti (GARANTI??) lobby farmaceutiche. Ognuno di noi è fotoreporter degli eventi incontrollati (incontrollati??) che si stanno dipanando. Ognuno è possessore ormai di ritagli personali di costrizioni inaudite, tralasciate volutamente per evidente paura, ma non più marginali, ritenute tali forse perchè su tutto si voleva, testardamente trovare l'etichetta della coincidenza e della casualità, ora talmente esasperata da escludere a priori casualità e coincidenze.

Vuoi vedere che ci vogliono davvero mettere in stie come tanti polli?... Ma no, dai... :-(
20400179
Un ciondolare smarrito... Una frase che rappresenta il momento storico che stiamo vivendo. INconsapevoli (inconsapevoli??) attori...
Risposta
24/04/2021 10.25.13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
M.ary4 M.ary4 24/04/2021 ore 10.56.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@KitCarson1971 :

AH quindi non era un tema esoterico? infatti stavo leggendo e non riuscivo a capire qual' era il quesito esoterico!
20400190
@KitCarson1971 : AH quindi non era un tema esoterico? infatti stavo leggendo e non riuscivo a capire qual' era il quesito...
Risposta
24/04/2021 10.56.33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
M.ary4 M.ary4 24/04/2021 ore 11.01.04 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@KitCarson1971 scrive:
Vuoi vedere che ci vogliono davvero mettere in stie come tanti polli?... Ma no, dai..


Bè si questo ormai è poco ma sicuro! i cani randagi siamo noi qui!
20400192
@KitCarson1971 scrive: Vuoi vedere che ci vogliono davvero mettere in stie come tanti polli?... Ma no, dai.. Bè si questo ormai è...
Risposta
24/04/2021 11.01.04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 24/04/2021 ore 13.28.38 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@M.ary4 scrive:
AH quindi non era un tema esoterico? infatti stavo leggendo e non riuscivo a capire qual' era il quesito esoterico!

:................

Questo "brano" di Peltier è sicuramente di estrazione esoterica:
........."Essa è ripiegata su se stessa al pari di una lattina consumata e gettata. Tale Umanità è merce di consumo utile al ''piacere' di che la consuma e null'altro.E allora essa,se generata da un Principio che trascende,''vive'' altrove,su un piano che ignora le apparenze."...........

Io ne ho per così dire approfittato convogliando il contesto nel diabolico piano (del tutto materiale) in cui ci hanno immersi in questo preciso lasso di tempo storico.
Un saluto
20400314
@M.ary4 scrive: AH quindi non era un tema esoterico? infatti stavo leggendo e non riuscivo a capire qual' era il quesito...
Risposta
24/04/2021 13.28.38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 01/05/2021 ore 12.42.30 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

Questa Storia Umana percepita in modo induttivo attraverso i miliardi di immagini che percepiamo quotidianamente attiene la ''Condizione'' e come tale riguarda ogni tipo ''individuazione'' psico/fisica.Lo specchio riflette la medesima immagine anche per soggetti apparentemente diversi. Cmq la storia ,per chi fosse interessato,ha un seguito. Quel cane che ciondola ,prosegue il suo cammino, ma ora non viene piu' ''visto'' da nessuno,nonostante altre presenze intorno a lui. Egli stesso se ne stupisce ,come pure per una ritrovata forma di ''benessere''. Che cosa è accaduto? Nulla! E' l'Eterno ciondolare svelato. Ed allora gli torna alla mente quanto gli fu' sussurrato: ''nulla e' come sembra, ma e' di piu',molto di più''.
20402502
Questa Storia Umana percepita in modo induttivo attraverso i miliardi di immagini che percepiamo quotidianamente attiene la...
Risposta
01/05/2021 12.42.30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
KitCarson1971 KitCarson1971 02/05/2021 ore 18.08.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@Peltier14 scrive:
''nulla e' come sembra, ma e' di piu',molto di più''.


In effetti il mondo andrebbe diviso in due. Di ciò che è (che sarebbe...) e di ciò che sembra. Pareri soggettivi che poi risultano sempre polemiche e discussioni fra organisti e spiritualisti. Ho letto di fisiologia e biologia (la cagnara sul covid 19 lo impone...), che poi altro non sono che processi chimici. Ho letto di psicologia e psicoanalisi e mi sono reso conto della unilateralità o limitatezza che queste discipline comportano.

Tutti noi, chi più chi meno, siamo affetti dal male delle tre "esse": Soldi, Salute e Sesso che si scontrano con Cristianesimo Esoterico, con l'Alchimia, la Kabbala, la Mitologia... La verità caro Peltier è che siamo limitati. La limitatezza di cui parlo è quella del solo intuire l'altra faccia della (stessa) medaglia che, inevitabilmente ci riporta al punto di partenza, al sapere di non sapere, al ritrovarci deboli e confusi.

Concetti che non sfiorano un gatto quando con intima soddisfazione fa la sua "toeletta". Ma il concetto di "pulizia" non lo sfiora nemmeno, gli è completamente estraneo. Pare che lo faccia perchè il suo pelo contiene una sostanza di cui è ghiotto: è QUESTO il suo fine. Il cane a cui alludi va di pari passo alle incombenze del gatto che accenno o... ha un nome per così dire, più predominante?
Un saluto
20403275
@Peltier14 scrive: ''nulla e' come sembra, ma e' di piu',molto di più''. In effetti il mondo andrebbe diviso in due. Di ciò che è...
Risposta
02/05/2021 18.08.00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
puffettainblujeans puffettainblujeans 03/05/2021 ore 16.42.12 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

siamo esseri nell essere.una lunga catena di pene per procacciarci il nutrimento,sia esso,fisico o spirituale.ogni mestiere,ogni esistenza reca con il suo incalzare il cavallo del destino diverse necessita' come il gatto
20403644
siamo esseri nell essere.una lunga catena di pene per procacciarci il nutrimento,sia esso,fisico o spirituale.ogni mestiere,ogni...
Risposta
03/05/2021 16.42.12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
Peltier14 Peltier14 07/05/2021 ore 16.16.21 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@KitCarson1971 scrive:
La verità caro Peltier è che siamo limitati.

