Esoterismo e mistero

Esoterismo e mistero

Dal mito alla realtà, parliamo di alchimia, magia, religioni, misteri irrisolti, paranormale, filosofia...

Peltier14 06/06/2021 ore 18.09.18 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)Ogni Cosa é prima

La Condizione per esistere è ''esistere'' già prima di esistere.
E' singolare come in un periodo storico, marcatamente inflattivo, sotto il profilo dei canali di comunicazione, siamo di fatto d'innanzi ad uno smisurato cortocircuito. Tale fenomeno, pero' non pone solo un problema ''tecnico'',ma distrugge l'impianto stesso nella sua essenza.
Tanta,troppa comunicazione(pseudo) ,si trasforma in una progressiva Torre di Babele il cui unico epilogo sono cedimento e crollo. Eppure verrebbe da pensare che tanto fluire di Memi rappresenta tanta ricchezza. Ma forse non è una questione di ''densità'' delle comunicazioni, che come potremmo mutuare da un manuale di elettrotecnica è solo RUMORE. Individualmente siamo ''brave persone'' con le migliori intenzioni e le mille necessità indotte da una psiche sempre piu' scossa e sovraeccitata, ma la sommatoria della rete è Rumore. E' del tutto intuitivo che per migliorare tale quadro che ci stà ''strozzando'',dovremmo ridurre drasticamente questo RUMORE. Ma non siamo al cospetto di un circuito elettronico munito di SQL ad esempio. L'alimentazione per le nostre Menti e per gli ontologici territori che sottende è vitale.
Nel Rumore in genere,che potremmo rappresentare come un quadro a forte Entropia,accade che riduzioni temporanee di essa,producono segnali rapidi,potenti e limpidi che ,proprio per questo,emergono da quel Rumore perchè sono altro ,si distinguono.Una comunicazione che reca in sè e genera un segnale utile è come un flares, un lampo scevro di qualsiasi rinforzo aggettivizzante. Espressioni del tipo: OGNI COSA E' PRIMA'' ,fanno poco rumore e riducono quel quadro inflattivo sopra citato. Un'affermazione cosi' minuscola,modesta, quasi invisibile, schiude a spazi impensabili e a giorni ''diversi'.....
8613375
La Condizione per esistere è ''esistere'' già prima di esistere. E' singolare come in un periodo storico, marcatamente...
Discussione
06/06/2021 18.09.18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
KitCarson1971 KitCarson1971 07/06/2021 ore 10.59.33 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

@Peltier14 scrive:
le mille necessità indotte da una psiche sempre piu' scossa e sovraeccitata, ma la sommatoria della rete è Rumore.


Ciao. Non so se in questo caso, in considerazione del tuo post, si possa liberamente dissertare senza pre-pregiudizi alla Eta Peta/Guerre Stellari...
Comunque sia entro brevemente nel contesto in punta di alluci... solo per dire che nel 2011, sfruttando le ferie, ci recammo nelle "zone del silenzio", negli anfratti e nelle grotte cercate e frequentate da tal Francesco d'Assisi, là dove la calma del cuore era rotta solo dall'intermittente regolarità del respiro. Ecco, in luoghi ameni di questo tipo "OGNI COSA E' PRIMA"... La consapevolezza di sapere "d'esistere ancora prima d'esistere". Consapevolezza che condiziona di fatto l'intera esistenza, nelle scelte che giornalmente ne derivano.
Un saluto
segnisullasabbia segnisullasabbia 07/06/2021 ore 14.21.59 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

@Peltier14 scrive:
La Condizione per esistere è ''esistere'' già prima di esistere.
E' singolare come in un periodo storico, marcatamente inflattivo, sotto il profilo dei canali di comunicazione, siamo di fatto d'innanzi ad uno smisurato cortocircuito. Tale fenomeno, pero' non pone solo un problema ''tecnico'',ma distrugge l'impianto stesso nella sua essenza.
Tanta,troppa comunicazione(pseudo) ,si trasforma in una progressiva Torre di Babele il cui unico epilogo sono cedimento e crollo. Eppure verrebbe da pensare che tanto fluire di Memi rappresenta tanta ricchezza. Ma forse non è una questione di ''densità'' delle comunicazioni, che come potremmo mutuare da un manuale di elettrotecnica è solo RUMORE. Individualmente siamo ''brave persone'' con le migliori intenzioni e le mille necessità indotte da una psiche sempre piu' scossa e sovraeccitata, ma la sommatoria della rete è Rumore. E' del tutto intuitivo che per migliorare tale quadro che ci stà ''strozzando'',dovremmo ridurre drasticamente questo RUMORE. Ma non siamo al cospetto di un circuito elettronico munito di SQL ad esempio. L'alimentazione per le nostre Menti e per gli ontologici territori che sottende è vitale.
Nel Rumore in genere,che potremmo rappresentare come un quadro a forte Entropia,accade che riduzioni temporanee di essa,producono segnali rapidi,potenti e limpidi che ,proprio per questo,emergono da quel Rumore perchè sono altro ,si distinguono.Una comunicazione che reca in sè e genera un segnale utile è come un flares, un lampo scevro di qualsiasi rinforzo aggettivizzante. Espressioni del tipo: OGNI COSA E' PRIMA'' ,fanno poco rumore e riducono quel quadro inflattivo sopra citato. Un'affermazione cosi' minuscola,modesta, quasi invisibile, schiude a spazi impensabili e a giorni ''diversi'.....