Ascolta Kit: La questione dei nostri limiti intrinsechi,è stata da sempre posta e cio' ha in qualche modo legittimato la nostra condizione di debolezza e di confusione in cui,come osservi, versiamo. Cio'(con la massima umiltà) non lo condivido. La nostra condizione per quanto irrimediabilmente ''lacerata'' non ci priva affatto di raggiungere la consapevolezza della nostra ''portata'' , della nostra ''valenza''. Tali affermazioni non nascono da motivi di speranza ,fede o religione , ma semplicemente da una sola condizione : quella di far cadere la benda che ci rende orbi. Ma in che modo ,molti si chiederanno. Ci sono degli ''elementi'' cosi' forti ed importanti sotto il nostro naso, che vanno solo colti. Per facilitare l'operazione occorre pero' parlare un po' meno con se stessi, sperimentando il temibile' ''vuoto''. Giunti a tal segno inizieremo a cogliere la Prospettiva Rovesciata e tutto quanto che ne consegue in un modo cosi' limpido da non coltivare piu' dubbi. Saremo in grado di verificare l'Irruzione operata dall'Assoluto e ci torneranno tutti i conti sul nostro stare al mondo specifico. Certezze cosi' radicate e profonde da non necessitare di nessuna dimostrazione convenzionale, certezze che sono le Sole ad inondare ed attraversare il nostro EsserCi.
KitCarson1971 KitCarson1971 08/05/2021 ore 11.06.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@Peltier14 scrive:
Ascolta Kit: La questione dei nostri limiti intrinsechi,è stata da sempre posta e cio' ha in qualche modo legittimato la nostra condizione di debolezza e di confusione in cui,come osservi, versiamo. Cio'(con la massima umiltà) non lo condivido.



Ciao. Meglio che io specifichi, per quanto soggettivamente mi consta, ovviamente. Che ci siano opportunità che l'essere umano debba necessariamente cogliere, è auspicabile, almeno per quelle circostanze che lo vede in grado ad intercettare, pur con tutta la serie di limiti che per natura lo compongono e quindi condizionano. Rimarcavo SOLO questo: i limiti fisici-sensoriali che ci sono propri. Di questo bisogna eticamente farcene una ragione.

Va da sè che siamo però ANCHE in grado d'intuire un "quid", un "qualcosa" che trascende, che ci sovrasta ma che, nel contempo, possiamo oggettivamente approcciare, per esempio, pensare che anche il nebuloso concetto di morte può applicarsi solamente a certe fasi del grande ciclo della vita, e MAI a tutto il ciclo. Il ragionamento è sottile, ma nel contempo semplice, inquadrato, come deve essere, in una visione più ampia, UNIVERSALE.

La vita, come moto organizzato, come Principio, da tale punto di vista è eterna (fino a questo concetto siamo tutti, chi più chi meno, in grado di configurarla). Essa può soltanto mutare livello d'espressione e di scala fisica. Quando un corpo organico si disorganizza come tale, e quindi si disgrega, termina la sua vita, ma la vita come Principio prosegue nell'ambito di quella che fu la sua organizzazione atomica od anche chimica, biochimica.

NON è la vita che s'individualizza e personalizza nell'uomo, ma QUALCOSA di diverso, cioè un "quid" che, ad un più alto livello, si serve di un complesso organico per esprimersi e questo "QUID" non può essere che ciò che chiamiamo "spirito". Quando dicevo che siamo LIMITATI, il riferimento era d'uopo per le limitatezze insite in noi, di cui sopra ma, in ogni caso, bene o male, il mio spunto, se non potendo essere ascritto a verità assoluta, nondimeno fa (almeno MI fa)indirettamente giungere ad una "dimostrazione" della sopravvivenza individuale di quel "quid" che anima il corpo umano.
Un saluto
Peltier14 Peltier14 11/05/2021 ore 23.26.01 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Una storia umana

@KitCarson1971 scrive:
Va da sè che siamo però ANCHE in grado d'intuire un "quid", un "qualcosa" che trascende

Quel ''quid'' ,caro Kit, non è pero' cio' che si puo' intuire che ci sia,magari in un suggestivo tramonto o nell'ambito delle numerose melasse fatte di spregevole Mistica Sentimentale. Quel ''quid'' è qualcosa di piu' concreto della Realtà che percepiamo come reale nella sua ''fisicità''. Il punto cardine è questo. Quel ''qualcosa'' è fra noi,concreto,effettivo ed essenziale. E' solo celato . E' ''scolpito''frà le righe della Matematica,della Geometria che ce ne dà una dettagliata descrizione o piu' semplicemente in ogni domanda che ci poniamo. Ma straordinariamente non è nella risposta di quella domanda ,ma è nella domanda medesima . Quel ''quid'' e' la domanda stessa,non in senso metaforico, ma concretamente. Puo' produrre le vertigini tutto cio',ma è la condizione che sperimentiamo ogni istante, come conseguenza della contaminazione,dell'irruzione dell'Assoluto. Un Assoluto piu' concreto e reale della nostra pelle.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.