cioè etai dicendo che bisognerebbe dire sono le cose sensate per dar agio agli ascoltatori del momento di trarre le loro vereconde e legittime conclusioni? Hai fatto la scoperta dell'acqua calda. Visto che fai riferimento a fenomeni fisici, se sai come funzionano gli inteferometri per la ricerca delle onde gravitazionali sai bene che la parte enormemente preponderante è il rumore. Eppure riescono lo stesso a trovare segnali di onde gravitazionali. E siamo sempre lì, qualcuno dovrebbe dire quale rumore far passare e quale no?
Io penso invece che nel rumore bisogna esercitare la volontà. Se hai voglia di capire studi, se non hai voglia di capire, rumore o non rumore non capisci ma fai il tifo, anche nel silenzio durante il quale si stagliano, come dici tu, segnali limpidi e cristallini. E' solo l'esercizio di volontà costruttiva, cioè volonta che mira all'unione e non al conflitto, quella che supera il rumore. Ma perchè c'è questa rincorsa alla produzione di rumore? Secondo me è che ognuno di noi ha disperatamente bisogno di far sapere che esiste. Anzi il rumore è la necessaria conseguenza del desiderio di persistere, più che di esistere. Vedi? Io sto scritto potevo risparmiarmelo, ma volevo persistere, ed eccomi qua.
EtaPeta EtaPeta 07/06/2021 ore 15.25.00 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

@Peltier14 :
Uscendo dall'aspetto "tecnico" del rumore, quello che hai scritto mi ha dato come spunto di riflessione il subconscio umano.
Quello che sentiamo con il nostro "involucro umano" viene filtrato dal subconscio per trarre "informazione utile".
Da piccoli entra tutto dai nostri sensi e viene apprezzato tutto.
Così una fragola magari imbevuta con succo di limone diventa motivo di riso e di sovraeccitazione.
Con il tempo però impariamo ad "eliminare il rumore".
Il nostro subconscio filtra tutto giungendo anche alle nostre abitudini sociali...
questo non di dice...
questo non si fa...
ecc. ecc.
Addirittura di questo "superfiltro" gli orientali ne fanno un uso smodato eliminando l'io.
Non che questa cosa sia necessariamente sbagliata, ma l'equazione diventa così...
molto controllo uguale poco divertimento
In cambio però si ottiene una segnale forte e chiaro.
Tutto questo per dire che chi fa una "ricerca avanzata" ha bisogno di eliminare il superfluo, ma insieme a questo superfluo molto va perduto.
Per questo è importante sentire l'opinione di tutti, in questo modo possiamo "riscoprire il gusto di una fragola" senza nel contempo pretendere che tocchi ad uno solo il "compito" di prendere un segnale forte e chiaro.
Peltier14 Peltier14 08/06/2021 ore 18.07.28 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

La ''blindatura'' delle cose semplici stà proprio nel fatto che è la loro semplicità a renderle inaccessibili, attraverso quella particolare chiave di lettura, che è costretto ad utilizzare chi li legge. Se una cosa non fosse prima, non potrebbe essere cio' che e'. Questa affermazione è cosi' illogica,strampalata e banale che rappresenta il piu' insuperabile sigillo alla nostra comprensione.La Scienza ,ineffabile consolatrice nelle nostre innumerevoli notti insonni abitate da quesiti e dubbi, ci dice, nella migliore delle ipotesi, le ''modalità'' in cui una cosa raggiunge il suo stato di esser Cosa. La cosa ,che diventa tale,in sè non precede la Cosa,ma la segue. Questa Cosa non potrebbe mai autodeterminarsi durante il suo viaggio che la porterà ad esser tale, poichè è solo strumento,supporto. Per metafora potremmo dire che una gamba è una gamba e non ha in sè il ''camminare'' che è tutt'altra questione. '' Ogni cosa è prima'', enorme bestialità logica ,ci consente di aprire a quel''mondo'' cosi' strano ,ma che dimora in noi. E' difficile e paradossale coniugarlo al nostro logico pensare quotidiano, che governa e disciplina la rappresentazione mentale dell'Apparente che ci circonda. Tuttavia ,la condizione che ci spinge nella Grotta di Kit, cos'è, se non l'irrazionale ed inspiegabile tentativo di congiungere il nostro indice a quel punto ideale immateriale che abita le nostre vite in modo cosi' improprio ?
KitCarson1971 KitCarson1971 09/06/2021 ore 14.01.45 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

@Peltier14 scrive:
l'irrazionale ed inspiegabile tentativo di congiungere il nostro indice a quel punto ideale immateriale che abita le nostre vite in modo cosi' improprio


Sei profondo caro amico, non avevo però dubbi... Ma resterà sempre difficile considerare, in senso metafisico, la Matrice Unica e Divina della Vita. Soltanto l'abbandono all'intuizione può dare la piena comprensione (per pochi) o almeno minima (per la maggioranza) di questi concetti, al di là delle insufficienti parole, al di là della pur necessaria trama dialettica del pensiero scritto.

La comprensione di essere prima di tutto esseri spirituali, andrebbe vista (per il nostro pensiero autocosciente, intelligenza autoriflessa, volontà consapevole) ANCOR PRIMA della ricerca di un livello extra-materiale, di un "qualcos'altro", nella materia che ci aggrega, che si scambia e che si aiuta, nell'energia che passa ad ALTRA energia, nella morte che genera la vita, nelle cellule che si decompongono, ma per formare altre cellule, in una TRASFORMAZIONE continua. Per trasformazione s'intende cessione di energia di una parte all'altra. In questo senso (di TRASFORMAZIONE) la materia riproduce quasi un fenomeno altamente spirituale, una legge d'amore, di aiuto reciproco, di "collaborazione".

La materia è coerente, è compatta e solida. La materia si "ama"... Le cellule sono... innamorate le une delle altre. E' indubbiamente una legge di amore a livello meccanico, ma funzionale, autonoma, intelligente. Stesso concetto se consideriamo la parte spirituale. Si! D'accordo, questa risulta essere meno densa, più "universale", ma il TUTTO è SEMPRE UNO, è la Grande Legge dell'Universo che è legge d'amore, che tale resta al di là dei nostri limiti, recintati dai nostri miseri parametri di giudizio. E' una legge di conservazione che diventa d'amore nello spirito. In questa, e solo in questa meccanicità possiamo dire la nostra... perchè subentra la nostra istintività, che è pur sempre un marchio, un segno di Dio (chiamiamolo ancora così per convenzione) e, riconoscendo il segno di Dio, deteniamo la capacità individuale (minima o massima che sia) di trasformare, comprendendolo, un principio meccanico in un principio spirituale.
Un saluto
P.S. Allego un link che ritengo in parte attinente

https://www.futuroprossimo.it/2021/06/un-nuovo-studio-spiega-la-materia-oscura-esiste-unaltra-dimensione/
Peltier14 Peltier14 17/06/2021 ore 00.34.29 Ultimi messaggi
segnala

(Nessuno)RE: Ogni Cosa é prima

@KitCarson1971 scrive:
Allego un link che ritengo in parte attinente

https://www.futuroprossimo.it/2021/06/un-nuovo-studio-spiega-la-materia-oscura-esiste-unaltra-dimensione/

Attinente e illuminato. Vi è riportato infatti : ''La teoria proposta prevede che le particelle invisibili possano essere descritte da un numero infinito di particelle diverse con masse diverse chiamate continuum''. L'autore di questo studio ,inerente la Materia Oscura e le Forze Oscure ,rappresenta il tentativo di un nuovo approccio scientifico a questo spinoso volto della materia che suggestiona, ma stà creando non pochi problemi alla Scienza ufficiale. Sai da quanto ed con quale intensità abbia posto spesso,forse anche troppo, la questione del rapporto analogico/discreto e di come questo sia alla base dell'intero impianto esistenziale. Il ''Continuum'' di queste particelle, che è espressione della contaminazione dell'analogico sul discreto, entra finalmente nelle considerazioni scientifiche ! Il momento di cogliere ,l''immagine''di ogni cosa, cosi' presente ma, cosi' celata,apre a spiragli sempre piu diffusi.

Rispondi al messaggio

Per scrivere un nuovo messaggio è necessario accedere al sito.